Jump to content
PLC Forum


progetto timer 10 ore programmabile con commutatore rotativo e display sette segmenti.


agoman
 Share

Recommended Posts

buonasera vorrei realizzare un timer programmabile da 1 a 10 ore visualizzazione del tempo impostato con display sette segmenti 

e fattibile?

sarebbe piu' bello se il display facesse il conto alla rovescia ma deve essere piu' complicato.

io in laboratorio mi ritrovo un 4511 che serve a pilotare il display poi mi servirebbe un contatore ap e down so che per il conto alla rovescia ci sta' il 74ls192 ma non ce lo ci stanno altri tipi di questi contatori? 

in pratica vorrei fare che a ogni impulso il contatore mi conta 1 numero all'indietro fino a scadere del tempo impostato, tipo non so come spiegarmi se dopo un ora gli arriva un impulso il display scala di un punto, passata un altra ora il display scala un altro punto alla fine quando arriva a zero il displey resetta il timer facendo finire di contare.

rimane il problema di come impostare il timer cioe' se imposto 3 ore il display mi deve visualizzare 3 ore e poi ogni ora andare all'indietro fino a resettare il timer quando arriva a zero.

non vorrei usare processori arduini e altre gian frusaglie vorrei fare una cosa terra terra se si puo'.

aspetto qualche dritta.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 66
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • agoman

    37

  • Livio Orsini

    11

  • stefano6767

    8

  • max.bocca

    3

stefano6767

Se vai a vedere nelle riviste di Nuova Elettronica degli anni '90 ne trovi una infinità di progettini simili, proprio realizzati con gli integrati di cui parli te..Basta modificarne uno per ottenere esattamente quello che vuoi tu..

P.S. Le riviste sono ancora scaricabili gratuitamente online in pdf..

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, stefano6767 ha scritto:

Se vai a vedere nelle riviste di Nuova Elettronica degli anni '90 ne trovi una infinità di progettini simili,

io le ho tutte le riviste ci daro' un occhio.

Link to comment
Share on other sites

domanda lo HFE 4511 e il 74LS47 hanno le stesse caratteristiche? io mi ritrovo un hfe4511 per pilotare il display e poi mi ritrovo un CD 4529 contatore binario si puo' fare un contatore ape down? comandato da un tasto?

se intanto inizio a fare questo schemino potrei iniziare a vedere come impostare tutto il resto.

 

in rete ce questo ma non ho il 74.CD4029B counter with 7-segment display | basic operation - YouTube

 

 

Edited by agoman
Link to comment
Share on other sites

stefano6767

Se i due integrati siano equivalenti in questo momento non lo so, vediamo se qualcuno lo sa, altrimenti appena riesco controllo i datasheet e te lo dico.. sicuramente uno è un CMOS e quindi può alimentato con qualsiasi tensione, mentre l'altro va alimentato tassativamente a 5V..

Link to comment
Share on other sites

stefano6767

Da una rapida occhiata che ho dato ora mentre sto guidando direi che non sono equivalenti..uno pilota display a catodo comune e l'altro display ad anodo comune

Link to comment
Share on other sites

35 minuti fa, stefano6767 ha scritto:

Da una rapida occhiata che ho dato ora mentre sto guidando direi che non sono equivalenti..uno pilota display a catodo comune e l'altro display ad anodo comune

allora stefano faccio una cosa adesso vedo che display ho e poi vedo se posso utilizzare gli integrati che ho intanto grazie.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, stefano6767 ha scritto:

Da una rapida occhiata che ho dato ora mentre sto guidando direi che non sono equivalenti..uno pilota display a catodo comune e l'altro display ad anodo comune

allora stefano faccio una cosa adesso vedo che display ho e poi vedo se posso utilizzare gli integrati che ho intanto grazie.

 

guardato tutti anodo comune  ne ho 3 ma non trovo i dati non so se sono anodo o catodo in comune.

 

i 3 tipi sono i seguenti.

HD1105R

TDSY5150

TDSG5157

635 BS-AE04RD

posso iniziare a fare qualcosa su basetta? 

allora mi trovo un 4511 e cd 4029 ho anche dei 555 e molto altro intanto vorrei provare a fare un circuito con questi componenti che allo scacciare del tasto conta alla rovescia e quando arriva a zero fare in modo che resetta qualcosa un timer nel mio caso.

ci vorrebbe 1 impulso ogni 60 minuti circa non voglio la precisione minuto piu' minuto meno non mi interessa ,quindi darei start al temporizzatore impostato a tipo 3 ore con un commutatore rotativo sul display mi compare il numero 3 quindi dopo 60 minuti impulso e scala a 2 dopo altri 60 minuti altro impulso e scala a 1 dopo altri 60 minuti scala a 0 e lo zero dovrebbe dare un reset al temporizzatore e fare diseccitare il rele'.

spero mi sono spiegato bene.

Link to comment
Share on other sites

UN DISPLAY a catodo comune ce lo pure , dovrebbe essere negativo in comune e i segmenti che vanno col positivo giusto
? il display e un 1801 ss ma non trovo il datascet. comunque ho provato i segmenti e funziona.

Link to comment
Share on other sites

stefano6767

Progettare un circuito elettronico in questo modo direi che è praticamente impossibile..ci vorrebbe almeno fino al 2024 e qualche migliaia di messaggi nel forum..Se nessuno qui ha qualche idea migliore il mio suggerimento è questo..Sulla rivista 107 è pubblicato un timer che ha proprio le funzioni che cerchi te, utilizza 4511 e 4029, ed è spiegato in modo preciso il funzionamento di ogni singolo componente.. L'unica differenza è che quello pubblicato lavora su tempi molto più brevi..minuti e secondi..Con poche modifiche, tipo abbassando il clock, i minuti diventano ore..ed i secondi minuti..

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
12 ore fa, stefano6767 ha scritto:

Da una rapida occhiata che ho dato ora mentre sto guidando

 

Questa è una cosa che non dovresti assolutamente fare!!

 

Oltre ad essere assolutamente vietato dalla legge è anche una notevole imprudenza che può avere serie conseguenze per te e, soprattutto, per gli altri.

Link to comment
Share on other sites

19 hours ago, agoman said:

non vorrei usare processori arduini e altre gian frusaglie vorrei fare una cosa terra terra se si puo'.

 

Paradossalmente, spesso una cosa realizzata con componenti "terra terra" è di gran lunga più complessa nel cablaggio, nella precisione di funzionamento, nella difficoltà a ottenere funzioni appena più che elementari, rispetto alle "cianfrusaglie moderne".

 

Per curiosità, volevo vedere il livello di difficoltà richiesto per realizzare quanto esposto appunto con un Arduino, con anche qualche funzionalità in più, come la visualizzazione dei minuti e il lampeggio dei punti separatori. Il risultato (simulazione funzionante) è a questo link: https://wokwi.com/projects/359560740479725569  (Nota: essendo pappa pronta non chiedetemi eventuali modifiche, e mi sono concesso la "licenza poetica" di scrivere il codice C in "stile pythonico", dove la sola indentazione consistente è sufficiente e le parentesi graffe virtualmente spariscono dalla vista)

 

Sono cinque componenti in croce compreso Arduino con un cablaggio veramente minimo. Meno di un minuto di errore su 10 ore senza bisogno di alcuna taratura o misura. Pulsante set per regolare le ore, o azzerare tenendolo premuto un secondo, e pulsante start/stop per appunto avviare il conteggio o fermare tutto. L'unica accortezza eventualmente è il cablaggio dei 5V e GND per il relé, che non dovrebbero "transitare attraverso" Arduino, ma arrivare direttamente dall'alimentatore a 5V attraverso una linea dedicata (più snubber sui contatti o sul carico del relé, ma questo sempre e comunque, indipendentemente dal circuito del timer usato).

 

Se lo scopo invece è divertirsi a cercare di realizzare un timer "anni 70" a componenti discreti e integrati logici, con i componenti disponibii nel cassetto, anche questo ha un innegabile fascino e valenza didattica, e allora sicuramente gli innumerevoli progetti di timer presentati da NE nel corso degli anni "pre microcontroller", soprattutto '60, '70, '80, sono la migliore fonte di ispirazione 😉

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
1 ora fa, Claudio F ha scritto:

L'unica accortezza eventualmente è il cablaggio dei 5V e GND per il relé,

 

Questo è il problema principale delle schede tipo Arduino e similari, essendo nate come sistemi di sviluppo Sw a basso costo, hanno un'immunità ai disturbi condotti ed irradiati praticamente nulla.

Curando bene le alimentazioni, la disposizione ed il cablaggio, si riesce a rendere affidabile questo dispositivo per l'ambiente domestico/hobbistico.

Con questo concordo nel fatto che si può realizzare il dispositivo oggetto della discussione, in modo molto più semplice, versatile ed affidabile, di quanto si possa fare assiemando visulaizzatori e componentistica LSI.

Comunque questo è argomento da trattarsi nella sezione specifica di arduino.

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, stefano6767 ha scritto:

Progettare un circuito elettronico in questo modo direi che è praticamente impossibile.

 stefano mi pare possibile invece questo e quello che farebbe per me bisogna solo incrementare il tempo, ma penso che a questo punto non sia un problema poi alla fine penso di utilizzare solo un display ho meglio tutte e due dopo vedo.

1 ora fa, Claudio F ha scritto:

Paradossalmente, spesso una cosa realizzata con componenti "terra terra" è di gran lunga più complessa nel cablaggio

questo circuito sopra e semplice niente arduini non mi piace sta roba gia' fatta a me piace realizzare e non averle semplici qui ormai mi conoscono e se mi impegno risolvo anche questa.

 

Link to comment
Share on other sites

Io normalmente progettavo tutto TTL o tutto C-mos per evitare i traslatori di livello anche se a volte funzionano a parità di tensione di alimentazione 5V.

Il 4029 permette up down, ingresso preset da contraves esempio.

La comodità di Pic Arduino e simili è sulla rapidità di esecuzione,  minore ingombro e modifiche flessibili.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

stefano6767
57 minuti fa, agoman ha scritto:

 stefano mi pare possibile invece questo e quello che farebbe per me bisogna solo incrementare il tempo, ma penso che a questo punto non sia un problema poi alla fine penso di utilizzare solo un display ho meglio tutte e due dopo vedo.

questo circuito sopra e semplice niente arduini non mi piace sta roba gia' fatta a me piace realizzare e non averle semplici qui ormai mi conoscono e se mi impegno risolvo anche questa.

 

Il circuito pin per pin non l'ho studiato, ma mi pare di vedere che il clock venga fatto da IC1A, quindi basta aumentare il valore di C1 ed i tempi si allungano fin che vuoi..Però ovviamente considera che che in questo circuito i tempi sono poco stabili e relativamente dipendendi dalla temperatura, quindi cerca di usare per C1, R1 e VR1 componenti termicamente stabili, col minore coefficiente di temperatura possibile..

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, stefano6767 ha scritto:

Però ovviamente considera che che in questo circuito i tempi sono poco stabili

non mi interessa tanto se il tempo varia un po' ma comunque utilizzo roba che con la temperatura ambiente non varia molto il suo valore ma secondo me utilizzera' massimo 6 ore come da originale , allora questo circuito andrebbe in una macchina che vulcanizza le gomme in pratica ci sta un tappetino sotto la sabbia che scalda e vuocanizzando ripara la gomma fondendo la gomma quindi minuto meno minuto piu' non cambia, il mio amico aveva un orologgio meccanico regolabile da 1 a 6 ore ma si e rotto e nuovo costa piu' di 200€ allora ho pensato di sostituirlo con un timer elettronico digitale se non riesco digitale lo faccio normale con un commutatore rotativo 10 posizioni  che cambia i tempi , ma secondo me ci salto fuori a farlo col visualizzatore e piu' bello :-). intanto prima cosa che faccio e montare su basetta i due display usati col 4511 e testarli se vanno tutte e due, quindi se ho capito bene devono essere col catodo comune ( negativo sul comune giusto)? come da schema video.

 

domanda le resistenze sui sette segmenti? o posso metterne solo una nel catodo.

Edited by agoman
Link to comment
Share on other sites

stavo cercando i componenti , domanda posso usare la 12 volt sul circuito del video?  per il fatto che molti rele' li ho a 12 volt e alcuni a 5 volt cambia qualcosa? sicuramente dovrei aumentare le resistenze dei segmenti display a 680 ohm o 1k non ho il datasceet del display ma penso che 680ohm dovrebbero andar bene con 12 volt. mi confermate?

se no cerco le resistenze per 9 volt da 470ohm.

 

Link to comment
Share on other sites

stefano6767

Beh..nello schema che hai pubblicato mettono resistenze da 470 con un'alimentazione di 9V..se porti l'alimentazione a 12V magari mettile da 680..820..

Link to comment
Share on other sites

ok fatto ho usato resistenze da 680ohm corrente di assorbimento 14mA A 12 V ho fatto la prima parte del circuito coi 4511 li ho provati tutte e due con un interruttore se posizioni e i due display si accendono correttamente, provati uno ad uno quello sotto e staccato fino qui sono certo che i display e i due 4511 funzionano, adesso montero' i due contatori binari, ma prima volevo chiedere una cosa in alto nello schema video ci sono i 4 selettori secondo voi e possibile usare un commutatore 10 posizioni per impostare il tempo? sti 4 selettori non mi piacciono molto e scomodo da impostare, sarebbe meglio un commutatore rotativo cosi faccio un unico foro nel contenitore.

Nessuna descrizione disponibile.

 

Link to comment
Share on other sites

stefano6767

Beh.. quei commutatori non sono altro che la codifica dei bit che entrano in quell'integrato, quindi un commutatore rotativo a 10 posizione la vedo un po' dura.. Al limite uno di quei commutatore rotativi piccolini con numerino e la codifica interna

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, stefano6767 ha scritto:

quindi un commutatore rotativo a 10 posizione la vedo un po' dura.

usando dei diodi? eppure ci voglio provare testa dura io ,se poi non riesco lascero' i 4 selettori.😂 stasera provo, mettero' il positivo in comune ,e poi i 9 ritorni che vanno impostati coi diodi nelle vari punti binari, pero' magari prima di rompere l'integrato provo mettendo 4 led per simulare alto basso, usero' dei diodi 1n4148 sono curioso ti diro'.

Edited by agoman
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
1 ora fa, agoman ha scritto:

usando dei diodi?

 

E una codifica binaria, se non trovi uno di quei selettori rotanti con uscita a 4 bit e codifica binaria (erano conosciuti come "Contraves" dal nome dell'azienda che li aveva prodotti per prima), diventa un po' complicato realizzare la codifica con un classico commutatore rotativo.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

diventa un po' complicato realizzare la codifica con un classico commutatore rotativo.

 livio per me niente e complicato ci sono riuscito quasi quasi lo brevetto lo chiamo  il commutatore binario, usato dei diodi 1n4148 per ogni uscita devo tirare fuori lo schema guarda il video funziona 😂 prossimo video dopo cena sfrutto le uscite che vanno hai led e li porto sul cd4511 e vediamo il display che ffa'.

 

Edited by agoman
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...