Jump to content
PLC Forum


Filtraggio AC-DC Switching PSU


mdc93
 Share

Recommended Posts

Livio Orsini

Ovviamente, il diodo va collegato direttamente con anodo verso il positivo e catodo verso lo zero. Fisicamente va montato a stretto contatto con l'involucro dell zenere, in modo che abbiano temperatura identica.

La tensione diretta del diodo, circa 0.7V, si somma alla tensione di zener, quindi avrai 30,7V nominali

Con l'aumentare della temperatura la tensione di zener tenderà ad umentare, mentre quella diretta del diodo tenderà a diminuire di 2mV/1°C, quindi per quei circa 14°C avrai una diminuzione di 28mV che compensa molto parzialmente l'aumento dello zener.

Per compensare quasi completamente la deriva si ricorre ad alcune configurazioni:

  • mettere 2 zener in serie scegliendo gli zenere in modo che la somma porti alla tensione voluta, scegliendo zener con tensione <5,6V che hanno coefficinete di tensione negativa a cui si somma un altro zener con coefficiente positivo.
  • comporre una serie di zener nell'intorno dei 6V che hanno coefficiente quasi nullo.
  • usare un riferimento di tensione che ha già al suo interno tutte le compensazioni. Si trovano sotto la voce "regolatore di tensione parallelo", hanno dimensioni e case ti po quelli del di un BC547, costano poco più di uno zener e, dulcis in fundo, si può regolare la tensione in un piccolo intirno.

Tutto poi dipende da quanto necessiti in fatto di stabilità. Per oltre lo 85% delle applicazioni, la semplice stabilità di uno zener è più che sufficiente.

 

Link to comment
Share on other sites


Breve aggiornamento: La tensione ai capi dello zener sale fino 31.56v (ho montato il circuito su breadboard e noto che premendo sul diodo questa scende anche fino a 31,38, sempre una ragione di drift termico?). La tensione sull'emettitore è ovviamente più bassa (siamo a 30.9, con la salita iniziale). Ho inserito i condensatori (elettrolitico da 47uf in parallelo allo zener e ceramico da 100nf in parallelo al carico).

 

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
3 minuti fa, mdc93 ha scritto:

Breve aggiornamento: La tensione ai capi dello zener sale fino 31.56v (ho montato il circuito su breadboard e noto che premendo sul diodo questa scende anche fino a 31,38, sempre una ragione di drift termico?).

 

Su bread board protebbe essere un problema di contatti.

Hai sostituito il resistore serie in modo da portare la corrente di zener nell'intorno degli 8 mA?

L'importante che sull'emettitore la tensione sia, correttamente, più bassa di quella di zener.

Link to comment
Share on other sites

Si ho sostituito il resistore serie con uno da 1.3k (non avevo 1.2k, dovrei avere trascurando la tensione di base 8,33 mA sul diodo). Provo a realizzare su millefori

 

 

Link to comment
Share on other sites

Possibile che con una ventola piazzata vicino allo zener riesca a tenere costante la tensione di giunzione e compensare il drift? Ho provato a soffiare sullo zener, che comunque non è assolutamente caldo, e la tensione scende anche di 300 mV 😑

 

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Hai etto quanto ho scritto sulle caratteristiche di questo zener?

Quello che causa la variazione è la variazione della temperatura alla giunzione, bastan <15°C per avere qeusta variazione.

Link to comment
Share on other sites

Salve, il case si sta ampliando... ho scelto la soluzione zener per stabilizzare 30v ed ora ho un problema con la 5v. Per la 5v (alimentazione microcontrollore e striscia di led) ho scelto il seguente AC-DC LO15-10B05-->quindi da 220v a 5v.

Ho inserito un relè a 5v ed un altro a 24v per avere l'opzione in fase debug di utilizzare anche alimentatori da banco esterni.

Quindi quando viene attaccato l'alimentatore da banco questo eccita la bobina del relè ed il COM (uscita) commuta sul NO (tensione proveniente dall'alimentatore da banco che eccita la bobina del relè). Entrambi i relè sono normalmente chiusi sulle alimentazioni provenienti dagli AC-DC e quindi le uscite a 30v e 5v sono in corto con queste ultime.

Sulla 5 volt, quando attacco l'alimentatore da banco, ho l'uscita mostrata nella foto.

Da dove provengono questi picchi a quella frequenza? Il Diodo flyback sul relé eviterebbe questo?

9e7be287-b6f8-43dc-979c-2752dcfdc3db.jpg

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Prova a verificare l'alimentazione +5V connessa direttamente senza passare per il contatto del relè. Se le cose rimangono uguali è un disturbo generato, o lasciato passare, da un alimentatore ciofeca.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...