Jump to content
PLC Forum


Cambiare senso di marcia a motore vecchia macchina da cucire 220v


Rod War
 Share

Recommended Posts

Salve, sono un faidateista e, gentilmente, avrei bisogno dei vostri consigli.

In casa abbiamo una vecchia macchina da cucire SINGER 306M, che ha un vecchio motorino elettrico Gutris, modello Domus-4, lavora direttamente con la corrente di casa 220v.

Funziona benissimo ma avrei la necessità di invertire il senso di marcia.

#1: Dalle mie ricerche credo di aver capito che questo sia possibile, ma non ne sono certo e trattandosi di 220 meglio esserne cauto e per ciò vi chiedo conferma.

#2: Vi allego qualche fotografia ed un disegno dove ho dato dei nomi arbitrari ai fili... ed ho ipotizzato che esistano all'interno (ancora non l'ho aperto completamente: posso aprirlo senza rischi?) due bobine: una "lavoro" e l'altra "accensione".FOTOCONNOMIFILI.thumb.jpg.95a1c6be23f557b1303733f2889e9e11.jpg

#3: Credo che invertendo A1 con A2 si possa cambiare il senso di marcia, dico bene?

#4: Su questo motore c'è scritto che funziona AC e DC, cosa vuol dire? che potrei cercare un trasformatore che converte la corrente di casa 220 AC in 220DC dopodiché potrebbe diventare più facile cambiare il senso di marcia?

Vi ringrazio.

Rod

 

FOTO CON NOMI FILI 2BIS.jpg

image.jpeg

Link to comment
Share on other sites


Quello e' un motore a spazzole, il condensatore serve ad altro.

Sì, puoi invertire A1 con A2 oppure L1 con L2 come ti viene più comodo.

Mi pare di capire che l'isolante di quei fili e' marcio; se e' così procurati delle guaine termo-restringenti e ce le infili sopra.

Edited by NovellinoXX
Link to comment
Share on other sites

Scusate, questo disegno è più accurato: ho aggiunto i tre contatti della presa di corrente del motore, le ho nominate con i numeri romani: I, II, II. Inoltre ho aggiunto il pedale che chiude il contatto per far arrivare la corrente al motore.

14 ore fa, Rod War ha scritto:

Salve, sono un faidateista e, gentilmente, avrei bisogno dei vostri consigli.

In casa abbiamo una vecchia macchina da cucire SINGER 306M, che ha un vecchio motorino elettrico Gutris, modello Domus-4, lavora direttamente con la corrente di casa 220v.

Funziona benissimo ma avrei la necessità di invertire il senso di marcia.

#1: Dalle mie ricerche credo di aver capito che questo sia possibile, ma non ne sono certo e trattandosi di 220 meglio esserne cauto e per ciò vi chiedo conferma.

#2: Vi allego qualche fotografia ed un disegno dove ho dato dei nomi arbitrari ai fili... ed ho ipotizzato che esistano all'interno (ancora non l'ho aperto completamente: posso aprirlo senza rischi?) due bobine: una "lavoro" e l'altra "accensione".FOTOCONNOMIFILI.thumb.jpg.95a1c6be23f557b1303733f2889e9e11.jpg

#3: Credo che invertendo A1 con A2 si possa cambiare il senso di marcia, dico bene?

#4: Su questo motore c'è scritto che funziona AC e DC, cosa vuol dire? che potrei cercare un trasformatore che converte la corrente di casa 220 AC in 220DC dopodiché potrebbe diventare più facile cambiare il senso di marcia?

Vi ringrazio.

Rod

 

FOTO CON NOMI FILI 2BIS.jpg

image.jpeg

 

image.jpeg

Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, Rod War ha scritto:

Scusate, questo disegno è più accurato

Non cambia assolutamente niente.

L'unica nota, per esperienza, quel condensatore probabilmente e' in parallelo al reostato del pedale;

Manovrando ( piedivrando  😁)   il pedale, il reostato (insieme al motore) produce delle scariche che emettono disturbi radio, il condensatore serve a sopprimerli.

Edited by NovellinoXX
Link to comment
Share on other sites

Come ti ha già scritto Novellino, quello è un motore a spazzole, ovvero universale. Lo conferma anche la scritta sulla targa dove, in basso, sotto la scritta Volt 220-240, appare la scitta AC & DC, ovvero conrrente alternata e continua.

 

Non c'è avvolgimento di avviamento, anzi ausiliario, come nei normali motorei asincroni monofasi con condensatore sempre inserito.

Per prima cosa quel condensatore, al limite si può usare come antidisturbo in parallelo alle spazzole, ovvero all'armatura.

 

I due avvolgimenti sono: armatura e campo. Se vuoi invertire il senso di rotazione lasci fisso il collegamento dell'armatura ed inverti tra loro i collegamenti del campo.

 

L'avvolgimento di armatura è collegato alle spazzole; l'avvolgimento di campo è in serie all'avvolgimento di armatura in alcuni motori, in altri e diviso in due parti e si collega in serie ed in parallelo all'armatura (collegamento di tipo compaund). Se quel motore ha l'avvolgimento di campo di tipo compaund devi invertire tutti e due gli avvolgimenti.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Ciao NovellinoXX, 

ottima notizia il tuo feed positivo! Grazie.

Le guaine c'è l'ho, farò come mi consigli, perciò ti chiedo: devo aprire ulteriormente il motore? credi sia necessario o posso farne a meno? (vorrei evitare se è possibile dato che non sò cosa troverò e se saprò gestire il tutto...)

Vorrei avere la possibilità di cambiare senso di marcia usando un tasto... pensavo di usare un INVERTITORE DI MARCIA, un commutatore, forse di questo tipo, cosa ne pensi?

Ah, ottimo apprendere che potrei invertire lo stesso L1 CON L2, invece di farlo con A1 e A2 (credevo fosse l'unico modo) ottima informazione... penso che invertirò L1 con L2...

Grazie mille!

Rod

Screenshot 2023-10-15 110646.png

Link to comment
Share on other sites

12 minuti fa, Rod War ha scritto:

pensavo di usare un INVERTITORE DI MARCIA, un commutatore, forse di questo tipo, cosa ne pensi?

E' possibile farlo, ma devi portare fuori i fili.

Per quanto riguarda il commutatore devi avere lo schema dei contatti;

Amazon e' spesso carente nelle informazioni tecniche essenziali.

Edited by NovellinoXX
Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Livio Orsini ha scritto:

Come ti ha già scritto Novellino, quello è un motore a spazzole, ovvero universale. Lo conferma anche la scritta sulla targa dove, in basso, sotto la scritta Volt 220-240, appare la scitta AC & DC, ovvero conrrente alternata e continua.

 

Non c'è avvolgimento di avviamento, anzi ausiliario, come nei normali motorei asincroni monofasi con condensatore sempre inserito.

Per prima cosa quel condensatore, al limite si può usare come antidisturbo in parallelo alle spazzole, ovvero all'armatura.

 

I due avvolgimenti sono: armatura e campo. Se vuoi invertire il senso di rotazione lasci fisso il collegamento dell'armatura ed inverti tra loro i collegamenti del campo.

Salve Livio,

grazie della sua tempestiva risposta.

Lei ha usato alcuni termini che non conosco, poi, magari andrò ad informarmi, comunque, gentilmente, mi servirebbe una conferma da parte sua, tenendo come riferimento il mio disegno: "CAMPO" = "LAVORO" (termine, forse erroneamente da me usato) e "ARMATURA" = "AVVIAMENTO"? O viceversa? Cambiano solo i nomi sul disegno?

Lei è d'accordo se provasse ad invertire L1 con L2? (dovrei identificarli usando il tester? oppure aprendo il motore, ma vorrei evitare, se è possibile...)

Secondo lei posso istallare un "tasto" commutatore per invertire il senso di marcia all'occorrenza?

La ringrazio.

Rod

 

Link to comment
Share on other sites

Rileggi il mio messaggio, nell'ultimo paragrafo spiego dove è collegato l'avvolgimento di armatura.

Dimenticavo.

Ovviamente anche invertendo i collegamenti dell'avvolgimento di armatura, lasciando inalterati quellli del campo, si ottiene l'inversione del senso di rotazione.

Puoi benissimo usare un commutatore a tasto. L'importante che che questo commutatore tenga l'isolamento per tensioni di 230V e che i contatti sopportino la commutazione di carichi fortemente induttivi anche se la corrente in gioco, data la potenza dichiarata di 40W, sarà dell'ordine di 0,2A circa.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Rod War ha scritto:

Secondo lei posso istallare un "tasto" commutatore per invertire il senso di marcia all'occorrenza?

Sconsiglio vivamente: per invertire la marcia il motore deve prima arrestarsi completamente;

con un tasto hai l'inversione quando il motore e' ancora in piena velocità.

Può andare bene l'invertitore a tasto se a monte c'e' un interruttore che ricorderai di aprire tutte le volte prima di effettuare una inversione,

il chè equivale a dire che prima o poi te ne dimenticherai  (legge di Murphy «Se qualcosa può andare storto, lo farà»").

 

😄 Tanto per ridere un po':

Postulati e corollari della legge di Murpy ( da Wikipedia)

  1. Niente è facile come sembra
  2. Tutto richiede più tempo di quanto si pensi
  3. Se c'è una possibilità che varie cose vadano male, quella che può arrecare il danno maggiore sarà la prima a farlo;
  4. Se si prevedono quattro possibili modi in cui qualcosa può andare male, e si prevengono, immediatamente se ne rivelerà un quinto;
  5. Lasciate a se stesse, le cose tendono ad andare di male in peggio
  6. Non ci si può mettere a far qualcosa senza che qualcos'altro non vada fatto prima
  7. Ogni soluzione genera nuovi problemi
  8. I cretini sono sempre più ingegnosi delle precauzioni che si prendono per impedir loro di nuocere
  9. Per quanto nascosta sia una pecca, la natura riuscirà sempre a scovarla
Edited by NovellinoXX
Link to comment
Share on other sites

Il 15/10/2023 alle 13:11 , NovellinoXX ha scritto:

Sconsiglio vivamente: per invertire la marcia il motore deve prima arrestarsi completamente;

con un tasto hai l'inversione quando il motore e' ancora in piena velocità.

Può andare bene l'invertitore a tasto se a monte c'e' un interruttore che ricorderai di aprire tutte le volte prima di effettuare una inversione,

il chè equivale a dire che prima o poi te ne dimenticherai  (legge di Murphy «Se qualcosa può andare storto, lo farà»").

 

😄 Tanto per ridere un po':

Postulati e corollari della legge di Murpy ( da Wikipedia)

  1. Niente è facile come sembra
  2. Tutto richiede più tempo di quanto si pensi
  3. Se c'è una possibilità che varie cose vadano male, quella che può arrecare il danno maggiore sarà la prima a farlo;
  4. Se si prevedono quattro possibili modi in cui qualcosa può andare male, e si prevengono, immediatamente se ne rivelerà un quinto;
  5. Lasciate a se stesse, le cose tendono ad andare di male in peggio
  6. Non ci si può mettere a far qualcosa senza che qualcos'altro non vada fatto prima
  7. Ogni soluzione genera nuovi problemi
  8. I cretini sono sempre più ingegnosi delle precauzioni che si prendono per impedir loro di nuocere
  9. Per quanto nascosta sia una pecca, la natura riuscirà sempre a scovarla

Ciao Novellino,

grazie per l'elenco dei postulati della legge di Murphy, non sò chi sia, ma credo di poter confermare ogni punto! :)

Invece circa i tuoi consigli, non ho capito una cosa: "sconsiglio vivamente..." ciò è? Mi consigli di non invertire il motore?

Oppure mi segnali che dovrei avere la precauzione di "arrestare il motore completamente"

Ti dico che pensavo di usare il cambio di senso del motore per "sessioni intere", ossia giornate in un senso, un altra giornata nel senso opposto, non mi serve doverle invertire in continuazione mentre effettuo "i lavori", se era questo il problema, credo non sussista, grazie.

 

Il 15/10/2023 alle 11:40 , Livio Orsini ha scritto:

Rileggi il mio messaggio, nell'ultimo paragrafo spiego dove è collegato l'avvolgimento di armatura.

Dimenticavo.

Ovviamente anche invertendo i collegamenti dell'avvolgimento di armatura, lasciando inalterati quellli del campo, si ottiene l'inversione del senso di rotazione.

Puoi benissimo usare un commutatore a tasto. L'importante che che questo commutatore tenga l'isolamento per tensioni di 230V e che i contatti sopportino la commutazione di carichi fortemente induttivi anche se la corrente in gioco, data la potenza dichiarata di 40W, sarà dell'ordine di 0,2A circa.

Salve Livio,

ok d'accordo.

Grazie mille.

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, Rod War ha scritto:

Oppure mi segnali che dovrei avere la precauzione di "arrestare il motore completamente"

Intendevo questo.

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti,

alla fine, mi sono buttato ad aprire il motore... infatti, come diceva NovellinoXX i cavi erano messi malissimo, all'interno ancora peggio... 

Ho aggiunto (saldato) altri pezzi di cavo.

Ho messo delle guaine termo-restringenti fino ad arrivare alle bobine, per sicurezza.

Ora i cavi sono un po' più rigidi di prima però fanno contatto correttamente (ho provato con la ciccala del tester)

Ora però non sono certo che il condensatore funzioni: ho provato a misurare gli ohms tra i diversi cavi che fuoriescono da esso... nulla, non da alcun valore.

Ho provato con la cicala del tester, nulla.

In più ho notato che è come "scoperchiata", tipo "esplosa" nel estremo "superiore".

Devo sostituirlo? con quale tipologia? cosa dovrei cercare?

Oppure, come diceva NovellinoXX serve soltanto a mitigare le interferenza radio... (a me non importerebbe)

Oppure può andare bene lo stesso? posso rimetterlo su come niente fosse?

Grazie ancora dei vostri validissimi pareri.

Rod

 

Sul condensatore io leggo:

ERD (oppure ERO; marchio credo)

0,025 micro faraday

+2x 2500 pF

250V

Io=3,2 Mhz

HPG

image.jpeg

condensatore 2.jpg

condensatore 3.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti,

come dicevo avevo "sistemato" i cavi all'interno, erano molto, molto deteriorati.

In un negozio di forniture elettriche mi hanno misurato il mio vecchio condensatore e, dai valori risultanti, mi dicevano era funzionante.

Contento tornai ad assemblare il tutto... è stato più difficoltoso di quanto potesse immaginare: spazi ridotti, fili ingombranti, ecc

Alla fine sono riuscito ad assemblarlo... ho effettuato delle prove: faceva piccole scintile al suo interno... ho controllato e risaldato qualche filo, ma nulla, le scintille continuavano, piccole, leggere ed intermittenti...

Ho desistito.

Acquisterò un nuovo motorino.

Vi ringrazio dei validi consigli.

Rod

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, Rod War ha scritto:

le scintille continuavano, piccole, leggere ed intermittenti...

Guarda che le spazzole  fanno le scintille, e' normale se sono piccole. Il motore gira?

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Il 17/10/2023 alle 18:44 , NovellinoXX ha scritto:

Guarda che le spazzole  fanno le scintille, e' normale se sono piccole. Il motore gira?

Ciao, ah cavoli, ottima notizia!

Allora, tornerò al progetto appena potrò.

Grazie

ps. si si, il motore gira! 

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, Rod War ha scritto:

ah cavoli, ottima notizia!

 

Si le spazzole normalmente scintillano, però lo scintillio deve essere moderato; se invece è elevato ed il collettore si annerisce molto è sintomo di qualche cosa che non va molto bene.

 

Un motore così piccolo può anche invertire il senso di rotazione senza essersi completamente fermato, senza causare grossi problemi.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
Il 28/10/2023 alle 07:48 , Livio Orsini ha scritto:

 

Si le spazzole normalmente scintillano, però lo scintillio deve essere moderato; se invece è elevato ed il collettore si annerisce molto è sintomo di qualche cosa che non va molto bene.

 

Un motore così piccolo può anche invertire il senso di rotazione senza essersi completamente fermato, senza causare grossi problemi.

Grazie mille Livio!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...