Jump to content
PLC Forum


Richiesta di Informazione su boiler Ferroli Zaffiro ECO 11


Recommended Posts

Un mio amico ha il boiler in oggetto che non parte quando si aprono le utenze. Visivamente sembra non ci sia molta differenza fra la portata della fredda rispetto alla calda, però per far accendere il bruciatore occorre aprire due utenze insieme. Quindi sembrerebbe un problema di portata. Poi tale scaldabagno ha due manopole di regolazione: una regola la potenza della fiamma e l'altra la temperatura dell'acqua calda. E l'assistenza dice di tenere la temperatura al massimo e regolare la potenza del gas. Poi ci sono due valvoline di regolazione della portata, che però sono tarate in fabbrica e la ditta ha detto che non vanno toccate. Eppure una di queste regola la portata massima... quindi se la portata è bassa, fino a non far accendere lo scaldabagno, significa che tale valvola è stata tarata male. Per far accendere lo scaldabagno occorre tenere il miscelatore tutto a calda, che però poi arriva a 60°, quindi occorre miscelarla con a fredda. E nel momento che si miscela il boiler si spegne. Del resto per non miscelare con la fredda andrebbe tenuta la temperatura molto bassa e questo di per se non fa partire il bruciatore.

Per cui secondo me c'è un errore di regolazione della vite N2... checché ne dicano alla Ferroli.    

Posto una immagine del manuale di queste due viti di regolazione, magari qualcuno ci capisce qualcosa. Per esempio che significato ha la vite per la portata minima? Poi, siccome il boiler è in garanzia, possiamo provare a regolare la vite N.2?  Oppure, visto che sono cerate, questa manovra invaliderebbe la garanzia? BoilerFerroliZaffiroECO11.png.9f9bad06cba046ecc8e0e533c583b9d3.png

Edited by giovanni1946
Link to comment
Share on other sites


 

è così da sempre o ha cominciato da poco?

non è uscito un tecnico?

fate prove basilari ma non toccate nulla di più se è in garanzia.

per farlo partire la seconda utenza si può aprire anche poco?

 

individua cosa preme il micro che fa partire il tutto, con un'utenza aperta ci mette poco a far partire la fiamma? in pratica vedi il movimento che fa e dopo aver aperto un rubinetto vedi se riesci a continuare il movimento fino a farla partire.

se manca poco poco magari si sistema con una lubrificata.. quanto tempo ha?

Link to comment
Share on other sites

Se esce troppa acqua può voler dire o che la manopola sul gruppo acqua è tutta aperta (quindi girala verso destra e vedi se la situazione cambia) oppure la membrana è "cotta" o bucata, o ancora la valvola del gruppo acqua è bloccata. In questi ultimi due casi va aperto il gruppo acqua e controllato. Mettersi a girare viti a caso in un apparecchio che non funziona può solo peggiorare la situazione; fa' come dice l'assistenza

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

è  molto facile che risolvi girando la manopola di temperatura acqua  tutta a Destra (totalmente chiusa )

 E come già detto se lo scaldino ha un po' di anni , va smontato il gruppo acqua e visionato  la membrana . 

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, reka ha scritto:


 

Quote

 

è così da sempre o ha cominciato da poco?

non è uscito un tecnico?

 

da sempre

Quote

 

fate prove basilari ma non toccate nulla di più se è in garanzia.

per farlo partire la seconda utenza si può aprire anche poco?

 

va aperta abbastanzai

Quote

 

ndividua cosa preme il micro che fa partire il tutto, con un'utenza aperta ci mette poco a far partire la fiamma? in pratica vedi il movimento che fa e dopo aver aperto un rubinetto vedi se riesci a continuare il movimento fino a farla partire.

se manca poco poco magari si sistema con una lubrificata.. quanto tempo ha?

 

Circa 1 anno.  La cosa strana è che il bidet funziona benissimo anche senza aprire un altra utenza.

 

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, UABC80 ha scritto:

Se esce troppa acqua può voler dire o che la manopola sul gruppo acqua è tutta aperta (quindi girala verso destra e vedi se la situazione cambia) oppure la membrana è "cotta" o bucata, o ancora la valvola del gruppo acqua è bloccata. In questi ultimi due casi va aperto il gruppo acqua e controllato. Mettersi a girare viti a caso in un apparecchio che non funziona può solo peggiorare la situazione; fa' come dice l'assistenza

 

Non arriva troppa acqua, ma troppo poca... visto che non ce la fa ad accendersi il bruciatore. Il boiler è praticamente nuovo e quindi si presume che così sia anche il pressostato.

Come detto prima, secondo me c'è un errore di taratura della valvola di massima pressione.  Però, se non si può girare come si fa a capire se dipende proprio da questa?

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Stefano Dalmo ha scritto:

è  molto facile che risolvi girando la manopola di temperatura acqua  tutta a Destra (totalmente chiusa )

 E come già detto se lo scaldino ha un po' di anni , va smontato il gruppo acqua e visionato  la membrana . 

 Lo scaldino è praticamente nuovo. E la prova di ridurre al minimo la temperatura dell'acqua è già stata fatta, senza risultati.

Poi come si spiega che in Ferroli hanno consigliato di di tenere la manopola della temperatura al massimo e agire solo sulla

potenza del gas?

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo
1 ora fa, giovanni1946 ha scritto:
4 ore fa, Stefano Dalmo ha scritto:

 

 Lo scaldino è praticamente nuovo. E la prova di ridurre al minimo la temperatura dell'acqua è già stata fatta, senza risultati.

L’hai fatta tu con le tue mani?

Non dare niente per scontato e fai questa prova. 
quella manopola agisce sul venturi e da più pressione alla membrana. 
 Poi non ho detto di ridurre al minimo  la temperatura ,  ma viceversa, portandola  tutta chiusa   , riduce il flusso , facendo aumentare la temperatura e costringe l’acqua a passare tutta attraverso il venturi. Quindi creando depressione e quindi più spinta sulla membrana. 
 Se poi la pressione è minima in ingresso questo è un’altra cosa . 

Edited by Stefano Dalmo
Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, giovanni1946 ha scritto:

sembra non ci sia molta differenza fra la portata della fredda rispetto alla calda

Come ti ha già detto Stefano potrebbe esserci poca pressione nell'impianto e lì bisognerebbe sapere se è sempre stato così oppure no e se lo scaldabagno ha sempre fatto il difetto… e in quest'ultimo caso chi l'ha installato avrebbe dovuto prevederlo e agire di conseguenza. Per esempio, dalle mie parti fino a 20 fa c'erano dei palazzi senza autoclave e li o si metteva un apparecchio fatto apposta per la bassa pressione oppure si installava in boiler elettrico ad accumulo

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
17 ore fa, giovanni1946 ha scritto:

Poi, siccome il boiler è in garanzia, possiamo provare a regolare la vite N.2?  Oppure, visto che sono cerate, questa manovra invaliderebbe la garanzia? 

Ma questo sicuramente, immagino già il tecnico autorizzato quando non vede più la cera che protegge la taratura di fabbrica come gli brillano gli occhi, comunque ha ragione Uabc, si chiede a volte troppo da quegli scaldaacqua istantanei.

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, Stefano Dalmo ha scritto:

L’hai fatta tu con le tue mani?

Non dare niente per scontato e fai questa prova. 
quella manopola agisce sul venturi e da più pressione alla membrana. 
 Poi non ho detto di ridurre al minimo  la temperatura ,  ma viceversa, portandola  tutta chiusa   , riduce il flusso , facendo aumentare la temperatura e costringe l’acqua a passare tutta attraverso il venturi. Quindi creando depressione e quindi più spinta sulla membrana. 
 Se poi la pressione è minima in ingresso questo è un’altra cosa . 

Allora, la pressione va bene.

Però non ho capito come la regolazione della temperatura possa agire sulla portata. Poi parli di venturi... ma dove sarebbe questo venturi. Hai per caso uno schema idraulico che mi permetta di capire come la riduzione della temperatura riduca il flusso? Anche quando dici :"la depressione creata dal venturi aumenta la spinta sulla membrana", non riesco a seguirti. Però mi interessa... perché intuisco che qui ci sia la soluzione del problema. Quindi se, magari, mi potessi fare uno schema esplicativo, forse riuscirei a capire anche io quello che vuoi dire. Purtroppo anche il manuale del boler non aiuta sotto questo aspetto.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, giovanni1946 ha scritto:

Allora, la pressione va bene.

Se la pressione va bene (come lo hai determinato?), lo scaldabagno deve funzionare. Se non funziona, visto che non hai detto se il difetto c'è sempre stato oppure no, o c'è qualcosa che non va nell'impianto idraulico*, o lo scaldabagno è guasto, oppure ancora non è adatto a funzionare con quella pressione d'impianto e siccome da quello che ho capito è in garanzia non puoi toccarlo, altrimenti la garanzia viene invalidata

L'unica cosa che puoi fare è seguire le indicazioni dell'assistenza e cioè come già detto girare completamente verso destra la manopola di "regolazione della temperatura" che si trova sul gruppo acqua (temperatura massima) per vedere se così lo scaldabagno riesce a partire

 

Io le viti che vorresti girare per vedere se cambia qualcosa le toccherei solo con il consenso e la supervisione di un tecnico; se sono sigillate c'è un valido motivo… e come ho appena scritto se vengono manomesse addio garanzia!!!

 

13 ore fa, giovanni1946 ha scritto:

La cosa strana è che il bidet funziona benissimo anche senza aprire un altra utenza.

*Questo di solito succede se c'è calcare nei rompigetto dei rubinetti o in qualche parte dell'impianto (es.: l'ingresso dei flessibili dei sanitari, perché dove c'è il dado c'è una piccola strozzatura e i detriti vanno a fermarsi tutti lì). Controlla e in caso esegui lo spurgo dell'impianto

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo
11 ore fa, giovanni1946 ha scritto:

come la riduzione della temperatura riduca il flusso

 

19 ore fa, Stefano Dalmo ha scritto:

Poi non ho detto di ridurre al minimo  la temperatura

Ancora non è chiaro . 

E' Aumentando la temperatura che riduci la portata .  

Significa che girando la manopola di destra tutta su calda , mentre la stai girando , non fa altro che chiudere la portata  , così  invece di passare diciamo 5 litri di acqua al minuto ne passano tre  e  la temperatura si innalza , perché staziona di più nella serpentina. 

Giovanni , scusa , ma stiamo facendo un processo per farti girare una manopola , e se non fosse quello il problema ? 

Se non puoi andarci tu dall'amico , fagli una telefonata e digli di girare fino a fine corsa  in senso orario la manopola di destra ( massima temperatura ) e vedi che succede .

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Stefano Dalmo ha scritto:

 

Ancora non è chiaro . 

E' Aumentando la temperatura che riduci la portata .  

Significa che girando la manopola di destra tutta su calda , mentre la stai girando , non fa altro che chiudere la portata  , così  invece di passare diciamo 5 litri di acqua al minuto ne passano tre  e  la temperatura si innalza , perché staziona di più nella serpentina. 

Giovanni , scusa , ma stiamo facendo un processo per farti girare una manopola , e se non fosse quello il problema ? 

Se non puoi andarci tu dall'amico , fagli una telefonata e digli di girare fino a fine corsa  in senso orario la manopola di destra ( massima temperatura ) e vedi che succede .

Si hai ragione ancora non è chiaro:  abbiamo stabilito che il boiler non parte perché c'è poca portata, e, difatti, aprendo un altra utenza questo parte. Ora mi dici che se giro tutta la manopola di destra a destra mi riduce ancora la portata e così facendo l'acqua si riscalda di più. Poi aprendo un miscelatore a tutta calda questa viene bollente e, quindi, devo per forza miscelare con la fredda. Però così facendo si riduce ancora di più la portata... visto che sul monocomando si apre la luce della fredda e si chiude quella della calda. In queste condizioni è naturale che il boiler non parta. Mentre per non diminuire la portata sarebbe meglio mettere la manopola della temperatura al minimo.  Difatti, così facendo, intanto la portata sul gruppo acqua non si abbassa, non devo miscelare con la fredda e la portata della calda non diminuisce. Però, anche se sembra impossibile, anche così il boiler non si accende.

 Ritornando alle indicazioni della Ferroli, difatti, anche loro dicono di tenere sempre la manopola destra al massimo della temperatura (girata a dx) e poi regolare la potenza del gas. Praticamente lo scopo della manopola destra viene meno. Tanto valeva non mettere la manopola, (lasciando la temperatura sempre al massimo) e avere solo la manopola della potenza del gas.

Poi la prova di tenere la manopola dx sempre al massimo è abbassare la potenza del gas, è già stata fatta: il boiler si accende... ma poi la fiamma è così bassa che prima che arrivi l'acqua calda passa un secolo.

Comunque ho già passato il link della discussione al mio amico... perché, a questo punto, è bene che intervenga direttamente lui, che vive il problema in prima persona.

Da parte mia grazie  a tutti... e spero di poter seguire ancora la discussione dopo che il mio amico sarà legittimamente subentrato al mio posto... se lo vorrà e se gli interesserà. In caso contrario il mio contributo finisce qui.

4 ore fa, Stefano Dalmo ha scritto:

 

Ancora non è chiaro . 

E' Aumentando la temperatura che riduci la portata .  

Significa che girando la manopola di destra tutta su calda , mentre la stai girando , non fa altro che chiudere la portata  , così  invece di passare diciamo 5 litri di acqua al minuto ne passano tre  e  la temperatura si innalza , perché staziona di più nella serpentina. 

Giovanni , scusa , ma stiamo facendo un processo per farti girare una manopola , e se non fosse quello il problema ? 

Se non puoi andarci tu dall'amico , fagli una telefonata e digli di girare fino a fine corsa  in senso orario la manopola di destra ( massima temperatura ) e vedi che succede .

Si hai ragione ancora non è chiaro:  abbiamo stabilito che il boiler non parte perché c'è poca portata, e, difatti, aprendo un altra utenza questo parte. Ora mi dici che se giro tutta la manopola di destra a destra mi riduce ancora la portata e così facendo l'acqua si riscalda di più. Poi aprendo un miscelatore a tutta calda questa viene bollente e, quindi, devo per forza miscelare con la fredda. Però così facendo si riduce ancora di più la portata... visto che sul monocomando si apre la luce della fredda e si chiude quella della calda. In queste condizioni è naturale che il boiler non parta. Mentre per non diminuire la portata sarebbe meglio mettere la manopola della temperatura al minimo.  Difatti, così facendo, intanto la portata sul gruppo acqua non si abbassa, non devo miscelare con la fredda e la portata della calda non diminuisce. Però, anche se sembra impossibile, anche così il boiler non si accende.

 Ritornando alle indicazioni della Ferroli, difatti, anche loro dicono di tenere sempre la manopola destra al massimo della temperatura (girata a dx) e poi regolare la potenza del gas. Praticamente lo scopo della manopola destra viene meno. Tanto valeva non mettere la manopola, (lasciando la temperatura sempre al massimo) e avere solo la manopola della potenza del gas.

Poi la prova di tenere la manopola dx sempre al massimo è abbassare la potenza del gas, è già stata fatta: il boiler si accende... ma poi la fiamma è così bassa che prima che arrivi l'acqua calda passa un secolo.

Comunque ho già passato il link della discussione al mio amico... perché, a questo punto, è bene che intervenga direttamente lui, che vive il problema in prima persona.

Da parte mia grazie  a tutti... e spero di poter seguire ancora la discussione dopo che il mio amico sarà legittimamente subentrato al mio posto... se lo vorrà e se gli interesserà. In caso contrario il mio contributo finisce qui.

Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra

La soluzione quindi è aumentare la portata:
mettere una cipolla da doccia a maggior portata e sostituire gli aereatori dei rubinetti problematici con dei normali frangigetto.


Inoltre nella doccia mettere un bel miscelatore termostatico che evita (o quantomeno riduce molto) le variazioni caldo-freddo.
Lo ho da 10 anni e adesso farei veramente fatica senza.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Giovanni per favore prima di scrivere usa il “CLEAR EDITOR” se non hai niente di importante da far notare a chi devi rispondere, diventa pesante leggere altrimenti.

Usa il Quote solo se necessario.

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti, sono l’amico di Giovanni che ringrazio ancora di vero cuore per aver portato a vostra conoscenza il mio problema non da poco.

Confermo in toto quello che già vi ha raccontato provandovi a dare qualche info in più.

i rubinetti di tutte le utenze sono tutti nuovi (montati a ottobre) , filtrini e aeratori tutti puliti.

la pressione non credo sia un problema , in quanto questo scaldino ha bisogno di 0.2 bar per partire, ad occhio mi sembra superiore (non partirebbe mai altrimenti).

lo scaldino è stato comprato e istallato a settembre, ma in questa casa ancora non ci vivo stabilmente ergo l avrò usato si e no un ventina di volte (solo per le varie prove)

Al momento è così settato: manopola dx tutta al massimo (stando alle caratteristiche sarebbe acqua a 60gradi)

manopola di sx (potenza gas) meno della metà (la temperatura si ferma intorno ai 45/50 gradi, ma essendo la potenza quasi al minimo ci vuole del tempo per arrivare a questa temperatura.)

con questa configurazione tutte le utenze partono, ma al massimo della corsa del miscelatore su caldo, come ha già detto Giovanni, se provo a miscelare spostando su fredda la caldaia si spegne, cosa che non accade se magari tengo aperte due utenze, condizione con la quale parte lo scaldabagno anche se la manopola dx è posizionata sul minimo (40º).

il bidet fa partire sempre, anche da solo l unica differenza (allego anche video) è che se se imposto la temperatura al minimo la differenza di pressione tra calda e fredda è minima, al contrario impostata con temperatura al massimo si nota un notevole calo.

Leggo che spostando tutta la manopola della temperatura a destra riduco la portata, allora a questo punto bisogna escludere un problema relativo a questo? In quanto con temperatura al minimo dovrebbe passare più acqua nella membrana giusto?

 

https://youtube.com/shorts/wYktYkxgtm8?si=vtQNKi0czrBgIPbx

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

Chiama l’assistenza , visto che stà in garanzia e  tutto gratis , e da vicino sarà più facile risalire al problema .

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Stefano Dalmo ha scritto:

Chiama l’assistenza , visto che stà in garanzia e  tutto gratis , e da vicino sarà più facile risalire al problema .

“Buongiorno,

Lo scaldabagno si accende grazie allo spostamento delle membrane del gruppo idraulico che fanno scattare il micro dell'accensione. Se la portata non è sufficiente per spostare il micro occorre agire sulla manopola di destra in senso orario fino allo scatto del micro e la successiva riaccensione, regolando eventualmente il gas con la manopola di destra.
Per una verifica delle portate vi invitiamo a contattare un Centro Assistenza Autorizzato Ferroli di zona.”


Questa è la risposta della ferroli al problema, la stessa che mi hanno dato 5 centri autorizzati alla mia richiesta di assistenza , dicendo che gli scaldini “lavorano cosi” , ovvero manopola dx al massimo e regolazione tramite potenza del gas.
Quello che rende misterioso il tutto è il perche il bidet è l unico che ha un comportamento corretto nonostante l impianto sia lo stesso, i flessibili idem, addirittura il miscelatore è lo stesso identico modello del lavandino (tranne che per la bocca snodabile).


A questo punto dopo le festività, mi inventero un problema piu grave per cui il tecnico è obbligato a intervenire

 

Link to comment
Share on other sites

Il 30/11/2023 alle 04:06 , UABC80 ha scritto:

Se la pressione va bene (come lo hai determinato?), lo scaldabagno deve funzionare. Se non funziona, visto che non hai detto se il difetto c'è sempre stato oppure no, o c'è qualcosa che non va nell'impianto idraulico*, o lo scaldabagno è guasto, oppure ancora non è adatto a funzionare con quella pressione d'impianto e siccome da quello che ho capito è in garanzia non puoi toccarlo, altrimenti la garanzia viene invalidata

L'unica cosa che puoi fare è seguire le indicazioni dell'assistenza e cioè come già detto girare completamente verso destra la manopola di "regolazione della temperatura" che si trova sul gruppo acqua (temperatura massima) per vedere se così lo scaldabagno riesce a partire

 

Io le viti che vorresti girare per vedere se cambia qualcosa le toccherei solo con il consenso e la supervisione di un tecnico; se sono sigillate c'è un valido motivo… e come ho appena scritto se vengono manomesse addio garanzia!!!

 

*Questo di solito succede se c'è calcare nei rompigetto dei rubinetti o in qualche parte dell'impianto (es.: l'ingresso dei flessibili dei sanitari, perché dove c'è il dado c'è una piccola strozzatura e i detriti vanno a fermarsi tutti lì). Controlla e in caso esegui lo spurgo dell'impianto

Nel caso come eseguo lo spurgo dell impianto? Potrebbe essere una prova da fare

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo senza essere sul posto si possono solo fare delle ipotesi. La mia è che, siccome al bidè non ci sono problemi e l'apparecchio è nuovo, ci sia qualcosa nell'impianto e io credo a questo punto agli ingressi dei flessibili, dove i detriti si fermano spesso e volentieri. Io li smonterei uno a uno e ci infilerei per un paio/tre cm (delicatamente, perché il tubo all'interno è di gomma) un cacciavite o un ferro sottile per vedere se ci sono intoppi

 

Per lo spurgo dell'impianto dovrebbe bastare scollegare un flessibile dell'acqua calda per volta dall' estremità collegata al rubinetto, metterlo in un recipiente e aprire il rubinetto generale a poco a poco fino alla massima apertura per fare uscire gli eventuali detriti (meglio se ci si fa aiutare da un'altra persona, così una tiene ferma il flessibile e l'altra apre l'acqua). Così si riesce anche a farsi un'idea più precisa di dove si trova l'intoppo (se c'è…)

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, UABC80 ha scritto:

Purtroppo senza essere sul posto si possono solo fare delle ipotesi. La mia è che, siccome al bidè non ci sono problemi e l'apparecchio è nuovo, ci sia qualcosa nell'impianto e io credo a questo punto agli ingressi dei flessibili, dove i detriti si fermano spesso e volentieri. Io li smonterei uno a uno e ci infilerei per un paio/tre cm (delicatamente, perché il tubo all'interno è di gomma) un cacciavite o un ferro sottile per vedere se ci sono intoppi

 

Per lo spurgo dell'impianto dovrebbe bastare scollegare un flessibile dell'acqua calda per volta dall' estremità collegata al rubinetto, metterlo in un recipiente e aprire il rubinetto generale a poco a poco fino alla massima apertura per fare uscire gli eventuali detriti (meglio se ci si fa aiutare da un'altra persona, così una tiene ferma il flessibile e l'altra apre l'acqua). Così si riesce anche a farsi un'idea più precisa di dove si trova l'intoppo (se c'è…)

Grazie.

Se può aiutare a capire, prima di questi rubinetti ne avevo altri con il getto a cascata, e in quel caso era problematico anche il bidet, cambiati, si è presentato il problema nella modalità raccontata.

per quanto riguarda infilare un cacciavite nel tubo intendi in quello nel muro o nel flessibile?

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto


Lorenzo scusa ma quanti scaldini hai in casa?

Questa discussione è strana e va chiarita, l’ha cominciata Giovanni che adesso passa il testimone a te che ne hai aperta già un’altra per uno scaldino diverso…per favore chiarisci la situazione.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Alessio Menditto ha scritto:


Lorenzo scusa ma quanti scaldini hai in casa?

Questa discussione è strana e va chiarita, l’ha cominciata Giovanni che adesso passa il testimone a te che ne hai aperta già un’altra per uno scaldino diverso…per favore chiarisci la situazione.

Si, ne avevo già aperto uno relativo al vecchio scaldino, che come potete leggere mi dava lo stesso problema. Volevo cancellarlo ma non trovavo più il post.

Scusate 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...