Jump to content
PLC Forum


impianto a pavimento multizona, domanda da neofita


leopardus2
 Share

Recommended Posts

leopardus2

Buongiorno a tutti

la casa che ho appena aquistato è dotata di riscaldamento a pavimento in tutte le stanze, ogni stanza ha il suo termostato (Keo-A della Vemer).

So che ogni termostato comanda le testine che aprono o chiudono il circuito radiante della stanza in cui si trova.

L'impianto è collegato a una caldaia Radiant R2K.

 

La domanda sicuramente banale è: come viene solitamente attivata la caldaia quando c'è richiesta di riscaldamento in una delle varie zone?

Lo chiedo perchè vorrei introdurre nell'impianto una sorta di termostato "master" smart  al fine di controllare la funzione di riscaldamento da remoto.

Le zone (e i termostati) sono otto.

 

Grazie in anticipo per i vostri consigli!

 

Riccardo

 

Link to comment
Share on other sites


Alessio Menditto

Il sistema di riscaldamento a pavimento è molto permaloso, più lo vuoi controllare e più lui funziona male, nel tuo caso speriamo di no ma sarebbe bene che chi fornisce un impianto simile, sia un po’ più generoso di istruzioni e consigli verso il cliente.

Link to comment
Share on other sites

leopardus2

casa comprata di seconda mano 🙂 manco c'era il manuale della caldaia, per fortuna esiste Internet

ho visto che i termostati hanno solo un contatto NC/NO, presumo che controllino solo le testine e che quindi la caldaia si accorga della richiesta

di riscaldamento in qualche modo e non dal contatto del termostato stesso. E' possibile?

 

Link to comment
Share on other sites

omaccio

Per accorgersi la caldaia o ha un relè posto tra testine e caldaia, quando una di queste si apre attiva il relè della caldaia oppure la caldaia è sempre accesa ed il circuito ha un bypass, se nessun circuito richiede, l'acqua passa nel circuito di scarico!

Questa ultima ipotesi è meno probabile della prima e comunque dovresti vedere un circuito che bypassa mandata e ritorno nei pressi del collettore principale!

 

 

Edited by omaccio
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Lascio la parola ai colleghi, se fosse casa mia i termostati pronti via li avrei già smontati e buttati nell indifferenziata, quindi capisci bene che non sono la persona giusta per risponderti.

Link to comment
Share on other sites

è un tipo di impianto che meno regoli meglio è, la teoria dice che lo accendi a ott/nov e lo spegni a mar/apr e si regola la caldaia da sola.

 

Link to comment
Share on other sites

leopardus2

mi è chiaro, la mia domanda non è volta a comprendere come meglio gestire la temperatura.

vorrei capire come poter controllare l'impianto da remoto , in particolare poter spegnere o accendere l'impianto senza curarmi di cosa dicono i singoli termostati...

la caldaia è compatible opentherm, immagino di poterlo fare con un termostato smart compatibile?

 

grazie ancora

R.

 

 

Link to comment
Share on other sites

omaccio

e ritorniamo al punto iniziale che Alessio ha sollevato: sono impianti che si accendono e si spengono 1 volta a stagione... dovrebbero per loro natura stare sempre accesi!!!

Comunque se non ti interessa cosa fanno le testine e come sono messe, dialoga direttamente con la caldaia e a quel punto poco ti interessa se tutte sono in chiamata o tutte sono spente!

 

Io nel mio impianto le ho tolte a metà del primo anno di utilizzo quando mi accorsi che erano sempre aperte (la regolazione della temperatura la feci sui detentori/flussometri) del singolo circuito e tenere quelle testine accese mi ciucciavano tra termostati e testina 30 watt l'ora...x 24 ore x180gg!!!

 

 

Link to comment
Share on other sites

Puoi mettere un qualsiasi termostato open therm, quello di Goo..e per esempio. Da remoto lo imposti a 10° o a 30° per spegnere  o accendere tutto. Verifica se elettricamente le valvole di zona hanno i contatti che , tutti in parallelo, vanno alla caldaia per chiederne l'avvio. Altra soluzione un qualsiasi termostato wireless che con contatto in serie a quelli delle valvole di zona li escluda a secondo del tuo comando remoto.

Link to comment
Share on other sites

leopardus2

@omaccio ho letto un po' al riguardo e concordo; non è questo il mio problema. Vorrei qualcosa per poter controllare l'impianto intero quando mi assento qualche giorno, ma non essendo un termotecnico o un installatore non conosco come funzionano questi impianti multizona specificatamente riguardo a come si attiva la caldaia quando una delle zone richiede calore.  Si, lo so che l'inerzia termica è elevata e che mi suggerirai di lasciare sempre tutto acceso 🙂  

@drn5 avendo "ereditato" l'impianto sto cercando appunto di capire quale logica usi per attivare la caldaia.   Penso che ordinerò un google nest (avendo già installato in precedenza e con grande soddisfazione quello di 1a gen,  anni fa) e proverò a farlo dialogare con la caldaia , sperando che via opentherm si possa avere la precedenza sui termostati locali delle varie zone....

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

a meno che non si parli di "qualche settimana" non conviene comunque spegnere nulla.

 

proprio pochi mesi fa qualcuno qui si lamentò della bolletta "truffa" di gennaio.. poi saltò fuori che era stato assente 15gg spegnendo tutto, quindi alla fine consumò più in 15gg rispetto al lasciare acceso tutto.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, leopardus2 ha scritto:

sperando che via opentherm si possa avere la precedenza sui termostati locali

puoi anche non collegarlo in opentherm ma sfruttare i contatti NO/NC (4,5,6 sul Heat Link) serializzandoli a quelli provenienti dalle testine delle valvole

Edited by drn5
Link to comment
Share on other sites

Simone Baldini

Se le testine hanno il contatto ausiliario potrebbero averci collegato li in parallelo l'accensione della caldaia. In sostanza il termosta apre la testina, la testina col contatto ausiliario accende la caldaia.

L'alternativa sono i rele' ma dovresti vederli da qualche parte, uno per ogni stanza.

Altrimenti la caldaia va per conto suo e i termostati aprono e chiudono le zone indipendentemente, ma non credo sia il caso.

Se vuoi controllare in remoto, compra un qualsiasi termostato smart, interrompi il contatto TA della caldaia e metti il termostato nella zona che decidi comandi tutta la casa. Ovviamente raggiunta la temperatura di quella zona spegne la caldaia.

Altrimenti ci sono sistemi piu' sofisticati tipo EVOHOME, ma comporta cambiare tutti i termostati.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...