Jump to content
PLC Forum


relè temporizzato 12v AC per uso intensivo, quale marca/modello?


manegg1
 Share

Recommended Posts

manegg1

salve, un cliente ha un problema con l'apertura elettrica di una porta con maniglione antipanico.

 

l'ellettroserratura è comandata da un relé la cui bobina è eccitata da un sistema controllo accessi vecchio di 35 anni

 

in particolare si tratta  sistema basato su rs-485 della Spazioitalia , la scheda che che dà il consenso al rel'è porta  (tramite un mini relé contatti puliti a bordo scheda) è un vecchissimo modello "Planet New"

 

per ragioni che non ho ben capito, adesso il sistema ha cominciato a dare il consenso di apertura al rel? generico apriporta (tramite minirelé a bordo scheda ) solamente per meno di un secondo.

 

il lettore stesso di badge lo mostra chiaramente, la luce verde si accende solo per un secondo, tempo insufficiente per consentire di tirare la maniglia ed aprire la porta (bisogna essere rapidi come faine e tirare solo in quella frazione di secondo, né prima, né dopo, altrimenti la porta non si apre.)

 

 

prima il consenso veniva inviato per qualche secondo

 

per aggirare il problema (visto che la ditta produttrice non esiste più e i ricambi nemmeno) stavo pensando di interporre semplicemente un relé' temporizzato tra il minirèlè della scheda e il rele porta.

 

l'ideale sarebbe un rel'è temporizzato con bobina a 12v in corrente alternata, che possa essere regolato per chiuder il contatto per 4-5 secondi quando

oppure se non lo trovo, unrel' temporizzato con bobina 12v in corrente continua, aggiungendo un alimentatore  ca 230v->12v cc (costringendomi però ad aggiungere un quadretto Ip44 e tirare la linea 230v).

 

su amazon roba cinese del genere se ne trova a bizeffe (...)

 

 

ma il vero problema è che si tratta di una porta che serve più di 400 unità, quindi il relè lavorerebbe centinaia di volte al giorno

 

ho paura che durerebbe veramente poco e mi farebbe fare una pessima figura col cliente.

 

il mio fornitore non è d'aiuto, a meno che tu non gli chieda una matassa di Fs-17 o di corrugato, i ragazzi ti guardano ome se gli stessi chiedendo componenti di una navicella spaziale Space-X...

 

 

quindi veniamo alla DOMANDA:

 

conoscete un rel'è temporizzato(regolabile sui 5 secondi circa) con bobina a 12v AC (cosi utilizzzerei l'alimentazione dell'apriporta)che sia in grado di restare affidabile anche con carichi molto elevati?

 

oppure un prodotto analogo ma con bobina 12v DC e un alimentatore 230v-12v, magari di piccole dimensioni progettato per stare chiuso in una scatola di derivazione ip44.

 

 

 

grazie a tutti quelli che sapranno darmi una mano

 

 

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini
40 minuti fa, manegg1 ha scritto:

l'ideale sarebbe un rel'è temporizzato con bobina a 12v in corrente alternata, che possa essere regolato per chiuder il contatto per 4-5 secondi quando

 

Finder in catalogo ha temporizzatori che possono lavorare con tensione universale da 12Vcc-ca a 230Vca, con tempi programmabili da 0,1" a 60'. Per mia esperienza la temporizzazione è molto affidabile e stabile nel tempo.

Link to comment
Share on other sites

manegg1
Posted (edited)

 

Quote

Finder in catalogo ha temporizzatori che possono lavorare con tensione universale da 12Vcc-ca a 230Vca, con tempi programmabili da 0,1" a 60'. Per mia esperienza la temporizzazione è molto affidabile e stabile nel tempo.

 

 

Grazie mille, quindi la bobina del relè può lavorare con qualsiasi tipo di tensione e corrente?

 

...miracoli del tecnologia...

 

 

questi relè hanno, immagino, i contatti "puliti" , giusto?

 

 

per caso ti ricordi la serie?

 

ma secondo te possono lavorare con tensioni diverse tra alimentazione permanente e consenso della bobina(banalmente, alimento l'elettronica del "relè" a 230V Ac permanenti e sul contatto che fa scattare il temporizzatore mando solo un impulso a 12V AC) oppure deve essere tutto alla stessa tensione?

 

 

mi servirebbe capire l'assorbimento a riposo e quello a relè eccitato(temporizzazione in funzione).

 

ciao e grazie ancora

Edited by manegg1
Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco
3 ore fa, manegg1 ha scritto:

per ragioni che non ho ben capito, adesso il sistema ha cominciato a dare il consenso di apertura al rel? generico apriporta (tramite minirelé a bordo scheda ) solamente per meno di un secondo.

non conosco quel marchio in particolare comunque il tempo di apertura è un parametro configurabile dal programma di gestione, magari si è rovinata la batteria tampone e ha resettato queste informazioni pur tenendo memoria di tutti i badge

Link to comment
Share on other sites

manegg1
Posted (edited)

buona idea , può anche essere.

il problema è trovare la voce in quel software anni '90 ...

 

peggio ancora  cambiare direttamente la batteria tampone (anche se eventualmente riuscissi a  modificare l'impostazione via software) per evitare che l'impostazione vada persa al primo "blackout":  se perdo i dati dati sulle schede di accesso (che operano anche su altre porte) viene fuori un casino.

e non so nemmeno se hanno conservato la password operatore (che magari era in capo alla ditta di manutenzione, non più esistente manco quella).

 

sempre che il problema sia davvero nato dalla batteria tampone(il ché in effetti è probabile).

Edited by manegg1
Link to comment
Share on other sites

max.bocca

Il temporizzatore che sia Finder o Omron sono multi tensione ma il comando deve un contatto pulito tra due punti prestabiliti normalmente con uno che è in comune con l'alimentazione del temporizzatore stesso.

Esempio con Omron H3DK il comando è tra A1 e B1 e poi la modalità la scegli se vuoi temporizzate l'impulso fisso o in aggiunta al tempo del comando.

Link to comment
Share on other sites

elettromega

Ciao   dal 95 al 98  ne gestivo la parte hardware  in Autogerma  a Verona,   erano una  cinquantina .  Grossi problemi  non   ne avevano ,   e se c'erano , nel tornare a casa ,  passavo dalla loro sede  a Padenghe con vista vista lago di Garda .  Mi ricordo che sulle serrature  si montava un tranzorb  ma era come protezione .

Link to comment
Share on other sites

manegg1
15 ore fa, ROBY 73 ha scritto:

 

grazie mille

 

lo "START" esterno di cui si parla nelle istruzioni, sarebbe banalmente il pulsante(+12v di consenso apertura, nel mio caso) o è qualcos'altro che mi sfugge

 

 

 

parlando con un altro fornitore mi ha proposto anche un Perry che a suo dire avrebbe le stesse funzioni e forse costa pure meno. Più tardi cerco la documentazione

 

Link to comment
Share on other sites

manegg1
Posted (edited)

 

32 minuti fa, manegg1 ha scritto:

intanto ho guardato meglio le istruzioni del F che mi hai(avete) segnalato ed una vera ficata: posso davvero alimentare a 230v fissi  (o altra tensione) su A1 e A2 e contemporaneamente dare il consenso a 12v sul morsetto B1 (utilizzando poi sul comune dei morsetti dei contatti puliti la tensione che più mi aggrada).

 

quello che non ho capito è se lo schema di collegamento 3e (quello che userei) prevede la temporizzazione:

in pratica, se volessi alimentarlo a 230v (A2 ,  A1)  ma con consenso a 12v AC sul morsetto B1 , in quale posizione dovrei ruotare il selettore(D) delle funzioni programmabili per ottenere la funzione temporizzazione?

 

grazie mille

Edited by manegg1
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
3 ore fa, manegg1 ha scritto:

lo "START" esterno di cui si parla nelle istruzioni

 

Si può essere il pulsante esterno.

Verifica sui diagrammi che danno la funzione in base al codice selezionato dai dipswitches w dal collegamento elettrico

Link to comment
Share on other sites

ROBY 73
6 ore fa, manegg1 ha scritto:

ma con consenso a 12v AC sul morsetto B1 , in quale posizione dovrei ruotare il selettore(D) delle funzioni programmabili per ottenere la funzione temporizzazione?

3b Funzioni con START esterno :

Start tramite contatto sul morsetto di controllo (B1)

"BE" = Ritardo alla disinserzione con segnale di comando

In pratica una volta dato il comando di START, parte il temporizzatore che una volta passato il tempo scambia il contatto 15-16 o 15-18.

Link to comment
Share on other sites

manegg1
Posted (edited)

installato e funzionate, grazie a tutti.

per la cronaca, schema 3e e impostazione su DE

 

 

Edited by manegg1
Link to comment
Share on other sites

ROBY 73
13 ore fa, manegg1 ha scritto:

installato e funzionate,

Ottimo direi.

 

13 ore fa, manegg1 ha scritto:

per la cronaca, schema 3e e impostazione su DE

In effetti il collegamento con schema "3e" è quello corretto per il tuo caso, ti avevo indicato il "3b" (sbagliando, mea culpa) per abitudine senza leggere bene la descrizione.

Forse la logica "DE" va meglio per il tuo caso, comunque anche la "BE" presumo che potesse andare, comunque l'importante è che tu abbia risolto.

 

Ciao prego

Link to comment
Share on other sites

Daimatto
Il 01/07/2024 alle 19:12 , manegg1 ha scritto:

p.s.

il software è una vecchia versione di Wingaep

Soluzione breve:

Vai nel menu Archivi/Pannelli, in alto a DX selezioni in pannello in questione, si apre la schermata che evidenzia le 4 uscite relè, aumenta il tempo,poi dal menu a dx seleziona modifica, il software ti chiede se confermare la modifica ai pannelli, premi conferma...

Link to comment
Share on other sites

manegg1

 

 

Il 08/07/2024 alle 08:13 , Daimatto ha scritto:

Soluzione breve:

Vai nel menu Archivi/Pannelli, in alto a DX selezioni in pannello in questione, si apre la schermata che evidenzia le 4 uscite relè, aumenta il tempo,poi dal menu a dx seleziona modifica, il software ti chiede se confermare la modifica ai pannelli, premi conferma...

grande, grazie mille!

 

ormai ho risolto in altro modo, ma se non ti offendi ti tengo presente per il futuro! 😉

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...