Jump to content
PLC Forum


Condensatore scoppiato


sebastiano58
 Share

Recommended Posts

sebastiano58

Ciao raga, avrei bisogno dei vostri preziosi suggerimenti. In un motore di una macchina taglia e cuci del tipo industriale, (non conosco la potenza del motore), c'erano montati due componenti elettrici credo siano dei condensatori uno grosso e l'altro più piccolo, collegati in parallelo, ma non capisco perché due forse sono stati adattati perché magari non hanno trovato uno di potenza superiore per poter gestire il motore? Ma sto facendo delle supposizioni, non conosco la materia e quindi chiedo a voi. (vi allego delle foto). Poi vi chiedo che tipo di condensatore dovrei cercare per sostituire quello scoppiato, oppure si debbono cambiare tutti e due gli elementi, oppure trovarne uno di potenza superiore. Delucidatemi per cortesia. Grazie e una buona serata.

20240707_163943.jpg

20240707_182308.jpg

20240707_181647.jpg

Link to comment
Share on other sites


Riccardo Ottaviucci

credo che 36uF siano troppi per alimentare una fase del motore,prova a cambiare solo quello da 26uF e togliere l'altro

Link to comment
Share on other sites

sebastiano58

Riccardo Ti ringrazio per la risposta, ma mi domando perchè c'è nè sono due? E poi dimmi se c'è qualcosa che posso controllare per stabilire di preciso che condensatore mettere. Non so qualche targhetta sul motore oppure il tipo di macchina taglia e cuci. Altra cosa mi sapresti dire cosa è succeto affinchè scoppiasse? Un grazie ancora.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
9 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

Non so qualche targhetta sul motore oppure il tipo di macchina taglia e cuci

 

Bisogna sapere chw tipo di motore è per caapire le ragioni del doppio condensatore.

Potrebbe essere un monofase, dove il condensatore più grosso serve per dare lo spunto alla partenza è viene scollegato in automatico qunado il motore è arrivato alla velocità di regime.

9 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

Altra cosa mi sapresti dire cosa è succeto affinchè scoppiasse?

 

Semplificando e banalizzando i concetti.

I condensatori in genere, hanno una loro vita media che dipende molto dai picchi di corrente che devono erogare o caricare.

 

 

Da ultimo: sposto la discussione nella sezione adatta a questa problematica.

Link to comment
Share on other sites

mrgianfranco
13 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

condensatori uno grosso e l'altro più piccolo, collegati in parallelo,

Vedendo come son (malamente) collegati, penso un precedente intervento di riparazione abbia portato a fare quel lavoraccio....stà il problema di scoprire la taglia originale di condensatore, comprare il sostituto e cambiarlo...io ipotizzo sia nata con un colo condensatore collegato decentemente!

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

magari sul motore è stampigliato il valore di capacità come da progetto. Credo anch'io che sia stato aggiunto per dare quello spunto che il motore non aveva più.

Link to comment
Share on other sites

sebastiano58
Posted (edited)

Grazie raga per le risposte, proverò a controllare sul motore se trovo una targhetta. Comunque il mod. di macchina e NECCHI 615-425 (allego foto), sarà molto vecchia perchè non sono riuscito a trovare nulla riguardo al motore. Vi volevo chiedere una cosa quardando i due condensatori vecchi la somma dei due arriva a 36 UF se ne mettessi uno solo dello stesso valore? Cosa succede se ne viene messo uno sottodimensionato o uno sovradimensionato?

Immagine WhatsApp 2024-07-07 ore 21.28.08_1974ee68.jpg

Edited by sebastiano58
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
15 minuti fa, sebastiano58 ha scritto:

Cosa succede se ne viene messo uno sottodimensionato o uno sovradimensionato?

 

Primo bisogna capire che tipo di motore è: monofaseasincroni, trifase asincrono, universale. Poi si può ragionare sul condensatore.

Se sitratta di motori asincroni il sottodimensionamento del condensatore riduce la coppia motrice, il sovradimensionamento porta al surriscaldamento del motore.

Nel caso di motore universale è praticamente inutile se non come filtro antidisturbo.

Link to comment
Share on other sites

sebastiano58

Livio ti ringrazio, per il tempo che impieghi a cercare di far capire problematiche che per me sono un tabù. Ma cerco di essere il più perspicace possibile. Tornando a noi, io non so distinguere un motore asincrono o universale non conosco le differenze se magari mi dai qualche imput. Io cercherò di trovare qualche targhetta, ma comunque ho appurato che il motore in questione non è neanche il suo originale, quindi per deduzione se ci hanno messo due condensatori uno da 26 uF e l'altro da 10 uF, basta metterne uno da 36 uF per essere sicuri che almento torniamo alla condizione di prima dell scoppio. Sto sbagliando qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

Sto sbagliando qualcosa?

 

Si.

Queste cose si devono fare a ragion veduta non a sensazione. Se prima hanno commesso un errore, non è saggio continuare a sbagliare.

Cerca una eventuale targa sul motore, ci deve essere perchè da sempre è richiesto e previsto dalle normative.

Fai una foto del motore e pubblicala.

Verifica se ci sono spazzole. In questo caso si tratta di motore universale e quel condensatore è inutile se non dannoso.

Link to comment
Share on other sites

sebastiano58

Allora raga ho trovato questa targhetta apposta sul motore. ILLUMINATEMI 😊 ditemi che condensatore dovrei mettere è se ci sono differenze di rotazione se si inverte la fase con il neutro. Grazie

Vi allego foto

20240708_183714.jpg

Link to comment
Share on other sites

ALLUMY

Vedi questo se può esserti utile. Io non sono un esperto in motori quindi attendi consigli da chi ne sa 🙂

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

se è alimentato a 220Vac la capacità risulterebbe da 25 uF

immagine.png.af7de4323ac842f1d93a51d61b62ac5e.png

 

Edited by Riccardo Ottaviucci
Link to comment
Share on other sites

sebastiano58
20 minuti fa, ALLUMY ha scritto:

Vedi questo se può esserti utile. Io non sono un esperto in motori quindi attendi consigli da chi ne sa 🙂

Ho visto e il risultato e 25uF, ma io ho trovato un altro sito con altro programmino per il calcolo e mi da un risultato di 27 uF

Link to comment
Share on other sites

sebastiano58
5 minuti fa, Riccardo Ottaviucci ha scritto:

se è alimentato a 220Vac la capacità risulterebbe da 34 uF,in linea con quanto trovato montato

Ok  ma mi potresti dire come sei arrivato a quel risultato? di 34 uF ha me viene fuori un 25/27 uF in base a due programmini trovati in rete.

https://www.itieffe.com/elettricita-elettronica/calcolo-condensatore-sfasamento/

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

a parte che 25 o 27uF fa pochissima differenza ai fini del funzionamento corretto.

Butto là una mia ipotesi: chi ci ha messo le mani in precedenza magari perchè il motore non riusciva a spuntare, ha messo in parallelo il primo condensatore che ha trovato,magari sufficiente a recuperare la capacità persa da quello originale e far ripartire la macchina.Poi uno dei due ha ceduto del tutto

Nel mio precedente calcolo non avevo notato che la potenza era in HP ,quindi è corretto 25uF o anche 27

Edited by Riccardo Ottaviucci
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Proprio in questa sezione, la seconda discussione in evidenza, spiega tutto su come usare l'alimentazione monofase per alimentare un motore trifase e come dimensionare il condensatore in funzione della potenza del motore.

 

Il motore è un asincrono trifase che può essere collegato a "Y" con 400V o a "D" a 230V, sempre trifasi.

Se lo alimentiamo in mono fase il motore renderà all'incirca solo il 60% della sua coppia e, quindi, solo il 60% circa della sua potenza, ovvero non 370W di targa, ma solo circa 250W.

 

Che un calcolatore stabilisca una capacità di 25µF ed un altro ne preveda 27µF non cambia alcuna cosa; infatti nella relatà pratica le variazioni di capacità dovute alla tolleranza, eccedono la differenza tra i 2 calcoli.

 

Probabilmente alimentando il motore con la capacità corretta, 26µF, questi spesso non riusciva a spuntare o si fermava in lavorazioni particolarmente impegnative, da qui l'aggiunta di un secondo condensatore per aumentarne surrettiziamente la coppia.

osì facendo si aggiunge danno a danno, perchè oltre ad avere una macchina che lavora non bene, si danneggia, alungo andare, anche il motore che tenderà a surriscaldarsi.

 

Soluzione.

La soluzione ideale è montare un motore da 370W o anche 500W mono fase. In questo modo si eliminano alla radice tutti i problemi.

 

Se si vuole insistere con questo ripiego la capacità corretta del condensatore è proprio 26µF, come quella del condensatore originale.

Link to comment
Share on other sites

sebastiano58

Ok Livio grazie infinite, quindi lo scoppio del condensatore secondo te è avvenuta per surriscaldamento del motore e di conequenza surriscaldamento del condensatore dato che era fissato con due fascette al motore, o perche aggiungento il secondo da 10uF e totalizzando 36uF era sovradimensionato? Ma mi domando se al posto di 26uF che rischierei di non far lavorare bene il motore come dici tu, potrei provare a metterne uno da 30uF così facendo aumenterei lo spunto ma non lo sovradimensiono più di tanto, che dici potrebbe essere una soluzione che salva capra e cavoli? E poi lo fisserei staccato dal motore?

 

P.S. (fuori discusione) perchè nonostante abbia spuntato ""notificami le risposte"" queste non mi vengono notificate?

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

se ti parte con 26uF,lascia 26. Se non ti parte il motore ha qualche problema. 

Se poi con 30 ti parte,lascia 30 e aspetta che il motore si bruci. Dipende anche dalle ore di funzionamento/giorno

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

k Livio grazie infinite, quindi lo scoppio del condensatore secondo te è avvenuta per surriscaldamento del motore e di conequenza

 

No, sono due fatti indipendenti!

Il condensatore è scoppiato perchè i condensatori hanno comunque una vita limitata, che molto dipende sia dai picchi di corrente che devono erogare, sia dalla temperatura di esercizio, ma molto più dalla corrente. Quando il condensatore comincia a degradarsi se non lo sostituisce, poi scoppia.

 

2 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

Ma mi domando se al posto di 26uF che rischierei di non far lavorare bene il motore come dici tu,

 

NOO! Io ho detto l'esatto contrario! Il valore corretto di capacità è, appunto, 25µF - 7µF.

Se il motore non ce la fa è perchè lo si fa lavorare in condizioni anomale. Quello è un motore trifase, se lo si fa lavorare in monofase quello rende si e no la metà della sua potenza nominale.

La soluzione corretta, come ho scritto, prima è sostituire il motore trifase con uno monofase di eguale potenza. Dovrebbe costare all'incirca un centinaio di euro, ma se lo trovi usato forse anche meno di 50€.

 

Mettere un condensatore di capacità più alta, come è stato fatto, porta a danneggiare il motore in modo irreversibile, specilamente se deve lavorare per un'intera giornata.

Link to comment
Share on other sites

Aggiornamento alla discussione. Ho messo un condensatore da 25 uF, al rivenditore gli ho fatto vedere il vecchio che era da 26 uF e mi ha dato quello da 25 uF, l'ho istallato da solo e ho provato a far partire il motore. Appena aziono il tasto ON si sente un rumore di ventola girare, ma non vedo ventole ma passando la mano attorno al motore si sente un vento, ma la puleggia che aziona la macchina taglia e cuci e ferma, azionando il pedale parte il motore senza il minimo sforzo. Non sento rumori strani come da un eccessivo assorbimento. Quindi devo dedurre che se il motore prima andava male e hanno messo il secondo condensatore da 10 uF era perché si stava per guastare il condensatore da 26 uF che poi è scoppiato.

Adesso sembra andare bene ma vedremo nei prossimi giorni quando mia figlia userà la macchia cosa succede.

Intanto vi ringrazio tutti per l'apporto di notizie che mi avete dato, e vi auguro una buona giornata a tutti.

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci
2 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

Quindi devo dedurre che se il motore prima andava male e hanno messo il secondo condensatore da 10 uF era perché si stava per guastare il condensatore da 26 uF che poi è scoppiato.

è quanto avevo ipotizzato anch'io

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, sebastiano58 ha scritto:

Ho messo un condensatore da 25 uF,

 

Come da calcoli; tieni presente che quel condensatore in realtà potrebbe avere una capacità da 22.5µF a 27.5µF, considerando una tolleranza del +/-10%, che è anche buona.

Però è un condensatore soggetto a forte stress, quindi potrebbe avere vita corta.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...