Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
gianluca978

Consigli Su Impianto Civile

Recommended Posts

gianluca978

Buon giorno a tutti, è il mio primo post. Cercando un forum che trattasse di impianti elettrici mi sono imbattuto in questo che, ad una prima occhiata, mi pare di livello ben più alto rispetto alla semplice domanda che vorrei porre, in ogni caso ci provo lo stesso.

Ho comprato una casa in costruzione e dopo aver scelto la disposizione dei divisori interni, mi ritrovo già a pensare a come gestire il futuro impianto elettrico. Il capitolato prevede una lista di voci, che vorrei far vedere per scongiurare sottodimensionamenti dovuti alla mia ignoranza in materia.

La casa è così composta: box auto, scala, cucina, soggiorno,bagno, scala interna che porta a matrimoniale e altre 2 camere e bagno

La lista è questa:


Soggiorno:

1 punto luce interrotto (luce esterna)

1 punto luce invertito (luce soggiorno)

4 prese bipasso 10/16A

2 punti suoneria

1 centralino completo


Cucina:

1 punto luce interrotto

5 prese bipasso 10/16A

2 UNE 10/16A

1 punto alimentazione cappa


Collegamento caldaia:

1 punto collegamento caldaia

2 termostati

2 collegamenti valvole di zona


Disimpegno:

1 punto luce invertito


Bagno padronale:

2 punti luce interrotti

1 presa 10/A

1 punto pulsante tirante


Bagno di servizio:

2 punti luce interrotti

1 presa 10/A

1 punto pulsante tirante


Camera matrimoniale:

1 punto luce invertito

2 prese bipasso 10/A

1 punto luce bivalente


Box:

1 punto luce interrotto

3 prese 10/A


Lavanderia:

1 punto luce interrotto

2 prese 10/A


Vano scala:

1 punto luce deviato


Saranno inserite prese sciuco ove necessario ed ulteriori punti luce a richiesta del cliente fino ad un massimo di 10 punti.


La lavanderia non è stata fatta, quindi 2 prese si possono utilizzare da altre parti, il punto luce risparmiato invece andrà nella cabina armadio nella camera matrimoniale.

Vi sembrano sufficienti le prese? non riesco a rendermene conto. Quelle 2 prese in più dove sarebbe meglio metterle? In generale cosa ne pensate di un impianto così fatto?

Grazie a tutti.

Edited by gianluca978

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mauro Dalseno

mancano le prese TV e Telefoniche, inoltre in camera da letto matrimoniale servirebbe almeno una postazione prese in piu'

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianluca978

Ci sono, non le ho messe perché non comparivano in queste voci, quando torno a casa aggiorno.

Cosa intendi per postazione prese?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianluca978

Impianto televisivo:

4 scatole complete di frutti.

Impianto telefonico:

Completo con frutti idonei, 4 prese telecom.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianluca978

No parabola, sono 4 TV, una per locale. Io vorrei far mettere Sky, però in effetti non vorrei vedere fili, che faccio? Un altra cosa che manca sono le prese ethernet, le ho viste a casa di un amico.... Io pensavo al wifi però da un piano all'altro magari meglio avere dei cavi

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

io la presa sat e relativo tubo (e magari cavo) fino al palo lo metterei.

per la presa ethernet invece lascerei stare, a meno che non sai già bene dove metterai il router e le postazioni pc-.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Microchip1967

parere personale:

capitolato che non rispetta neppure il livello 1 della 64-8 (classico dei costruttori che tirano il collo agli installatori che non sanno far rispettare la propria professionalità)

Io glielo avrei immediatamente contestato

1 punto luce interrotto

5 prese bipasso 10/16A

2 UNE 10/16A

1 punto alimentazione cappa

dotazione totalmente insufficiente per una cucina attuale

Se tenete conto che in genere servono:

1 presa unel per forno (*)

1 presa unel per lavastoviglie (*)

1 presa unel per piano cottura (*)

1 presa unel per forno a microonde

almeno 2 scatole con 2 prese cadanua (bivalente e unel) sul piano di lavoro (vuoi attaccare senza problema la macchina del caffè o il minipimer o il tostapane?)

Almeno 2 prese di servizio per le pulizie

Almeno 1 presa Tv (con relativa presa di corrente e presa telefonica)

(*) relativo interruttore per presa nascosta

Personalmente mi farei mettere per iscritto il livello dell'impianto.

Se fai una ricerca su google sulle dotazioni previste dalla nuova 64-8, troverai tanti begli opuscoli indicativi delle dotazioni minime richieste

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianluca978

Grazie mille Microchip1967

Sto leggendo la 64-8 e mi sembra molto chiara. C'è un minimo garantito di prese e circuiti che deve essere rispettato, e questo è sicuramente un bene, non ho capito però se è possibile realizzare un impianto non conforme a queste direttive, cioè se non rispecchia queste direttive l'impianto elettrico non è a norma?

Mi farò certificare l'impianto e cercherò di far mettere quante più prese possibili, facendogli vedere la norma.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Microchip1967

non ho capito però se è possibile realizzare un impianto non conforme a queste direttive, cioè se non rispecchia queste direttive l'impianto elettrico non è a norma?

E' possibile realizzare l'impianto senza seguire la norma 64-8, ma poi sulla dichiarazione di conformità non si potrà indicare che quanto realizzato è a norma.

Questo vuol dire che chi realizzerà tale impianto si assumerà in toto la resoonsabilità civile e penale

La vecchia legge 186 dice che gli impianti devono essere realizzati a regola d'arte, e l'altro punto della legge dice che se l'impianto rispetta la normativa vigente viene considerato a regola d'arte.

le norme cei sono le misure MINIME da applicare per considerare la regola dell'arte

Uno puo' benissimo fare un'inpianto come meglio gli aggrada, ma poi dovrà dimostrare che quanto realizzato è anche sicuro.

Un esempio: lavatrice che rientra in zona 2. Teoricamente non ci potrebbe stare in quanto trattasi di zona non sicura

In pratica se il costruttore non puo' proprio spostarla, l'esecutore puo' piazzare la presa fuori da tale zone e, sapendo che in ogni caso l'elettrodomestico invade tale area, predispone un collegamento equipotenziale supplementare e una linea dedicata con differenziale da 10mA

Di questa modifica se ne assume personalmente la responsabilità.

nel caso della dotazione minima prescritta dalla nuova 74-8, c'è da dire che è "figlia" del buonsenso.

Vuoi un esempio di applicazione "penale" di tale norma?

Donna di servizio che deve usare l'aspirapolvere.Non ci sono prese a portata di mano e prende una prolunga con gli adattatori, mentre fa le pulizie inciampa nella stessa e si fa male in modo serio.

si va davanti al giudice che affida al ctu una perizia, dalla quale emerge che l'impianto appena realizzato non rispondeva alla 64-8.(se vi era una presa disponibile in un punto piu' accessibile non si sarebbe dovuto ricorrere alla prolunga e quindi l'incidente si sarebbe evitato)

A questo punto scatta la condanna per l'installatore per l'incidente occorso

Edited by Microchip1967

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...