Jump to content
PLC Forum


20 Gradi Sono Pochi


gigierbullo
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti volevo porre un quesito che forse risulterà strano:In base alla legge le case non devono superare i 20 gradi di temperatura ma io in casa ho una temperatura costante di 19,5 gradi senza accendere i termosifoni e ho programmato il cronotermostato ad una temperatura di 23 gradi perchè al di sotto mi ghiaccio.Sono un caso particolare o c'è qualcuno come me?Voi che fate rispettate la legge oppure? inoltre volevo chiedere anche un'altra cosa Spesso quando fuori fa molto freddo la temper.interna senza riscaldamenti è sempre 19° e tenendo accesi i riscaldamenti dalle 18 alle 22 riesco ad alzarla al massimo di 1,5° è una cosa normale che la caldaia scalda di meno se la temperatura esterna e più bassa.Ciao e grazie a chi vorrà rispondermi.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 51
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • gigierbullo

    9

  • Livio Orsini

    6

  • JumpMan

    6

  • dak_71

    6

Non sono un esperto ma, se vale lo stesso discorso dei climatizzatori credo che il rendimento di una caldaia cali proporzionalmente alla temperatura esterna, ciao.

Link to comment
Share on other sites

paolotronico
ho una temperatura costante di 19,5 gradi senza accendere i termosifoni
:blink:

Che c--- fortuna, scusami ma non riesco a non invidiarti.

Comunque, a 19,5° non dovresti ghiacciarti. Sei sicuro di avere delle letture affidabili? A volte basta avere il termometro o termostato in posizioni sbagliate per falsare tutto.

Link to comment
Share on other sites

Sei sicuro che il tuo cronotermostato misuri la temperatura corretta? E' correttamente posizionato, lontano da fonti di calore?

Il fatto che indichi 19,5 °C a termosifoni spenti mi fa pensare che non funzioni tanto bene. Oppure vivi in una zona molto calda.

Con 23 gradi direi che si può stare in maglietta di cotone. La temperatura media in casa mia è intorno a 19,5 °C e non sento freddo. Certo, mica giro per casa in mutande, ma neanche col tabarro (se c'è ancora qualcuno che si ricorda cos'è ;) )

Che quando fuori c'è molto freddo si impieghi più tempo per riscaldare, è la cosa più normale del mondo. L'impianto di riscaldamento è in grado di fornire sempre la stessa energia (calore) all'ambiente. Se fuori fa molto freddo però è molto di più il calore disperso. Cala quindi la differenza tra calore fornito e calore disperso, quindi serve più tempo per riscaldare. Non è quindi la caldaia che scalda di meno, ma la casa che si raffredda di più.

Se il tempo richiesto è troppo lungo, i casi sono due: impianto sottodimensionato o isolamento termico scadente.

Link to comment
Share on other sites

Nel mio appartamento, d'inverno, ho sempre tra i 19,0°C e i 20,5°C a riscaldamento spento, controllato con vari termometri e in varie posizioni, ma ogni tanto sono costretto ad accendere perché comunque permane una senzazione di freddo (qui diciamo di "crudo"), forse un discorso di irradiamento dei muri esterni freddi, forse di umidità, ma quella mezz'ora fa la differenza.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

del_user_56966
e ho programmato il cronotermostato ad una temperatura di 23 gradi

Forse il problema sta proprio nell'oggetto, spesso i Crono comportano delle isteresi ampie

diciamo da +/- 1 grado fino a 2 e più quindi dire che lo ai settato a 23 non dice molto potrebbe valorare

tra 22 e 24 o peggio...

Oltre questo l'errore più comune di molti apparati in commercio è che non sentono la "temperatura a pelle" ma a volte

misurano più quella interna o della parete dove sono installati... :o

Metti che si verifica un effetto sifone e che le tubazioni passino nei pressi del Crono, in questo caso lui vedrebbe solo la temperatura indotta dal materiale

limitrofe...

La prova che ti consiglio è di prendere il crono e metterlo in centro stanza su una superficie tipo legno o altro che sia già stabilizzato con l'ambiente, lo lasci a riposo

per circa 15 minuti senza toccarlo (noi siamo circa 36-37 gradi quindi siamo fonti di calore..) e poi vedi cosa legge!

Link to comment
Share on other sites

Il crono è sistemato su una parete dove non passano tubi e non confina con parete esterna inoltre ho fatto la prova che dici tu con il telecomando di un condizionatore che ha il sensore temperatura (non so quanto attendibile) e comunque i gradi segnati sono quasi sempre uguali o discostano di pochissimo.Ciao

Link to comment
Share on other sites

ciao, non è che per caso stai in un posto col piano di sotto molto riscaldato? in questo modo hai caldo a casa, ma i muri sono freddi e ti danno questa sensazione di umido!

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

In effetti i crono termostati misurano la temperatura "locale" cioè dove sono montati. Per avere una misura più attendibile sarebbe necessario avere un'aspirazione di aria, ad una velocità ben precisa. Il sensore dovrebbe misurare la temperatura dell'aria. Questo è il metodo usato per rilevare la tempera dell'aria in un ambiente. Però con un poco di pratica si può trovare la corrispondenza tra temperatura misurata dal termostato e temperatura ambiente.

Nel mio caso il sensore indica 18,5 qaundo la temperatura ambiente è 19.9-20.1.

Io sono freddoloso, non ho pannicolo adiposo, però con 20 gradi ed una camicia pesante non ho freddo.

Batta ma tu possiedi un vero tabarro? :) Ogni tanto mi viene la tentazione di andare in giro intabarrato .... con un vero tabarro

Link to comment
Share on other sites

Ma questo non lo so vivo in una palazzina con più piani e non so se i miei vicini tengono i riscaldamenti a tavoletta.Il crono è sistemato su una parete dove non passano tubi e non confina con parete esterna inoltre ho fatto la prova che dici tu con il telecomando di un condizionatore che ha il sensore temperatura (non so quanto attendibile) e comunque i gradi segnati sono quasi sempre uguali o discostano di pochissimo.Poi già che ci sono visto che la discussione ha preso piede volevo chiedere una cosa:la manopola della regolazione temperatura acqua riscaldamenti della caldaia va da un minimo di 1 ad un massimo di 6 io l'ho posizionata a 4 e come gia detto comunque con un accensione dalle 16 alle 22 la temperatura interna della casa si alza al massimo di 2 gradi.ho provato a metterla in posizione 6 (max) ma non ho raggiunto temperature interne più alte e per questo l'ho riposizionata a 4.A cosa è dovuto? forse i termosifoni sono sottodimensionati? che mi dite? e soprattutto conviene lasciare la manopola caldaia al max oppure no? e se si perchè.Grazie

Link to comment
Share on other sites

Vuoi sapere cos'è il tabarro? Guarda qui

No, Livio. Purtroppo non possiedo un tabarro. Però mi piacerebbe.

Link to comment
Share on other sites

Cose d'altri tempi, "fà bello" ma io non potrei indossarlo assolutamente , arrivo si e no a 1,67 cm di altezza, rischierei di assomigliare ad una talpa :unsure: , grazie, ciao.

Link to comment
Share on other sites

Magari il fastidio che sente gigierbullo piu' che dalla temperatura bassa è dato da una grande umidità e quindi usa i termosifoni per "asciugare" l'aria,

certo una appartamento "normale" che sta a 19,5° mi pare strano.... queste le possibili spiegazioni:

La casa di gigierbullo e' costruita seguendo i nuovi sistemi delle case ad emissione zero (bioedilizia ecc.)

oppure Gigierbullo abita a Ibiza :lol:

oppure l'appartamento di gigierbullo è attiguo ad una fornace :lol:

oppure gigierbullo ha ancora i postumi dei brindisi di questo periodo :lol:

Link to comment
Share on other sites

Sul fatto che hai messo la manopola a 6 non vuol dire nulla, bisognerebbe capire a che temperatura è la mandata del tuo impianto, che tipo di impianto è e come viene irradiato il caldo.

Mi viene da pensare che hai impianto a termosifoni e per esempio la mandata è impostata molto bassa tipo a 55°-60° il che ti fa distribuire poco calore in quanto una simile regolazione può andar bene per una accensine che dura tutto il giorno..devi darci altre notizie se vuoi altre risposte

Link to comment
Share on other sites

[Mi viene da pensare che hai impianto a termosifoni e per esempio la mandata è impostata molto bassa tipo a 55°-60°]

si ho un impianto a termosifoni e con la manopola della caldaia impostata a 4 ho una temperatura di mandata acqua ai termosifoni a 60° almeno questo dice il manometro della caldaia però la manopola della regolazione temperatura acqua riscaldamenti della caldaia va da un minimo di 1 ad un massimo di 6 io l'ho posizionata a 4 e come gia detto comunque con un accensione dalle 16 alle 22 la temperatura interna della casa si alza al massimo di 2 gradi.ho provato a metterla in posizione 6 (max) ma non ho raggiunto temperature interne più alte e per questo l'ho riposizionata a 4.A cosa è dovuto? forse i termosifoni sono sottodimensionati? che mi dite? e soprattutto conviene lasciare la manopola caldaia al max oppure no? e se si perchè.Grazie

Link to comment
Share on other sites

cirillocuriosone

Ciao a tutti volevo porre un quesito che forse risulterà strano:In base alla legge le case non devono superare i 20 gradi di temperatura ma io in casa ho una temperatura costante di 19,5 gradi senza accendere i termosifoni e ho programmato il cronotermostato ad una temperatura di 23 gradi perchè al di sotto mi ghiaccio.Sono un caso particolare o c'è qualcuno come me?Voi che fate rispettate la legge oppure? inoltre volevo chiedere anche un'altra cosa Spesso quando fuori fa molto freddo la temper.interna senza riscaldamenti è sempre 19° e tenendo accesi i riscaldamenti dalle 18 alle 22 riesco ad alzarla al massimo di 1,5° è una cosa normale che la caldaia scalda di meno se la temperatura esterna e più bassa.Ciao e grazie a chi vorrà rispondermi.

Non sono assolutamente un tecnico ma un tuo stesso problema l'ho risolto resettando il cronotermostato, mi dava una temperatura non attendibile.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Ho sentito spesso dell'inefficienza insita nel portare l'acqua ad alte

temperature, rispetto all'acqua mantenuta tiepida per più lungo tempo

Link to comment
Share on other sites

Ho nuovamente rifatto delle prove con vari termometri ed ho rilevato la stessa temperatura con +/- 0.4°C in varie zone della stanza, quindi secondo me non è questione di errore di lettura del termostato, ma effettivamente di una sensazione di freddo.

Oltretutto stavo pensando che 20°C è fresco d'estate e caldo d'inverno, quindi è relativo, e se i miei muri sono freddi, se quindi ho assorbimento da questi di calore, pur avendo una temperatura teoricamente confortevole, in inverno la sensazione è di freddo: per me gigierbullo, come del resto il sottoscritto, ha la fortuna di essere in un appartamento "caldo", ma di avere un pessimo isolamento con l'esterno.

Per quanto riguarda i termosifoni, molto probabilmente sono sotto le finestre, e quindi scalderanno molto bene i fiori sul davanzale (mia moglie ha dei bellissimi fiori per tutto l'inverno fuori dalla finestra) ma certamente meno le stanze. Se poi ci sono le tende, magari lunghe e magari anche chiuse, la stanza non si scalderà mai!

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Ciao a ttuti!Siguramente che per una temperatura di 19 grade in una ambiente con una temperatura minore esiste un sorgente di energia che riscalda la casa in contro e Propotum Mobile.Voi avette fortuna perche sono solo i pareti nel contato con ambiente esterno,Grazie anche da i vicini che ti riscaldano pavimento e sofito.Se tu hai fredo e un altra problema.Le gente non hano steso riferimento con teperatura di ambiente.I obesi non hano meno fredo da i magri,le done hano meno fredo nele gambe da i maschi,Un ubriaco non ha fredo mai,e una che nonmangia niente e sempre gelato,ma esistono anche anomalie di saluto,se siette persone con molto sudore nel gambe siguramente nel momente di sosta hai molto fredo.Non e ambiente che riscalda il corpo.La tem.di corpo e 37 grade e le gente usano varie materiali per fermare il scambiatura con ambiente.La temperatura nel pavimento e quasi 2 grade meno da la temperatura di un metro piu alto.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Anesti , hai ragione, ma io al mattino non sono tanto più magro della sera. Non stiamo parlando che quando io ho freddo un'altra persona ha caldo, stiamo parlando della senzazione di caldo e freddo che la stessa persona prova alla stessa temperatura, cosa che in teoria non dovrebbe esserci, ma che in realtà molti provano.

Io mi convinco sempre di più che è un fatto di assorbimento/cedimento del calore (non so se i termini sono giusti), comunque quando al mattino i muri, le finestre, i pavimenti, gli stessi mobili sono più freddi della temperatura ambiente, allora questi assorbono calore e quindi si ha la sensazione di freddo, mentre quando si è acceso per un po' di tempo il riscaldamento, allora questi si scaldano e cedono calore, dandoci una sensazione di caldo. Ovviamente stò parlando di sensazioni, non di freddo da congelare l'acqua o caldo da farla evaporare, ma di quella sensazione fastidiosa di "freddo" e quella confortevole di caldo.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Volutamente Anonimo

Ciao.

La sensazione di caldo o di freddo non e' dovuta esclusivamente dalla temperatura dell'aria, ma anche da: a) velocita' dell'aria b)temperatura radiante (esempio delle pareti) c) umidità dell'aria.

Se con google cerchi "fanger" o "temperatura media operante" troverai un bel po' di spunti.

Nel tuo caso, come aveva precedentemente suggerito qualcuno, e' probabile che tu ti trovi in questa condizione qui:

a) appartamenti adiacenti e/o sottostanti molto caldi.

B) calore che per dispersione riscalda leggermente il tuo appartamento e te lo mantiene a 19,5 °C

c) impianto che non parte

d) pareti in questo caso particolarmente fredde e quindi avendo una temperatura media radiante bassa avrai sensazione di freddo.

Tutto questo fatto salvo che tu non abbia un particolare metabolismo che ti rende particolarmente freddoloso.

saluti.

p.s. c'e' chi dice che siamo piu' sensibili alla temperatura radiante che non alla temperatura dell'aria

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...