Jump to content
PLC Forum


Caldaia Murale Rhoss Aurora Is20 - sostituzione membrana pressostato


sandrogiava
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Dovrei sostituire la membrana del pressostato della valvola 3 vie della caldaia in questione... visto il periodo invernale che mi sconsiglia di rimanere "a piedi" per giorni nel caso non dovessi riuscire a trovare nuove guarnizioni e O-ring vari (ho solo la nuova membrana), mi chiedevo se fosse fattibile la sostituzione in loco senza smontare tutta la valvola.

Qualcuno ha esperienza in merito? Considerato che il perno di comando è orizzontale e quindi la membrana verticale, eventuali piattelli/molle si riesce a a farli restare in sede al momento della richiusura?

Grazie per eventuali consigli :) .

Sandro

Link to comment
Share on other sites


Si può sostituire la membrana senza smontare la valvola, dovresti rimuovere il pannello laterale sinistro della caldaia.

I piattelli e l'alberino no, se vuoi revisionare il tutto dovresti smontare l'intera valvola e verrebbe un lavoro fatto bene

Se non chiedo molto hai il manuale uso e manutenzione in pdf della tua caldaia ?

Link to comment
Share on other sites

La revisione completa della valvola la rinvio a quest'estate (anche perché non riesco a trovare un kit di revisione :() ...

Ho il manuale cartaceo, ma non in pdf; lo potrei fare con calma, se ti serve...

La caldaia è incassata nei pensili della cucina, ma dovrei avere sufficiente spazio a SX; il problema sarà svitare le viti del pressostato, che hanno la testa a DX, dalla parte interna della caldaia...

Link to comment
Share on other sites

Certo ora mi ricordo le viti sono a destra, confondevo con la baxi, se riesci con un cacciavite a snodo , fai attenzione non puoi mettere forza, rischi di rovinare la testa ,se noti che le viti sono serrate bene, smonta tutta la valvola e fai prima.

Per il manuale se e difficile non ti preoccupare,

Per il kit della valvola se vai in un negozio di termo ricambi con la valvola, lo trovi quelle valvole non le usa solo la rhoss.

Ciao e buon lavoro.

Link to comment
Share on other sites

Ok, grazie. :thumb_yello:

Il manuale è in rete... se hai il mulo, questi giorni dovrebbe essere raggiungibile, altrimenti fammi sapere.

Saluti

Link to comment
Share on other sites

In passato ho beccato un virus che prima mi ha disinstallato l'antivirus e poi ho dovuto rifare un lavoraccio per recuperare i dati che avevo, il Mulo.........

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Caldaia rhoss aurora IS 20

Ciao a tutti, gentilmente riuscite ad inviarmi il manuale per la IS20 della rhoss perchè devo sostituire le membrane della valvola a 3 vie

Grazie

Spazzola

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
sandrogiava

Ho fatto la sostituzione... è necessario tirar giù l'intero gruppo, altrimenti è impossibile aprire il coperchio del pressostato... troppo poco spazio per lavorare. (si potrebbero sostituire le viti del coperchio, che sono a testa con impronta a taglio, con dei bulloncini a testa esagonale, magari la prossima volta si riesce ad aprire senza smontare)

Nota per chi non è del mestiere (come me) e non ha O-ring di ricambio di misure usate su caldaie (è preferibile cambiare tutte quelle che nello smontaggio del gruppo sono state "disturbate"):

quelle dello scambiatore sono circa da 3/4" e in ferramenta le ho trovate subito, quella del tubo posteriore di bypass del circuito riscaldamento ha spessore 2 mm e diametro 16int-18est ed è stato difficile trovarla...

IMGP3067.jpg

IMGP3070.jpg

Link to comment
Share on other sites

Non ci sono due viti per smontare il gruppo membrana e isolarlo dalla 3 vie sulla is20 aurora?

Vedi che si sfila senza smontare il gruppo non e possibile altrimenti il piattello e molletta sulla mandata come lo sfili?

Link to comment
Share on other sites

Sbaglio ma mi sembra il gruppo che montano le ariston/mts; infatti dovrebbe avere 2 viti piccole che allentate permette di smontare il gruppo sanitario dal gruppo 3 vie

Link to comment
Share on other sites

sandrogiava

In effetti le due viti per separare il piattello dal corpo della valvola ci sono, ma mi sembrava peggio sfilare l'alberino della valvola (non sono sicuro che ci fosse lo spazio sulla sinistra per tirarlo fuori) che non tirar giù tutto il blocco, non volendo al momento revisionarla nel suo insieme...

Link to comment
Share on other sites

No non è come pensi di solito si svitano le due viti con cacciavite nano e si tira fuori il gruppo membrana è facilissimo poi sostituire la membrana, fare il lavoraccio di smontare anche la 3 vie non vale la pena, poi l'alberino con piattello e molletta sono dentro la tre vie e bisogna smontare il raccordo dove sono ubicate le due viti del bloccaggio.

Tutto questo ti può servire per la prossima volta, oppure quando la valvola trafila e devi cambiare il piattello molletta alberino, che è tutto un pezzo. Ciao

Link to comment
Share on other sites

  • 9 months later...

Caldaia rhoss aurora IS 20

Ciao a tutti, gentilmente riuscite ad inviarmi il manuale per la IS20 della rhoss, la caldaia non parte più, presumo un problema sulla scheda CE2

Link to comment
Share on other sites

Troppo grande per allegarlo sul post te lo invio tramite email :thumb_yello:

Controlla tutti i consensi sonde prima di dire che è la scheda, il circolatore gira ?

Edited by Mimmo 59
Link to comment
Share on other sites

  • 7 months later...

[at]Mimmo59

Ciao Mimmo sono Federico un nuovo utente del blog! sto cercando disperatamente il manuale della Caldaia rhoss aurora IS 20 perchè devo ripararla non è che me lo potresti mandare per mail? ti ringrazio davvero tanto!

Link to comment
Share on other sites

Ho trovato questo manuale Rhoss dopo una lunga ricerca in rete.

In realtà stavo cercando il manuale di una vecchia Rhoss Sidera NXB del 1980. Una caldaia a basamento con serbatoio per accumulo di acqua sanitaria.

Il manuale è stato smarrito e non riesco a ritrovarlo.

Il problema che devo risolvere è il seguente.

Ci sono due termostati:

uno sul frontale con la semplice indicazione grafica MIN/MAX

uno interno con temperatura da 0 a 80.

Mi chiedevo quale fosse quello dell'acqua sanitaria e quale fosse quello del riscaldamento e se ci sono regolazioni ottimali consigliate.

Inoltre non riesco a rimediare ad un inconveniente: anche col termostato ambiente su OFF, quando la caldaia si accende per portare a temperatura l'acqua sanitaria, la pompa invia una certa quantità d'acqua di riscaldamento ai termosifoni.

Qualcuno mi sa aiutare?

Ho scritto alla Rhoss ma non ho ricevuto risposta.

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Sergio la Rhoss non risponde nemmeno ai manutentori, bisogna avere fortuna.

Comunque se ti registri al sito della Rhoss e mandi un email all'ufficio tecnico , forse ti mandano il manuale, la caldaia ha più di trenta anni, se il manuale in loro possesso è cartaceo, non credo si prendono la briga come il sottoscritto che lo ha scannerizzato.

Allora per distinguere il termostato caldaia da quello del bollitore è spemplice

Smonta il pannello seguendo il filo in rame nudo che parte dal termostato, quello che va al bollitore è quello di precedenza o sanitario.

Quello che va nel corpo caldaia è quello del riscaldamento.

La regolazione consigliata e sui 70° il riscaldamento e 50 il bollitore all'incirca.

Il discorso che con termostato riscaldamento si riscaldano i termosifoni, bisogna verificare se la caldaia ha una deviatrice oppure ha un doppio circolatore. facci sapere un po.

Se non riesci mandaci un po di foto della caldaia.

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

ho fatto alcune verifiche:

- il termostato con l'indicazione dei gradi rileva la temperatura del serbatoio

- l'altro termostato (min/max) per esclusione rileva la temperatura dell'acqua di riscaldamento

Altre cose che ho notato:

- la pompa è unica; poco prima c'è una valvola elettrica che immagino serva per deviare l'acqua sanitaria o di riscaldamento.

- il temomentro sul frontale arriva quasi sempre a 80 gradi in barba alle regolazioni dei termostati

Da chiarire

- se c'è una valvola deviatrice prima della pompa, non ne dovrei trovare una anche dopo che consente di chiudere i due diversi circuiti di circolazione?

- perchè quando la caldaia porta a temperatura l'acqua sanitaria, per un breve momento si riscaldano anche i termosifoni?

- acqua sanitaria e acqua di riscaldamento utilizzano alternativamente lo stessa "serpentina" di riscaldamento? E' una cosa sana dal punto di vista dell'acqua sanitaria? Non si "contamina" con l'acqua di riscaldamento?

Allego alcune immagini:

due del frontale caldaia

011120111307070008ridim.th.jpg

011120111248310001ridim.th.jpg

valvola deviatrice

011120111252550002ridim.th.jpg

Link to comment
Share on other sites

Sono riuscito a fotografare anche l'uscita dell'acqua dal corpo caldaia.

E con mia sorpresa ho visto che non c'è nessun deviatore.

Ovvero l'acqua va dove c'è più depressione... Si spiega il motivo per cui durante il riscaldamento della sanitaria un po' d'acqua finisce nel circuito di riscaldamento che magari in quel momento per via del volume occupato dall'acqua può "ospitare" un po' dell'acqua sanitaria che viene riscaldata.

Sono nel giusto? Ma è ammissibile che i due circuiti non siano fisicamente separati?

Ecco l'immagine del tubo che esce dal corpo caldaia, la sonda di temperatura, poi un ramo torna nel boiler e uno va verso il circuito di riscaldamento

011120111859200002ridim.th.jpg

da un altro punto di vista

011120111915470004ridim.th.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Alessio Menditto locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...