Jump to content
PLC Forum


Una comune pompa centrifuga......


roberto1953
 Share

Recommended Posts

Mi procuro una pompa centrifuga con prevalenza di h1 metri alla sua portata d' acqua nominale.

Questa pompa fatta girare da un motore asincrono solleva l' acqua in un tubo fino aqll' altezza massima di h2 metri.

Il tubo prosegue raggiungendo l' altezza di h3 metri, data da h3=h1+h2, dove vi defluisce il bacino di una sorgente.

Domando così defluendo l' acqua in senso contrario ho realizzato un generatore e il contatore dell' enel girerà alla rovescia?

Di nuovo, buon anno nuovo.

Link to comment
Share on other sites


paolotronico

Con una pompa che gira al contrario, produrre energia elettrica, la vedo troppo semplice.......

Come ottieni i 220V? ed i 50Hz?

Il rotire è a magneti o bobine???

Senza contare la potenza intesa motrice che ti deve dare l'acqua........

Troppi dubbi.

Anche se, in verità, esistono dei generatori a turbina, idroelettrici che possono fungere anche da pompe. Ma questo è un'altro discorso.

Ciao wink.gif

Link to comment
Share on other sites

Il motore non gira al contrario, è l' acqua che defluisce al contrario accellerando il motore asincrono.

Un comune motore asincrono, di quelli con il rotore a gabbia per intenderci, se fatto girare più velocemente della sua velocità di sincronismo diventa un generatore. Segui le altre risposte

ciao.

Link to comment
Share on other sites

Adelino Rossi

Mi procuro una pompa centrifuga con prevalenza di h1 metri alla sua portata d' acqua nominale.

""Questa pompa fatta girare da un motore asincrono solleva l' acqua in un tubo fino aqll' altezza massima di h2 metri.""

Premesso che per capire meglio dovresti sostituire alle h dei numeri.

Se la pompa ha una prevalenza h1 non si capisce perchè dovrebbe arrivare a h2.

La prevalenza è legata alla progettazione e costruzione meccanica della pompa, al suo numero di giri nominale. Vedi allo scopo le curve dei costruttori delle pompe.

Il tubo prosegue raggiungendo l' altezza di h3 metri, data da h3=h1+h2, dove vi defluisce il bacino di una sorgente. La formula priva di numeri così com'è non appare chiara,

Se hai un tubo a colonna ad esempio alto 15 metri di cui h1 di 10 metri e che arriva a h3 cioè supponiamo 15metri. Dal basso hai una pompa che carica il tubo con prelievo da un serbatoio di base e flusso in salita fino a 10 metri. Se poi ti riempi i rimanenti 5 metri in alto con acqua non succede niente e non acceleri niente tantomeno nello stesso verso di rotazione. Nel tubo raggiungi una situazione di ecquilibrio tra la colonna mantenuta dalla pompa e colonna totale. Questo naturalmente usando pompe centrifughe monostadio. Una sorgente in alto non ha senso in quanto non c'è consumo d'acqua.

Link to comment
Share on other sites

Prima di continuare visti i tuoi dubbi ti invito a digitare su wikipedia.it

i seguenti argomenti:

-GENERATORE ASINCRONO

-TURBINA FRENCIS

-CENTRALE IDROELETTRICA

Io penso di aver fatto l' errore di alimentare la pompa da troppo in alto

forse basta sommare 10 metri all' altezza statica raggiunta dall' acqua della pompa, o comunque far si che dall' aspirazione furiesca tanta acqua quant' è la portata nominale della pompa.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Adelino Rossi

"""" Mi procuro una pompa centrifuga con prevalenza di h1 metri alla sua portata d' acqua nominale.

Questa pompa fatta girare da un motore asincrono solleva l' acqua in un tubo fino aqll' altezza massima di h2 metri.

Il tubo prosegue raggiungendo l' altezza di h3 metri, data da h3=h1+h2, dove vi defluisce il bacino di una sorgente.

Domando così defluendo l' acqua in senso contrario ho realizzato un generatore e il contatore dell' enel girerà alla rovescia? """

Opinione personale:

Tu non hai fatto un quesito chiaro dicendo:

Ho letto su wikipedia quanto sotto riportato e pongo un quesito, hai invece posto un quesito che appare come farina del tuo sacco. Tra l'altro, (riferendomi al primo post) dimostri di avere

poca conoscenza del funzionamento di una pompa, (non di una turbina).

E' frequente il caso di persone che si preparano a tavolino il tema consultando varie situazioni su wikipedia o su google poi estrapolano delle sutuazioni ad hoc e creano il caso come un quiz senza dire l'origine dei dati. Poi a sorpresa compare sistematicamente wikipedia. Personalmente ho il massimo rispetto di wikipedia che consulto solo quando cerco informazioni aggiuntive ad un argomento già definito. E' a mio parere un modo poco consono di approcciare un forum come plcforum.

Invece di indirizzare me su dei titoli generici invitandomi alla ricerca, fai tu un copia-incolla preciso delle frasi che dimostrano quanto dici nel post iniziale. Credo che sarebbe più semplice per tutti gli utenti del forum.

Nel tuo post iniziale che ri-evidenzio non nomini minimamente

-GENERATORE ASINCRONO

-TURBINA FRENCIS

-CENTRALE IDROELETTRICA

pertanto chi legge interpreta quello che legge.

Edited by Adelino Rossi
Link to comment
Share on other sites

Non sono certo che la pompa funzioni anche come turbina: non ho provato! era la mia domanda.

Mi sembrava invece che dubitassi quelle certezze.

Ma ora ti faccio io una domanda, avrai notato che una pompa centrifuga non è costruita diveramente da una turbina frencis (a parte i profili per il miglior rendimento) e se l' acqua vi circola in senso contrario quando la pompa sta girando fuoriuscendo dall' aspirazione con una pressione quasi nulla, la sua energia di caduta dov' è finita?

Ciao.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Adelino Rossi

Se gira significa che è collegata correttamente ad un motore poniamo trifase da 10Kw e fa girare le pale nel verso aspirazione>> mandata. Se fuoriesce acqua dall'aspirazione significa che la girante è sfondata e l'energia ipotetica non va da nessuna parte.

Link to comment
Share on other sites

La girante non è sfondata. Se alimento una pompa da un' altezza maggiore della sua prevalenza statica, mentre sta funzionando, la pompa non può fermare l' acqua, che così defluisce per forza dal suo condotto di aspirazione invece di entrarvi e dunque la differenza di energia non è immaginaria.

Allora cosa cambia nella misura di potenza tra prima e dopo questa operazione?

Se nessuno lo sà mettere in formule non ci resta che provare.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

paolotronico

Non riesco a capire una cosa.

Ipotiziamo che la suddetta pompa mi sollevi una colonna d'acqua pari a 3Mt, raggiungendo così la sua portata, in un tubo alto 6.

Cosa succede quando la colonna arriva a 3Mt.??? La pompa continua a girare ma non spinge più??

E quindi, se a questo punto io collego un serbatoio e inizio a riempire gli altri 3Mt, evidentemente la pressione della colonna d'acqua aumenta di più del doppio; a questo punto che succede?, l'acqua in eccesso esce da dove veniva aspirata??? E la pompa che fa???? se non può girare al contrario........ quindi???

Credo che comunque non possa nemmeno accelerare la velocità............ togliendo la forza meccanica al motore e farlo girare più velocemente.

Il mio ragionamento è giusto?? Oppure ho esagerato a capodanno??? biggrin.gif

Ciao wink.gif

Link to comment
Share on other sites

Quello che chiedi mi sembra già detto.

Ora rispondi te:

-Chiudendo la mandata di una pompa che sta funzionando come tale, il suo motore accellera o decellera.

-Quant' è la prevalenza massima di aspirazione di una qualsiasi pompa, e che rapporto c' è tra prevalenza di aspirazione e di mandata.

Se non rispondi a queste domande non hai esagerato a capodanno sei troppo a digiuno e purtroppo un pò bisogna studiare. Non fare come me che preferivo andare a caccia di "farfalline".

Però non mi pento....ciao.

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

ti dico che se il motore asincrono è un pò una schifezza, funziona meglio come generatore.

infatti risulta che il rotore a gabbia ha un magnetismo residuo che permette l'uso del motore come generatore.

l'inconveniente nasce dal fatto che non essendoci regolazione, ( non si può agire sulla potenza idraulica!!) l'energia elettrica prodotta deve essere totalmente dissipata, per cui se usi 1/4 della potenza nominale, 3/4 deve essere dissipata su resistenze.

comunque puoi sempre provare utilizzando 2 pompe in serie: una collegata come pompa e una come turbina (invertendo ingresso e uscita)

lampsss.

Link to comment
Share on other sites

Mi collego a quanto esposto da paolotronico. Al raggiungimento dei tre metri, la colonna d'acqua si ferma. Il motore che ovviamente è stato calcolato per le prestazioni della pompa, sta erogando in quel momento la massima potenza. Se tu intenzionalmente aggiungi acqua al tubo la maggior pressione che si creerà sulla mandata della pompa si ripercuoterà sulle prestazioni del motore il quale ovviamente cercherà di contrastarla aumentando la corrente assorbita oltre i suoi limiti. Conseguenza di ciò, se c'è un termico di protezione fermerà il motore, diversamente il motore si brucerà. In ogni caso la pompa non più legata al motore, invertirà il suo moto scaricando l'acqua e trascinando in rotazione in senso contrario anche il motore. Una girante di una pompa comunque come già scritto, è totamente diversa da una turbina.

Ciao e buon studio

Link to comment
Share on other sites

roberto1953

fanale e gufo2: mi togliete una curiosità, vorrei sapere da dove avete tratto quello che affermate.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Nella risposta che ti ho dato, non c'è niente di mio. Non sono uno scienzato e non serve esserlo per quesiti simili, è già tutto scritto.

Basta avere una buona conoscenza delle leggi che regolano l'elettrotecnica e l'idraulica. Tutto qui...

Con simpatia

Link to comment
Share on other sites

roberto1953

Aggiorno la discussioni alle vostre conclusioni se ho ben capito l' idea da cui il titolo, non funziona, a maggioranza di tutti i partecipanti.

Non ne farò pertanto altre inutili e complicate domande.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Questo tuo ultimo intervento, ti da atto di equilibrio di pensiero clap.gif Comunque le discussioni non sono mai inutili. Suppongo che soltanto coloro che si ritengono pozzi di sapienza non sentano il bisogno di dialogare rimanendo pertanto nella loro ignoranza e supponenza... worthy.gif

Spero di risentirti presto...con simpatia

Link to comment
Share on other sites

roberto1953

Nella discussione "Motore a materia neutra", il 5-11-2008 ho spedito una poesia, e ne riassumo a memoria una parte.

".... L' attore inconsapevole' il pubblico saluta:

- Inizia il suo monologo.

Abbiate pietà se vi deludo, altro ormai non sò più fare, l' ultimo atto è questo.

Le mie' idee, che ne sò io delle mie idee."

Ringrazio tutto il pubblico, e quella faccina che applaude... l' ammetto questa discussione come mie altre, è stata proprio distrutta dal contributo culturale di tutti gli intervenuti.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

roberto1953

Io sono un nonnetto che male arriva a fare le sue faccende, non ho più tempo credimi; speravo provasse qualcuno più giovane e che aveva quei mezzi li a disposizione. Se hai provato, tanto piacere, ma dammi i particolari, io sono sempre un pò curioso di sapere... Il consumo è aumentato o diminuito? e di quanto...

L' acqua che fuoriusciva dall' aspirazione che portata e velocità aveva? Qual' erano le altezze che hai provato? La pressione statica quella dinamica...I dati del motore..

Magari anche il disegno schematizzato della centrifuga con indicato il senso di rotazione. Poi ci mettiamo a discutere su quanto hai sperimentato. Qualcosa sarà successo, e quante cose da imparare... non è così che si fa quando facciamo una nuova esperienza?

Per migliorare e divulgare le nostre conoscenze, altrimento che senso avrebbe star qui tanto a discuterne?

Quoti solo me? Poi mi viene il complesso di sentirmi il più quotato (da quote) di tutti.

Ciao...

Link to comment
Share on other sites

roberto8303

io sono giovane si, e molto inesperto...ma non ho provato a fare quello che dici tu perche non funziona,

il titolo della discussione dice : Una comuna pompa centrifiga! una comune pompa centrifuga è alimentata da un motore e serve per pompare acqua il processo banale avviene con la trasformazione da energia elettrica ad energia meccanica con la rotazione della girante...ora non puo avvenire assolutamente il contrario con questa pompa che monta un motore asincrono neanche se la metti sotto la cascata del niagara! dry.gif

Link to comment
Share on other sites

Volutamente Anonimo

La tua applicazione si chiama PAT (Pump As Turbin) in italiano Pompa Come Turbina.

a) Di principio funziona, ma i rendimenti non sono eccezionali.

cool.gif di sicuro con un asincrono trifase funziona, con un monofase non saprei

c) Il dimensionamento e' abbastanza complesso, questo perche' quasi nessun costruttore ti da le curve di funzionamento come turbina.

d) se non ricordo male un sitema PAT ha un range piuttosto ridutto (tra prevalenza e portate) in cui puo' funzionare decentemente.

e) il contatore non gira alla rovescia, a questo punto diventi un autoproduttore e te la dovresti sbirugliare con l'enel/gse o non so chi altri per poter essere allacciato alla rete in modo conforme.

f) per ulteriori ricerche, prova su google con PAT oppure "pump as turbine"

Saluti

Link to comment
Share on other sites

roberto1953

Grazie.... grazie.. grazie. Magari riscrivilo anche un' altra volta...

Poi se produci energia e il contatore è sempre di quelli a rotella, andremo insieme a vedere da che parte gira, ( Alimentati da un gruppo di continuità e non dalla rete ENEL) anche se il motore asincrono è monofase. I rendimenti così non saranno da invidiare, ma volendo fare bene una piccola turbina, non sarebbe molto più costose che fare una comune pompa; ecco il succo.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...