Jump to content
PLC Forum


Orologio Digitale con Display 7 Segmenti - Aiuto per PCB


Recommended Posts

Salve a tutti, sono nuovo del forum ma soprattutto dell'elettronica.

Per hobby, ho gia realizzato qualche progetto con successo; ma ho avuto sempre a disposizione anche lo schema pcb; un giorno però,navigando, ho trovato schema elettrico e relativo file compilato per realizzare un semplicissimo orologio digitale.

Poichè a prima vista la realizzazione del pcb non mi è sembrata un impresa titanica, mi sono procurato tutto l'occorrente per realizzare fisicamente il progetto.

Grazie hai consigli ricevuti su un altro forum e documentandomi un po' su internet, ho cercato tramite Eagle e altri programmi di realizzare il circuito stampato, ma non ho avuto successo.

Insomma tutte queste parole per sapere se qualcuno poteva gentilmente realizzare lo schema per me; magari se a me risulta difficile per qualcuno pratico, non lo sarà..........almeno mi auguro.

Grazie infinite per la vostra attenzione!

P.S.

Il link del progetto è questo:

http://www.josepino.com/pic_projects/index.php?led_clock.jpc

Quello che vorrei realizzare io è il primo progetto; dispongo di un 16f84 e display ad anodo comune

Link to comment
Share on other sites


Niente?.......nessuno è disposto ad aiutarmi?

Mi farebbe piacere in ogni caso un intervento da parte di qualcuno, magari qualche link a qualche progetto completo anche di schema pcb........insomma, non vorrei farli andare sprecati questi display ed il pic.........dopo tutto il tempo che ci ho messo per trovarli.

Attendo fiducioso sad.gif

Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Ciao,

Se non riesci a produrre il pcb via software lo puoi sempre disegnare a mano.

Usi una millefori come dima per il pic, fai i tuoi buchini e poi con un pennarello indelebile qualsiasi disegni le piste, immergi in percloruroferrico fino a che l'incisione non è completa e....il gioco è fatto.

Altrimenti come pensi di trasferire il master sul pcb? Se usi la fotoincisione e le lastre presensibilizzate, puoi usare anche paint per un circuitino del genere. Stampi su astralon e poi fotoincidi.....Io col pennarellino sono andato avanti per anni, e nel caso di circuiti elementari, se non uso la millefori, lo uso ancora.

Esiste anche il metodo del ferro da stiro, ma quanto sopra è più semplice.

Edited by dott.cicala
Link to comment
Share on other sites

Mi fa molto piacere, che mi abbiate risposto.

Purtroppo, e ve lo dico nella massima sincerità, io di elettronica ne capisco poco poco poco......infatti quei pochi progetti che ho realizzato, non richiedevano chissà quali conoscenze, eccetto il fatto di dover incidere la basetta, montare i componenti e fare le saldature.

Ora, data la mia inesperienza, non so se la realizzazione del pcb di questo progetto è realmente complicata e richiede molte ore o sono i miei occhi da principiante che me la rendono tale.

Il problema quindi non è in che modo realizzare lo schema(Eagle, FidoCad o a mano)......il problema è proprio realizzarlo.

Quindi se per voi esperti è una cosa abbastanza semplice da fare io ve ne sarei davvero grato, se invece non è complicato solo ai mie occhi, ma lo è realmente; io non posso far altro che capirvi e ringraziarvi ugualmente!

Attendo vostre repliche, grazie ancora!

Link to comment
Share on other sites

Non sai che piacere mi faresti!........dopo tante "sciocchezze statiche"; sarebbe una bella soddisfazione veder realizzato qualcosa di veramente utile.

Ancora Grazie!

Edited by timeshift
Link to comment
Share on other sites

[at] mado.dom

Visto che ti sei reso disponibile(ancora grazie!), ti volevo dire che i display in mio possesso, oltre ad essere ad anodo comune, come già detto, sono del tipo con 5 contatti sopra e 5 sotto, e non di lato come spesso ho visto su internet.

Credo sia un informazione importante per la realizzazione dello schema, giusto?

Link to comment
Share on other sites

Sarebbero stati meglio gli altri display (è più facile parallellarli fra loro).

Vediamo se ci riesco anche con questi.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Guarda mi dispiace recarti altro fastidio, purtroppo in 4 diversi distributori di componenti elettronici, sono riuscito a trovare solo questi; purtroppo la realtà è che ci dobbiamo affidare per forza agli acquisti on-line, ma oltre al fastidio di aspettare il postino, non potevo pagare in spese di spedizioni più di quanto costasse la merce.

Link to comment
Share on other sites

A proposito di display; come già detto quelli in mio possesso sono ad anodo comune, ma questo perchè me lo ha detto il venditore, ma anche per il futuro, come faccio a distinguere quelli ad anodo da quelli a catodo comune?

Ultima cosa, come posso "accenderli" per verificarne il funzionamento?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Questi sono i collegamenti per il proggetto.

Questo è il circuito stampato

Stampato lato rame

Questa è la vista lato componenti

Stampato lato componenti

Se sai usare un tester puoi vedere se il display è ad anodo comune mettendo il puntale rosso sul piedino dell'anodo (piedino centrale comune agli altri) e misurando la conduttività con gli altri terminali del display.

Quando fai la misura, le barrette del display dovranno accendersi, anche se in modo fioco, ad una ad una.

Se è a catodo comune, dovrai mettere sul piedino centrale il puntale nero.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Io davvero non so come ringraziarti, non solo grazie al tuo lavoro, potrò finalmente togliermi lo "sfizio" dell'orologio; ma disponendo adesso del PCB, potrò, grazie al confronto con lo schema elettrico, riuscire a capire qualcosa in più.

Inutile dirti che appena lo realizzerò(tempo permettendo) te lo farò sapere subito, magari postando anche una foto del progetto completo.

Infinitamente GRAZIE!!!!! worthy.gif

Link to comment
Share on other sites

Come da tuo consiglio, ho cercato tramite tester di far illuminare un segmento del display, ma non ci sono riuscito, poi ho provato ad alimentarlo con due stilo; è qui che ho avuto una brutta sorpresa........il display funzionano correttamente, ma a differenza di quello che mi aveva detto il venditore, non sono ad anodo comune!........e adesso? Lo schema che mi hai realizzato lo posso ancora usare con questi display(invertendo polarità), o devo per forza trovarne altri a catodo comune?

La domanda è chiaramente rivolta a tutti, grazie.

P.S.

Giusto a titolo informativo, i display sono questi (Pagina 4, Modello R05011)

http://www.greegoo.com/led-display/images/led-display.pdf

Link to comment
Share on other sites

Lo stampato e' valido anche per i display a catodo comune (hanno la stessa piedinatura) ma lo schema richiede espressamente quelli ad anodo comune.

Mi dispiace ma sei costretto a procurarteli.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Puo' essere che programmando diversamente la PIC si potrebbe usare anche il display in tuo possesso, ma francamente non so farlo.

Link to comment
Share on other sites

Non dispiacerti, hai fatto fin troppo, purtroppo questo succede a non essere preparati, alla fine ti "imbrogliano" sempre...... sad.gif

Comunque, leggendo nel dettaglio sul sito dove è presente lo schema; c'è scritto:

"Pin 3 defines the display type. If you will use common cathode display, connect to negative. For common anode, connect to positive".

A leggerla così, non sembrerebbe una cosa così complicata, cosa mi sfugge?

C'è forse ancora una speranza smile.gif ?

Link to comment
Share on other sites

I display a catodo comune devono avere il terminale comune (catodo) collegato al negativo e si accenderanno i vari led delle barrette mandando una tensione positiva agli anodi.

Nei display ad anodo comune, viceversa, devi collegare l'anodo al positivo e accendere i led con una tensione negativa ai catodi.

Purtroppo in questo progetto e' usata una configurazione mutiplexata.

Questa configurazione serve ad usare il minor numero di collegamenti possibile.

Per pilotare 4 display in modo semplice dovresti usare 9 collegamenti (7 segmenti + punto + anodo/catodo) per display per un totale di 36 collegamenti (4*9=36).

Nella configurazione multiplexata si mettono 8 piedini (7 segmenti + punto) in parallelo tra loro (a+a+a+a, b+b+b+b, c+c+c+c, .......) e i catodi/anodi dei singoli display sono comandati da un circuito di pilotaggio.

In questo modo dovrai usare solo 8+4=12 collegamenti.

In pratica i 4 display si accenderanno in modo sequenziale uno alla volta (1>2>3>4>1>2>3>4>....) per un tempo minimo (parecchie volte al secondo). Ogni display avra' accese le stanghette che lo interessano in modo sequenziale quando e' interessato.

In questo modo ottieni 2 risultati:

- il circuito diventa piu' semplice (pochi collegamenti)

- il circuito assorbe una quantita' minore di corrente (in questo caso 1/4).

Purtroppo questo tipo di circuito non è facile da modificare.

Spero di non essere stato complicato (non e' facile da spiegare in poche parole).

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Sei stato chiaro ed esaustivo.

Forse è stato l'autore dello schema a farla troppo semplice(Pin 3 defines the display type. If you will use common cathode display, connect to negative. For common anode, connect to positive) e poichè io non sono un esperto, mi ero illuso per un attimo.

Beh, mi auguro solo di trovare al più presto i display giusti, sperando anche di trovarli con la piedinatura adatta al tuo pcb.

Grazie ancora, e scusami se ogni tanto ti scoccio con le mie domande.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...