Jump to content
PLC Forum

Jago

Trucco Per Pcb "più Serie" - Forse non tutti sanno che...

Recommended Posts

Jago

Volevo condividere un trucchetto per rendere le vostre PCB fatte in casa più "professionali", valido per gli hobbisti che come me usano EAGLE e il caro ferro da stiro (i risultati non mi hanno mai deluso per ora).

Ho provato a "stirare" la posizione dei componenti e il loro numero per facilitarne il loro piazzamento, ma soprattutto identificare immediatamente e in maniera inequivocabile l'orientamento di diodi, elettrolitici e morsettiere multiple (quante volte ho dovuto ribaltare il tutto per vedere i caratteri in rame sul lato saldature.

Basta semplicemente riprodurre a specchio solo i layer "Dimension" "tPlace" "tNames" sullo stesso foglio EPSON su cui stampate la PCB rame.

La procedura che ho seguito è questa:

1 Stiratura PCB lato rame. Distacco in acqua tiepida.

2 Incisione percloruro ferrico

3 Foratura per componenti

4 Pulitura con trielina lato rame (importante) del toner sulle piste

5 Pulizia con alcool (io uso quello isopropilico) lato vetronite

6 Stiratura sul lato vetronite dei componenti (originale a specchio) e distacco in acqua...

e voilà! Semplice ed efficace, basta predisporre gli originali su un unico foglio epson al momento della stampata laser. In più potete aggiungere tutte le scritte che volete e che vi serviranno al momento dei cablaggi...

http://web.tiscali.it/typeandtype/DSC_0126.JPG

http://web.tiscali.it/typeandtype/DSC_0130.JPG

Spero di essere stato d'aiuto.... bye

Link to post
Share on other sites

Nikiki

Ciao Jago,

che cosa intendi per:

... usi la carta epson nella stampante laser?

Link to post
Share on other sites
Jago

Esattamente Nikiki, uso i fogli A4 di carta EPSON per getto d'inchiostro (mod. Photo Quality Ink Jet Paper 102 g/mq) nella Laser. Questo tipo di carta ha un trattamento superficiale con una sorta di polverina compatta (probabilmente per meglio assorbire il liquido dell'inchiostro) che fa si che il toner fuso vi aderisca solo parzialmente per preferire un ancoraggio al rame in fase di distacco. La laser non ne soffrirà per qualche foglio ogni tanto, a meno che tu non sia in "produzione industriale" :-)

Link to post
Share on other sites
Lancillotto.

Eagle forse non serve nemmeno, avete mai provato a stirare direttamente la stampa laser o fotocopia sul pcb vergine ?? wink.gif

Edited by Lancillotto.
Link to post
Share on other sites
Nikiki

Io non ho mai sperimentato la tecnica dello "stiro", ho sempre usato la fotoincisione, ma devo ammettere che mi ha sempre affascinato e mi sono promesso di provarla. Avevo sentito parlare dei fogli blu, avevo sentito parlare della cara da forno, ma è la prima volta che leggo della carta per ink-jet, ecco perchè ho voluto la tua conferma.

Quello che mi preoccupa pero, è che una volta ho visto un rullo fusore di una stampante praticamente da buttare perchè il proprietario ci aveva infilato una carta fotografica... non vorrei che il mio rullo facesse la stessa fine, anche perchè la mia non è una stampante economica smile.gif

Link to post
Share on other sites
lelerelele

condivido le preoccupazioni riguardo alla carta da foto, messa nella laser che scalda parecchio per fissare il toner, può capitare proprio che si incolli sul rullo, e poi sono caz..

anche i produttori delle laser sconsigliano vivamente di usare carte patinate sulla laser!

io ho provato con la carta delle etichette, per laser, che si trova comunemente in negozio, asportando la parte adesiva e stampando sulla pellicola sotto, dove era attaccata l'etichetta, è un supporto molto liscio, il toner si attacca poco se freghi con un dito si stacca, ed è apposta per laser. ho fatto qualche prova ed il risultato è incoraggiante.

ho provato la carta da forno ma non è all'altezza.

comunque Jago complimenti per il risultato!

Link to post
Share on other sites
Lancillotto.
Nikiki+23/09/2010, 02:12--> (Nikiki @ 23/09/2010, 02:12)

Nemmeno io, ma un caro amico mi ha fatto vedere ottimi lavori di piccole serie usando direttamente il toner sul pcb, ovviamente dopo avere stampato il "mirror" su carta normale con stampante laser e trasferendolo in seguito con il solito sistema

Link to post
Share on other sites
Jago

Vi confermo che con la carta EPSON per getto di inchiostro non si rischia alcuna fusione strana, non è politenata, non è plastificata e non si altera alle temperature del rullo fusore. Con un po' di esperienza la tecnica dello "stiro" mi ha consentito in questi anni di produrre decine di PCB, anche le più carognose... si può facilmente transitare con una pista da 0,5 mm fra i piedini degli integrati. Vi posterò presto qualche foto di risultati ottenuti.

Bye

Link to post
Share on other sites
gyc
Jago+19/04/2010, 08:57--> (Jago @ 19/04/2010, 08:57)

Eccellente idea.

Anche a me mancava la "serigrafia"...

E non mi era mai venuto in mente di farla in un modo così semplice... e ovvio, dopo che senti l'idea!...

Grazie!

Link to post
Share on other sites
pittiro

buongiorno

riguardo il tuo post su la serigrafia dei pcb sono rimasto affascinato dal utilizzo della carta fotografica nella laser

volevo chiedere a nikki la possibilità di dirmi il codice epson della carta da te utilizzata

grazie

Link to post
Share on other sites
Jago

Ciao a tutti, io utilizzo normalmente la EPSON A4 100 fogli 102g/m² cod.

(C13S041061). E' una comune ed economica carta a 720dpi opaca.

Ho provato con carte simili di altre aziende, ma questa mi sembra la più efficace nel trasferimento e soprattutto nel distaccamento e "macerazione" della fibra durante il distacco in acqua. Le tracce sono precise. Non bisogna sottovalutare la quantità di toner che si trasferisce durante la fase stampa nella laser. Meglio abbondare ;-) la copertura deve essere totale e uniforme. Bye

Link to post
Share on other sites
pittiro

ciao jago

ho trovato la epson photo quality glossy paper da 140 g/m2 cod s041126

secondo la tua esperienza puo andar bene saluti

Link to post
Share on other sites
Jago

Mi sembra di averla usata tempo fa con buoni risultati. Ci mette un po' ad imbibirsi d'acqua ma il distacco rimane efficace a patto che il rame sia perfettamente sgrassato a dovere. Anche una passata di VIM polvere (quello di vostra moglie o mamma...) non fa male anzi... rende la superficie leggermente scabra e perfettamente sgrassata.

Link to post
Share on other sites
MusicIsLife

Mi interessa molto questa tecnica. Ho da poco realizzato il mio primo bromografo con tubi UV-A per dedicarmi alla fotoincisione, ma la parte di serigrafia è sempre stato un bel problema. Dover continuamente guardare lo schema mentre monto i componenti è una palla!

Vorrei conoscere meglio questo metodo.

Praticamente dovrei stampare sul foglio di carta fotografica EPSON, lato lucido, il master a rovescio dotato solamente di layer dei componenti e scritte varie che voglio che compaiano sulla serigrafia. Dopo aver fatto la fotoincisione dal lato rame e aver stampato questo foglio dovrei posizionare il master stampato sul foglio (a rovescio) a contatto con il lato in vetronite e poi passare su il ferro da stiro? Ma per quanti minuti? A che temperatura? Va passato sull'intera superficie come se stessi "stirando" o va semplicemente appoggiata la piastra al foglio della stampante?

Poi, una volta che il tempo necessario è passato immagino che il foglio sia incollato alla vetronite, giusto? A questo punto come faccio il distacco in acqua tiepida? A che temperatura questa?

Altre questione: io ho una stampante a getto di inchiostro e, purtroppo, non una laser. Posso stampare il master a rovescio ad alta risoluzione (anche oltre 1200dpi) e poi fotocopiarlo su carta fotografica EPSON con una fotocopiatrice?

Scusate le 1000 domande!

Link to post
Share on other sites
Jago

CIao MusicIsLife, il procedimento è semplice e non ci sono nè tempi nè temperature precise perchè le variabili sono talmente tante che solo l'esperienza coi propri materiali può dare vere indicazioni.

Voglio ribadire che la carta EPSON non è quella lucida (fotografica) ma quella per InkJet. Non ho idea se puoi fare fotocopie con questa carta (per questo la laser è utile). Il toner dovrebbe essere uguale, ma se chi ti produce la fotocopia usa carta comune sei punto e a capo.

Il procedimento che hai riassunto è corretto. Il ferro deve essere alla massima temperatura (senza vapore) e il movimento è uguale alla stiratura di un fazzoletto (una ventina di secondi...). L'acqua per il distacco è meglio calda per accelerare la macerazione della fibra di cellulosa. bye

Link to post
Share on other sites
MusicIsLife

La fotocopiatrice è a disposizione in un luogo a cui posso accedere. Posso quindi caricare la carta nel cassetto e farla stampare sulla carta che voglio io.

Ma praticamente la carta che usi tu è all'incirca carta normale (risme da 500fogli) solo che è un pò più spessa ed opaca, giusto?

Link to post
Share on other sites
Jago
Jago+22/09/2010, 08:41--> (Jago @ 22/09/2010, 08:41)

NO, non è carta normale. Lo ripeto, è carta per Getto d'inchiostro MATTE (opaca e non lucida) come ho descritto all'inizio della discussione. Ho riportato anche il codice EPSON di quella che uso io. La carta comune non ha il trattamento superficiale necessario.

Link to post
Share on other sites
frasenatrore

scusate in un altra discussione mi anno detto che è posibile anche su carta adesiva

nel lato postriore è vero?

posso fare lo stesso procedimento?

ciao grz (=grazie)

p.s complimenti per l'idea

Edited by Livio Migliaresi
Link to post
Share on other sites
pittiro

buona sera

volevo chiedere a jago se utilizza qualche tipo di impostazione nella stampante, vengo al dunque, ho utilizzato la carta epson però quella glossy i risultati non erano niente male solo qualche pista sottile non aderiva al pcb allora mi sono deciso ad acquistare quella che usa jago (C13S041061) i risultati pessimi il toner resta ancorato saldamente al foglio e si trasferisce solo in parte sul pcb ho effettuato diverse prove dallo sgrassamento del pcb a varie impostazione di stampa ma il risultato sempre pessimo.

quindi jago scusa se chiedo sempre tuoi lumi, dove sbaglio?

saluti

Link to post
Share on other sites
Jago

Ciao, putroppo come dicevo, le variabili che possono influire sono diverse... Se hai la possibilità di settare il chiaro/scuro della stampa metti su massimo scuro così il toner sarà maggiore. Le fasi più delicate sono 2: lo stiraggio e il distacco.

Nello stiraggio, ferro molto caldo e basetta perfettamente sgrassata col VIM in polvere. Attenzione consiglio di lasciare qualche millimetro (almeno 5) tra la fine del lavoro (Disegno PCB) e il bordo rame, di modo che le piste non si trovino nei pressi del taglio (e la parte che generalmente non viene stirata bene, a volte a causa della bava del metallo). Ritagliare dopo l'incisione l'eventuale eccesso di vetronite.

Dopo l'immersione in acqua calda (più sta e meglio è) la carta deve essere distaccata quando appare quasi macera. Io infatti dopo il distacco (delicato) ho ancora uno strato uniforme di cellulosa finissima che ricopre l'intera basetta. Questo strato lo elimino semplicemente sfregando col dito pollice come una gomma da cancellare (in effetti si formano tutti quei gommini simili a quelli prodotti da una gomma vera!)

Le piste ben fatte appariranno grigie (una volta asciutte) a testimoniare il fatto che le fibre di cellulosa sono ancora ben salde allo strato di toner sul rame e che l'intero quantitativo dello stesso ha aderito al metallo.

Importantissima la fase di sgrassaggio/irruvidimento del rame prima della stiratura.

Non ci crederai finchè non provi... la cosa più difficile è trasferire aree grandi (tipo le masse) piuttosto le piste fini e le piazzole dei componenti. Il toner nelle vaste aree tende a maculare e quindi consiglio prima dell'incisione una bella ripassata col pennarello indelebile o addirittura mascherare con nastro adesivo.

Bye

Link to post
Share on other sites
nope

Io sto provando una carta extra lucida per laser marchiata Eurocard 140g/m comprata in una fiera dell' elettronica e funziona bene.

Devo pero' usare la cartuccia toner originale HP perche' se uso altre compatibili il trasferimento e' ridotto perche' mi hanno detto che nel toner HP ci sono alcuni tipi di resine non usate da altri.

Sulle superfici larghe bisogna controllare effettivamente perche' spesso il toner non si attacca dappertutto e soprattutto prima di appoggiare la carta preriscaldo la basetta ramata (occhio perche' appena si appoggia si attacca)

Link to post
Share on other sites
Jago

Ciao a tutti, ho trovato una nuova carta molto economica ma dà ottimi risultati al pari (e forse migliori...) della carta EPSON. Ai grandi magazzini AUCHAN ho trovato una carta prodotta per AUCHAN stessa: si chiama Selecline inkjet PHOTO PAPER. E Matte (quindi opaca) da 128 g/mq in pacchi da 100 fogli e in formato A4. Il costo è ridicolo, ma il suo trattamento superficiale è perfetto per il sistema stira e ammira. Con questi 100 fogli sono a posto per un po'!!!!

bye

Edited by Jago
Link to post
Share on other sites
fabios71200

Ciao

Ho usato la carta epson invece dei soliti fogli acquistati in rete, e và decisamente meglio.

Solo non riesco a capire bene il tempo per la stiratura, mi è capitato che alcune piste larghe non si attacchino bene sul rame.

Tu per quanti secondi tieni il ferro sopra la pcb?

Effettui una preriscaldatura del rame?

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...