Jump to content
PLC Forum

WebRunner

Amperometro Ac O Dc? - aiuto per riconoscerlo..

Recommended Posts

WebRunner

Salve a tutti, mi trovo in difficoltà a riconoscere un milliamperometro che mi viene proposto.

Non riesco ad avere la certezza che sia per correnti continue o per correnti alternate..

Ho allegato l'immagine.. Se qualcuno vuole gliela mando per email.

qualcuno che può aiutarmi.. Grazie!

Link to post
Share on other sites

bellcar

La foto non e' chiarissima, ma visto che e' un milliamperometro a zero centrale e' per forza in DC.

Saluti bellcar

Link to post
Share on other sites
WebRunner

Beh si, me lo hanno confermato anche altri..

Riuscirò mai a trovare un milliamperometro in alternata?! :(

Link to post
Share on other sites
domenico

Metti un bel ponte raddrizzatore e diventa un milliamperometro in alternata .

Link to post
Share on other sites
WebRunner

Mah, ci avevo pensato anche io a dire la verità..ma la precisione dello strumento rimale tale, o si perde qualcosa nel passaggio?

Link to post
Share on other sites
domenico

Non dovrebbe restare tale . Mi viene in mente la scala di un tester analogico ,per esempio un ICE 680 ,la scala della tensione alternata e' sfalsata rispetto a quella della continua .Pero' adesso non riesco a trovare una spiegazione valida , sicuramente e' da considerare la caduta di tensione sui diodi del raddrizzatore .

Aspettiamo qualche esperto in elettrotecnica , ciao

Link to post
Share on other sites
duomi78

se non sbaglio dei milliamperometri come dici tu sono costituiti da un toroide in cui fai passare il filo (nel buco della ciambella) in cui scorre la corrente. Il toroide è sensibile alle variazioni di campo ecc ma sono strumenti molto costosi e non so quanto reperibili nei normali laboratori. Per quanto riguarda il discorso di come si falsa la misura con il ponte ti serve conoscere certe caratteristiche dei diodi per eliminare gli errori e minimizzare le incertezze. Inoltre se ti può aiutare guarda o chiedi come funzionano elettromeccanicamente gli amperometri: da alternata a continua cosa cambia? (Ora scusa ma ho rimosso quella parte di teoria e non riesco a ritrovarla)

Link to post
Share on other sites
LB81

Una piccola differenza c'è.

Se per esempio si alimenta un ponte di diodi con una tensione di 230V a.c. (valore efficace), si ottiene all'uscita una tensione di valore medio 207,07V; non è proprio corrente continua ma quasi.

Ciao. :)

Edited by LB81
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...