Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
ilmotoredel2000

Ldmicro - Programmare i PIC in LADDER!

Recommended Posts

ilmotoredel2000

Certo, non ne verrà fuori un PLC, ma per piccoli automatismi o semplici temporizzazioni...

LDMICRO

Cosa ve ne pare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Livio Orsini

Forse non ha utilità pratica ma è un bell'esercizio su come si sviluppa un'interaccia semplificata per programmare microcontrollori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilmotoredel2000

Perché no? Con pochi euro, un modesto ludipipo e qualche saldatura, si può rimpiazzare in molte semplici applicazioni i costosi LOGO! etc.

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

Livio ......

sei scoraggiante

:(:(:(

Io sto preparando un controllore per comunicazioni seriali .

In questi giorni sto implementando il modbus ed ho gia implementato le

funzioni principali sul pc e sull'fpga con cpu a 32 bit

Piu avanti saranno due cpu incorporate a lavorare , una dedicata alla comunicazione

e l'altra all'automazione .

Con degli studi ben fatti sulla separazione galvanica delle masse , la distribuzione dei segnali

un bel pcb si puo tirar fuori un bel aggeggio .

Per i remote I/O sto pensando a dei pic in RS485 o Can open

E chiaro che ci vogliono persone con esperienza nel campo della realizzazioni dei pcb ed affini

ma non credo che sia impossibile ne tantomeno inferiore ad una cpu s7-400

L'ultima macchina fatta in india aveva una cpu S7-400 e 4 schede FM 453 (12 assi) per comandare

12 stepper motors, con una miriade di problemi che non ti dico

Aggiungi 2 pannelli simatic , licenze ect e viene fuori un'automazione che costa 40 mila euro

fissi di hw.

Il costo dello sviluppo custom embedded considerando che alla fine quando ne hai fatte 2 di macchine hai gia guadagnato il doppio .

Con 200 euro si prende il chip profibus che tramite dual memory porta l'embedded in rete .

I pannelli si fanno con una libreria che gestisce direttamente la VGA .

Certo c'e' da lavorare e non poco , ma vuoi mettere la soddisfazione e la resa in termini di performances .

Altro che plc e awl

Il pcb fatto bene e le prove magnetiche e tutto quello che vuoi si fanno , basta pagare , e basta avere

il budget .Niente budget niente custom , ma non e' impossibile .

Secondo me l'idea di fare dei controllorini basati su pic e' buona , certo poi se vuoi venderli e

presentarli sicuri e' giusto quello che dici tu , ci vuole il grano .

Poi c'e 'il fatto che nel ns. paese non c'e' interesse ad aiutare chi fa qualcosa , far conoscere , collaborare e sviluppare .E allora si compra il logo o il micro scagazzato plc ridicolo che talvolta per scrivere due righe in ladder vengono le morroidi perfino .

Ci sono quelli della elsist per esempio che fanno controllori , pannelli , lcd , regalano i vari sw di programmazione .Sono economici , fatti in italia e molto meglio dei piu famosi commerciali pero poco conosciuti .Non so , ma la ricerca e sviluppo , aiutare o incentivare i giovani da noi non e' una politica

applicata .Sta di fatto che comunque ancora oggi un sacco di giovani se ne vanno dall'italia , per new york o altre destinazioni chissa come mai ?

Dopo anni del forum se eravamo un popolo do persone intelligente avevamo gia fatto decine di progetti online utili a tutti e anche commercializzati , di controllori , pannelli , scada ect

Invece siamo sempre qua a tirarci le badilate a vicenda senza concludere niente

ciao

walter

p.s. se un giovane ha un 'idea non dite mai che e' impossibile o difficile , ditegli almeno come carica morale che si puo fare con qualche motivazione valida .PEr chi e' giovane e' molto importante sentirsi dire certe cose .

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

sarebbe bello poter vedere i sorgenti del ladder per poterci sviluppare qualcosa sopra

Giusto per avere le basi su come muoversi nell'ambiente di sviluppo pc.

Qui c'e' qualcosa di buono

http://www.plcs.net/contents.shtml

Edited by walterword

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dario Valeri

ciao

c'e' anche un discorso di certificazioni, walter

di rispetto delle normative.

fare un cosa tanto per accendere 2 luci e' una cosa

fare qualcosa di certificato , che rispetti le norme e che

dia affidabilita' e' un altra.

per dare affidabilita' ci vogliono mesi di test e poi essere capaci

ci modificare cio' che si ha costruito (nessuno e' perfetto)

ciao

dario

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifachsoftware

Walter , vai avanti : all'inizio l'elettronica mi sembrava una cosa impossibile , poi piano piano , affiancati dalle persone giuste sono riuscito a realizzare cose che sembravano irrealizzabili , certificate , robuste che vanno che e' una meraviglia ...

Ti stai sbattendo con gli FPGA che sono il top nell'elettronica ; affiancato da un buon Hardwarista puoi fare cose egregie !

Ciao :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

io non ho mai mollato

Ormai i plc e l'automazione di grandi livelli mi sta rompendo e diventando sempre piu patetica.

La macchina in india e' un gioiello , e per le sue capacita e tecnologia applicata e' degna

di poter essere interpretata come applicazione embedded custom .

Sono solo due ditte al mondo che producono qualcosa del genere.

Una ditta americana ed una italiana , quest'ultima la migliore .

Non e' una tecnologia consociuta e fatta da chiunque nel mondo delle acciaierie ed affini .

La stessa cosa dicesi per i centratori che sono fatti da emg e fife .

Se li vuoi li compri chiusi con interfaccia profibus o can bus , seno ti attacchi .

Poi con i plc e i cn purtroppo si rischia di dare la possibilita di costruire e fare la macchina.

La meccanica non e' un problema, si guarda , poi hanno i piani e si fa

Anche l'automazione si fa , ma per arrivare a tanto ci voglion mesi e mesi

Alla seconda macchina siamo arrivati perfetti regolando da 12 celle di carico i 12 posizionamenti

al micron .

La linea di verniciatura con forni a infrarossi l'hanno interamente costruita in india , ci hanno messo 2 anni

ma l'hanno fatta.Potrebbero anche farsi l'automazione , ma sara dura , mai come regalargli i sorgenti

come vorrebbero fare gli italiani .

Quindi ripeto , come ho programmato reti di plc potenti , cn, cnc ,e tutto il resto , si faranno anche le certificazioni

Basta avere il cash giusto , neanche tanto , per pagare gente con le contropalle , per consigli e

ottimizzazioni per realizzare sistemi veramente affidabili e performanti , altro che plc e porcherie varie

che han sempre dei problemi , che pero vengono superati dal marchio .

Io non mollo e se riesco entro semrpe di piu nel mondo embedded .

ciao

walter

p.s. la certificazione dei lavori alla regoal dell'arte per gli impianti elettrici e distribuzioni non ce l'avevo

poi l'ho ottenuto e non ho mai sgarrato ne tantomeno avuto problemi di contestazioni

il mercato decide tutto , ci sono miliardi di apparecchiature elettroniche , tutte certificate , e allora?

Io non capisco cosa vi spaventa sempre per fare ogni cosa .

Da oggi ho iniziato il cantiere a casa mia , ho ordinato la piattaforma areea elettrica , le tegole , i listelli e tutto l'occorrente per rifare il tetto , e lo faccio io con l'aiuto di qualcun altro , non mi spaventa.

Nella vita bisogna studiare, capire le problematiche , approfondire le tecniche di risoluzione dei problemi , farsi il cu*o e poi tutto va a buon fine

B)

MAI MOLLARE !!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Walter non è per scoraggiare un giovane, ma nascondere le difficoltà non è dare una mano, è fare male!

Se si vogliona fare le cose seriamente, che funzionino sempre in ogni condizione secondo spegifiche industriali, le difficoltà ci sono, eccome se ci sono.

Se fai il giochino che accende due luci e una volta su cinque s'inceppa nessuno ha niente da dire. Se fai un prodotto, e lo vendi, e ogni tanto si blocca o non funziona correttamente o sei Bill Gates :lol: , o ti fanno un mazzo tanto e ti chiedono anche i danni.

Quindi pensare che basti mettere assieme un pic, quattro componenti, un programmatore un po'...abborracciato e un software per programmare in ladder e con questo accrocchio sostituire un PLC pensando di risparmiare ed avere le medesime prestazioni di robustezza e affidabilità è un'idea un poco ...ottimistica.

Che poi un sistema embedded permetta di ottenere ottime prestazioni e costi ridotti rispetto ad un PLC, specialmente su apparati ripetitivi, dovresti sapere che con me sfondi una porta che non esiste. Però certe cose bisogna saperle fare e, sopra a tutto, bisogna sapere quello che si deve fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

bravo boss !!!

:D:P:lol:

cosi ti voglio , riflessivo e dinamico

Personalmente posso dire che fare un plc con i pic non rientra nei miei interessi , e nemmeno

con un micro piu potente .

Fare concorrenza a decine di case che fanno gia plc non ha molto senso .

Certo che pero trovandosi in brasile o cina o india , dove esiste una crescita spropositata

qualcuno potrebbe mettersi a farli .

Certo con strutture , personale e fondi , tanti fondi .

Io sono per l'emeddeb custom , ma per custom intendo qualcosa che sia flessibile un po di piu rispetto

ad un custom che puo fare solo l'applicazione per il quale e' nato .

Intanto per iniziare fare delle schede I/O digitali e analogici non sarebbe male , in RS485 o can open .

Queste potrebbero benissimo essere utilizzate in progetti custom , o domotica o altro.

E' chiaro che nel progetto embedded dove c'e la necessita di gestire 2 assi con stepper motor , gli ingressi degli encoder, le celle di carico , il micro di zero , i micro di sicurezza saranno posti sulla scheda che ospita

le cpu .

Ma per esempio I/O del tipo pulsanti , fotocellule , micro di seconda importanza ,ed altro potrebbero

essere gestiti con schede I/O di serie .

Il fatto e' che sul mercato si dice che ci sia tutto , ma quello che serve non c'e' mai , o comunque costa caro e salato .

Quando vai in ferie boss , inizio luglio ?

ti do uno squillo a casa una sera di queste

ciao

walter

Edited by walterword

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Walter, io sono già in trasferta sulle spiagge del SUD. :D:lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
walterword

bravo boss !!!

goditela !!!

B)B)B)

io andro quest'inverno sulle spiaggie del nord - est (del brasile )

;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxigas

Se può essere utile, sull'ultimo numero della rivista Elettronica In è pubblicato un progetto di un plc per impiego in campo industriale che utilizza proprio un PIC16F876 ed LDMICRO.

Ciao. Max.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
....è pubblicato un progetto di un plc per impiego in campo industriale ....

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxigas
peccato che non ci sia nessun accenno al superamento dei test EMC si disturbi irradiati e condotti
Edited by maxigas

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...