Non sei registrato? Registrati subito cliccando QUI! E goditi tutte le funzionalita' del sito!


Vai al contenuto



Foto

Dichiarazione Di Conformitā Climatizzatori


  • Per cortesia connettiti per rispondere
11 risposte a questa discussione

#1 Anny

Anny

    Nuovo utente

  • Utenti PLC Forum
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 19 febbraio 2008 - 12:27

Buongiorno,
ho qualche dubbio sulle normative di riferimento relative agli impianti di climatizzazione. Parlando di impianti civili o commerciali č necessaria la dichiarazione di conformitā sia per la parte elettrica che per quella idraulica? se si, per la parte elettrica ci si riferisce alla 64/8 ma per la parte idraulica a che normativa si fa riferimento?

Spero che qualcuno mi possa essere d'aiuto.

Grazie mille
Anna


#2 Patrizio79

Patrizio79

    Utente con >60 post

  • Utenti PLC Forum +
  • StellettaStellettaStelletta
  • 85 messaggi

Inviato 19 febbraio 2008 - 15:25

Generalmente per degli "splittini" non č richiesta nessuna dichiarazione di conformitā, e non c'č (almeno per quello che so io) nessuna norma a livello Italino che ne regola l'installazione. ci sono a livello locale delle norme, dipende dalla tua provincia di residenza, ad esempio nella maggior parte delle cittā ci sono norme che limitano le installazioni nei centri storici. Oltre a questo dovresti preoccuparti anche delle regole condominiali, tutti vogliono stare freschi, ma a nessuno piacciono esteticamente le macchine esterne. Per concludere, valuta anche il buon senso del tuo istallatore, spesso vedo macchine montate sotto a delle finestre, con strapiombi di 15, 20 metri... le staffe sono certificate, ma se qualcosa va storto, da quell'altezza sai che tonfo... personalmente questo tipo di montaggi li sconsiglio anche per un discorso di comoditā in caso di assistenza, cara Anna, spero di esserti stato di aiuto

#3 FAROM

FAROM

    Utente con >800 post

  • Utenti PLC Forum +
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 954 messaggi

Inviato 19 febbraio 2008 - 15:34

Anche per gli "splittini" serve la dichiarazione di conformitā per il semplice fatto che l'impianto elettrico viene modificato (il cavetto difficilmente arriva alla presa per poter collegare la spina), sarebbe come installare una lavatrice o una lavastoviglie, ma solitamente, il cavetto con la spina non viene modificato prolungandolo ecc ecc , ciao.

#4 Anny

Anny

    Nuovo utente

  • Utenti PLC Forum
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 19 febbraio 2008 - 15:36

Grazie mille della risposta!
ma allora quali sono i limiti per cui bisogna considerare necessaria la dichiarazione ?
Gli stessi che hanno obbligo di progetto (40000 frigorie/h), in base a determinati edifici (a parte quelli che dicevi anche tu "regolamentati" dal comune/provincia per questioni storiche) o cos'altro?

Un'altro dubbio č: collegando il condizionatore non viene considerato come modifica / ampliamento dell'impianto elettrico?

Grazie ancora
Anna

#5 Patrizio79

Patrizio79

    Utente con >60 post

  • Utenti PLC Forum +
  • StellettaStellettaStelletta
  • 85 messaggi

Inviato 19 febbraio 2008 - 23:17

Se il cavo del tv color che ho nel soggiorno non arriva alla presa, per mettere una prolunga non č che richiedo il certificato di conformitā, se gli assorbimenti delle macchine fossero elevati, e la potenza del contatore insufficiente, potrebbe essere insufficiente anche la sezione dei fili

#6 ballnose

ballnose

    Utente con >400 post

  • Utenti PLC Forum +
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 585 messaggi

Inviato 20 febbraio 2008 - 22:08

In linea teorica per i piccoli split non č necessaria la dichiarazione di conformitā o quantomeno se occorre farla per richieste specifiche č sufficiente riferirsi come buona regola di installazione di aver seguito le indicazioni del costruttore. Ovviamente come giā detto negli altri post occorre non modificare niente dello split, neanche la spina che in quelli piccoli normalmente č in dotazione, eventualmente conviene installare una presa nelle vicinanze. ( Questi split della fascia residenziale, vengono considerati come elettrodomestici )
Altro discorso sono le macchine cosė dette della fascia Commerciale Normalmente devono essere installate con modifica dell'impianto elettrico per via delle potenze in gioco.

#7 Anny

Anny

    Nuovo utente

  • Utenti PLC Forum
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 21 febbraio 2008 - 15:38

ma allora ci si riferisce solo alla 64/8 relativamente alla parte elettrica e per quanto riguarda il gas non si specifica nulla?!

#8 FAROM

FAROM

    Utente con >800 post

  • Utenti PLC Forum +
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 954 messaggi

Inviato 21 febbraio 2008 - 15:47

Io direi la legge 46/90, anche se tu sei fermamente convinto che sia sufficiente la 64/8.

#9 Anny

Anny

    Nuovo utente

  • Utenti PLC Forum
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 21 febbraio 2008 - 16:14

Beh la 46/90 prevede il rilascio di una dichiarazione di conformitā per certificare che i lavori sono stati fatti a regola d'arte; la 64/8 riguarda specificatamente gli impianti elettrici di un certo dipo. O sbaglio?

#10 FAROM

FAROM

    Utente con >800 post

  • Utenti PLC Forum +
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 954 messaggi

Inviato 21 febbraio 2008 - 17:16

Questo č quanto scritto da te nel tuo primo intervento:

<<Buongiorno,
ho qualche dubbio sulle normative di riferimento relative agli impianti di climatizzazione. Parlando di impianti civili o commerciali č necessaria la dichiarazione di conformitā sia per la parte elettrica che per quella idraulica? se si, per la parte elettrica ci si riferisce alla 64/8 ma per la parte idraulica a che normativa si fa riferimento?

Spero che qualcuno mi possa essere d'aiuto.>>


E io ti ho dato una risposta, ora, se tu sei convinto che sia sufficiente la legge 64/8 era inutile porre la domanda, non trovi?




#11 Anny

Anny

    Nuovo utente

  • Utenti PLC Forum
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 21 febbraio 2008 - 17:30

Non mi sembra di avere imposto le mie idee, anzi, sto cercando di confrontarmi con voi chiedendovi chiarimenti. Per la parte elettrica diciamo che abbiamo chiarito e che si faccia riferimento alla 46/90. Ma rimane il quesito relativo alla parte idraulica/gas/tubazioni ecc... che mi dici in merito?


#12 nope

nope

    Utente con >150 post

  • Utenti PLC Forum +
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 349 messaggi

Inviato 21 febbraio 2008 - 19:19

Bisogna rilasciare il certificato di conformita' sia per la parte idraulica (L46/90 ed essere abilitati alla lettera C) che per quella elettrica se non si utilizza la sua spina originale.
Io scriverei nella norma di riferimento sul certificato solo la L46/90 per tutti e due i circuiti se e' stato prolungato solo il cavo, se invece hai fatto una linea nuova che arriva al quadro generale con tanto di protezione dedicata scrivi anche 64/8