Jump to content
PLC Forum

Claudia Cossu

Salvavita Che Scatta Ogni Tanto Da Un Anno!

Recommended Posts

Claudia Cossu
Buongiorno a tutti, siamo piuttosto disperati, e ormai da circa un anno che non riusciamo ad avere una soluzione alla problematica.
Vi spiego, cercando di riuscire a farvi capire...... vi prego , qualcuno ci aiuti!!!!!
Come dicevo,,,, ormai e da circa un anno ad oggi che in casa abbiamo questo problema, il salvavita ci scatta apparentemente senza motivo, ad orari e giorni sempre diversi, avvolte dopo un mese, avvolte un giorno si ed uno no, oppure anche due o tre volte al giorno, insomma non riusciamo a capirci niente, abbiamo chiesto l'intervento di un elettricista, ma spiegandogli la situazione, ci ha subito liquidato, dicendoci che se comunque si poteva riattivare e non staccava, non sarebbe stato in grado di capire dove poteva essere il problema!!!! Ma dico io .... e ora?
Il problema sembra si sia presentato dopo alcuni lavori fatti nell 'appartamento, sopratutto dopo che è stata montata la cucina e tutti i suoi elettrodomestici, anche se prima delle modifiche, non sappiamo esattamente se esisteva già , visto che non ci abitavamo.
Facciamo presente che sono state aggiunte prese all'impianto della cucina, ma tra tutti gli elettricisti a cui abbiamo chiesto, hanno smentito che ciò possa provocare questa problematica all'impianto, piuttosto hanno tutti parlato che di sicuro si tratta di qualche dispersione, oppure nel caso più grave, che ci sia qualche filo nei corrugati che si possa essere deteriorato causando appunto questa dispersione casuale.
Abbiamo già fatto innumerevoli prove, abbiamo staccato tutti gli elettrodomestici, per capire se poteva dipendere da quello, ma niente da fare il problema persiste. Abbiamo ricontrollato tutte le prese, nel caso qualche filo fosse stato fissato male, ora stiamo procedendo con lo scollegamento diretto dei fili dalla scatola di derivazione della cucina, isolando presa per presa, siamo partiti con il piano cottura, cappa, lavastoviglie, e faretti di illuminazione, ne mancano ancora molte, questa mattina, abbiamo avuto la bella sorpresa di trovare lo start e go abbassato, e questo sicuro non è un bel segno.
Non sappiamo più come intervenire, stà diventando un incubo
Presi dalla disperazione circa un me fà, abbiamo installato uno start e go della Biticino, però il problema non è affatto risolto.
Inoltre abbiamo appreso, che il quadro elettrico, non è stato suddiviso come dovrebbe, nel senso che non sono state separate le linee x i 16a e per i 10a, ci sono vari magnetotermici installati per ogni locale, però ad ognuno sono collegati sia le prese che le luci,
Comunque vi alleghiamo una foto, per farvi capire.
Secondo voi cosa potrebbe essere? Qualcuno può farci avere qualche consiglio?

post-201833-0-01212400-1383729031_thumb.

Link to post
Share on other sites

Riccy

Ciao Claudia, benvenuta nel forum!

Ti faccio una domanda che può sembrarti strana :P Abiti in una zona con vicine industrie?oppure in zone di aperta campagna?

Lo Stop&Go che hai montato l'hai trovato bloccato stamattina, ma negli scorsi giorni lavorava correttamente? Intendo...quando scattava il salvavita poi lo Stop&go riarmava correttamente la linea?

Link to post
Share on other sites
Riccy
Probabile che il differenziale non sia adatto al tipo di forma d'onda a meno che non sia difettoso. Piuttosto dello stop&go proverei a cambiare il differenziale con uno con curva diversa.

Da come scrive Claudia...Mi sa che il taglio di questa risposta è un po' troppo alto...vediamo di capire il problema e poi le proponiamo qualcosa di sensato ;), magari è proprio la caratteristica del differenziale che va cambiata...però anche se Claudia si legge tutto l'articolo che hai linkato ci esce pazza :P e non risolve nulla.

Edited by Riccy
Link to post
Share on other sites
Claudia Cossu

:o Aiutoooo...... Riccy, mi sà tanto hai ragioneche la risposta ha il taglio troppo alto per me..... allora,....

nei giorni precedenti, ha sempre riarmato senza problemi, in mattinata è scattato già due volte, a distanza di circa 45 minuti tra una e l'altro stacco..... non sò più che pesci prendere.... :wallbash:

Poi ho notato da qualche ora che ho delle scariche sul UPS, gruppo di continuità, che alimenta il pc fisso, almeno credo che siano delle scariche, non lo sò neanche io, so solo che sento che si riattiva è disattiva per due volte di seguito, avvolte ogni 2 o 3 minuti, avvolte passa più tempo, dire chi sto impazzendo non è poco..... infatti non capivo perchè il pc si staccava, poi ho fatto caso a questo, sarà che và a finire che mi si brucia anche l' UPS.

Che mi dite :senzasperanza: ?


Dimenticavo, grazie per il benvenuto e per la risposte piuttosto celeri..... siete unici.....

:thumb_yello:


Se è il differenziale lo cambio subito !!!! Basta che risolvo il problema!!!!... non ho più pace.... mi sogno anche la notte il salvavita che scatta.....


Ma mi chiedevo, perchè gli elettricisti che sono intervenuti non hanno proposto la sostituzione del differenziale?? Io, a dir la verita, avevo proposto l'installazione di uno antiperturbazione, anche se non sono del mestiere, ma più di tanto che potevo dire? Alla proposta hanno subito sviato rispondendo che non avremmo risolto il problema....mha!!! :angry:

Link to post
Share on other sites
Claudia Cossu

Se abito vicino ad Industrie? non proprio..... e un centro abitato..... ma parlare di industrie vicino è un pò azzardato...nelle vicinanze sono presenti gommisti, banche, pizzerie, bar, lavanderie, parrucchieri, negozio di brico, profumerie ecc. ecc. può influire?

Inoltre ho dimenticato un altra cosa.

Ho l'impianto separato su due quadri elettrici con salvavita, uno per la zona notte, uno per la zona giorno, quello che ho allegato, non sò se avete notato, è quello della sola zona giorno.

Nella zona notte, che è identico a quello zona giorno, non ha mai dato nessuna problematica, mi chiedo, se fossero delle interferenze dovute ad eventuali industrie vicino, non avrebbe fatto scattare anche quello della zona notte? Ed aggiungo, che la prima cosa che abbiamo fatto, è sostituire il differenziale della zona giorno con quello della zona notte, pensando appunto fosse difettoso, ma ciò come avrete potuto immaginare non ha dato nessun esito positivo.

Cambiano discorso, da più di un ora non sento più scariche in arrivo all UPS.... vediamo quando si ripresenteranno.....

Link to post
Share on other sites
Riccy

UPS, gruppo di continuità, che alimenta il pc fisso,

Credo di avere trovato il colpevole ;) immagino che l'UPS sia collegato sulla linea giorno?

L'UPS contiene dei componenti elettronici che può capitare "iniettino" nella rete elettrica dei disturbi.. Questi disturbi arrivano al salvavita che li interpreta come un guasto e quindi scatta. In tecnichese sono chiamati "scatti intempestivi". Io credo che se provassi a togliere l'UPS per qualche tempo il problema non ce l'avresti più.

La soluzione che mi sento di consigliare è quella di togliere il salvavita che hai ora e metterne uno resistente ai disturbi (mi pare che per bticino la sigla sia HPI)...li si trova di qualsiasi marca ma non so se quello bticino può essere usato con lo stop&go....è da verificare...

In pratica questi salvavita (in tecnichese "differenziali") hanno al loro interno dei componenti che non sentono i disturbi mandati dall'UPS e quindi non scattano.

Secondo me se metti uno di questi prodotti poi non ti serve più il riarmo perchè ad essere sinceri, in questa condizione, il riarmo fa solo da "tappabuchi"...

Prova a staccare l'UPS quando ne hai la possibilità e verifica se ci sono ancora problemi :thumb_yello:

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

Allora semplifichiamo....

Il salvavita o differenziale non fa altro che "calcolare" la differenza fra la corrente che esce da un filo e rientra dall'altro. Se non c'è dispersione la differenza è zero.

La sensibilità del differenziale per uso civile è di 30mA, quindi qualsiasi fuga inferiore a questo valore non provoca il suo intervento.

Però c'è da dire che con l'uso massiccio di elettronica a partire dalle lampadine fino ad arrivare ad un qualsiasi elettrodomestico, fa sì che sulla rete siano presenti un infinità di segnali spuri che il differenziale può interpretare come fughe e quindi interviene.

Per questo motivo esistono vari tipi di differenziali progettati per essere immuni a questi tipi di disturbi.

Se senti intervenire l'ups, significa che la rete fornisce qualcosa di non normale, tipo frequenza diversa dai 50Hz oppure valore di tensione troppo basso o troppo alto, quindi l'ups fa il suo mestiere.

Se senti delle scariche, suppongo siano armoniche, disturbi, porcherie.

In presenza di disturbi sulla rete, negli elettrodomestici e anche nelle lampadine a basso consumo, sono presenti dei filtri che prendono il disturbo e lo scaricano a terra.

Scaricando a terra il "disturbo" si viene a creare una corrente verso terra e quindi la differenza tra la corrente uscente non è più uguale alla corrente entrante fra i due ipotetici fili che escono dal differenziale e quindi, il differenziale interviene.

Se fosse così, devi sostituire il differenziale con uno che sia immune a questi fenomeni.

Normalmente un elettricista dovrebbe conoscere, soprattutto oggi che l'elettronica e i filtri di rete sono dappertutto, questo fenomeno e come risolverlo.

In ogni caso il fornitore di energia elettrica deve assicurare un certo grado di qualità e nel caso deve intervenire per le verifiche se fai la segnalazione.....in teoria.

Se ci posti la sigla del tuo differenziale ti possiamo dire di che tipo è e nel caso consigliarti di passare ad tipo A o ancor meglio un tipo B.

Spero di essere stato più chiaro.....e mi perdonino gli addetti per le semplificazioni al limite.......d'altronde questo è un foro tecnico... ;)

Link to post
Share on other sites
Riccy

Se ci posti la sigla del tuo differenziale ti possiamo dire di che tipo è e nel caso consigliarti di passare ad tipo A o ancor meglio un tipo B.

Il tipo B direi che è eccessivo :huh: e il tipo A direi che è troppo poco....ribadisco il consiglio dell'immune ai disturbi :smile:

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

....che incubo però....clack!!...è saltato il differenziale..... :roflmao:

Può essere come dici Riccy. E' molto probabile che quello che ha non sia adeguato........puff

Edited by dott.cicala
Link to post
Share on other sites
Claudia Cossu

Ciao Riccy... mi spiace, ma per quando riguarda il caso che potrebbe essere l 'ups, lo escludo, l ho installato solamente in questi gg nella zona giorno, prima era nella zona notte.

la sigla del differenziale è la seguente

G8813A/16AC

C16

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

c.v.d.

E' un vulgaris differenziale.....quelli ad alta immunità della bticino sono siglati HPI

Propenderei per la rottamazione, vediamo cosa ne pensa Riccy...

Edited by dott.cicala
Link to post
Share on other sites
Claudia Cossu

Ma magari d. cicala, se è colpa di questo diff. lo faccio sostituire al più presto..... ma mi chiedo, come mai lo stesso non è mai scattato nella zona notte....

Link to post
Share on other sites
dott.cicala

c'è una risposta per tutto, solo che a distanza è un po' difficile.

La risposta te la potrebbe dare un buon tecnico con un buon analizzatore di rete. E' l'unico modo per fare qualcosa di serio. E' un po' come fare una radiografia alla linea elettrica.

Altrimenti si va per tentativi, per lucciole, per farfalle, si spara nel mucchio... o come preferisci.

In ogni caso, per le cause che ho scritto prima, è un po' anacronistico montare ancora quei cosi, a meno che l'impianto non abbia già diversi anni, perché è un problema molto noto ormai definito come ti è stato detto "scatto intempestivo"....eh

Link to post
Share on other sites
Riccy

mmm se l'UPS si esclude come causa, se gli elettricisti hanno stabilito non esserci problemi...proverei a fare come dice cicala e sostituire quel differenziale....

Prima magari fai una prova spiccia...fai mettere il differenziale che scatta in zona notte quello in zona notte passa alla giorno e vedi come si mette la situazione....

Se scatta ancora il solito differenziale allora cambialo...se inizia a scattare quello che stava in zona notte allora c'è qualcosa che non va e va trovato....

Link to post
Share on other sites
Claudia Cossu

Riccy,.abbiamo già fatto questa prova, è stata la prima idea che mi è venuta in mente, appunto abbiamo fatto spostare il diff. dalla zona notte a quello della zona giorno , per vedere se fosse difettoso ... ma niente da fare... quindi come dovrei procedere?

Link to post
Share on other sites
Claudia Cossu

D.Cicala, certo capisco che a distanza viene male capire qual'è il problema, ma la cosa più triste è che non sappiamo più dove sbattere la testa, :wallbash: di tre elettricisti nessuno ha saputo risolvere il problema, se non l'idea di installare lo star e go (iniziativa proposta da me tra l'altro) ...... che dire... riuscirò mai a trovare la soluzione???

Link to post
Share on other sites
Riccy

Claudia, purtroppo la soluzione se escludiamo l'UPS ed escludiamo che il differenziale sia guasto.... non può essere trovata qui...

Potresti avere qualcosa che non va in qualsiasi parte dell'impianto...e solo essendo li e facendo verifiche (pazienti verifiche) sul tuo impianto si può arrivare al problema.

é un bel grattacapo e credo sia questo a scoraggiare gli elettricisti che hai interpellato...Però purtroppo senza un'analisi dell'impianto fatta da un professionista...qui si tira solo ad indovinare...senza peraltro poter fare alcun test... :(

Link to post
Share on other sites
vinlo

Io, come già ti hanno detto gli altri, proverei con uno immune.

P.S. Hai dei condizionatori nella zona giorno, prese esterne o il pulsante del campanello fuori?

Edited by vinlo
Link to post
Share on other sites
dott.cicala

e già!

Facendo misure ed analisi appropriate sicuramente si risolve. Si capirebbe se sono armoniche, dispersioni difetti del differenziale o dell'impianto.

Ma quanti anni ha questo impianto??

Link to post
Share on other sites
Claudia Cossu

l'impianto a circa 10 anni...

capisco..... credo che rimarrò ancora x molto tempo con questo problema... sembra non ci sia nessuna soluzione, se non aspettare fino a quando qualcosa non funzionerà più ed a quel punto si potrà intervenire..... questo e quello che hanno detto gli elettricisti.....una cosa è sicura... sono riuscita ad accertare che il problema dovrebbe essere nella cucina, perchè nel corso dell'anno ho isolato zona x zona e l'unica restante è appunto questa.... ora posso solo continuare ad isolare le varie prese ed attendere ogni volta al prossimo distacco.

Come dice Vinlo, non saprei, per immune cosa si intende , antiperturbazione? Ma sarebbe compatibile con lo start e go?

Tempo fa', mi sono recata presso la Biticino, ma dopo aver sentito della problematica, hanno sconsigliato l'installazione dell antiperturbazione, in quanto non avrei risolto niente.

In verità non sò più che fare....

Comunque vi ringrazio tantissimo per l'attenzione.

Link to post
Share on other sites
Riccy

Tempo fa', mi sono recata presso la Biticino, ma dopo aver sentito della problematica, hanno sconsigliato l'installazione dell antiperturbazione, in quanto non avrei risolto niente.

Sono d'accordo con chi ti ha detto questo... c'è un problema e sicuramente non lo risolvi con un antiperturbazione alla luce degli ultimi post...

Io ti direi che lo spazio in cucina non è infinito quindi se ti senti sicura che il problema sia li...chiama qualcuno e digli di controllare quella zona...Io credo che non sia sicuro, visto che parliamo di elettricità, tenersi qualcosa in casa che non si sa cosa sia...questo ovviamente è solo un mio consiglio...ok, quando qualcosa si rompe capisci il problema....ma quando quella cosa si rompe....cosa può realmente succedere?

Link to post
Share on other sites
vinlo

Mi sa che mi devo rimangiare l' affermazione che risolvi con uno immune, soprattutto se dici che ti resta solo la cucina da controllare.

Mi è venuto proprio ora in mente, che una volta, circa 10 anni fà, mi sono venuti i capelli bianchi per individuare un problema simile al tuo.

Alla fine ho individuato che era il frigo che staccava, ogni tanto, quando partiva il compressore. Quando è venuto il tecnico, ha individuato un filo che toccava con la carcassa e, per colpa di un pò di isolamento perso, facevi intervenire il differenziale.

Spero di essere stato più di aiuto.

Link to post
Share on other sites
Riccardo Ottaviucci

e se la dispersione fosse interna alla canalizzazione,magari un trapano ha bucato il tuboflex e intaccato i fili? allora sarebbe un incubo veramente.

Come fai a isolare le prese? Dalla scatola di derivazione?

Link to post
Share on other sites
eliop

A prescindere che Claudia ha accennato alla cucina già dal primo messaggio ,non è che ogni volta che c'è un intervento di un differenziale ,si deve andare a scomodare antiperturbazioni ed altro,addirittura arrivando a consigliare un differenziale tipo B(centinaia

di euro buttati dalla finestra,perchè se c'è una corrente di guasto sentita da un differenziale AC,a maggior ragione lo sarà anche da un tipo A o B).

E' stato anche scritto che un differenziale da 30mA non interviene per correnti di dispersioni inferiori a tale soglia,il che in realtà non succede giacchè può intervenire anche con correnti molto minori.

Inoltre chi va a fare ricerca guasti ci deve andare con un minimo di strumentazione :misuratore di isolamento e pinza per correnti disperse con memorizzazione dati.

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.


×
×
  • Create New...