Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
fisica

Cosiddetto Tasto Cw Russo

Recommended Posts

fisica

Ciao, vista la bella rubrica, ne approfitto per indagare. Negli anni 70 e per un bel po' di tempo, ando' di moda il cosiddetto tasto russo, che usai veramente molto e con piacere.

Era quel tasto dove non c'era una destra o una sinistra per punti o linee, ma due semplici contatti laterali su una barra elastica verticale: la barra era manipolata una volta a destra e una a sinistra indipendentemente da punti e linee, per cui ad esempio, una B era una linea a sinistra un punto a destra un punto a sinistra e un punto a destra.

Chi l'ha usato, oltre a me?

Share this post


Link to post
Share on other sites

fisica

assomiglia un po' al concetto russo, nel senso che non c'e' la ripetizione automatica dei punti. Bellissimo e lustrissimo, ma soprattutto con una targa di valorissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mauro Dalseno

è talmente bello che si può utilizzare come soprammobile :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites
fisica

Mauro, il primo filmato e' il classico vibro, premi da una parte e finche' non si estingue l'energia elastica lui tira punti con una sola premuta.

Ma il secondo filmato sembra proprio il tipo "russo", ma non sono del tutto sicuro dalla manipolazione.

Infatti il russo non distingue destra e sinistra per battere punti e linee....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mauro Dalseno

A proposito di tasti telegrafici, niente male anche questo...

gt501da.jpg

gt501a.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
A proposito di tasti telegrafici, niente male anche questo..

Dai , è più roba decorativa che ...lavorativa , ha anche un micrometro :superlol: in testa , cromatura a parte !

Share this post


Link to post
Share on other sites
fisica

questo è il vero tasto russo!


fammi sapere che effetto fa usare punti e linee di qua o di la indifferentemente!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
Aproposito di tasti telegrafici, ........................

Secondo anno di Istituto Tecnico, terzo trimestre, disegno. Disegnare tasto telegrafico su lucido con tavola complessiva e tavole dei particolari. E' forse l'unico perido della mia vita in cui tirato qualche bestemmia.

Tra me ed il disgno c'è incompatinilità genetica.

Evviva i CAD e la computer grafica. :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z

:superlol:

questo è il vero tasto russo!

Come battuta va anche bene , ma ai suoi tempi , il mercato russo offriva ai radioamatori molto più di quanto offriva la ...concorrenza .

Non che io sia filorusso , ma cerco di essere ''neutro''

a.

Tra me ed il disgno c'è incompatinilità genetic

Ma volevi essere bravo in tutto ? :roflmao:

Edited by gabri-z

Share this post


Link to post
Share on other sites
fisica

Come battuta va anche bene

no no, non e' una battuta!

Il tasto cosiddetto russo non era un oggetto di lusso e nemmeno di precisione, ma era il livello minimo di tasto veloce che ai tempi un radioamatore poteva permettersi!

Era semplice da costruire in casa, e funzionava benissimo, permettendo di ottenere e superare i risultati dei tasti a contrappeso (semiautomatici) che gli OM russi, come quelli nostrani, e come me, non potevano permettersi di comprare!

Forse era quello spirito degli OM che non trovo piu' in giro, ma che vedo nella tua foto che, ora comprendo, forse era un po' sorniona....

Provengo purtroppo (o per fortuna) da un'epoca dove comprarsi un componente spesso era piu' difficile che costruirselo. Mai costruito i chock delle finali 807 e 813 con le provette di vetro? vengono perfetti!!!

Con una scuola così sei sempre pronto ad andare avanti, gli ostacoli non si superano, si travolgono!

dott. Cicala mi ricorda molto come ero anche io, una stanza piena di qualsiasi cosa, spesso racattata nei campi di recupero, come la mia T2 olivetti pescata in un fosso a bagno nell'acqua, e con cui ho fatto i miei primi QSO in tty...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
Ma volevi essere bravo in tutto ?

No, no; son bravo, forse, in pochissime cose. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Wolfy

questo è il vero tasto russo!

Buona fortuna coi TX valvolari :P

Come battuta va anche bene , ma ai suoi tempi , il mercato russo offriva ai radioamatori molto più di quanto offriva la ...concorrenza .

Beh il surplus russo non è mica finito, i prezzi sono lievitati, ma restano di un' economicità assurda! Voi non avete visto un TX da 10KW completo di alimentatore, accordatore, modulatore ed eccitatore, a meno di 1000€, ci sono rimasto, di vetro :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
fisica

di vetro.... come una 3/1000Z haha


e poi, oggi tutti pieni di soldi a comprare trasmettitori a transistor, ma quando non esistevano... eh? eh? tasto su dove c'era la scossa!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Wolfy

di vetro.... come una 3/1000Z haha

:D

Penso sia una delle valvole più costose che una persona possa comprare, la Eimac s'è fatta un nome che ancora oggi paga bene! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...