Jump to content
PLC Forum


criminalg

Cosa è La Temperatura Di Saturazione - nbrn siemens

Recommended Posts

mf2hd

x Paolo Cattani

grazie per la chiarificazione, quello preciso al link che hai messo l' ho visto usare molte volte ma lo credevo solo un anemometro un po' sofisticato... :)

All' inizio pensavo ad un termine gergale: una volta ho richiesto ad un tecnico se aveva uno strumento preciso per misurare l' umidita'.Questo mi rispose: "Certo ho un TRIK e TRAK...", che ho immaginato fosse la marca, a me sconosciuta.

Quando me l' ha mostrato era un classico psicrometro con termometri a bulbo montati su una struttura da far girare tenendo in mano una manopola: tipo appunto quelle specie di giocattoli da sagra paesana (raganelle?) ! :(

Link to comment
Share on other sites


SimoneBaldini

A proposito di questo balometro, io lo ritengo uno strumento inaffidabile. Aeraulicamente parlando quando si ha una bocchetta o peggio un diffusore di mandata che NON è un buco da dove esce aria, ma un organo aeraulicamente studiato per ottenere un determinato lancio dell'aria e alle volte con effetti tipo koanda se noi applichiamo questo "imbuto" andiamo ad interferire drasticamente sul diffusore e quindi andiamo ad ottenere un valore nettamente errato. Meglio, per misure di portata, sarebbe eseguirle a canale eseguendo dei fori e inserendo sonde a filo caldo o ventolini di ridotte dimensioni. Mi è capitato in un collaudo che il collaudatore della committente avesse questo aggeggio e che misurò tutti i duffusori. La somma delle portata non coincideva con il valore misurato sul condotto principale, per questo sosteneva che esistevano perdite d'aria nelle condotte e per questo "boccio'" il collaudo per ben 4 volte. Dopo intervenni io e eseguendo una misura sulla diramazione dimostrai che la sua misura non coincideva con la portata della diramazione, infatti i costruttori di bocchette ecc... nelle loro schede tecniche indicano come effettuare le misure di portata ma non consigliano mai questo strumento. Nei miei collaudi mi armo sempre di trapano a batteria e fresetta a tazza del 16mm e di tappi in plastica, foro tutti i canali in piu' punti e eseguo medie accurate per trarne la portata, mai utilizzo valori misurati su diffusori, solo alcune volete sulle bocchette o sulle griglie di ripresa.

Link to comment
Share on other sites

mf2hd

X Simone Baldini

infatti i costruttori di bocchette ecc... nelle loro schede tecniche indicano come effettuare le misure di portata ma non consigliano mai questo strumento

Molto interessante ...

Il dubbio che vada a compromettere o vanificare l' effetto coanda me l' ero posto anch' io quando, in alcuni impianti, ho visto gli addetti al collaudo che effettuavano le misure sia con lo strumento in questione sia con l' ausilio di un grosso tubo in pvc che convogliava l' uscita dell' diffusore verso l' anemometro a ventolina.

E' vero anche che, specie in grandi impianti, chi progetta non e' lo stesso che fisicamente effettua i collaudi e le tarature, cosi' che alcune considerazioni di progetto possono essere vanificate da un' errata o anomala condizione di misura.

Link to comment
Share on other sites

criminalg

caspita pensavo di fare il figo col BALLOMETRO ed invece ho fatto una figura di merda......scusate la mia ignoranza

Link to comment
Share on other sites

SimoneBaldini

Il principio di indeterminazione di Heisenberg è in questo caso evidente.

Il problema è che utilizzare coni o questo balometro è molto piu' comodo che fare fori, utilizzare schede tecniche, eseguire medie, ecc..

Edited by SimoneBaldini
Link to comment
Share on other sites

aerresystem

il set point della temperatura di saturazione è la temperatura che deve avere l'aria affinchè una volta riportata alla temperatura desiderata sia presente una determinata umidità.

per esempio

se si vuole mantenere in ambiente una temperatura di 21°C con il 40% di umidità la temperatura dopo la batteria di deumidificazione dovrà essere portata a 6,5°C.

Con questa temperatura fai condensare l'umidità presente nell'aria ottenendo aria satura in uscita ( Vicina al 100% di umidità).

A quasto punto riscaldando l'aria con la batteria di postriscaldo di fatto diminuisci l'umidità relativa ottenendo appunto il 40% a 21°C

Per farti un'idea più precisa dovresti studiarti la brochure dell'Aermec di cui hanno già pubblicato il link in questa discussione.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Cristian1973

Cortesemente criminale,comunque colui che ha avviato la discussione o anche tutti gli altri , avete manuale di programmazione nbrn staefa o Siemens che sie si voglia? Mia mail crismn73@libero.it grazie. Anche io lavoro per un ospedale ma la ditta di assistenza é veramente scarsa. Grazie 

Link to comment
Share on other sites

Cristian1973

Cortesemente criminale,comunque colui che ha avviato la discussione o anche tutti gli altri , avete manuale di programmazione nbrn staefa o Siemens che sie si voglia? Mia mail crismn73@libero.it grazie. Anche io lavoro per un ospedale ma la ditta di assistenza é veramente scarsa. Grazie 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...