Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
antonio82ba

SENSORE RISCO SHOCKTEC SU CENTRALE INIM

Recommended Posts

antonio82ba

Buonasera a tutti.

Devo installare un sensore Risco il modello ShockTec RK601SM su una centrale inim 515, ove mi rimane purtroppo una sola uscita libera in espansione.

Vorrei utilizzare il reed magnetico, il rivelatore sismico e il tamper. Escludo la serie di tutto visto che posso collegare in zona doppia ALLARMI+TAMPER oppure zona doppia con resistenza di fine linea in modo da visualizzare tutti e tre gli allarmi separati, ma non sono sicuro si possa fare. Mi date un aiutino?

Presumo che potrò visualizzare gli stati di allarme magnete, rivelatore sismico e tamper. Devo utilizzare 2 resistori da 6K8 e 1 da 3K9 e gli stessi collegamenti della zona doppia con eol come fossero due sensori, corretto?

Grazie chiunque vorrà contribuire.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Panter

Spero tu abbia usato Zona doppia con eol, e hai le 3 segnalazioni..

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Naicopi

Puoi postare il collegamento fatto e il setup su centrale per questo sensore? Anche io utilizzerò lo stesso sensore. Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio82ba

Ecco lo schema che ho seguito, zona doppia (no zoppia con EOL), così è possibile distinguere diversi allarmi per magnete e sismico mentre unico sabotaggio (sia per taglio che per corto). Con zona doppia con EOL (aggiungendo il terzo resistore) è possibile inoltre visualizzare due distinti stati di sabotaggio, corto o taglio.

 

aedf6a28d4a52585f62740ebe6912011.jpg

 

 

1a3b7dde0b03c5d6c0b4e05401ff8bb7.png

 

3a3cd85f829bc365186e887db02d9083.png

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter

Purtroppo Antonio hai capito poco o niente di come funziona una doppia zona.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter

Prima cosa dici di aver usato doppia zona non Eol e invece è programmata doppia zona con Eol.

Seconda cosa, monti la Eol e non monti la R in parallelo al Red switch e l'altra in parallelo ad AL.

 

Montando una R in parallelo a Red svitch in serie ad AL, dimostri di non aver capito come funziona una Zona Doppia con o senza Eol.

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio82ba

Grazie per il tuo intervento. Vediamo se ho capito bene: la zona doppia serve per collegare ad unico terminale due zone ingresso (vale a dire due sensori i contatti magnetici etc) che altrimenti avrebbero bisogno di due terminali separati; con questa tipologia di collegamento e due resistori è possibile conoscere i due allarmi separati, lo stato di riposo e come sabotaggio solo il taglio dei fili in quanto la resistenza tende all'infinito. Montando la resistenza di fine linea - quindi zona doppia con EOL - è possibile conoscere anche il corto dei fili, secondo sabotaggio. Dovrebbe essere corretta questa mia affermazione.

Per il resto ho capito cosa è successo. Inizialmente dovevo collegare il sensore in oggetto come zona doppia (come da primo schema allegato); in seguito ho deciso di collegarlo come zona doppia con EOL  ma non ho postato lo schema giusto, ecco perchè questa difformità.

Mi scuso soprattutto con l' utente per avergli creato solo confusione.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter

Purtropp Antonio lo schema allegato non è neanche Doppia zona. ma singola zona con Eol (quindi un bilanciamento doppio)..

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio82ba

Saresti così gentile da pubblicare il tuo così lo conservo per le prossime volte??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter

Non serve il mio schema, ma basta guardare l'esempio di Zona doppia con eol del manuale o di smartleague.

La zona1 e la zonaD devono ssere collegate in serie

La zona1 deve avere in parallelo al contatto d'allarme una R da 3,9K

La zonaD deve avere in parallelo al contatto d'allarme una R da 6,8K

La R Eol da 3,9K  deve essere collegata in serie tra la zonaD e il Tamper

 

Nota: va sempre specificato il valore delle Resistenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio82ba

Grazie mille, comunque ho trovato lo schema esatto, per completezza lo allego. In questo schema anzichè avere due zone, ho l' antimask e il contatto di allarme oltre che il tamper. Dimmi se è ok.

 

6a017fbd1a3205e5c39e4a793958c668.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
Quote

ho trovato lo schema esatto [...]  in questo schema anzichè avere due zone, ho l' antimask e il contatto di allarme

 

Hai due zone, ...l'antimask cos'è secondo te? Poi è uno schema impreciso dato che l'antimask non deve essere Tipo 24ore ma una zona con opzione Guasto.

 

Possibile che non hai saputo fare uno schema tuo con le indicazioni che ti ho dato? mah....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Naicopi

Indica anche dove colleghi in centrale il terminale...

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio82ba

I fili che arrivano dalla centrale saranno collegati al morsetto libero del tamper e sul reed switch, quello di sinistra. In questo modo il tamper è in serie al contatto di allarme. 

Si poteva anche mettere in serie al reed switch ma in questo caso ii cavi di centrale si devono collegare uno al morsetto libero del tamper, l'altro al contatto di allarme, quello di destra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio82ba

Per notizia ho acquistato il sensore in oggetto, l'ho correttamente installato con le tre resistenze. Appena posso posto le foto con una descrizione dettagliata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Naicopi

Mi è capitato di vedere un problema sul risko shockteck 601sm... in dei test di vibrazione sul sensore, è stato rilevato l apertura del tamper ( confermata da misura ohmica sul cavo) nonostante il case del sensore fosse stato chiuso correttamente. È quindi consigliabile, in ambito domestico, bypassare il tamper?

Il rischio manomissione lo vedo basso...vi è capitato qualcosa di simile?

Ad aprire non era il sensore inerziale, ma il tamper che si incantava. Il sensore era collegato come doppia zona con eol, quindi l intervento del sensore inerziale era rilevato dal passaggio da una resistenza su terminale da 3k3 a 10k1 per il tipo di r usate. Nel caso del tamper invece si vedeva un circuito aperto. Smuovendo un po' il case, il contatto tamper tornava a chiudersi. Sicuramente era lo switch del tamper a dare problemi...nei sensori che sto bilanciando per casa, credo che il tamper lo bypasserò.

 

  •  

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
Quote

 in dei test di vibrazione sul sensore, è stato rilevato l apertura del tamper ( confermata da misura ohmica sul cavo) nonostante il case del sensore fosse stato chiuso correttamente. È quindi consigliabile, in ambito domestico, bypassare il tamper?

 

Assolutamente no, ...ammesso che tu abbia fatto correttamente il bilanciamento e la misura sul tamper, in questi casi si cambia il sensore con il tamper difettoso e non si elimina una caratteristica importante come è il tamper. 

Poi un tamper non "s'incanta", casomai... non viene ben chiuso dal perno (o manca la molla) che chiude su di esso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Naicopi

Ok...grazier per iol feedback.

Mi sono un pò scoraggiato perchè era il primo risko che testavo e subito mi ha dato problemi.... sul fatto che il tamper è difettoso, ne sono assolutamente certo, perchè avevo portato fuori dal sensore due cavi collegati alle estremità del tamper e ne monitoravo l'impedenza..in caso di guasto sabotaggio, nonostante il case fosse chiuso, era proprio il tamper che apriva il circuito.

comunque anche quando sarà tutto installato alle finestre, modificare il collegamento includendo od eslcudendo il tamper, sarà un'operazione molto semplice e accessibile senza dover smontare l'elettronica, ma aprendo soltando il case (una vite da svitare).

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio82ba

Ho deciso di acquistare il sensore in oggetto soprattutto per effettuare prove, così solo posso togliermi tutti i dubbi. Posto le foto con gli annessi valori di lettura ohmica:

 

COLLEGAMENTO SENSORE RISCO SHOCKTEC 601SM COME ZONA DOPPIA CON EOL: con soli due fili e cioè con unico terminale, è possibile distinguere l'apertura del contatto magnetico, il sismico, il sabotaggio per corto circuito e il sabotaggio per taglio fili, il tutto grazie al collegamento di tre resistenze. La zona1 deve avere sempre in parallelo la resistenza da 3K8 (importante, non quella da 6K9) mentre la zonaD una resistenza da 6K9. Nel mio esempio la zona1 è rappresentata dal sensore sismico mentre la zonaD dal contatto magnetico (reed). 

R1= 3K9 zona1 in parallelo al contatto sismico (morsetti alarm)

R2=6K8 zonaD in parallelo al contatto magnetico (morsetti reed)

R3=3K9 in serie tra la zona doppia D (in questo caso il contatto magnetico morsetti reed)

La zona1 e la zonaD devono essere collegate in serie. E' possibile invertire le resistenze R1 e R2 come zona1 e zonaD ma è indispensabile che la resistenza di fine linea EOL da 3K8 vada in serie alla resistenza da 6K9 altrimenti si avranno due letture ohmiche dello stesso valore per due eventi differenti.

cc15d265af44945a1b55efdf1a34e4b2.jpg

 

Zone a riposo: il magnete è in posizione di riposo e il sismico non rileva urti. Risultato? Lettura della esistenza di fine linea EOL da 3K8.

8cfcd0d423cf713fe6fe82e570f2399a.JPG

 

Attenzione, manca la foto del solo allarme sismico.

 

Allarme Reed magnetico= EOL + resistenza della zonaD = 3K8+6K9.

e1e83af63b14b2a244f6f8dacf267769.JPG

 

Allarme reed magnetico + allarme sismico= EOL (3K8)+(6K9)+(3K8)

e19a861ee9ae8ec1dd8e3a0747d45cd7.jpg

 

Allarme tamper= viene segnalato come un cortocircuito.

07d06b4dfcfaaebae1785cc60c11334b.jpg

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
Quote

avevo portato fuori dal sensore due cavi collegati alle estremità del tamper e ne monitoravo l'impedenza..in caso di guasto sabotaggio, nonostante il case fosse chiuso, era proprio il tamper che apriva il circuito.

 

E' normalissimo che la segnalazione del sabotaggio fosse procurata dal tamper, ma... hai controllato, ad es., che la molla non risultava troppo infilata nel perno del pulsante? Se la molla è troppo a fondo, e quando viene premuta tocca sul fondo, il pulsante non chiude perfettamente creando una situazione di instabilità.

Il problema è che le prove fanno fatte con una certa destrezza e competenza.

Se il pulsante non è rotto, e la molla è "avvitata" correttamente" per slo 2 o 3 spire non si guasterà mai da solo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Naicopi

@antonio82ba attenzione: Allarme tamper=  NON viene segnalato come un cortocircuito, ma

allarme tamper viene segnalato come circuito aperto: O.L

Share this post


Link to post
Share on other sites
Naicopi

Una curiosità sul collegamento: hai inserito i reofori delle resistenze dentro un cavo e collegato il cavo poi al morsetto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...