franco causio

calcolo convenienza batteria accumulo

47 messaggi in questa discussione

Buongiorno,

ho un impianto fotovoltaico da 5 khp ed ho ricevuto ieri un preventivo per una batteria di accumulo Energy Accumulator EA3K.

Il conteggio che mi hanno prospettato , per i 10 anni di vita della batteria è il seguente, con tutta una serie di stime e ipotesi.

 

Nel 2016, nonostante il fotovoltaico , ho comprato ca. 2600 kwh (rilevati dalle bollette).

Il mio fotovoltaico (che produce molto poco, per inciso) ha prodotto dal 30/11/2012 fino ad oggi 15217 kw ed immesso nella rete 10526, quindi, mediamente, in un anno produco 3580 kwh ed immetto 2476 kwh.

Con la batteria potrei quindi abbattere i miei attuali consumi del 95% (2476/2600).

Il venditore di batterie ha stimato, prudenzialmente, io riesca ad abbattere il mio consumo annuo di 2600 almeno al 70% = 1820 kwh.

Poi ha stimato che con un aumento medio annuale dell’energia del 5% (?), in 10 anni, senza alcun intervento, io spenda 8286 euro.

Quindi, se riesco a accumularne con la batteria il 70%, risparmio 5800 euro.

E qui ho il primo dubbio. Gli 8286 euro che spenderei in 10 anni li ha desunti da una tabella che aveva con se’.

Ma se io ho speso ca. 550 euro nel 2016 per 2600 kwh, applicando ai successivi 10 anni un aumento annuale progressivo del 5%, arrivo al massimo a 7263 euro e non 8286.

 

Poi mi regalerebbero lampadine al led per sostituire tutte quelle che ho in casa (con un massimo di 40..). Il venditore stima che il 20% del mio costo totale dell’energia sia dovuto alle lampadine e che quelle al led mi facciano risparmiare il 60% .

Quindi il 20% dei 8286 euro è 1657 euro di cui risparmierò con le lampadine al led il 60% = 994 euro.

 

Siccome mi trovo nel 5° conto energia, tutta la corrente che accumulerò invece di comprarla, produrrà il contributo GSE di 0,28. Quindi 1820 kwh per 10 anni = 18200 kwh x 0,28 = 5096 euro

 

Quindi le mie “entrate” addizionali grazie alla batteria sarebbero in 10 anni:

5800 euro – risparmio sulle bollette attuali

994 euro – risparmio grazie alle loro lampadine led

5096 euro – contributo GSE addizionale

Quindi in totale 11.890 euro.

Se anche non fossero 5800 euro sulle bollette perché ha , secondo me, sovrastimato il costo di 10 anni di energia, sarebbero comunque (7263 x 70% =) 5000 euro ca., quindi in totale ca. 11.000 euro di guadagni.

 

Veniamo ora al prezzo della batteria.

Il prezzo che mi hanno prospettato per la batteria Energy Accumulatora EA3K al gel di piombo è di ca. 7600 euro.

Siccome è deducibile il 10 anni al 50%, spenderei 3500 euro con entrate aggiuntive di 11800 o 11.000 .

 

Con i miei dati di produzione e consumo dice che una al litio, più costosa non sarebbe conveniente. Ho letto però sulla rete che le batterie al gel di piombo dovrebbero costare tra 2500 e 4000 euro.

Ho capito male?

 

Cosa dite della situazione, del conteggio presunto e soprattutto del prezzo della batteria?

Mi conviene mettere su una batteria in effetti? E’ meglio chiedere altri preventivi?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Ciao,io non posseggo un impianto fotovoltaico ma,con un contratto di 3 KW,consumo in media 2400 KWh l' anno,quindi per prima cosa ti converrebbe cercare di risparmiare energia ottimizzando i consumi e gestendoli in base alle fasce orarie.Ora ti è stato stimato un aumento medio del costo energia del 5%,forse troppo,io considererei un 3% di media/anno nel prossimo decennio(salvo novità...) e una resa utile sia del fotovoltaico che delle batterie al 100%,cosa impossibile visto che tutto degrada e invecchia.Le batterie al piombo o litio,per esperienza,anche se di ottima qualità dopo 5 anni perdono un 50% di capacità,così come i pannelli ogni anno perdono efficienza.Inoltre a fine vita assicurati che lo smaltimento dell'impianto FV e del pacco batterie sia già compreso nel preventivo di fornitura,altrimenti andrai incontro ad ulteriori spese.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

ma come è possibile che il tuo impianto renda cosi poco? anche se fosse con esposizione nord dovrebbe dare di più

manda un po di dati poi vediamo.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Quote

5800 euro – risparmio sulle bollette attuali

Diciamo che l'aumento del costo energetico del 5% annuo non sempre c'è stato e dipende dal contratto che hai.

 

Quote

994 euro – risparmio grazie alle loro lampadine led

Se risparmi sull'energia, in proporzione ti diminuisce la voce sopra ovviamente.

 

Quote

5096 euro – contributo GSE addizionale

Che ricordo io la tariffa premio era dell'ordine del 0,10 euro/kWh per impianti fino a 3kWp e 0,089 euro/kWh da 3 a 20. I 0,28 euro/kWh sono la somma della tariffa omnicomprensiva che tu già prendi piu' la tariffa premio che prendi solo su l'autoconsumo.

 

Facendo un calcolo della serva, se tu hai prelevato 2600 kWh su un consumo totale di 3700 kWh, dei 3700kW col led risparmierai 400kWh (non so) e arrivi a 3300kWh, di questa energia l'80% la puoi autoconsumare quindi sono 2640 kWh, rispetto a quello che autoconsumi oggi 1100kWh hai 1500 kWh di autoconsumo in piu'. 1500 kWh x 0,089 = 133 euro annui di incentivo in piu'. 400kWh di led risparmiati sono meno 100 euro, per un totale di 233 euro in 10 nni 2330 euro tralasciando aumenti.

Come ti hanno suggerito io opterei per efficentare un po' le cose, LED ecc.., e capire perchè l'impianto produce così pochino, inoltre concentrerei i consumi durante il preriodo di funzionamento del FC, tipo lavatrici, lavastoviglie ecc.. Io senza accumuli arrivo ad un autoconsumo del 50% del mio fabbisogno, e ho il FV rivolto a ovest quindi nemmeno ottimale per l'autoconsumo che sarebbe metà a est e metà ad ovest.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Simone,

 

non ho capito bene il tuo calcolo riferito ai 5096 euro, rispetto a quello che mi hanno fatto (aldilà della differenza sulla tariffa , da verificare).

 

Capire perchè l'impianto produce poco?

Io abito a Modena ed ho attivato sul mio tetto piano dal 1/12/2012 un impianto da 5kwp (20 PANNELLI X 250wp CAD. ) I pannelli sono stati installati metà rivolti verso est (orientamento -65°) e metà verso ovest (orientamento 115°).
Ho un camino di ca 0,50 cm che disturba e due antenne su cui sostano piccioni caganti.
Avevo chiamato anni fa il venditore per un controllo e mi disse, ovviamente, che era tutto a posto.
Poi, disgustato, non ho più neppure guardato i dati di produzione, fino a ieri quando mi hanno fatto la proposta che ho scritto.

Ora proverò a richiamare il venditore dei pannelli ma non ho molta fiducia.

Ormai la ch....ta l'ho presa

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

ciao, ma i moduli quanto sono inclinati rispetto all'orizzonte?  la causa della poca produttività  potrebbe essere dovuta a qualche problema all' impianto, a volte puo' essere anche un fesseria. Per la batteria onestamente mi affiderei su quelle al litio anche se costano di piu'. Il litio rispetto al piombo ha un ciclo di vita ed una capacità di scarica nettamente superiore. La batteria al piombo si puo' scaricare al massimo del 50%, per scariche superiori si accorcia la vita della batteria.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

l'inclinazione ora la cerco e ti so dire.

Nel frattempo ho telefonato al venditore dei pannelli.

Ha ammesso che la produzione è scarsa.

Verrà a fare un intervento di manutenzione, ovviamente a pagamento.

Mi deve mandare un preventivo. Sicuramente andrà tutto bene e sarà colpa dei piccioni e del camino (dirà lui).

A proposito, mi ha detto una cosa che vorrei verificare.

Io ho 20 pannelli: 2 file da 6 e 2 da 4.

Lui dice che se uno dei pannelli della fila produce meno perchè , ad esempio, è sporco di m..da dei piccioni, anche tutti gli altri della fila produrranno meno allo stesso modo.

Ma è così?

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Chiama un'altra persona questo mi sa' che non sa cosa stia facendo. Se ti ha installato 3 stringhe delle quali due da 1500Wp e una da 1000Wp oltretutto con orientamenti differenti avrai un inverter che gestisce le stringhe in modo indipendente, quindi se uno è sporco o all'ombra non interferisce sull'altro. Se invece hai un inverter che non gestisce le stringhe indipendentemente, allora ha sbagliato impianto dato che hai orientamenti differenti.

Tu già prendi la tariffa omnicomprensiva che tu utilizzi o meno l'energia, il gse prevedera nel 5° conto energia una tariffa premio per tutta l'energia che autoconsumavi, che è di 0,089 euro/kWh, i 0,28 euro/kWh che ti ha citato in parte già la prendi. Quindi quello che con le batterie prenderesti in piu' solo solo i 0,089 della sola energia che autoconsumeresti in piu'.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

ciao, potresti postare lo schema unifilare dell'impianto, se non lo hai lo puoi recuperare sul portale GSE dal tuo account. qualche foto del camino e dell'impianto.

Magari  si riesce modificando la configurazione delle stringhe ad aumentare la produttività. Da notare però che l'ombra creata dal camino anche se ricade su un singolo modulo, inibisce la produttività di tutta la stringa.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Quote

Magari  si riesce modificando la configurazione delle stringhe ad aumentare la produttività. Da notare però che l'ombra creata dal camino anche se ricade su un singolo modulo, inibisce la produttività di tutta la stringa.

Ormai i diodi ci sono sui moduli e il fenomeno di ombreggiamento viene molto limitato e comonque non dovrebbe inibile tutta la stringa. Gli ultimi che ho montato erano da 250Wp con 60 celle con 3 diodi.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Un modulo con 60 celle ha 3 stringhe con 20 celle in serie e col proprio diodo ciascuna, e sono orientate sul lato lungo, quindi dipende dal modo in cui modulo viene ombreggiato.  Se l'ombra  viene proiettata sul lato corto, i diodi non funzionano. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Siccome sono un po' come San Tommaso nella vita, qualche anno fa' mi sono sbizzarrito ad ombreggiare un pannello del mio impianto, parzialmente dal lato lungo, dal lato corto e in toto, praticamente mttendoci sopra un cartone. In tutti i casi la stringa continuava a produrre senza alterazioni se non della potenza riferita a quel pannello. Questo è quello che succede con i miei pannelli di 7 anni fa'.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

ma mi sembra strano che ombreggiando tutto il modulo la corrente di stringa non venga inibita, non so che dirti a riguardo. La mia affermazione deriva dal fatto di aver svolto la tua stessa operazione qualche anno fa con dei moduli che ho a casa. Metendo un modulo in corto (Vipiemme poli da 240W) e misurando la corrente con una pinza ho potuto misurare una riduzione della corrente di 1/3 ombreggiando la prima fila di celle sul lato lungo , mentre ombreggiando il lato corto la corrente assumeva valori molto piu' bassi, circa 1/10 del totale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Ombreggiando tutto il pannello si vede che i diodi di bypass funzioneranno escludendo tutto il pannello penso che si comporterà come se il pannello non ci fosse. Mi pare strano che ombreggiando un pannello si inibisce tutta la stringa se ci sono i diodi.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Domani cerco "lo schema unifilare" sul portale GSE, sempre che riesca a capire dove trovarlo...

Poi vi mando qualche foto del camino e dei due pannelli costantemente colpiti dai maledetti piccioni.

Non essendo un tecnico, non ho capito niente  della vs dissertazione: se cioè un solo pannello malfunzionante può ridurre la produzione di tutta la fila o meno.

Di quali altre info avete bisogno? Le caratteristiche tecniche dell'Inverter? Domani cerco anche quelle, sempre che capisca dove mettere le mani.

Poi cerco in zona qualcun altro che possa fare un intervento di manutenzione per capire se si possa fare qualcosa, senza spendere però una follia..

ciao e grazie intanto a tutti e due

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Chiedi se hanno la termocamera e di fare una verifica con quella. In una bella gornata di sole non dovresti trovare chelle surriscaldate, se le trovi rispetto ad altre i problemi stanno li sucuramente.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

probabilmente i piccioni hanno fatto il nido sotto i moduli, ti conviene mettere una rete metallica incastrata tra il tetto ed i pannelli per evitare che entrino. Da poco ho sistemato un impianto dove i pennuti avevano fatto parecchi danni, cavi beccati sino alla perforazione dell'isolante, il guano che col passare degli anni ha corroso sia la guaina che il rame de cavo ...... roba da non credere 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

no i piccioni sostano di continuo sull'antenna tv e cagano su 1/2 pannelli.

Domani vado su e vi mando le foto.

 

Nell'account che ho sul sito GSE io non ho trovato alcuno schema unifilare. Ma dove lo trovo?

Allora ho tentato  tra la varia documentazione.

I pannelli sembrano essere Siliken (c'è scritto nel contratto di Appalto ma non li trovo altrove specificatamente).

Poi in allegato trovate l'unica cosa che assomiglia ad uno schema che ho trovato.

209iyqc.jpg

L'inverte si chiama Sunpower SPR4001F

 

A chi devo chiedere per la termocamera? A chi scelgo di far fare l'intervento di manutenzione?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Un buon installatore/manutentore dovrebbe avere una termocamera per verificare le problematiche, direi un emettricista che installa fotovoltaico perchè se viene li qualcuno per fare una verifica sul fotovoltaico a "vista" credo che ci possa capire poco e nulla se ha un problea e dove, a meno che il problema sia macroscopico.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Sul sito del GSE (mi sembra di aver capito che sei in V conto energia) devi andare su:

sezione 5 conto energia - gestione richieste - elenco richieste - cerca - dettaglio -allegati - schemi elettrici sistema - vedi - da qui scarichi il pdf.

Per l'inverter il modello corretto dovrebbe essere SPR4000f,  ' un modello costruito da Fronius per Sunpower, che di suo produce moduli e rimarchia inverter di terze parti. Questo tipo di inverter da quello che ho potuto vedere ha solamente un inseguitore mppt. Per la tipologia di impianto che hai, con due falde, hai bisogno di un inverter con doppio inseguitore, perche ogni falda del tetto avendo irraggiamento differente, ha bisogno di essere gestito dall inverter in maniera indipendente Con un inverter con singolo mppt installato su un impianto doppia falda, si vengono a creare scompensi che portano ad una scarsa efficenza del sistema. Comunque attendiamo gli allegati cosi' ti potremo dire di piu'

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

intanto vi mando alcune immagini dei miei pannelli e del tetto.

Nella visione globale del tetto i miei pannelli sono 20: le due file da 6 sulla destra , i due prima del camino e  le due file da tre oltre il camino.

Le due file da 6 sulla sinistra sono di mio zio che abita al piano di sotto con un suo inverter autonomo

Domani vi mando il pdf con lo schema

ciao

altro_parabola+piccioni.jpg

riga.jpg

veduta_tetto.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

altre 2

2ynsayo.jpg

riga.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

ecco lo schema scaricato dal GSE.

Ora che faccio?

Cerco un buon manutentore di impianti?

Non vorrei dover cambiare l'inverter..

A9RA36.jpg

A9RB889.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

le macchie di guano che si vedono in foto  sono praticamente ininfluenti ai fini della produttività. L'ombra che proietta il camino non sembra influenzi in modo considerevole moduli vicini. La soluzione ideale sarebbe stata installare due inverter uno per i moduli orientati ad est, ed un altro per quelli ad ovest, oppure un inverter col doppio canale.

Ma la produzione dell'impianto di tuo zio ha gli stessi problemi del tuo?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Non trovando la sccheda del tuo inverter non saprei dirti se sia a due canali, ha 6 ingressi ma non si capisce se sono indipendenti. Questo è fondamentale perchè altrimenti ti funziona anche al 30/40% in meno di quanto potrebbe fuzionare. Per il camino e i piccioni non credo influiscano moltissimo.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui


Connettiti adesso