Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
reka

derivare un centralino

Recommended Posts

reka

premetto che attualmente sto usando delle prese da 16A e prolunghe volanti... vorrei riordinare un po' la cosa per liberare anche le prese a muro che mi servono per altro..

 

in pratica devo realizzare un centralino che mi avvii una pompa e un raffreddatore che ha un suo quadro (non raggiungibili, per questo mi serve un centralino a portata di mano) .. nel centralino ci metterei un salvamotore per la pompa, un magnetotermico da 16 per l'altro apparecchio e due spie di stato.

 

il punto più comodo per attaccarmi è un centralino in cui ho 6 moduli liberi e un MT80 che mi protegge un chiller con 45kW installati. Qui io ci inserirei un MTdiff da 16A da usare come protezione del centralino derivato.

 

 

domande:

 

1) il centralino con l'80A è alimentato da una presa blindo da 100A (verificherò i fusibili se da 80 li aumento) con una linea lunga 2m circa da 16mmq: posso fare dei cavallotti per alimentare il MTdiff 16 nuovo o va aumentata a 25mmq?

 

2) i MTdifferenziali 16A quadripolari sono da 6 moduli?  

 

3) appunti su altro?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carlo Albinoni
Quote

2) i MTdifferenziali 16A quadripolari sono da 6 moduli?  

Io li ho visti anche da quattro moduli, come questo.

 

preview.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sven_G

A proposito, anche marche italiane come BTicino e Gewiss hanno i MTD 4P a 4 moduli...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Carlo Albinoni
Quote

anche marche italiane come BTicino e Gewiss

 

Be', ABB non è una "marca italiana" ma progetta e costruisce gli interruttori differenziali per tutta Europa (e non solo) in Italia (i magnetotermici, invece, sono un parte costruiti in Italia, in parte in Germania).

Lo stabilimento di Santa Palomba è tra i più grandi e moderni nel suo campo.

Non so se tutte le altre "marche italiane" costruiscano interamente in Italia.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Quel Abb è un o degli ultimi prodotti, azienda leader. Sarebbe interessante che tu sapessi il vlaore presunto di Icc in quel punto dove pretendi di allacciare un quadro derivato, giusto per capire se il tuo D16A o C16A tetrapolare + differenziale a quele potere di interruzione di deve riferire, ovvero come lo dovrai scegliere, e poi per il salvamotore, meglio metterlo a bordo macchina.

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

io avevo pensato di metterlo con le stesse caratteristiche di MT di quello presente, e come differenziale controllare gli altri nei centralini simili.. (l'impianto è stato verificato e aggiornato un paio di anni fa).

 

il salvamotore lo metterei in centralino perchè la pompa deve essere comandata dall'interno mentre è ubicata all'esterno, saranno 4 metri di linea.. se però me lo sconsigli lo posso mettere a bordo e comandarlo dal centralino? come?

 

tieni però presente che questa pompa sono anni che è collegata con una prolunga ad una presa interbloccata e l'accendiamo con lo 0-1 di questa :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Ok, se ci indichi la potenza installata del tuo impianto possiamo derivare la Icc presunta al punto di fornitura, e dirti che taglia di MTD scegliere, certamente . ad occhio  - dovresti scegliere un 10kA. Per il salvamotore, puoi posarlo anche in un quadro dove vuoi ed usarlo anche come sezionatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Ah, ok 188kW...non pochi.

 

 

Quote

Corrente di corto circuito massima e minima nel PdC
La Norma stabilisce anche i valori convenzionali della corrente di cortocircuito massima nel punto di connessione alla rete e il fattore di potenza secondo la tabella:
 
 

Fornitura Corrente di cortocircuito 
massima monofase
Corrente di cortocircuito 
massima trifase
Monofase 6 kA (cosφCC = 0,7) -
Trifase P < 33 kW 6 kA (cosφCC = 0,7) 10 kA (cosφCC = 0,5)
Trifase P > 33 kW 6 kA (cosφCC = 0,7) 15 kA (cosφCC = 0,3)

 

I valori in tabella si basano su una taglia massima dei trasformatori del Distributore fino a 630 kVA (Vcc = 6%). I Distributori non potranno più usare trasformatori di taglia superiore. Per quelli già installati il Distributore dovrà comunicare all'utente i relativi valori della corrente di cortocircuito. L'utente, se non riceve altra comunicazione, si basa sui valori in tabella.

Scelta della connessione da parte del Distributore
La Norma fornisce indicazioni sulla potenza che è possibile connettere su differenti livelli di tensione delle reti di distribuzione. Tali valori sono solo indicativi e possono essere concordati con il Distributore, il quale può concedere ad esempio forniture superiori a 200 kW in BT, se la rete lo consente.

Credo ti debba ...se il trafo di cabina zona e della talgia di  630KVA ..prendere in esame la Icc al punto di consegna di 15kA.

Ovvero, per il tuo caso: Un MTD con Icc di 10kA minimo.

Fatto salvo che tu non abbia una cabina Utente, con dati diversi.

 

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Comunque, se tu hai una copia del progetto, lì trovi anche i dati inerenti la Icc al punto di consegna...ma se la cabina è di zona - ovvero di proprietà dell'Ente distributore - dovrebbe essere della taglia indicata e con quella Icc, diversamente l'ente distribuotre comunica il dato variato di Icc. La normativa cei 0-21 ha armonizzato i valori, evitando così interpretazioni improprie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

adesso se lo trovo verifico il progetto, però qui sorge un problema differenziali 4p da 10kA mi pare di trovarne solo da 8 moduli...

 

se no mi tocca rinunciare al neutro, ma nel quadretto nuovo volevo mettere le spie di marcia per i due apparecchi.  

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

allora, il progetto è un po' una giungla :D

 

presume 6kA di Icc..

 

in pratica io ho i differenziali "grossi" in cabina e il generale della blindo con 45kA.. 

nel quadro poi ho tutti 6kA per le linee no blino (servizi, luci, prese interbloccate ecc ecc)... per la bobina di sgancio e il citofono ho dei 4,5kA.

nelle discese dalla blindo ho tutti 6kA e qualche 10kA.

 

che faccio, rimango sul 6kA così lo trovo da 6 moduli? o vado di 10kA e mi invento qualcosa per le lampade spia? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Eh, da come ho letto, io adotterei il 10kA ..tetrapolare MTD...costa molto di più di un 6kA, ma non trovo sicurezza o certezza in una taglia inferiore...

Per le spie segnalazione ...vedi tu, bastano i Fusibili di protezione ed il gioco è fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

Tetrapolare non mi ci sta da 10kA , o ne conosci da sei moduli?

 

Se metto un tripolare senza portare il neutro come posso mettere le spia di segnalazione di ON? Esistono da 400v fase-fase?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

OK, anche il tripolare va bene....se la pompa è trifase pure. Col neutro distribuito potevi gettare degli ausiliari ...ma al massimo poni 3 fusibili con tre spie rete fase: R-S-T.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

Ma io non voglio la segnalazione di presenza rete, voglio mettere due spie di stato, una che mi indichi la pompa in funzione e una che indichi il raffreddatore in funzione.

 

pensavo di metterle a valle del salvamotore della pompa e del MT del raffreddatore.. ho visto che ne esistono anche da 400V.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc
Quote

Ma io non voglio la segnalazione di presenza rete, voglio mettere due spie di stato, una che mi indichi la pompa in funzione e una che indichi il raffreddatore in funzione.

 

Ok, ma che cambia..? due fusibili e due spie quadro su din o diverse...? ci perdiamo in un bicchiere d'acqua...

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

no, ma non capivo cosa intendessi visto che parlavi solo di fusibili ad un certo punto ma il problema per me era la mancanza di neutro... però ho scoperto che esistono spie 400V quindi il problema non c'è più. 

A barra din metterò i fusibili, le spie preferisco quelle tonde da pannello da mettere esterne alla zona con i moduli (ho un centralino con sotto lo sportello molto spazio)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

forse ho trovato la soluzione per la derivazione (poi penseremo al centralino nuovo :P  )

 

ho un centralino a due piani 12+12 che avevo liberato quindi inverto questo con quello singolo da 12, quindi in teoria ho tutto lo spazio che voglio..

 

a sto punto mi viene il dubbio che forse è meglio mettere sotto differenziale anche l'MT80A che ora sarebbe sotto a quello generale della blindo (prob non era stato messo per risparmio).

 

quindi io vedo due soluzioni:

 

A )  aggiungo un modulo differenziale che faccia sia il vecchio mt80 che il nuovo MT(16 o 20)    (alla fine questo diventerebbe un quadro generale del sistema di  raffreddamento)

 

B )  aggiungo un differenziel per il solo MT80 e poi recupero un MTD32 che ho dismesso come generale per il centralino derivato. Il problema è che è un 6000A (come dicevo ho sia 6 che 10kA in giro) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc
Quote

Senza una foto è difficile capire, direti di procedere con un sottoquadro con MT a potere di interruzione di 10kA, seguiti da differerenziali adeguati.

I differenziali andranno posti a valle delle protezioni di zona come quella che andrai a posare.

Per il resto scegli solo il MTD giusto, ed un sezionatore locale per eseguire la manutenzione ai "raffreddatori".

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

allora, ieri ho preparato la derivazione, per ora ho riutilizzato un MTD 32A 0,03 6kA che avevo liberato dismettendo un macchinario ,... poi ho sentito il progettista e passerà a trovarmi per valutare meglio il tutto, se anche lui punta ai 10kA programmiamo una sostituzione dei vari 6kA che ho in giro.

 

Adesso vorrei prepararmi il centralino di comando vero e proprio, uso un GW 68 004 che ho già-

gewiss-68004-falon-kivuli-eloszto-12m-si

 

la mia idea è:

 

zona bassa fuori sportello:  

-selettore 0-1 quadripolare che avvii l'impianto in una sola manovra (sperando ci stia in profondità)

-spia verde di pompa on

-spia verde di radiatore on

(-eventuale spia rossa intervento salvamotore pompa)

-display termometro acqua di raffreddamento

 

nello sportello:

-(sezionatore generale se necessario) **

-MT generale radiatore

-MT generale pompa (o in alternativa salvamotore se non lo metto vicino alla pompa)

-portafusibili spie 

 

 

 

la linea di comando dovrebbe essere:  

 

MTD32 da altro centralino ----> sezionatore---->selettore 0-1----->MT pompa

                                                                                                          |----->MT radiatore

 

 

** serve il sezionatore o basta il selttore 0-1?

 

 

sbaglio qualcosa?

suggerimenti?

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc
Quote

Pare il quadro giusto come tipologia, un po piccolo forse...ci vuole unn quadro diverso, con maggiore profondità per il sezionatore rotativo.

Con la conduttura come ti associ al genrale da 80AS, attenzione  alle giunzioni, meglio una morsettiera Cembre da almeno 100A nominali a cui applichi la linea derivata ed il resto che era già presente.Per il termometro e le spie ti serviranno anche dei fusibili di protezione.

Hai puntali a crimpare e pinza crimpatrice..? con quelle indicazioni di potenze ed uso continuativo, ti sconsiglio di adottare cabvlaggi fai da te improvvisati.

 

Per praticità, è bene entrare sempre dal basso ed evitare fori per raccorid in altro, da sinistra  puoi entrare da sotto e salire rettilineo fino sopra la guida din dove poserati il sez ed i magnetotermici-differenziali. 

 

PS: Quando le linee sono dirette ad a II isolamento certificato, e non vi sono prese a spina, il differenziale può essere omesso. Salvo che -  anche l'utilizzatore lo sia, ma dubito ch enel tuo caso lo sia.

 

I salvamotori scaldano ed uin sezioantore generale sarebbe indicato...provo ad indicarti un altro quadro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

ho verificato, un sezionatore da 32A quadripolare ci sta in profondità... eventualmente per non intasare questo posso prendere una scatola stagna e mettere il salvamotore fuori a bordo pompa mettendo un MT10 nel centralino  (pompa 4,66A 400V salvamotore 4-6,5A) .

 

però forse ti ho confuso un po' le idee alla partenza, l'80A non entra in gioco, la derivazione la faccio a monte di questo:

 

 

[BLINDO]                          [PRIMO CENTRALINO]         [NUOVO CENTRALINO]

presa kanalis 100A -----|----->MT80A chiller

                                         |------->MTD32A-------------------------->sez32A

 

-dalla blindo c'è 25mmq a monte dell'80 ho fatto un cavallotto da 20/30cm al 32A con un 16mmq (pensavo al 10 in origine ma se serve cerco pure un 25 o faccio una morsettiera). In presa devo verificare i fusibili, se sono da 80A li porto a 100A.

 

-dal MTD32 del vecchio al sezionatore nel nuovo devo fare una tubazione zincata e cablo il tutto con un 10mmq (giusto?)

 

-il centralino poi lo cablerei tutto col 4mmq  tra sezionatore e MT10 (pompa) e MT16 (radiatore)    [il radiatore ha due ventilatori da 2kW che non partono mai assieme e il quadro comandi]

 

-spie fusibili e termometro cablo con 1,5.

 

-linea pompa da MT10 a salvamotore uso un 2,5  , sono 4 metri circa

-linea radiatore sempre col 2,5 e sono una decina di metri.

 

 

ps: che tipo di termometro mi consigliate? esistono con sonda da applicare alla tubatura o devo per forza usare quelli con l'attacco per entrare nel tubo?

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...