Jump to content
PLC Forum


Controllo livello liquido luborefrigerante


stefano_
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, vorrei realizzare un sistema automatico di riempimento di una vasca contenete acqua mista ad olio emulsionabile , in pratica una vasca di un centro di lavoro.

Per fare questo avrei pensato ai rele Finder serie 72 quello che non mi è chiaro è il tipo di sonde da utilizzare, tenete presente che è semplicemente acqua " mischiata " ad olio ma con oh alto che in caso di problemi può arrivare anche a 13-14 !

cosa mi consigliate ? Ho visto che ci sono i classici galleggianti oppure sonde con tre elettrodi comune minimo e massimo quali sono le sostanziali differenze ?

Grazie

Link to comment
Share on other sites


Link to comment
Share on other sites

Perdona la mia ignoranza ma il sensore ifm leggo che ha la parte attiva lunga 31mm

ma cosa è la parte attiva ?

grazie.

Link to comment
Share on other sites

Quindi quando il liquido non tocca più la sonda si attiva e quando invece il liqiido ricopre la sonda per 31 mm si disattiva ?

grazie

Link to comment
Share on other sites

Ciao Stefano, se hai presenza di olio, la conducibilità viene sfalsata e quindi per non doverti preoccupare non considerare i livelli conduttivi (2 o più aste). Se vuoi rimanere sull'economico, puoi utilizzare quelli a galleggiante su asta, che vanno ordinati in base alla lunghezza della tua vasca ed hanno contatti reed. Oppure ancora più semplici, ci sono quelli sempre a galleggiante, ma incernierati, che però richiedono una modifica meccanica alla vasca, in quanto hanno un installazione laterale.

 

Dalla soluzione semplice, poi puoi solo che sbizzarrirti con altri principi di misura, che però incidono sui costi.

 

Se il liquido è pulito (perché filtrato da elementi metallici residui), un galleggiante su asta è affidabilissimo.

 

Buona giornata

Link to comment
Share on other sites

Si il liquido contiene olio inoltre non è proprio pulito, diciamo che ci può stare un po' di pulviscolo di alluminio in superficie ,

...... quindi ? ......

ho visto i sensori che mi ha consigliato mc1988 non mi è chiaro il principio di funzionamento del primo sensore , 

per quanto riguarda il secondo se il liquido è scuro in superficie e c'è un po' di pulviscolo di alluminio ci possono essere problemi ?

grazie a tutti

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Se c'è solo del pulviscolo di alluminio in superficie il galleggiante è ancora la soluzione più affidabile.

Link to comment
Share on other sites

Grazie a tutti ma sono sempre terrorizzato dal fatto che possa bloccarsi il galleggiante e far fuoriuscire l'acqua soprattutto durante le ore di lavoro non presidiato o di notte !!

oltre a questi sensori di livello pensavo di mettere un galleggiante con contatto meccanico come sicurezza ( sopra  al massimo quindi ) e se per qualche motivo si blocca il primo sensore di livello interviene il galleggiante di sicurezza, cosa ne ho pensate ?

grazie

Link to comment
Share on other sites

vanfrancohps

Io provo a dare una mia idea poi se sbaglio non c'è problema mi metterò in punizione col capo cosparso di cenere.

Utilizzare un sensore di pressione tipo quelli delle lavatrici per segnalare quando la vasca di lavaggio si è riempita di acqua al livello corretto?

Nel liquido rimane solo il tubo di gomma o altro materiale idoneo ed è solo l'aria che rimane nel tubo ad azionare il sensore che può rimanere in un posto molto più in alto e in luogo riparato.

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Forse è più facile che si blocchi quello di di un galleggiante classico.

Puoi sempre mettere 2, o più, galleggianti in serie ed ottenere così una ridondanza 1 su 2, uni su 3, o più.

Link to comment
Share on other sites

SandroCalligaro
Quote

Puoi sempre mettere 2, o più, galleggianti in serie ed ottenere così una ridondanza 1 su 2, uni su 3, o più.

In quel caso conviene metterli ad altezze leggermente diverse, in modo che il secondo e l'eventuale terzo non si sporchino col liquido?

Link to comment
Share on other sites

Ciao Livio .... ma per galleggiante classico intendi questo ? 

Avevo visto questo tipo ma la vasca è bassa ( circa 25/30 cm) e devo portare l'acqua a 3/4 cm dal coperchio ( si la vasca è chiusa con un coperchio ! ) 

quindi è un problema anche di spazio !

.... qualsiasi consiglio è ben accetto !

 

Ps: anche l'idea di mettere più galleggianti a diverse altezze ( a causa della ridotta altezza della vasca ) è un idea abbastanza ardua.

Un alternativa potrebbe essere realizzare una seconda vasca piccolina comunicante con la principale ma molto più alta in questo modo il coperchio rimane molto più distante dal pelo dell'acqua e riesco a mettere 1 o due galleggianti a diverse altezze !

che ne dite potrebbe essere una soluzuione ?

Una cosa del genere

 

grazie

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Se hai un coperchio metti un trasduttore di livello ad ultrasuoni; scegli la gamma 0 -10 cm, ma forse c'è anche la gamma 0 - 5cm, ed hai risolto il problema. Leggi l'uscita che saà una tensione proporzionale alla distanza e fissi una soglia.

Link to comment
Share on other sites

Grazie Livio,

si 

 ho visto il sensore consigliatomi da mc1988 e costa 230€ il che significa che NON ne posso mettere 2 quindi mi devo fidare di un solo sensore ... e se si rompe ?

Ci penserò .....

 

grazie

 

Link to comment
Share on other sites

Perdonate la mia ignoranza ma ho visto per esempio questo sensore 

domande:

leggo che è pnp ma poi allo voce uscite leggo:

Funzione dell'uscita

 NO / NC programmabile

e poi alla voce modello elettrico leggo pnp,

non capisco se l'uscita è un contatto pulito oppure se è di tipo pnp !

e poi cosa sono e a cosa servono tutti quei accessori ?

- amplificatore switching

- tele di regolazione livello

-monitoraggio di impulsi e velocità 

grazie

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
Quote

e se si rompe ?

 

Allora o il processo è pericoloso e bisogna mettere tutte le sicurezze necessarie e sufficienti senza badare al costo, o non lo è e allora si guardano i costi per avere un sistema ragionevolmente sicuro.

 

Moglie ubriaca e botte piena si ottengono solo affogando la moglie nella botte, però si perde la moglie e si butta il vino.

Link to comment
Share on other sites

Oltre a quelli elencati ,se il serbatoio non è metallico, ci sono anche sensori posizionabili all'esterno (principio di funzionamento capacitivo), li ho usati ancora ma non con quel liquido, si trattava di colla poliuretanica.

Oppure ci sono sensori a vibrazione immersi nel liquido, i cosiddetti diapason, o quelli a "spettroscopia di impedenza".

Sono d'accordo che in abbinamento al sensore sia sempre meglio metterne uno un po' più alto di sicurezza con altra tecnologia (tipo quello a galleggiante sigillato) oltre a evitare trabocchi può segnalare il guasto dell'altro sensore. 

Quote

Moglie ubriaca e botte piena si ottengono solo affogando la moglie nella botte, però si perde la moglie e si butta il vino.

:roflmao: bella questa !!!

 

Link to comment
Share on other sites

hai ragione livio ma se si blocca il sensore un venerdi notte e rimane l'elettrovalvola di carico acqua aperta e torno il lunedi mattina .... pensa un po come mi ritrovo !!,:wallbash:

no il guasto sensore e relativa fuoriuscita dell'acqua non è accettata nella maniera più categorica !

magari come dice jumpman un sensore + un galleggiante come sicurezza .

 

se il serbatoio non è metallico, 

no è metallico !

grazie

 

Ps:

Oppure ci sono sensori a vibrazione immersi nel liquido

qual'è il principio di funzionamento ?

Link to comment
Share on other sites

Quote

qual'è il principio di funzionamento ?

Ha 2 steli che vibrano a una certa frequenza, la presenza di liquido (o anche solidi) fa variare la frequenza, un po' come quando provi a battere le mani sott'acqua :P

Link to comment
Share on other sites

Per una maggior sicurezza una volta che l'acqua arriva al livello minimo ed inizio il caricamento, vedo quanto tempo impiega ad effettuare l'operazione ed a monte dei galleggianti inserisco un timer con tempo poco superiore a quello misurato in precedenza in questo modo in ogni caso dopo X tempo l'elettrovalvola chiude !

che ne dite sono paranoico ? 

Forse potrei utilizzare un conta litri che dopo n litri apre un contatto ! C'è ?

 

che ne dite sono paranoico !????

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
Quote

che ne dite sono paranoico !??

 

No.

Potresti usare l'interruttore galleggiante ed il temporizzatore come sicurezza.

 

Per rilevare il livello minimo cosa usi?

Link to comment
Share on other sites

Bhe se utilizzo i galleggianti ne uso tre ( minimo massimo e sicurezza ) se invece utilizzo sensori ultrasuoni od altro se ho un segnale analogico in uscita chiedo se c'è qualcosa per trasformare questo segnale in un contatto pulito con 2 valori di soglia importabili che so 4 V chiude il contatto 8 V apre

c'e qualcosa del genere ?

mi sembra di capire che questo

 http://catalog.weidmueller.com/procat/Product.jsp;jsessionid=479733A3CE638094A054359F7621E769?productId=([8227350000])&page=Product

potrebbe fare al caso mio !

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...