Jump to content
PLC Forum


donjovi84

Perizia antenna cb che si vuole installare sull'attico

Recommended Posts

donjovi84
Buongiorno a tutti,
grazie in anticipo per il tempo che mi dedicherete.
Sono stato nominato dal tribunale come CTU su un contenzioso tra due condomini sull'installazione di un'atenna CB.

PREAMBOLO:Un condomino ha installato una antenna Cb su un balcone, ma dopo qualche mese ha chiesto al proprietario del terrazzo il permesso  per installarlo sull'attico e quest'ultimo si è rifiutato.
La normativa italiana obbliga i proprietari dell'attico a concedere l'installazione di una antenna.
Il giudice mi chiede:
1)Dove 'è la migliore ricezione possibile (tra balcone e attico)
2)In caso di installazione sul terrazzo individuare la migliore ubicazione in termini di efficacia del segnale e non deturpare il terrazzo
3)In caso di installazione sul terrazzo, stimare l'indennizzo al proprietario dell'attico.
-----------------------------------------
1) In letteratura la migliore posizione possibile si sa è porre un'antenna più in alto possibile. Vorrei fare delle prove empiriche con strumentazione software e hardware. 
1.1)Mi ero immaginato inizialmente di usare un Rosmetro per controllare se la sua attuale antenna è tarata correttamente.
  (Piccola parentesi, ma i connettori che collegano antenna con baracchino sono universali? o mi conviene chiedere in anticipo che connettori ha per 
   eventuali adattatori da portare assieme).
1.2)Cercavo eventuali dispositivi portatili (oppure un'antenna da collegare al pc con apposito software) che mi dicesse ad esempio in questo dato punto (farei dei rilevamenti a campioni in diverse posizioni del fabbricato) il segnale è migliore, c'è un minore rumore, ecc..
1.3)Esiste una strumentazione che mi dice l'interferenze dei palazzi, pali, ostacoli vicini all'antenna?
1.4)Ho visto sul vostro sito il software Plane Platter, quindi potrei controllare se ci sono distorsioni provocate da rotte di aeree che passano sull'edificio dove è installata l'antenna.
1.5) volevo provare a simulare la trasmissione e la ricezione con il baracchino collegato all'antenna del condomino per controllare se è funzionante. Posso usare un software su pc o cellulare per provare a dialogare con il baracchino?

2)Per quanto riguarda la migliore posizione in caso di installazione in terrazza, si sa in letteratura che il segnale migliora molto di più sulla verticale rispetto alla collocazione orizzontale. Quindi la migliore posizione è rappresentata da un punto che non intralcia il cammino del proprietario del terrazzo.

3) l'indennizzo da stimare, non saprei come farlo.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Livio Orsini
16 ore fa, donjovi84 scrisse:

Il giudice mi chiede:

 

in questo caso tutte le risposte devono essere presentate, ed asseverate, da periti accreditati presso il tribunale.

Soprattutto il perito deve essere assolutamente competente nella materia che andrà ad asseverare.

Edited by Livio Orsini
reinserita frase "andata persa nella prima modifica"

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala
2 ore fa, donjovi84 scrisse:

usare un Rosmetro

 

2 ore fa, donjovi84 scrisse:

ma i connettori che collegano antenna con baracchino sono universali?

 

2 ore fa, donjovi84 scrisse:

oppure un'antenna da collegare al pc con apposito software

 

2 ore fa, donjovi84 scrisse:

strumentazione che mi dice l'interferenze dei palazzi

 

2 ore fa, donjovi84 scrisse:

la trasmissione e la ricezione con il baracchino collegato all'antenna del condomino

 

2 ore fa, donjovi84 scrisse:

si sa in letteratura che il segnale migliora molto di più sulla verticale rispetto alla collocazione orizzontale

 

Non ne hai detta una giusta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BLIZZY

Scusate ma se il giudice lo ha nominato vorrà dire che nella teoria risulta  accreditato ; detto questo un problema  del genere  , veramente non credo che capiti spesso .Poi non da radiotecnico ma da radioamatore e cosa risaputa e scientificamente provata che sia la trasmissione che la ricezione migliora progressivamente con l'altezza dal suolo dell'antenna ( chi sa perché le antenne tv le montiamo nei tetti e non in garage ) per cui in un edificio   alla quota delle antenne di ricezione tv  ,  si presume che sia il giusto punto di elevazione  anche per un sistema privato di trasmissione ricezione ; usando l'accortezza , di mantenere il più distante possibile i due sistemi  ( abbattimento delle spurie o RF ) per non creare interferenze tra  l' emissioni in RF del CB sul sistema di ricezione tv .Misure  e controlli da fare non certo con il rosmetro  ma con un analizzatore di spettro per verificare se il dispositivo CB emette spurie significative , tali da  provocare disturbi ad altri sistemi ( tv  wi-fi - automazioni - sistemi telecomandati ) . Per il resto un CB  a pari diritti di accedere all'etere come qualsiasi cittadino alla TV sia terrestre che satellitare (Salvo che non arrechi danni ad altri ).Per tanto concludendo il giudice chiede cose semplici e giuste :

1)Dove 'è la migliore ricezione possibile (tra balcone e attico) -R: Dove sono le antenne tv  in Balcone o attico ? 

2)In caso di installazione sul terrazzo individuare la migliore ubicazione in termini di efficacia del segnale e non deturpare il terrazzo . R:Questa mi sembra equivoca

3)In caso di installazione sul terrazzo, stimare l'indennizzo al proprietario dell'attico.R: se fosse una antenna tv o parabola cosa cambia .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
8 ore fa, BLIZZY scrisse:

Scusate ma se il giudice lo ha nominato vorrà dire che nella teoria risulta  accreditato ;

 

I giudici non sempre sono infallibili, anzi spesso sbagliano anche per cialtroneria e superficialità.

 

Essere iscritti ad un ordine o ad un collegio non è garanzia automatica di competenza,basta aver superato l'esame di stato ed essere iscritti all'albo.

L'iscrizione all'albo permette di essere accreditati come CTU.

Soprattutto non significa che il professionista sia competente nella materia della perizia; potrebbe essere un luminare su altri argomenti ma assolutamente ignorante degli argomenti che deve periziare.

 

Se un perito ufficiale del tribunale deve ricorrere ad un forum di amatori per attingere le competenze che servono alal sua perizia io mi rifiuto di rispondere.

Se dai informazionin diventi corresponsabile, almeno moralmente, di una perizia inaffidabile.

 

Un perito dovrebbe avere tutte le conpetenze per svolgere il suo lavoro, se non ne ha a sufficienza o se l'argomento della perizia esula della sue competenze professionali, deve avere l'onestà morale di rifiutare la perizia!

 

Mi ti rendi conto dei possibili danni che può arrecare una perizia effettuata da un incompetente?

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
BLIZZY

Concordo con il parere di  Livio Orsini e sono comunque soddisfatto che Livio mi abbia ripreso e sottolineato l'importanza della competenza , specie di fronte a un giudice .

Detto ciò spero che da tali considerazioni ne esca una positiva conclusione .

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

L'approccio tecnico è totalmente sbagliato.

 

In primo luogo, ammettendo che esistano gli strumenti per verificare la presenza di ostacoli (valutazione che si può svolgere solo nell'ambito di frequenze con propagazione di tipo ottico e non è certamente il caso della CB) questi devono essere certificati, quindi non si tratta del programmino da caricare sul pc, l'antennino da comprare sul sito cinese ecc ecc.

Tutte le altre ipotesi tipo il rosmetro, usare l'antenna tv condominiale, i connettori universali e la letteratura dice che.....evidenziano solamente che chi scrive non ha la minima idea di ciò che sta scrivendo e a maggior ragione è meglio stare molto alla larga dagli aspetti tecnici.

 

In secondo luogo, ammettendo di riuscire a dimostrate che l'installazione sul tetto è preferibile a quella sul balcone e di esercitare i diritti in forza di quanto affermano vari articoli del Codice Civile 

 

è sufficiente che la controparte sostenga che l'installazione pregiudica il decoro architettonico dell'edificio per chiudere la partita,

l'antenna non la monti sul tetto ed è estremamente probabile che venga imposto di ripristinare lo stato precedente e quindi 

dover toglierla anche dal balcone. :superlol:

 

Aggiungo che, per svolgere due misure comparative dell'intensità di campo, una sul balcone e una sul tetto, sarebbe necessaria la presenza di una sorgente di segnale nota e certificata che nella gamma CB non c'è...a differenza invece di quanto avviene per la TV e il satellite dove si usa come riferimento il ripetitore o il satellite stesso. 

 

Edited by dott.cicala

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
1 ora fa, dott.cicala scrisse:

Aggiungo che, per svolgere due misure comparative dell'intensità di campo, una sul balcone e una sul tetto, sarebbe necessaria la presenza di una sorgente di segnale nota e certificata che nella gamma CB non c'è...a differenza invece di quanto avviene per la TV e il satellite dove si usa come riferimento il ripetitore o il satellite stesso. 

:thumb_yello:

Sottoscrivo tutto, anche quello non quotato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
donjovi84
17 ore fa, dott.cicala scrisse:

 

 

 

 

 

 

Non ne hai detta una giusta.

Ti sarei infinitamente grata se mi dai dei chiarimenti. grazie tante

Share this post


Link to post
Share on other sites
donjovi84
4 ore fa, Livio Orsini scrisse:

 

I giudici non sempre sono infallibili, anzi spesso sbagliano anche per cialtroneria e superficialità.

 

Essere iscritti ad un ordine o ad un collegio non è garanzia automatica di competenza,basta aver superato l'esame di stato ed essere iscritti all'albo.

L'iscrizione all'albo permette di essere accreditati come CTU.

Soprattutto non significa che il professionista sia competente nella materia della perizia; potrebbe essere un luminare su altri argomenti ma assolutamente ignorante degli argomenti che deve periziare.

 

Se un perito ufficiale del tribunale deve ricorrere ad un forum di amatori per attingere le competenze che servono alal sua perizia io mi rifiuto di rispondere.

Se dai informazionin diventi corresponsabile, almeno moralmente, di una perizia inaffidabile.

 

Un perito dovrebbe avere tutte le conpetenze per svolgere il suo lavoro, se non ne ha a sufficienza o se l'argomento della perizia esula della sue competenze professionali, deve avere l'onestà morale di rifiutare la perizia!

 

Mi ti rendi conto dei possibili danni che può arrecare una perizia effettuata da un incompetente?

Non so che lavoro lei faccia nella vita oltre a inutili e sterili polemiche.

Detto questo, un consulente non può mai essere esperto di tutto, ha le basi la teoria ma spesso si trova a dover fare consulenze su ambiti di nicchia che non ha mai affrontato.

Se non vuole rispondere o non sa rispondere la prego di astenersi da ogni altra futile risposta.

buona giornata

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
4 ore fa, Livio Orsini scrisse:

Un perito dovrebbe avere tutte le conpetenze per svolgere il suo lavoro, se non ne ha a sufficienza o se l'argomento della perizia esula della sue competenze professionali, deve avere l'onestà morale di rifiutare la perizia!

 

2 ore fa, dott.cicala scrisse:

..evidenziano solamente che chi scrive non ha la minima idea di ciò che sta scrivendo e a maggior ragione è meglio stare molto alla larga dagli aspetti tecnici.

 

5 minuti fa, donjovi84 scrisse:

Ti sarei infinitamente grata se mi dai dei chiarimenti. grazie tante

Mi risulta incredibile che i '' chiarimenti '' verranno soltanto per arricchire il bagaglio di conoscenze , dato che :

20 ore fa, donjovi84 scrisse:

Sono stato nominato dal tribunale come CTU su un contenzioso t

E strano anche il cambio di genere....

 

13 minuti fa, donjovi84 scrisse:

Ti sarei infinitamente grata

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri-z
9 minuti fa, donjovi84 scrisse:

Detto questo, un consulente non può mai essere esperto di tutto, ha le basi la teoria ma spesso si trova a dover fare consulenze su ambiti di nicchia che non ha mai affrontato

Questo e chiaro , e noto e comprensibile , ma da comune mortale che TEME di essere vittima di una perizia fatta da un non solo '' non competente '' ma pure irresponsabile , visto che non si rende conto dei gravi danni almeno morali se non anche materiali che può portare una SUA '' perizia '' , sono d'accordo con chi si rifiuta di aiutarti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dott.cicala

 

13 minuti fa, gabri-z scrisse:

ma da comune mortale che TEME di essere vittima di una perizia fatta da un non solo '' non competente '' ma pure irresponsabile

Condivido il timore.

 

Se non c'è competenza che consulenza vuole dare?

 

Se non c'è competenza che non si addentri in ambiti dove la competenza è necessaria, se non ha competenza in nessun ambito del contenzioso, che rinunci alla consulenza.

 

Vedasi  "deontologia"

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Migliaresi
2 ore fa, dott.cicala scrisse:

Se non c'è competenza che non si addentri in ambiti dove la competenza è necessaria, se non ha competenza in nessun ambito del contenzioso, che rinunci alla consulenza.

 

Vedasi  "deontologia"

Sic et simpliciter: discussione chiusa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
3 ore fa, donjovi84 scrisse:

Non so che lavoro lei faccia nella vita oltre a inutili e sterili polemiche.

Detto questo, un consulente non può mai essere esperto di tutto, ha le basi la teoria ma spesso si trova a dover fare consulenze su ambiti di nicchia che non ha mai affrontato.

Se non vuole rispondere o non sa rispondere la prego di astenersi da ogni altra futile risposta. 

buona giornata

 

Una risposta, senza alcuna polemica, è doverosa.

 

Se da un'occhiata al mio profilo noterà che tra qualche mese compirò, a dio piacendo, 75 anni; a questa età è doveroso evitare impegni professionali retribuiti.

Sino a qualche anno fa mi sono ocuupato di progettazione di apparati di telecomunicazioni professionali e, nelle ultime 4 decadi circa, di progettazione di apparati e sistemi di automazione. Se le interessano i dettagli può sempre consultare il mio curriculum professionale, presente in rete.

Che un consulente, professione che ho svolto negli ultimi anni della mia vita lavorativa, non può essere esperto in tutto è pacifico, ma deve essere particolarmente esperto nella materia inerente alla onsulenza che ha acettato di svolgere.

 

Io non so in quale materia lei sia esperto però, da quanto scrive, non è sicuramente esperto nelle radio comunicazioni.

 

Questo fatto è particolarmente grave perchè lei, a quanto scrive, è stato nominato CTU di un tribunale, per dare un parere tecnico, su una questione inerente alle radio comunicazioni.

 

Non solo non do risposte ai quesiti da lei proposti, ma ritengo mio dovere dare il mio parere sull'intera vicenda, vicenda; risposta che è tuttaltro futile!

 

Anzi a questo punto le chiedo: ma non prova almeno un poco di vergogna?

 

Se si dovesse giudicare da questo episodio l'immagine della giustizia italiana ne esce distrutta.:angry::(

 

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...