Jump to content
PLC Forum


Iperione

Unire sezione cavi differenti

Recommended Posts

Iperione

Ciao ragazzi,

 

some ho spiegato in questo post, dovrei tirare (nel corrugato) un nuovo cavo unipolare per alimentare la fase di un led-spia (a.k.a. luce di cortesia) da inserire nei deviatori. Per alimentare un semplice LED come quello, basterà un cavo da 0,75 mmq; anzi molto probabilmente basta molto meno, visto che le correnti in gioco saranno nell'ordine dei milliampere (15 mA? 30 mA? chissà). Per questioni di praticità (ed economiia), la fase la prendo dalla presa elettrica più vicina, quindi "protetta" dal magnetotermico di 16 Ampere nel quadro elettrico.

 

Ora, ovviamente tutti i cavi di quel magnetotermico, sono a sezione 2,5 mmq. La domanda è: posso congiungere il nuovo cavo da sezione 0,75 mmq che dovrà alimentare SOLANTO il LED-spia con i cavi da 2,5 mmq che invece alimentano le prese elettriche (forno, frigorifero, aspirapolvere, TV, computer, ecc ecc). Oppure in qualche modo la sezione 0,75 mmq rischia di bruciarsi o (chessò) di compromettere in qualche modo l'impianto elettrico, e quindi sono costretto a far passare un sezione di almeno 2,5 mmq per alimentare uno stupidissimo LED???

Scusate per la domanda forse troppo da principiante 🤯

Edited by Iperione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Maurizio Colombi

In condizioni normali il cavo non rischia un bel niente, ma la buona tecnica (e la logica) dicono che siano adeguatamente protette tutte le parti dell'impianto.

Nel tuo caso, un cavo da 0,75 sotto un automatico da 16 non è adeguatamente protetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Ciao Iperione,

intanto io avrei continuato nella stessa discussione piuttosto di aprirne un'altra, del resto stiamo parlando sempre dello stesso "punto luce", comunque non importa, farà lo stesso, sono solo mie fissazioni...........:smile:

 

Venendo al tuo quesito invece, oltre a quello che ti ha detto giustamente @Maurizio Colombi e considerazioni varie sulla sezione giusta o sbagliata che sia:

53 minuti fa, Iperione scrisse:

Per questioni di praticità (ed economiia), la fase la prendo dalla presa elettrica più vicina, quindi "protetta" dal magnetotermico di 16 Ampere nel quadro elettrico.

hai pensato (ma credo proprio di no) che con la soluzione di prendere la fase dalla Linea prese e magari il neutro della Linea Luce vai a "mescolare" i 2 circuiti se spegni un interruttore nel quadro e non l'altro in qualche modo avrai sempre tensione in una delle due linee?

Tu mi potrai dire che spegni sempre entrambi, o magari anche il contatore generale dell'ENEL (o chi per essa), ma il lavoro è concettualmente e praticamente sbagliato.

In pratica se le lampade esterne sono parte della Linea  Luce, anche il semplice led di segnalazione dev'essere collegato completamente nella stessa linea.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Iperione
26 minuti fa, ROBY 73 scrisse:

hai pensato (ma credo proprio di no) che con la soluzione di prendere la fase dalla Linea prese e magari il neutro della Linea Luce vai a "mescolare" i 2 circuiti se spegni un interruttore nel quadro e non l'altro in qualche modo avrai sempre tensione in una delle due linee?

Tu mi potrai dire che spegni sempre entrambi, o magari anche il contatore generale dell'ENEL (o chi per essa), ma il lavoro è concettualmente e praticamente sbagliato.

In pratica se le lampade esterne sono parte della Linea  Luce, anche il semplice led di segnalazione dev'essere collegato completamente nella stessa linea.

 

Ciao Roby, buona sera.

 

Si, hai assolutamente ragione di quanto affermi, per me era sottinteso che stavo facendo una porcata 😥 Quello che scrivi è completamente cristallino, decisamente sei stato molto chiaro, però il problema persiste perchè sono già in possesso del cavo 0,75 mmq (anzi credo sia addirittura 0,5 mmq) e non sapevo se potevo usarlo; sia sulla linea 16 A o sia anche sulla linea luce da 10 A. (ed ecco il motivo del nuovo thread) - (ti scopiazzo lo stile 😁; ndr)

Dalla risposta di @Maurizio Colombi ho capito che non posso farlo, o almeno (così ho interpretato dalle sue parole) finchè l'impianto funziona correttamente, ci posso mettere pure un capello di rame, tanto per alimentare il LED serve poco. Però nel caso di un possibile malfunzionamento (forse un corto-circuito???) di una presa elettrica o chessò di una lampadina nel punto luce, allora "succede qualcosa di brutto"  (però non so che succede, forse si brucia il filo da 0,75 mmq ?).

Quindi il mio cavo 0,75/0,5 mmq o lo collegavo alla linea prese da 16 ampere, o lo collegavo alla linea luce da 10 ampere, stavo comunque facendo una ca**ata 🤪

 

Se mi sbaglio, mi corrigerete -- Wojtyla 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
1 ora fa, Iperione scrisse:

Quindi il mio cavo 0,75/0,5 mmq o lo collegavo alla linea prese da 16 ampere, o lo collegavo alla linea luce da 10 ampere, stavo comunque facendo una ca**ata 🤪

Esatto

 

1 ora fa, Iperione scrisse:

Se mi sbaglio, mi corrigerete -- Wojtyla 🤣

Pace all'anima sua :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites
patatino59

Ma le spie non vanno in genere protette da fusibile ?

Nella spia a Led non c'è compresa una resistenza fusibile ?

(ed ha il cavo da 0,5mm al massimo, non certo da 2,5 mmq...)

Per 20 Led basta un fusibile da 1 Ampere nel punto di partenza da 2,5 mmq per ripartire con qualsiasi sezione.

Mi sembra di vedere il cagnolino al circo con la gomena di una nave per guinzaglio... :P

Edited by patatino59

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
4 ore fa, patatino59 scrisse:

Mi sembra di vedere il cagnolino al circo con la gomena di una nave per guinzaglio...

... ci facciamo dei problemi per un paio di metri di 1,5 sotto la linea luce... e tu vuoi mettere un fusibile?

Edited by Maurizio Colombi

Share this post


Link to post
Share on other sites
patatino59
8 ore fa, Maurizio Colombi scrisse:

In condizioni normali il cavo non rischia un bel niente, ma la buona tecnica (e la logica) dicono che siano adeguatamente protette tutte le parti dell'impianto.

Nel tuo caso, un cavo da 0,75 sotto un automatico da 16 non è adeguatamente protetto.

Allora per normativa ci vuole la stessa sezione della linea protetta da MTD ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
4 ore fa, patatino59 scrisse:

Allora per normativa ci vuole la stessa sezione della linea protetta da MTD ?

Certo!

La protezione da cortocircuito potrebbe essere efficace (anzi la è sicuramente) anche con un magnetotermico di taglia superiore.

La protezione termica, invece, è già scarsa per le sezioni convenzionali.

Solitamente si dichiara conforme l'impianto fino al punto di prelievo; e da quello si protegge il componente più "debole".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nino1001-b
Quote

Quindi il mio cavo 0,75/0,5 mmq o lo collegavo alla linea prese da 16 ampere, o lo collegavo alla linea luce da 10 ampere,

No lo devi collegare alla linea luce perchè la spia segnala la presenza della linea luce non la presenza di tensione ad una presa altrimenti crei una condizione pericolosa nei confronti di un elettrecista (si fa per dire...un elettrecista serio non si fida dei propri impianti figurati se si fida dell'impianto degli altri!).

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Iperione

Ho fatto come avete suggerito: ho collegato un cavo sezione 1.5 mmq sulla linea del magnetotermico destinato ai punti luce, o almeno credo di averlo fatto.

 

Non è stato facile ... ora mi spiego meglio

 

Infilando la sonda nell'unico corrugato nella cassettina dei deviatori, spingendo e spingendo, è sbucata in una scatola di derivazione nel muro esattamente alle mie spalle. Ho aperto la scatola di derivazione e dentro ho trovato: 1 grosso morsetto unipolare (a cappellotto) che teneva insieme le fasi della linea prese, 1 grosso morsetto coi neutri della linea prese, 1 grosso morsetto con la messa a terra, infine 6-7 piccoli morsetti che tenevano ognuno 2 massimo 3 cavi (colore cavi marrone, nero, bianco). Andando ad intuito e a colpi di cerca-fase, i morsetti piccoli erano legati alla linea luce e ognuno collegato a qualche deviatore; per alcuni era la fase, per altri il ritorno di lampada. Infatti, staccando dal quadro la linea prese, lasciando solo la linea luci, quei 6-7 morsetti piccoli avevano la fase "attiva" ad intermittenza, in base (ovviamente) a come venivano premuti i deviatori.

 

Alla fine, tra questi morsetti, ne ho trovato 1 che sembra essere una fase STABILE su cui però erano collegati 1 cavo marrore (tipico colore di fase) e 2 cavi neri (tipico colore di ritorno lampada).

 

Il problema però è: come faccio ad identificare ed essere sicuro che quel morsetto sia una fase fase e non sia magari, chessò, qualche altra cosa (come un invertitore o un deviatore del piano di sotto)? Inoltre mi trovo spiazzato perchè alle volte l'elettricista ha usato un semplice cavo marrone anche per passare un ritorno di lampada, quindi non mi posso neanche fidare al 100% del codice cromatico usato 😓

 

La soluzione che ho trovato sul momento è stata quella di prendere un morsetto, tenerci il cerca-fase sopra, provare a spegnere/accendere i vari deviatori per vedere se la fase veniva o andava via. A quel punto identificavo che quel morsetto poteva essere o il connettore 1, o il connettore 2 o il connettore di ritorno di lampada di un deviatore (e quindi lo escludevo). Infatti c'ho messo tipo 87 anni per testare tutti quei morsetti 😫

Edited by Iperione

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
3 ore fa, Iperione scrisse:

Alla fine, tra questi morsetti, ne ho trovato 1 che sembra essere una fase STABILE su cui però erano collegati 1 cavo marrore (tipico colore di fase) e 2 cavi neri (tipico colore di ritorno lampada).

Questo è del tutto soggettivo, anzi pensa che io (come molti altri) uso l'esatto contrario.

 

3 ore fa, Iperione scrisse:

Il problema però è: come faccio ad identificare ed essere sicuro che quel morsetto sia una fase fase e non sia magari, chessò, qualche altra cosa (come un invertitore o un deviatore del piano di sotto)?

Cerca se da quella scatola di derivazione esiste un filo che va ad una 503 con un semplice interruttore e da lì ricaverai la fase diretta.

Posta una foto della scatola di derivazione sopracitata in modo che proviamo a capire qualcosa in più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Iperione
18 ore fa, ROBY 73 scrisse:

Cerca se da quella scatola di derivazione esiste un filo che va ad una 503 con un semplice interruttore e da lì ricaverai la fase diretta.

Posta una foto della scatola di derivazione sopracitata in modo che proviamo a capire qualcosa in più.

Grazie 1000 per il suggerimento!!! In effetti questa dritta che mi hai dato è una prova che posso eseguire per togliermi ogni dubbio se il morsetto a cappellotto che ho attualmente trovato sia una fase "pulita" oppure no. Ottimo 😉👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Facci sapere cosa trovi allora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...