Jump to content
PLC Forum


salernozz

MODULO PER TERMORESISTORI ---> PT100

Recommended Posts

salernozz

 

Salve, buongiorno, buona giornata e bella vita a tutti!

 

Una domandina semplice (credo) : il modulo d' espansione SM 1231 AI4 per RTD 16 bit va bene per qualunque caso? (es. qualunque termoresistore, ecc, proprio in qualunque caso)

 

come farei a leggerlo in tutti i possibili casi? (tia portal)

 

Ho provato a fare qualche ricerca su internet ma non mi dicono molto e non sono molto mirati e specifici. 

Se avete tempo di scrivere oppure materiale da cui reperire informazioni specifiche e spiegate bene, sono qui che vi aspetto!

 

Grazie per il supporto che mi state dando o mi state per dare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

salernozz

Il mio plc è un s7 1200 1214C DCDCDC 6ES7 214-1AG40-0XB0

 

E non saprei nemmeno quale ordinare, non vorrei far sprecare soldi per niente al titolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

AIUTOOOOOOO

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fulvio Persano

Ciao.

 

Quote

 

AIUTOOOOOOO

 

Hai aperto la discussione appena 5 ore fa e già pretendi un aiuto, gridando?
Il regolamento lo hai letto o solo sottoscritto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
step-80

@salernozz ..la linea che separa un forum da un grossista di materiale elettrico è sottile ma c'è :superlol:

 

ti ricordo che di giorno la gente lavora e che sollecitare non serve a nulla...gli utenti rispondono se hanno tempo, se sanno la risposta e soprattutto se hanno voglia. 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

scusate, alla fine sono riuscito a risolvere 😕

 

per quanto riguarda il regolamento gli avevo già dato una spolverata, comunque grazie per la raddrizzata

 

 

Step appena puoi e solo se hai voglia, potresti spiegarmi come leggere una termo resistenza nel software TIA ?

 

Nel caso non volessi fammelo sapere, grazie mille

Edited by salernozz

Share this post


Link to post
Share on other sites
max.bocca

Semplicemente come l'analogico! Devi settare il tipo di sonda e ti fornisce il dato in chiaro a decimi.

Guarda i tutorial... Leggi i manuali... 

Ma il tuo distributore Siemens non ti supporta? Io ho sempre fatto dimostrazione ai clienti come si usano i prodotti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69
11 ore fa, salernozz scrisse:

ve, buongiorno, buona giornata e bella vita a tutti

Grazie

 

 

Ti faccio una domanda al contrario    a te cosa serve leggere ? Che sonde?  Pt 100 ?  Che range di temperatura?   A che distanza sono collegate ? Comunque come scheda non va male 

 

Max ti accennava . . 

 

Tu hai la cpu da collegarti al banco ?  Non succede nulla se sbagli con la scheda 4 in   colleghi una sonda a caso , leggi il valore sul pc mentre sei online e ti accorgi subito se le cose quadrano

 

La sonda e sul tavolo ?  Leggerai esempio 25 gradi ma indecimale   250   prendi in mano la sonda  vedrai che sale la temperature perché la mano è più calda e via di seguito

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
batta
13 ore fa, salernozz scrisse:

Una domandina semplice (credo) : il modulo d' espansione SM 1231 AI4 per RTD 16 bit va bene per qualunque caso? (es. qualunque termoresistore, ecc, proprio in qualunque caso)

C'è un modo semplicissimo per scoprire quali sonde di temperatura sono supportate dal modulo: crei un progetto, inserisci il modulo, ed entri nella configurazione hardware.

Poi, se vai nella pagina di supporto Siemens, digitando il codice del prodotto trovi dati tecnici, manuali, e molto altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

@batta  @max.bocca @luigi69

 

ok per il modulo ho risolto, grazie.

 

Io parlavo anche di come configurare il mio progetto su TIA (il KOP) per poter leggere la variazione di resistenza. Stamattina mi studio questo argomento su internet, nel caso avreste voglia di riportarmi un kop, ben venga, mi darebbe una mano: così sarei sicuro di non avere configurazioni Kop (su internet) sbagliati.

 

Ciao e buona giornata a todoooos

Share this post


Link to post
Share on other sites
batta

Non capisco cosa tu voglia dire. Cosa intendi per "configurare il mio progetto su TIA (il KOP)"?

Se vuoi sapere come leggere il valore di temperatura da un modulo RTD, come ti è già stato detto, il valore dell'ingresso analogico è già la temperatura in decimi di grado.
È sempre preferibile appoggiare il valore letto ad una variabile in un DB. Se ti va bene leggere sempre un valore intero in decimi di grado, ti basta un semplice MOVE.
Se vuoi avere la temperatura in gradi in formato REAL, prendi il valore analogico, lo moltiplichi per 0.1 e metti il risultato nella variabile in formato REAL.

 

Piccola nota: potresti, ovviamente, anche dividere per 10 anziché moltiplicare per 0.1. Questa è una mia abitudine, retaggio dei vecchi tempi, di quando, nella programmazione, si faceva attenzione al "peso" delle istruzioni usate. Tra le 4 operazioni classiche, la divisione è (o almeno era) la più pesante.

 

Se, invece, vuoi idee su come strutturare il programma, suddividi i vari compiti in diversi blocchi di programma. Per il momento, ti consiglierei di lasciar perdere le FB ed usare solo FC (non mi pare il caso, ora, di addentrarci in istanze, multiistanze ed altro).
Nel main (OB1) organizzi i richiami alle tue funzioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

Il move a scuola l' ho sempre usato, su carta però. Qua è diversissimo, non so proprio come iniziare.

 

1) Se lo leggessi con la riga

 

 |--------[ NORM_X ]----------------[ Calculate: ''(In1-In2)*In3+In2'' ]---------|             out: DB3

            int to real                        In1:Max / In2: Min / In3: DB2

            Value:DB1

            out:DB2 

 

oppure devo fare 

 

|------[ NORM_X ]------------------[ Calculate: ''(In1*In2)'' ]----------|                 out: DB3

           int to real                       In1: DB2 / In2: 0.1     

          Value:DB1

            out:DB2 

 

 

Non saprei nemmeno che max e min mettere nella normalizzazone del segnale: premetto che ricordo e ho sotto mano l' argomento dei segnali analogici in unità decimali che mi avete spiegato la scorsa volta.

 

Un casino, appena potete sono qui che vi aspetto.

 

Se non avreste voglia di rispondere al quesito fatemelo sapere pure, non c' è problema. Lo vorrei sapere solo per non attendere inutilmenteee

 

Grazie ancora ragazzi

 

 

image.png.8e558284fbd8d04c17de5468aca86dd0.pngIl collegamento è di un modulo più vecchio però utilizzo lo stesso (il mio: 6ES72315PD320XB0)

Edited by salernozz

Share this post


Link to post
Share on other sites
step-80

Ah @salernozz....l'automazione già è difficile..se te la complichi pure stiamo a posto!:P

 

Non devi scalare,normalizzare o robotizzare nulla. Come ti è stato già detto , se prendi il modulo che legge già PT100, collegandola come da manuale poi sul canale analogico leggerai DIRETTAMENTE LA TEMPERATURA IN DECIMI DI GRADO. Questo significa che ,con tutta probabilità, a temperatura ambiente leggerai un valore compreso tra 200 e 300 (che sono appunto , 20.0 gradi e 30.0 gradi). 

Qui in Veneto attualmente leggeresti 500-600:ninja:

 

Batta suggeriva solo di 'copiarla' con un semplice MOVE su una variabile di un DB creato da te. Davanti al MOVE metterai un flag sempre ON in modo da eseguire l'istruzione ad ogni ciclo ed avere costantemente aggiornata la tua variabile. 

 

Ripeto, devi normalizzare o scalare SE E SOLO SE hai preso un modulo analogico generico(non chiedermi i codici perchè non uso Siemens).

Edited by step-80

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

AAAAAAAAAAAAAHHHHHMMMMMMMM 

 

Ora ci sono PER TUTTO, tranne per il flag che non so cosa è,  ma sarà una******

 

Poi per il move? Se ne usano particolari come umove, moveblk, move ecc o basta, solo ''move'' ?

 

Grazie

Edited by Livio Orsini
Tolto termine scatologico

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

Salernozz: OK! i flag sono i merker😐

 

programmatori da una vita: Oh mio dio, dove siamo finiti

Edited by salernozz

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
14 minuti fa, salernozz scrisse:

 

Ora ci sono PER TUTTO, tranne per il flag che non so cosa è,  ma sarà una ******. 

 

per prima cosa certi termini su questo forum non si devono usare!

 

Il termine "flag" (bandiera) sta ad indicare un bit (merker per siemens) che può assumere lo stato alto o basso. Similmente ad una bandierina alzata, il flag alto indica che è possibile una determinata azione; ad esempio se un determinato flgag è alto si richiama una certa funzione.

Nel caso in oggetto

 

55 minuti fa, step-80 scrisse:

Davanti al MOVE metterai un flag sempre ON in modo da eseguire l'istruzione ad ogni ciclo ed avere costantemente aggiornata la tua variabile. 

 

Il flag sempre alto permette l'operazione di aggiornamento sempre, volendo è possibile alzare il gflag allo scadere di un temporizzatore, si esegue l'aggiornamento ed al termine dell'aggiornamento si abbassa il flag; allo scadere nuovamente del timer il flag verrà alzato rendendo possibile l'aggiornamento. Questo è un modo per aggiornare la viariabile a tempi fissi.

 

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
step-80
Quote

Poi per il move? Se ne usano particolari come umove, moveblk, move ecc o basta, solo ''move'' ?

 

Guarda, io di solito apro la cartella contenente le istruzioni e ne scelgo uno a caso, tanto sono tutte uguali. 

Hanno pure perso tempo a creare una guida in linea(fatta anche molto bene devo dire) ma che per la verità non serve a nulla. 

Se vai sull'istruzione e clicchi F1, ti compare già la descrizione(per filo e per segno, in italiano) ma è un inutile orpello a mio parere.

 

Ps: siamo un forum di professionisti o comunque di persone mature. Certe espressioni meglio tenerle per altri contesti;)

Edited by step-80

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

grazie @Livio Orsini , grazie @step-80, grazie @luigi69 e grazie @batta ora sono preparato per mettere in funzione il pt100, e devo dire che pian piano (ma pian piano) le cose mi risultano più facili e più abituali. Alla fine per questo erano solo 3 o 4 baggianate da sapere, che però naturalmente senza averle mai sentite ne viste mi sono state difficili inizialmente, poi però tutto a posto: ora devo solo aspettare quel modulo, che non arriva più :( 

 è tutta mattina che aspetto

 

Mi state supportando (e sopportando) molto ultimamente e affermo e lo ribadirò più e più volte che senza le vostre spiegazioni probabilmente ora sarei ancora alla configurazione dei dispositivi in TIA. Anzi forse mi sarei fermato sulla vista del portale

 

Buon pranzo a tutti!

Edited by salernozz

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

scusami @luigi69  mi sono dimenticato di rispondere:

 

14 ore fa, luigi69 scrisse:

Ti faccio una domanda al contrario    a te cosa serve leggere ? Che sonde?  Pt 100 ?  Che range di temperatura?   A che distanza sono collegate ? Comunque come scheda non va male 

 

 

temperatura

 

pt100

 

il range è ancora un ''?'' perché me ne hanno data una in uno scatolone a caso, però oggi rivado dal titolare per dirglielo che mi serve sapere le sue caratteristiche tecniche

 

La tengo sul tavolo

14 ore fa, luigi69 scrisse:

Tu hai la cpu da collegarti al banco ?

non so di costa stai parlando (>.<)   

mi sento ignorante, ma non voglio esserlo, se hai voglia aspetto info sennò niente, non posso obbligare nessuno

14 ore fa, luigi69 scrisse:

leggi il valore sul pc mentre sei online e ti accorgi subito se le cose quadrano

eeeeh magari... ne ho di strada prima di fare quelle cose, non saprei proprio dove iniziare

Share this post


Link to post
Share on other sites
step-80

@salernozz posso farti una domanda? 

 

Ma il tuo capo come lo definisci tu ti ha messo li a trabiccolare con plc , sensori ad ultrasuoni(analogici, manco digitali) , PT100 ecc cosi, a casaccio? Di cosa ti occupavi prima? 

Hai un progetto preciso in mente o per ora stai solo facendo delle prove?

Te lo chiedo perchè il fatto di mettere in piedi una comunicazione con un sensore, purtroppo, non ti rende programmatore(parlo in generale).

Anche se la soddisfazione iniziale (cosi come pure l'entusiasmo) è molta, se hai lacune di QUALSIASI natura, sta sicuro che prima o poi si presenteranno alla porta. E' solo questione di tempo. 

 

Il forum è uno strumento potentissimo  di scambio di idee, pareri ed aiuto, ma deve essere un caso eccezionale. Anche perchè la prima volta che ti troverai ad armeggiare con qualcosa che non va come avevi previsto e saranno le 4 del mattino, sul forum non troverai nessuno, manco se urli. E poi i venditori stanno li apposta. Devi stressarli, finchè non ti danno il supporto che ti serve. Non preoccuparti del fatto che compri tanto o compri poco, hai sempre comprato e potenzialmente potresti essere un cliente da milioni l'anno. 

 

Siemens come tutti gli altri ha un Support che funziona bene..usa il forum quando proprio non ne vieni fuori, perchè gli utenti ti aiutano 1,10 volte ma poi quando vedono che la minestra è sempre la stessa si stufano. 

 

Buon pranzo anche a te

Matteo

 

Edited by step-80

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69
31 minuti fa, salernozz scrisse:

non so di costa stai parlando (>.<)   

  a banco  ovvero..fare le prove per i fatti tuoi appoggiato su una scrivania o su un banco di lavoro

 

non davanti al cliente a macchina finita, facendosi figuracce e dando l'idea di pressapochismo....

le prove le fai per conto tuo

 

se devi leggere 30 gradi , tanto per dire, e settare una soglia di una uscita se superi i 32 gradi , tanto per dire , puoi propio fare le prove a banco

 

se si tratta di verificare l'isteresi di un forno a 200 gradi

 

....il principio è quello die 30 gradi , ma necessariamente devi farti le prove sull'apparecchiatura finale

intendevo dire questo

 

35 minuti fa, salernozz scrisse:
14 ore fa, luigi69 scrisse:

leggi il valore sul pc mentre sei online e ti accorgi subito se le cose quadrano

eeeeh magari... ne ho di strada prima di fare quelle cose, non saprei proprio dove iniziare

 

ma...è la base... ovvero....secondo me, se non ti colleghi con il PC e non vedi le variazioni di temperatura, non provi a settare una soglia o a scrivere in una DB il valore che leggi...sulla carta tutto funziona poi.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
batta
20 minuti fa, salernozz scrisse:

il range è ancora un ''?'' perché me ne hanno data una in uno scatolone a caso, però oggi rivado dal titolare per dirglielo che mi serve sapere le sue caratteristiche tecniche

Se è una PT100, è una PT100 e basta. Nel modulo RTD configuri che stai usando una PT100 piuttosto che una PT1000 o una termocoppia. Poi definisci il tipo di collegamento (2 fili, 3 fili, 4 fili), ma non imposti nessun range.
Una PT100 ha una resistenza di 100 Ohm a temperatura 0 °C, ed incrementa il suo valore di resistenza di 0,385 Ohm ogni grado centigrado.
Non devi fare scalature, conversioni, linearizzazioni, normalizzazioni. Devi solo prendere il valore così come lo leggi dal canale analogico (in decimi di grado) e copiarlo, per praticità, su una variabile da usare poi nel programma.
Se nel mio post ti ho detto di usare l'istruzione MOVE, è perché intendevo dire che devi usare l'istruzione MOVE. Non ho parlato di NORM_X, BLK_MOVE o altro.
Si tratta dell'istruzione MOVE come quella che dici di aver usato "solo su carta": prendi questo valore qui, e scrivilo su quella variabile là.

Poi, come ti hanno suggerito, per ogni singola istruzione c'è il manuale in linea. Basta andare col mouse sull'istruzione e premere F1.

 

Mi pare però che ti abbiano buttato lì allo sbaraglio, a gestire sonde ad ultrasuoni, termoresistenze, moduli analogici.
Tu stai dimostrando tanta buona volontà, ma ti mancano proprio le basi.
Dì al tuo capo che, se vuole risparmiare soldi, deve partire con un piccolo investimento, e farti fare almeno un corso base.

 

Solo per curiosità, di che zona sei?
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
luigi69

mi sono sovrapposto con il messaggio di batta , scusate

 

43 minuti fa, step-80 scrisse:

Anche perchè la prima volta che ti troverai ad armeggiare con qualcosa che non va come avevi previsto e saranno le 4 del mattino, sul forum non troverai nessuno, manco se urli.

 parole sante step , oppure all'estero....anni fa.. con s5..e non esistevano i cellulari....

 

poi magari predico bene e razzolo male.... sai quante volte sono anche io di corsa, non provo a banco , e poi dla cliente finale... quante perdite di tempo   ?  e di denaro... oltre alla figuracce....

 

Per adesso auguro a tutti buon appetito

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

@step-80 step ti do una mini biografia

 

ho finito i miei esami orali all' itis elettrotecnico il 29 giugno e ora lavoro da due settimane (con questa 3). Ora sto facendo delle prove su un mini quadretto che mi sono fatto da solo (competenze che ho appreso a scuola), il resto e la vera programmazione (non quella random scolastica), l' utilizzo di TIA e così via lo sto imparando ora passo per passo, e da solo o non proprio ( ci siete voi ). Qui in azienda non c' è nessuno che se lo sa gestire infatti vorrebbe proprio implementare il plc (la mia azienda si occupa di progettare e costruire capannoni per maiali). Ho parlato al capo del fatto che alla fine io a scuola ho avuto solo le basi, ma basi basi, e che col tempo avrò lacune che da solo non riuscirei a risolvere. Allora gli ho proposto una cosa: ora faccio tutto per conto mio, prove, studi individuali, ''scoperte'' individuali, in sostanza tutto ciò che riesco ad apprendere da solo. Poi più avanti (non saranno 6 mesi ma magari fra qualche mesetto, spero il prima possibilie) farò i corsi per compensare quelle che sono le mie lacune e i problemi che mi sorgono durante questa esperienza.

La possibilità di essere su questo forum e la vostra voglia nel starmi dietro mi sta dando un aiuto che nemmeno immaginate: ve ne sono veramente grato per questo. E prima che pensate male non sto affatto dicendo ste cose solo per fare il ruffiano (per non dire altro) o per fare il simpaticone. Io mi sento sincero. Capisco che dietro uno schermo non si possa mai sapere chi ci sia veramente dall' altra parte, per questo vi chiedo solo la vostra fiducia.

 

Non saranno mai abbastanza i ''grazie'', lo so..

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
salernozz

@luigi69 ciao

 

si sto facendo prove su un quadretto, per fortuna niente figuracce..

 

54 minuti fa, luigi69 scrisse:

ma...è la base... ovvero....secondo me, se non ti colleghi con il PC e non vedi le variazioni di temperatura, non provi a settare una soglia o a scrivere in una DB il valore che leggi...sulla carta tutto funziona poi.....

 

eh lo so. 

Scrivere DB ci sono, senza però sapere i formati adatti

 

vedere le variazioni? saprei fare confronti con < e > ma la temperatura rilevata non so affatto come vederla visivamente....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...