Jump to content
PLC Forum


Walloelazri

Quando usare DC,DC,DC o AC,DC,RLY...?

Recommended Posts

Walloelazri

Salve a tutti,

sono nuovo nel forum e nel mondo del PLC dato che mi sono appena diplomato in Automazione industriale.

Mentre stavo facendo delle prove su Tia Portal mi è sorto un dubbio:

Solitamente nei miei programmi uso S7 1214C AC/DC/RLY

So che il primo indica l'alimentazione necessaria al PLC, la seconda l'alimentazione degli ingressi e la terza le uscite.

So anche che nel caso il primo fosse AC è possibile collegarlo alla rete 230v visto che l'alimentatore è interno e nel caso fosse DC è necessario un alimentatore esterno che la trasformi in 24V.

Ma per quanto riguarda le uscite? Quando utilizzare DC e quando RLY? 

 

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nicola Carlotto

nel primo caso hai delle uscite in 24 vdc  con una limitata portata di corrente , 200 ma,   nel secondo caso hai un contatto pulito dove in base a quello che tu metti nel suo comune gestisci.

se ti serve comadare un azionamento per motori passo passo o servo drive ad impulsi e direzione per forza devi scegliere un plc con uscite in dc , statiche.

io personalmente prendo sempre dc dc dc   se mi serve gestire qualche altro comune tipo la 220vac o la 24vac oppure la 12v dc  o la 5 vdc per qualche motivo allora interfaccio le uscite statiche con i rele' , salvaguardando cosi anche le uscite stesse del plc. (meglio ossidare o incollare un rele' esterno che un rele' interno alla cpu ).

ciao

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
7 minuti fa, Nicola Carlotto scrisse:

io personalmente prendo sempre dc dc dc   se mi serve gestire qualche altro comune tipo la 220vac o la 24vac oppure la 12v dc  o la 5 vdc per qualche motivo allora interfaccio le uscite statiche con i rele' , salvaguardando cosi anche le uscite stesse del plc. (meglio ossidare o incollare un rele' esterno che un rele' interno alla cpu ).

 

Codivido pienamente.:thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Walloelazri
1 ora fa, Nicola Carlotto scrisse:

nel primo caso hai delle uscite in 24 vdc  con una limitata portata di corrente , 200 ma,   nel secondo caso hai un contatto pulito dove in base a quello che tu metti nel suo comune gestisci.

se ti serve comadare un azionamento per motori passo passo o servo drive ad impulsi e direzione per forza devi scegliere un plc con uscite in dc , statiche.

io personalmente prendo sempre dc dc dc   se mi serve gestire qualche altro comune tipo la 220vac o la 24vac oppure la 12v dc  o la 5 vdc per qualche motivo allora interfaccio le uscite statiche con i rele' , salvaguardando cosi anche le uscite stesse del plc. (meglio ossidare o incollare un rele' esterno che un rele' interno alla cpu ).

ciao

 

Più che chiaro, grazie mille 👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
max.bocca

Ora esiste anche la versione DC-DC-Rele.

I primi messi in commercio erano quasi tutti DC DC DC, poi qualcuno ha fatto le uscite a relè intercambiabili, ma l'esperienza dice é più facile che si guasti il convertitore AC DC o i relè quindi se non è motivo di spazio  la scelta DC DC DC è la migliore (il costo complessivo della soluzione è leggermente maggiore)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...