Jump to content
PLC Forum


fabfive

Condensa in faretti interrati IP67

Recommended Posts

fabfive

Ciao a tutti,

 

Intorno alla mia abitazione ci sono 28 faretti, separati in 4 linee, che mi danno alcuni problemi (cortocircuito e condensa all'interno).

 

In questi giorni, al fine di trovare una soluzione, ho pensato di aprirli e mi sono reso conto che l'installazione non è stata di certo fatta a regola d'arte.

 

Questi gli errori dell'impresa edile che ha installato le controcasse nel marciapiede:

1. Il produttore dei faretti suggeriva la realizzazione di posa su materiale drenante spesso almeno 20 cm: in realtà le controcasse sono state affogate direttamente nel terreno

2. Il bordo superiore della controcassa non è stato allineato al pavimento ma vi è più in basso di 3-4 mm.

 

L'elettricista, dal canto suo, ha lasciato aperti i passacavi non serrandoli a dovere.

 

All'interno delle controcasse, nonostante l'assenza del drenaggio, non ho trovato acqua ma solo condensa.

 

È possibile che tale condensa sia poi entrata all'interno del faretto dal passacavo non stretto? 

 

Ed è possibile che sia tale condensa che a volte porta al salto di corrente?

 

Per sistemare ho pensato di procedere in questo modo:

Sebbene non previsto dal produttore, installerei dei sacchetti di silico gel nelle controcasse

Sostutuirei i sacchetti di silico gel da 6 mg forniti dal produttore e inseriti nei faretti con quelli da 10

Stringerei i pressacavi

Affogherei i contatti (nella parte evidenziata nella foto) in resina o gel: su questo argomento ho letto qualcosa in giro sulle differenze tra i due prodotti. So che uno è riutilizzabile e l'altro no: per il mio caso, al fine di evitare che la condensa entri nel faretto dalla controcassa, quale prodotto mi suggerite?

 

Così procedendo, risolverei il problema?

 

Grazie a tutti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

20190914_212450.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Maurizio Colombi

Il silicagel nelle controcasse... anche no! In quelle condizioni durerebbe fino ai Santi.

La controcassa è come un pozzetto, non sarà mai a tenuta, l'acqua entra ed esce normalmente dalla controcassa, è fatta apposta, è il corpo del faretto che deve tenere.

E lo fa attraverso i pressacavo e attarverso la guarnizione di tenuta tra vetro e metallo superiore, io concentrerei l'attenzione su quello: serrando per bene il pressacavo inferiore e (magari con qualche trucco) sigillando perfettamente la tenuta tra vetro e metallo.

I gel che hai menzionato sono fatti per restare racchiusi in un contenitore, se li spalmi su una superficie non hanno il risultato desiderato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive

Maurizio buongiorno e grazie per il tuo aiuto.

 

Intanto una precisazione su un errore nel mio post: le controcasse sono state affogate direttamente nel cemento e non nel terreno. Pertanto, sebbene vi abbia trovato solo umidità, non penso drenino.

 

Il cavo entra all'interno del faretto mediante un pressacavo; giunge in una camera dove si collega al portalampada. Tale camera è alta 2-3 cm: riempirei di gel o resina questa camera affogando il cavo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74

Il faro è leggermente sottoposto, se piove stagna o c’e una pendenza? Hai trovato condensa solo sul fondo o anche intorno alla guarnizione del vetro ? 

Edited by desperado74

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive

Alcuni faretti sono in pendenza. Altri in piano. Credo che chi ha eseguito l'installazione si sia accorto dell'errore ed ha siliconato la cornice esterna.

 

In alcuni faretti la condensa era nel vetro. Altri erano completamente asciutti. In tutte le controcasse c'erano goccioline di umido ma nulla di eccezionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74

Puoi fare una prova su una delle 4 linee riempiendo la parte cava di accesso dei cavi (quella che hai evidenziato in blu) con bicomponente liquido, e vedere come va.

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive

La cornice esterna dovrei siliconarla di nuovo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74
19 minutes ago, fabfive said:

La cornice esterna dovrei siliconarla di nuovo?

Se è realmente IP67 la condensa dovrebbe essere entrata la pressacavo per un errore di istallazione. Verifica lo stato della guarnizione . Magari, giusto come discriminante per poter osservare, sigilla 1 solo faretto anche con il silicone e poi valuti se è necessario farlo per tutti (perché la guarnizione ha ormai preso forma o si è indurita) oppure no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive

Mi rimane questo dubbio. Il silicone evitava che l'acqua entrasse nella controcassa. Non essendoci un sistema di drenaggio l'acqua che entrerebbe resterebbe all'interno e il faretto lavorerebbe in immersione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
vinlo

Io ho notato che molte volte si forma condensa perché, usando magari cavi fg16, che tende ad essere rigido, il pressacavo non serra bene come,ad esempio, un cavo h07rn8-f

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive

Il cavo è quello montato dal produttore ed è h05rn-f. Il pressacavo in effetti non era serrato ma per colpa di chi ha montato i faretti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
irudoid
2 ore fa, fabfive scrisse:

le controcasse sono state affogate direttamente nel cemento e non nel terreno.

Errore madornale, io forerei la controcassa per drenare; cercherei di serrare bene il pressacavo 

 

19 minuti fa, desperado74 scrisse:

sigilla 1 solo faretto anche con il silicone e poi valuti se è necessario farlo per tutti (perché la guarnizione ha ormai preso forma o si è indurita)

quoto quando descritto da desperado74. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive
20 minuti fa, irudoid scrisse:

quoto quando descritto da desperado74. 

Da un rivenditore ho ordinato delle nuove guarnizioni originali. Cambia qualcosa nei vostri suggerimenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao fabfive

 

Senza nulla togliere a tutto quanto già detto da altri.

-----------------------------------------------------------

 

La targhetta dentro al faretto dice : IP 67.

Vedi le prestazioni previste per questo tipo di tenuta all'indirizzo .

http://www.ingegneria-elettronica.com/normative1/guida-elettrotecnica-norme-cei-letterag.html

 

Vedrai che, come "tenuta", se non ci sono difetti di fabbricazione, se le viti di chiusura vetro/carcassa e il Pressacavo (anche lui deve essere IP 67) sono serrati come si deve, il tutto potrebbe stare immerso in acqua anche con qualche centimetro di immersione.................

 

13 ore fa, fabfive scrisse:

L'elettricista, dal canto suo, ha lasciato aperti i passacavi non serrandoli a dovere.

 

Dalla tua spiegazione dell'inconveniente si può supporre che il difetto sia proprio questo.

Una foto del Pressacavo, così come è montato sulla carcassa del faretto, e poi tutto smontato nei suoi componenti interni sarebbe stata molto utile......... oppure la Marca e Tipo dello stesso.

 

Oltre a stringere sempre bene la calottina del Pressacavo bisogna anche assicurarsi che il cavetto elettrico sia di diametro esterno adeguato al Pressacavo.

Qualora il cavo fosse troppo piccolo di diametro allora la guarnizione in gomma (che deve essere presente all'interno del Pressacavo) non potrà essere stretta abbastanza decisamente sullo stesso e fare la tenuta richiesta.

 

Inoltre bisogna accertarsi che vi sia la necessaria tenuta anche tra la parte filettata del Pressacavo e il foro filettato della carcassa faretto nel quale è avvitato.

 

Succede spessissimo che il Pressacavo venga montato (avvitato) senza la necessaria rondella di tenuta tra lui e la scatola/carcassa.

Questo perché, in generale, chi fabbrica i Pressacavi li vende privi di rondella che poi deve essere acquistata separatamente qualora la si ritenga necessaria.

 

Solitamente gli Elettricisti sono sprovvisti delle rondelle dato che non sono normalmente utilizzate per la generalità degli altri Impianti (dove non ci sono specifiche necessità di tenuta acqua/liquidi).

 

In mancanza delle rondelle, e per non ammattire a cercarle, si può utilizzare il nastro Teflon (quello impiegato comunemente dagli Idraulici per i tubi filettati per l'acqua) avvolto per alcuni giri sul filetto del pressacavo.

In alternativa puoi spalmare sul filetto del Pressacavo un po' di Pasta Silicone Bianca (così, con il colore bianco si evidenzierà visivamente che hai applicato il silicone) e avvitare. Attendi qualche ora, per dare tempo al Silicone di indurirsi, poi monta il tutto

-------------------------------------------------------

 

13 ore fa, fabfive scrisse:

Sostutuirei i sacchetti di silico gel da 6 mg forniti dal produttore e inseriti nei faretti con quelli da 10

Stringerei i pressacavi

 

Sostituiscili pure dato che saranno ormai "esausti" dato che hanno ormai assorbita troppa umidità (se il pressacavo perdeva).

Il Silicagel serve solo per evitare che, con gli sbalzi di temperatura, si crei/evidenzi la condensa all'interno del faretto.

 

Naturalmente il corpo del faretto deve essere stagno.

Il corpo faretto funziona come una pompa pneumatica. Quando si scalda (lampada accesa, oppure spenta ma viene investito dal sole) l'aria al suo interno va in pressione e, se vi sono perdite di tenuta, viene in parte espulsa.

 

Con il successivo raffreddamento (scomparsa del sole o spegnimento lampada) l'aria al suo interno crea un certo grado di vuoto e, se vi sono perdite di tenuta viene risucchiata aria (solitamente più umida) dall'esterno che è rappresentato dal vano in cemento dove è alloggiato il faretto.

----------------------------------------------------------

 

Di più, allo stato attuale delle cose, non saprei dirti.......................

Share this post


Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio
53 minuti fa, fabfive scrisse:

Da un rivenditore ho ordinato delle nuove guarnizioni originali. Cambia qualcosa nei vostri suggerimenti?

Buongiorno, secondo me è un'ottima idea anziché siliconare per poi pulire e siliconare di nuovo quando bisogna sostituire la lampada.

Sulle nuove guarnizioni potresti spalmare un filo di grasso al silicone o al litio che le tiene morbide più a lungo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive
2 ore fa, Semplice 1 scrisse:

Inoltre bisogna accertarsi che vi sia la necessaria tenuta anche tra la parte filettata del Pressacavo e il foro filettato della carcassa faretto nel quale è avvitato.

 

Il pressacavo corrisponde ad una camera interna al faretto dove si allaccia al portalampada (quella che ho evidenziato in blu nella foto). Se riempissi la camera di gel bicomponente, ovvierei alla mancanza della rondella?

 

Nel primo pomeriggio comunque verifico le caratteristiche del pressacavo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
desperado74

Con il bicomponente Lo sigilli definitivamente 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
2 ore fa, fabfive scrisse:

Cambia qualcosa nei vostri suggerimenti?

Non siliconare e poi chiudere immediatamente il coperchio, dai una piccola passata di silicone all'interno dell'incavo della guarnizione, lascia essiccare per un giorno, monta la guarnizione e chiudi il coperchio. Avrai creato una guarnizione aggiuntiva che farà una tenuta perfetta e ti permetterà di riaprire facilmente il coperchio.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive
1 ora fa, fabfive scrisse:

 

Il pressacavo corrisponde ad una camera interna al faretto dove si allaccia al portalampada (quella che ho evidenziato in blu nella foto). Se riempissi la camera di gel bicomponente, ovvierei alla mancanza della rondella?

 

Nel primo pomeriggio comunque verifico le caratteristiche del pressacavo.

 

Screenshot_20190915-145553_Gallery.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive

Un conoscente mi suggerisce di usare queste guarnizioni in silicone. Sono quelle comunemente usate nei barattoli.

 

Lui le ha messe sia come suggerito da maurizio sia sotto la ghiera esterna al posto quindi del silicone che aveva messo l'installatore.

 

Che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive
21 minuti fa, fabfive scrisse:

Un conoscente mi suggerisce di usare queste guarnizioni in silicone. Sono quelle comunemente usate nei barattoli.

 

Lui le ha messe sia come suggerito da maurizio sia sotto la ghiera esterna al posto quindi del silicone che aveva messo l'installatore.

 

Che ne pensate?

 

Screenshot_20190915-152856_Amazon Shopping.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Ciao fabfive,

50 minuti fa, fabfive scrisse:

Che ne pensate?

di solito quelle guarnizioni con il tempo si seccano formando delle crepe, poi non so se magari questo fenomeno sia dovuto all'acidità dei prodotti (olio, aceto, sale, ecc.....) che ci va dentro.

Che poi, il diametro di queste guarnizioni coinciderebbe con quello dei tuoi faretti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabfive
4 minuti fa, ROBY 73 scrisse:

Che poi, il diametro di queste guarnizioni coinciderebbe con quello dei tuoi faretti?

Devo verificare...ma se mi dite che è una boiata lascio perdere direttamente!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
1 ora fa, fabfive scrisse:

Mi suggerite un bicomponente?

 

Io eviterei, piuttosto seguirei le indicazioni di Maurizio Colombi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...