Jump to content
PLC Forum


Roberto Garoscio

Tapparella Metallica elettrica e vasca da bagno

Recommended Posts

Microchip1967
2 ore fa, desperado74 ha scritto:

La tapparella non e' una massa. Se non fosse neanche una massa estranea perche collegarla in EQS?

 

il collegamento al conduttore di protezione supplementare avviene sul motore, non sulla tapparella che sale e scende.Di conseguenza posso applicare il seguente ragionamento:

1) la massa del motore è collegata a terra, quindi un guasto all'interno si scarica sulla massa metallica del motore

2) il motore è inserito in un rullo

3) l'automazione è in zona segregata e non raggiungibile direttamente dall'utente quanto è immerso nell'acqua

4) la tapparella metallica, scendendo, puo' arrivare ad essere toccata dall'utente quando questo è immerso e la finestra è aperta

5) La struttura non puo' introdurre una differenza di potenziale diversa da quella esistente  in quanto il motore (mentre il rullo che lo contiene è una massa estranea a contatto con la massa del motore) è collegato al pe principale, gli attacchi al muro sono in genere affogati nella struttura (o al limite se il cassone è in plastica non possono introdurre niente) e con la  la struttura che sale/scende (che dubito che sia estranea salvo misurare la sua resistenza verso terra) fissata ad una massa che è collegata ulteriormente con un eqs, si puo' affermare con sicurezza quanto esposto prima

6) con il collegamento equipotenziale supplementare al motore, in caso di guasto del pe principale sia la vasca che la tapparella nella peggiore delle ipotesi assumono lo stesso potenziale, escludendo di fatto il pericolo in caso di contatto tra il corpo immerso e le stecche della tapparella che essendo collegate ad un potenziale noto, eliminano il problema

 

Se poi l'alimentazione è anche interbloccata con lo stato della finestra, il problema non si pone.

Se proprio vuoi ulteriormente pararti il fondoschiena, oltre a quanto sopra esposto alimenti la singola automazione con un differenziale da 10mA (la consideri come un idromassaggio)

Piu' di questo fai combiare la tapparella con una in plastica.

Giusto per precisare, intendo una classica tapparella con il rullo che gisa e quest'ultima si avvolge sopra

Se invece si intendono quelle tapparelle composte da lamelle che scendono con corde in nylon (quando sono aperte sono impacchettate in alto) e poi si orientano allora il discorso è diverso, perchè tutto il movimento avviene con corde isolanti.

 

.... poi il ciente va in vasca con il telefono IP68 collegato al caricabatteria.....e fa la permanente 😀

 

Edited by Microchip1967
Link to post
Share on other sites

click0
1 ora fa, desperado74 ha scritto:

Il motore come in foto che ti ho allegato lo consider  in  Zona 1 perche e' incassato all'intero della parete a filo vasca

e buonanotte...

nella più rosa delle ipotesi si potrebbe considerare il motore installato in zona 3 (c'è una barriera )

1 ora fa, desperado74 ha scritto:

Diversamente dovresti condiderare anche I corrugati che attraversano la parete superiore alla vasca in Zona 2... e mi sembra illogico

per i corrugati c'erano (ci sono) i famosi 5 cm di profondità

 

il problema più che altro è stabilre se la - taparella metallica- fa parte o meno di un "apparecchio elettrico" chiamato tapparella elettrica <_<

se fa parte dell'aparecchio elettrico non lo si puo installare

se non fa parte dell'apparechio elettrico il problema si pone in maniera marginale

Edited by click0
Link to post
Share on other sites
desperado74
35 minutes ago, Microchip1967 said:

5) La struttura non puo' introdurre una differenza di potenziale diversa da quella esistente  in quanto il motore (mentre il rullo che lo contiene è una massa estranea a contatto con la massa del motore) è collegato al pe principale,

A contatto? la massa del motore delle tapparelle, infilato nel rullo non e' a contatto con il rullo ma e' distanziata e le pulegge, sia quella a fondo asse motore che quella in testa sono in platica.

Edited by desperado74
Link to post
Share on other sites
desperado74
13 minutes ago, click0 said:

e buonanotte...

:blink:

Se per ipotesi installi una scatola di derivazione in Zona 1, dove all'interno posi un rele', consideri il rele in zona 2 perche all'interno del filo muro???

ma dai!!

Edited by desperado74
Link to post
Share on other sites
desperado74
14 minutes ago, click0 said:

il problema più che altro è stabilre se la - taparella metallica- fa parte o meno di un "apparecchio elettrico" chiamato tapparella elettrica <_<

 

Se il motore, come immagino, e' sostituibile', allora e' una tapparella + motore. pertanto e'il solo motore il componente di classe I.

Link to post
Share on other sites
Microchip1967

dipende dal tipo di motore (ho visto motori per tapparelle con il blocco di trazione in appoggio all'interno del rullo in pressofusione e perno di ancoraggio sulla struttura in metallo)

Al limite si fa una prova d'isolamento tra motore e rullo.Se risulta isolato il problema decade subito

Link to post
Share on other sites
desperado74
Just now, Microchip1967 said:

ho visto motori per tapparelle con il blocco di trazione in appoggio all'interno del rullo in pressofusione e perno di ancoraggio sulla struttura in metallo

Mai capitato, ma buono a sapersi.

Link to post
Share on other sites
desperado74
34 minutes ago, click0 said:

nella più rosa delle ipotesi si potrebbe considerare il motore installato in zona 3

<_<... su questo invece obiettivamente ci rifletterei. I cassonetti edilcass che ho postato in foto sono accessibili sfilando il support da sotto, pertanto senza attrezzi. Mi viene il dubbio se il vano incassato e' realmente una Zona.

Edited by desperado74
Link to post
Share on other sites
click0
12 minuti fa, desperado74 ha scritto:

Se per ipotesi installi una scatola di derivazione in Zona 1, dove all'interno posi un rele', consideri il rele in zona 2 perche all'interno del filo muro???

potrei considerarlo in zona 3 ma

le cassette di derivazione e quadri sono espressamente vietati sia in zona 1 sia in zona 2 quindi non si pone il problema

cosi come un rele in zona 1 o 2 non ci puo stare in quanso ammessi escusivamente interuttori alimentanti selv non superiore a 12v con isolamento dei conduttori ad almeno 500v

Link to post
Share on other sites
desperado74
49 minutes ago, click0 said:

potrei considerarlo in zona 3

Sulla base di cosa?

49 minutes ago, click0 said:

le cassette di derivazione e quadri sono espressamente vietati sia in zona 1 sia in zona 2 quindi non si pone il problema

cosi come un rele in zona 1 o 2 non ci puo stare in quanso ammessi escusivamente interuttori alimentanti selv non superiore a 12v con isolamento dei conduttori ad almeno 500v

Certamente, lo so bene, era solo per fare un esempio per definire quale fosse per te e per me il limite di una Zona in caso di qualcosa di incassato.

Comunque ho realizzato che non mi sono mai soffermato a riflettere su questa cosa che e' tutt'altro che scontata.

Ho sempre discriminato le Zone in base ai componenti e apparecchi utilizzatori tangibili, quelli che potevo toccare con mano (interruttore, boiler, prese, luci), ma non mi sono mai soffermato a riflettere riguardo a qualcosa di incassato in parete e protetto da una barriera, e come questo potesse rientrare in maniera corretta nella giusta zona di rispetto.

Comunque per evitare di inondare ulteriormente di info non pertinenti al quesito di Roberto, provvedero' ad aprire un post.

 

Edited by desperado74
Link to post
Share on other sites
click0

perche potrei sempre posizionare opportune barriere e ricavarmi lo spazio per avere una zona 3

cosi in doccia posso metterci il contatore di casa :wallbash:

Link to post
Share on other sites
desperado74
18 minutes ago, click0 said:

perche potrei sempre posizionare opportune barriere e ricavarmi lo spazio per avere una zona 3

cosi in doccia posso metterci il contatore di casa :wallbash:

Ahime il contatore deve essere accessibilie pertanto.....

1 hour ago, click0 said:

non si pone il problema

 

Comunque @click0 "non c'è nulla di più pericoloso dell' ovvio" Cit. sherlock holmes :whistling:

Mi pare di capire che sulla questione non hai dubbi, io al contrario qualche dubbio lo ho, pertanto domani apro il post cosi lo fughero'.

 

 

Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
7 ore fa, desperado74 ha scritto:

Le nicchie le considero in Zona 2 perche con mano senza rimuovere nulla e senze l'ausilio di in attrezzo ho accesso diretto.

Il motore come in foto che ti ho allegato lo consider  in  Zona 1 perche e' incassato all'intero della parete a filo vasca.

Diversamente dovresti condiderare anche I corrugati che attraversano la parete superiore alla vasca in Zona 2... e mi sembra illogico. Comunque sono  interessato al parere di altri esperti, cosi posso sembre adeguarmi.

SnipImage2.JPG

b_prodotti-91467-relb3b9242391394641b1e07597760fa5ab.jpg

Innanzitutto grazie a tutti per il grande interesse dimostrato, 

il cassone è posizionato come questo ma il frangisole è come quello nella foto della vasca con le due finestre, in pratica ha un canale guida in metallo molto più largo, circa 10cm, la struttura quando chiusa o anche a metà corsa è facilmente accessibile dalla vasca, soprattutto quando le alette sono in posizione orizzontale.

Il motore è sicuramente a più di 5cm di distanza dal filo muro, il cassone è in legno con materiale isolante applicato esternamente su cui poi ci sarà ancora intonaco e stabilitura.

Il grosso problema non penso siano le alette perché montate su perni in nylon e forse galvanicamente isolate dal motore (devo accertarmene ne ho già alimentate 70 ma non ci ho fatto caso), il vero problema è il canale guida su cui è saldamente ancorato il motore.

Mi farò mandare le caratteristiche tecniche con i disegni così da sciogliere il dubbio.

Ho pensato anche di consigliare la posa di un diaframma di vetro o plexiglas di adeguata altezza (30/40cm)tra la finestra e il frangisole che impedisca il contatto accidentale di una mano con la struttura pericolosa.

Buona serata a tutti.

Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio
4 ore fa, desperado74 ha scritto:

Comunque ho realizzato che non mi sono mai soffermato a riflettere su questa cosa che e' tutt'altro che scontata.

Ho sempre discriminato le Zone in base ai componenti e apparecchi utilizzatori tangibili, quelli che potevo toccare con mano (interruttore, boiler, prese, luci), ma non mi sono mai soffermato a riflettere riguardo a qualcosa di incassato in parete e protetto da una barriera, e come questo potesse rientrare in maniera corretta nella giusta zona di rispetto.

Comunque per evitare di inondare ulteriormente di info non pertinenti al quesito di Roberto, provvedero' ad aprire un post.

Mi dispiace averti creato un assillo 😉

Link to post
Share on other sites
desperado74
10 hours ago, Roberto Garoscio said:

Mi dispiace averti creato un assillo 😉

invece io ti ringrazio, farsi domande e cercare risposte :thumb_yello:

Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Buonasera a tutti, anche per mio figlio progettista la tapparella è un elemento di rischio e mi ha suggerito una buona soluzione, installare una finestra a ribalta, in questo modo non vi è la possibilità che a finestra aperta si possa chiudere il frangisole.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...