Jump to content
PLC Forum


gestione segnale pulse con s7-1200


marmoffa
 Share

Recommended Posts

Salve volevo capire come gestire un segnale pnp tipo pulse 150mS duty cicle con un s7-1200

Mi spiego meglio ho un conta pezzi che da manuale mi fornisce queste caratteristiche : un uscita  1 pezzo/pulse 15mS duty cicle

un'altra uscita 10pezzi/pulse 150mS duty cicle .Allego allegato per una migliore precisione.

Un saluto e grazie in anticipo.

 d93b65f3-49b3-4a25-b93e-7682471ca153.thumb.jpg.4eb5ed37ddd6f61090ef7e9ab9f9c24e.jpg

Link to comment
Share on other sites


Per avere risposte, dovresti almeno dire cosa ci vuoi fare, con quel segnale, e se ti serve aiuto per il cablaggio elettrico o per il programma PLC.
Se è un semplice contatore, studiati la gestione dei contatori veloci.
In realtà, soprattutto per il segnale da 150 ms (ms, millisecondi, e non mS, che è millisiemens), lo potresti gestire con un ingresso normale.
Se vuoi risposte, devi porre domande, non indovinelli.

Link to comment
Share on other sites

Ok scusa la mia arroganza . Credevo che la domanda era sottintesa alla programmazione . Avevo appunto inserito un allegato per una migliore precisione dei tipi di dato che erano ms e non mS . Spero che sia piu chiaro adesso. Cosa intendi per ingresso normale devo intendere non per contatori veloci? 

Link to comment
Share on other sites

La mia difficolta e' capire il modo in cui mi viene proposto il cuty cicle , mi spiego io so che il duty cicle si presenta come percentuale ad è il rapporto tra il tempo dello stato alto del segnale e il tempo di tutto il ciclo. Perche nelle istruzioni mi viene espresso im 10pz/pulse con 150ms duty cilce

Link to comment
Share on other sites

La documentazione non è chiara.
Dovresti almeno dire cosa dovrebbe fare questo strumento.

Link to comment
Share on other sites

Ma forse non hai letto bene la mia prima domanda . Questo dispositivo è un conta pezzi

Ha due out una 1pz/pulse 15ms ed un altra 10pz/pulse 150ms

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, marmoffa scrisse:

COME MAI NON RISPONDE NESSUNO

 

  1. Scivere a tutte amaiuscole equivale a strillare, fatto che è scortese e poco rispettoso nei confronti degli altri utenti.
  2. Il forum non è un call center aziendale; se la discussionen è letta da chi sa, può e vuole rispondere, si avranno risposte, altrimenti ... pazienza.
  3. Sollecitare è sempre sgradito, ma farlo dopo solo 48 ore dall'apertura della discussione lo è ancora di più.

Queste sono le notazioni regolamentari espresse come moderatore.

 

In ordine alla tua domanda

 

1 ora fa, marmoffa scrisse:

Ma forse non hai letto bene la mia prima domanda . Questo dispositivo è un conta pezzi

Ha due out una 1pz/pulse 15ms ed un altra 10pz/pulse 150ms

 

Purtroppo la domanda non è chiara.

Da quanto è stato scritto sino ad ora si può  arguire che lo strumento da un impulso al pezzo avente durata pari a 15ms, oppure un impulso ogni 10 pezzi con durata pari a 150ms.

Il duty cycle dipenderà dalla frequnza con cui si succedono i pezzi.

Chiarisco con un esempio.

Se lacadenza dei pezzi contati è di 10 pezzi/1", significa che l'intervallo tra 2 impulsi è pari a 100ms, quindi il duty cycle, in questo caso sarà pari al 15%. Similmente per il secondo segnale che viene generato ogni 10 pezzi, quiindi con periodo pari ad 1" e duty cycle pari al 15%

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Sì ma, come tu stesso dici, "duty cycle", è il rapporto tra il tempo con segnale ON e il periodo.
Parlare di duty cycle di 15 ms non è corretto. Se 15 ms è la durata dell'impulso, si deve semplicemente dire che è la durata dell'impulso. Duty cycle è un'altra cosa.

Detto questo, cosa devi fare? Devi contare gli impulsi?
Nel caso di impulso di 150 ms puoi tranquillamente incrementare una variabile (di 10 unità, nel tuo caso) sul fronte di salita del segnale, collegato ad un normale ingresso.
Nel caso di segnale di 15 ms, dipende da quanto è lunga la scansione del tuo programma.
Ma, dato che nel 1200 ci sono i contatori veloci, tanto vale usare uno di questi ed avere la certezza assoluta di non perdere impulsi.
Quindi, si ritorna alla mia prima risposta: leggi il manuale dei contatori veloci e prova a buttare giù un pezzo di programma.
 

Link to comment
Share on other sites

Grazie delle risposta sia Livio sia batta.Quindi Livio mi stai dicendo che se l'impulso dura 15ms vuol dire che ce solo un pezzo mentre se l'inpulso e 150ms sono 10 pezzi. basterebbe allora usare dei temporizzatori con a valle dei contatori. Puo essere una soluzione ? Quindi se sul ingresso 1 del plc collego l'impulso breve metto un temporizatore a 15ms che mi incrementa un contatore di uno mentre nel'ingresso 2 del plc collego l'ingresso piu lungo di conseguenza un timer da 150ms che incrementa un contatore di 10.

Link to comment
Share on other sites

Batta sono pienamente d'accordo con te che si sta parlando di duty cicle in modo errato nel manuale di questo dispositivo. 

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, marmoffa scrisse:

Quindi Livio mi stai dicendo che se l'impulso dura 15ms vuol dire che ce solo un pezzo mentre se l'inpulso e 150ms sono 10 pezzi.

No. Da quanto si capisce dalla documentazione (cioè poco) pare che si possa programmare l'uscita per avere un impulso ogni pezzo (in questo caso la durata dell'impulso sarà di 15 ms) oppure un impulso ogni 10 pezzi (in questo caso la durata dell'impulso sarà di 150 ms).
Lascia perdere i timer.
In entrambi i casi tu devi contare gli impulsi, solo che nel primo caso un impulso corrisponde ad un pezzo, nel secondo caso un impulso corrisponde a 10 pezzi.
Se per te è sufficiente contare i pezzi con una risoluzione di 10, allora programmi lo strumento per fornire un segnale ogni 10 pezzi e, ad ogni fronte di salita, incrementi una variabile di 10 pezzi.
Se vuoi il numero esatto di pezzi, configuri lo strumento per fornire un impulso ogni pezzo e, in questo caso, ti consiglio di utilizzare il contatore veloce per avere la certezza di non perdere impulsi.

 

Link to comment
Share on other sites

No non si programmano le uscite sono due distinte. Credo che sia cosi in modo da poter contare quanto c'è un grande flusso  di pezzi e quanto no.

Link to comment
Share on other sites

Se sono uscite distinte, decidi tu, in base alle tue esigenze, quale delle due usare.

Link to comment
Share on other sites

Tutte e due non ha senso. Al massimo per una verifica, ma non per l'operazione di conteggio: o conti le unità, o conti le decine.

Link to comment
Share on other sites

51 minuti fa, batta ha scritto:

Tutte e due non ha senso. Al massimo per una verifica, ma non per l'operazione di conteggio: o conti le unità, o conti le decine.

Giusto.

A meno che non sia lo strumento a switchare in automatico quale uscita usare in base alla frequenza di conteggio. Ma basta fare una prova e ti levi ogni dubbio.

 

Claudio.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...