Jump to content
PLC Forum


Razionamento gas prossimi mesi. Quale sarà il metodo di attuazione pratica ?


Semplice 1
 Share

Recommended Posts

Semplice 1

 Ciao a tutti

 

Su invito del moderatore  Alessio Menditto, per non complicare ulteriormente una altra Discussione già aperta sul tema, dato che questa ha anche assunto una deriva un po' troppo specifica (vedere eventualmente) :

https://www.plcforum.it/f/topic/300684-abbassamento-pressione-gas-metano-da-parte-del-gestore-questo-inverno-per-la-crisi-del-gas/page/3/#comment-2199669

 

Apro una Discussione collaterale puntualizzando che si tratta di immaginare " Quale sarà il metodo di attuazione pratica".

 

Volendo si possono anche immaginare Metodi differenziati per gli Utilizzatori Industriali rispetto a quelli per gli Utilizzatori Domestici.

 

Io qualche idea me la sono fatta ma non voglio presentarla subito per non  viziare la discussione dall'inizio.

 

Comunque posso dire che non sono orientato su soluzioni semplicistiche (del tipo 2a Guerra Mondiale) : chiuderanno e apriranno il Rubinetto "in Centrale" ad orario prestabilito oppure "Allungheranno il Gas con aria o con vapore d'acqua".

 

Uno spunto : Siamo in tempi moderni e i Sistemi Informatici sanno tutto di noi, siamo tutti schedati financo nella taglio & taglia delle nostre mutande e anche nei nostri comportamenti nello strappo più o meno corretto della Carta Igienica...

 

Dite pure la Vostra, poi vi dirò la mia !

 

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 81
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Alessio Menditto

    20

  • Livio Orsini

    12

  • click0

    12

  • Semplice 1

    11

Top Posters In This Topic

Posted Images

Alessio Menditto

Io penso che col costo del gas non servirà razionare, forse lo faranno lo stesso, ma all’arrivo della prima bolletta saremo noi a chiudere il più possibile il riscaldamento.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Però Semplice non ho capito come basti solo una raccomandazione di “abbassare la temperatura”, quando alcuni non vedono l’ora ci arrivi una raccomandazione o un obbligo per gridare alla dittatura e fare l’esatto contrario….

Link to comment
Share on other sites

puffo inventore

Ciao , dico la mia....se ci fosse il bisogno di razionare il gas secondo me ,comincerebbero a valutare chi ne consuma tanto gas ( industrie o altro ). Si spegneranno magari le luci per le strade , palazzi monumenti ecc.. per poi eventualmente toccare se necessario l'utente finale , una sorta di (  passatemi il termine) di lockdown mirato del paese a rotazione tanto per non bloccare tutto. Visto che se manca gas , di riflesso manca anche la corrente possiamo capire come facciamo fatica a mantenere " bilanciata"  tutta la struttura del paese. Poi figuriamoci se i nostri paesi confinanti vicini hanno bisogno di gas , magari dobbiamo anche gestire questa situazione....

Link to comment
Share on other sites

Semplice 1
Posted (edited)

Alessio Menditto

 

9 ore fa, Alessio Menditto ha scritto:

Però Semplice non ho capito come basti solo una raccomandazione di “abbassare la temperatura”, quando alcuni non vedono l’ora ci arrivi una raccomandazione o un obbligo per gridare alla dittatura e fare l’esatto contrario….

 

L'argomento che ho proposto non sottintende nessuna implicazione Politica. L'aspetto da prendere in considerazione è solo quello Tecnico.

 

Per le Raccomandazioni : tenete un grado di più in estate e un grado di meno in inverno (e la vostra anima energetica e verde andrà in Paradiso) !

Sono le classiche raccomandazioni di buon senso comune della Nonna al Nipote : questo le ascolta solo perché se la deve tenere buona dato che poi sa che gli sgancerà almeno 10 € per andare alle giostre.

 

Tu sai che io sono un Fotovoltaista e, al Paesello mio nel Nord Italia, ti posso assicurare che i Condizionatori vanno alla grande.

 

Come lo so ? Lo so perché ho la sfera di cristallo ?

No, lo so perché la tensione della Monofase 230V teorici, che normalmente tutti gli anni, di questi tempi, schizzava alle stelle (sino a 257 V) per colpa dei troppi impianti FV della mia zona, ora ho avuto modo di vedere che dalle 10 del mattino sino alle 18 piomba regolarmente a 210 V.

 

 

Edited by Alessio Menditto
Frase non pertinente
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Forse mi sono spiegato male, come nei condomini con impianto centralizzato è facilissimo impostare la temperatura raccomandata, nelle tantissime case private ognuno farà come gli pare, per quello se ce ne sarà bisogno penso (opinione mia) che democraticamente si chiuderà per tutti, tipo in determinate fasce orarie, altrimenti non vedo in che altro modo si possano gestire impianti autonomi dove ognuno mette quello che gli pare, salvo forse dopo la prima bolletta che arriva calare drasticamente la temperatura impostata.

Link to comment
Share on other sites

Un rimedio usato nelle centrali elettriche quando un generatore sta andando in stallo per troppo carico

e' quello di buttare giù la tensione in uscita;

Se ogni centrale abbassa la tensione di quel tanto da avere una riduzione 10V (per dire) sulla 230,

in totale  sai quanti megawatt risparmi?

Ammesso che tecnicamente si possa fare.

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

Semplice 1

Ciao a tutti

 

Io ho chiesto, a chi ne ha voglia e tempo da perdere, di rappresentare la sua "visione profetica" della eventuale possibile metodologia di regolazione/controllo dei consumi del GAS.

 

Invito a rimanere strettamente sul Gas e a non allargare il discorso alle altre forme di Energia.

Invito anche a stare all'ipotesi alla base del tema : Il consumo del Gas dovrà essere ridotto !

 

Poi si può anche dire che non succederà nulla e dunque che bisogno c'è di discuterne ...

 

Link to comment
Share on other sites

alex01rosso

Avrei la soluzione in tasca, ma grazie alla Lue (la malattia dell'Unione Leuropea) non credo sia praticabile: 110 % sulla sostituzione dei serramenti negli appartamenti singoli.

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

I più svantaggiati saranno quelli col pavimento radiante, nel tempo la caldaia si ferma il pavimento si raffredderà e alla riaccensione servirà più gas per tornare in temperatura, questo sarà un problema oggettivo, io che ce l’ho andrò di stufetta elettrica e terrò chiusi più circuiti possibili, tipo camere da letto, piumone e via.

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Semplice 1 ha scritto:

Il consumo del Gas dovrà essere ridotto !

Ok, ma visto che gran parte delle centrali elettriche vanno a gas pensavo c'entrasse con l'argomento.

P.S. come hai fatto a inserirti tra il mio post e quello di Alex01rosso? ieri non c'era!🤔

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
3 minuti fa, Peper ha scritto:

come hai fatto a inserirti tra il mio post e quello di Alex01rosso? ieri non cera!🤔

Peper è una storia lunga, passiamo oltre, è tutto regolare.

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Alessio Menditto ha scritto:

è tutto regolare.

Min...ia !!!!  il portale spazio-temporale !!!!! 🤣

Link to comment
Share on other sites

Non sono abbastanza informato sull'argomento, ne butto una così:

Miscelano il metano con una percentuale di GPL.

Il GPL e' uno scarto della distillazione del petrolio, se non utilizzato per l'autotrazione sarebbe da buttare via.

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Peper per favore posta quello che hai scritto nell’altra discussione sulla pressione del gas.

Qui non c’entra ma la sicuramente sarà molto stimolante. 

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Semplice 1 ha scritto:

Il consumo del Gas dovrà essere ridotto !

si aumenta il prezzo (prezzo del metano e di conseguenza in Italia anche l'energia elettrica)

 

12 ore fa, Semplice 1 ha scritto:

No, lo so perché la tensione della Monofase 230V teorici, che normalmente tutti gli anni, di questi tempi, schizzava alle stelle (sino a 257 V) per colpa dei troppi impianti FV della mia zona, ora ho avuto modo di vedere che dalle 10 del mattino sino alle 18 piomba regolarmente a 210 V.

 

257 volt sono oltre il valore consentito sulla rete, da problemi ai fotovoltaici stessi e agli utilizzatori finali,

hanno semplicemente fatto dei lavori per rientrare nei valori standard

Link to comment
Share on other sites

https://www.arera.it/allegati/dati/gas/gmconsumi.xlsx

 

se si tiene in considerazione che il maggior consumo in Italia, è dato dalla generazione elettrica, il sistema migliore è "chiudere" i grandi consumatori

il secondo maggior consumatore di energia elettrica in Italia è TIM (quindi telefonia) (il primo le ferrovie)

quindi, tutti senza telefono e derivati...

😆

Link to comment
Share on other sites

37 minuti fa, click0 ha scritto:

quindi, tutti senza telefono e derivati...

non e' una soluzione se si "uccide" un paese.

Le telecomunicazioni rientrano nella sicurezza nazionale, per fare un esempio

durante la 1' guerra del golfo in Irak, le centrali  vennero presidiate dall'esercito.

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

se la telefonia "sparisce" muore un paese...

siamo messi bene...

 

 

Link to comment
Share on other sites

max.riservo
7 minuti fa, click0 ha scritto:

se la telefonia "sparisce" muore un paese...

siamo messi bene...

 

 

Penso che si debba guardare oltre il telefono e pensare più in generale alla trasmissione dati e che cosa vorrebbe dire, perdere l'interconnessione tra nazioni, tra aziende (e anche tra le persone)...

Poi se venissero chiusi i call-center credo che ben pochi ne soffrirebbero.

Edited by max.riservo
Link to comment
Share on other sites

una cosa che "esiste" da 25/30 anni e non se ne può più fare a meno...

meglio restare senza riscaldamento...

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
18 minuti fa, click0 ha scritto:

se la telefonia "sparisce" muore un paese...

siamo messi bene...

 

Oggi l'economia di qualsiasi nazione al mondo, in cui venissero bloccati la telefonia e la trasmissione dati, collasserebbe nel giro di meno di 48 ore!

Link to comment
Share on other sites

eppure le cose si facevano anche 50 anni fa e senza tante trasmissioni dati / telefonia

Link to comment
Share on other sites

max.riservo
35 minuti fa, click0 ha scritto:

eppure le cose si facevano anche 50 anni fa e senza tante trasmissioni dati / telefonia

Anche all'età della pietra si viveva nelle grotte e ci si scaldava con il fuoco (se si era capaci di accenderlo o se già l'avevano scoperto) ...

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...