Jump to content
PLC Forum


Scaldabagno elettrico Simat 80l


mariapignatari
 Share

Recommended Posts

40 minuti fa, mariapignatari ha scritto:

Forse avrò messo poco teflon e stretto troppo la valvola, proverò ha mettere più teflon e stringere leggermente meno

Più teflon sulla filettatura tra boiler e valvola e stringere a fondo.

Tra flessibile e valvola ci va una guarnizione tonda e va serrata a seconda del materiale con cui e' fatta.

Il consiglio e' di serrare per prima  moderatamente, se perde stringi ancora un poco e vai avanti così fin quando non smette.

Se dai subito una stretta troppo forte la guarnizione si trancia e buonanotte 😧

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites


prima controlla il riduttore di pressione e se è dotato di manometro dicci che pressione rilevi altrimenti lo devi dotare e portare la pressione intorno hai 4 bar non sopra

devi mettere un te tra scaldabagno e valvola di ritegno e sul te ci colleghi il vaso espansione

noto dall'ultima foto che lo scaldabagno non è dotato di messa a terra, provvedi prima che ci si faccia male qualcuno in famiglia

poi anche quel bipolare è in una posizione pericolosa se posizionato sopra una vasca, andrebbe sistemato con una scatola perlomeno stagna

Link to comment
Share on other sites

mariapignatari
3 ore fa, BADPI59 ha scritto:

prima controlla il riduttore di pressione e se è dotato di manometro dicci che pressione rilevi altrimenti lo devi dotare e portare la pressione intorno hai 4 bar non sopra

devi mettere un te tra scaldabagno e valvola di ritegno e sul te ci colleghi il vaso espansione

noto dall'ultima foto che lo scaldabagno non è dotato di messa a terra, provvedi prima che ci si faccia male qualcuno in famiglia

poi anche quel bipolare è in una posizione pericolosa se posizionato sopra una vasca, andrebbe sistemato con una scatola perlomeno stagna

Il riduttore di pressione segna 4 bar circa...l'anno scorso l'idraulico che la montato disse che la taratura era per il primo piano, mentre presumo il piano terra avrà una pressione maggiore? 

Inoltre è apparso un altro problema, praticamente ieri dopo il riempimento dello scaldabagno l'acqua calda funzionava. Quindi stanotte prima di andare a dormire per precauzione ho staccato la corrente e chiuso la valvola dell'acqua calda (quella rotonda grigia appena sotto lo scaldabagno). Oggi apro la suddetta valvola, provo ad aprire l'acqua calda e non esce! Quindi apro l'acqua fredda ed ok, ma contemporaneamente se apro il rubinetto della calda smette di uscire anche la fredda! 

20220816_163915.jpg

Link to comment
Share on other sites

20 minuti fa, mariapignatari ha scritto:

chiuso la valvola dell'acqua calda (quella rotonda grigia appena sotto lo scaldabagno)

Ma noooo... quella valvola e' sull'acqua fredda all'ingresso del boiler.

Sul circuito dell'acqua calda, all'uscita del boiler, non deve esserci nessuna valvola.

Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, mariapignatari ha scritto:

Oggi apro la suddetta valvola, provo ad aprire l'acqua calda e non esce!

Si sarà bloccata o attaccata la guarnizione sulla sede interna

34 minuti fa, mariapignatari ha scritto:

ma contemporaneamente se apro il rubinetto della calda smette di uscire anche la fredda

Fa ponte nel rubinetto e manda la pressione nella calda abbassando quella della fredda

13 minuti fa, Peper ha scritto:

quella valvola e' sull'acqua fredda all'ingresso del boiler

Ha chiuso la fredda in ingresso, quindi la calda in uscita

Link to comment
Share on other sites

mariapignatari
2 ore fa, Peper ha scritto:

Ma noooo... quella valvola e' sull'acqua fredda all'ingresso del boiler.

Sul circuito dell'acqua calda, all'uscita del boiler, non deve esserci nessuna valvola.

ok grazie per la precisazione "tecnica", tuttavia la tua risposta non aiuta a risolvere il problema.

Link to comment
Share on other sites

mariapignatari
1 ora fa, robertice ha scritto:

Si sarà bloccata o attaccata la guarnizione sulla sede interna

Fa ponte nel rubinetto e manda la pressione nella calda abbassando quella della fredda

Ha chiuso la fredda in ingresso, quindi la calda in uscita

Si esatto, quella manopola rotonda è l'ingresso della fredda dentro lo scaldabagno che serve per la produzione di acqua calda sanitaria...Cosa dovrei fare? non ho capito quale guarnizione possa provocare un cortocircuito simile...

Se provassi a svitare anche l'altro flessibile dello scaldabagno, ovvero entrambi sia quello che tiene la valvola e l'altro a fianco? 

Link to comment
Share on other sites

56 minuti fa, mariapignatari ha scritto:

ok grazie per la precisazione "tecnica", tuttavia la tua risposta non aiuta a risolvere il problema.

ok, ma se ci confondi le idee con descrizioni non precise non ne usciamo 😀

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

mariapignatari

Forse è come dice Robert, si sarà bloccata o attaccata la guarnizione sulla sede interna..perché ho notato che non gira più come prima che faceva 4-5 giri, adesso fa a malapena un giro....è come se fosse morta, non si sente neanche il rumore dell'acqua quando provo ad aprirla...tengo a precisare che la valvola è del 90..

 

 

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, mariapignatari ha scritto:

ho notato che non gira più come prima che faceva 4-5 giri, adesso fa a malapena un giro

Allora si è bloccato il vitone 

Devi chiudere l'acqua generale al contatore e poi togliere la manopola e la borchia, poi sviti il vitone e devi farlo rientrare manualmente ingrassando l'or e facendo coincidere l'esagono interno/esterno 

Poi lo riavviati in posizione di apertura

 

Link to comment
Share on other sites

Fulvio Persano

Ciao.

 

Al termine dei lavori, ti consiglio vivamente di sistemare quella specie di impianto elettrico che alimenta il boiler.
Cioè, innanzitutto, collega il suddetto all'impianto di terra (che spero ci sia), metti ,almeno, un pezzo di corrugato a protezione di quei cavi volanti che non si possono vedere, corredandoli di una spina a norma.
Ne va della tua incolumità !

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, mariapignatari ha scritto:

Il riduttore di pressione segna 4 bar circa...l'anno scorso l'idraulico che la montato disse che la taratura era per il primo piano, mentre presumo il piano terra avrà una pressione maggiore? 

dovrebbe averne una minore non maggiore

 

plc forum.png

Link to comment
Share on other sites

mariapignatari
1 ora fa, Fulvio Persano ha scritto:

Ciao.

 

Al termine dei lavori, ti consiglio vivamente di sistemare quella specie di impianto elettrico che alimenta il boiler.
Cioè, innanzitutto, collega il suddetto all'impianto di terra (che spero ci sia), metti ,almeno, un pezzo di corrugato a protezione di quei cavi volanti che non si possono vedere, corredandoli di una spina a norma.
Ne va della tua incolumità !

Ciao, negli ultimi 3 anni ci sono stati 2 idraulici e non hanno detto mai nulla riguardo a ciò! Veramente incredibile, sono tutti mangia pane a tradimento, all'ultimo gli avevo detto di sistemare la presa di corrente ma non l'ha fatta perché mi ha rassicurato...comunque dal 1990 non è successo mai niente..di sicuro dopo aver risolto tutto chiamerò un elettricista per stare più tranquillo 

Link to comment
Share on other sites

mariapignatari

@robertice vedo cosa posso combinare! Quel vitone ha più di 30 anni!

@BADPI59 l'idraulico l'aveva tarato a 3,5 circa, poi siccome al piano superiore di acqua ne arrivava un filo , mentre  piano sotto già andava bene, ha alzato fino a 4 bar ...per questo ho pensato che al piano terra c'è meno pressione..

Link to comment
Share on other sites

mariapignatari

Ho risolto! svitato il vitone e aprendo il meccanismo mi sono ricordato di avere della pasta idraulica lubrificante e spalmata dentro l'ingranaggio si è sbloccato. Tuttavia andrebbe sostituito perché è quasi arrivato! Per il collegamento elettrico ho trovato una presa di una vecchia lavatrice, secondo voi va bene? 

20220817_035301.jpg

Link to comment
Share on other sites

Fulvio Persano

Ciao.

 

17 ore fa, mariapignatari ha scritto:

negli ultimi 3 anni ci sono stati 2 idraulici e non hanno detto mai nulla riguardo a ciò! Veramente incredibile, sono tutti mangia pane a tradimento,

Bè, non ci vuole molto a capire che quello potrebbe essere tutto, fuorchè un collegamento eletttrico decente.

No, permettimi, non sono tutti come li descrivi tu. Forse, dico forse, ti sei imbattuto in qualche "personaggio" che non ha la minima nozione relativa alla sicurezza.

17 ore fa, mariapignatari ha scritto:

comunque dal 1990 non è successo mai niente

Buon per te! Dal 1990 hai i cavi elettrici in quel modo????

17 ore fa, mariapignatari ha scritto:

di sicuro dopo aver risolto tutto chiamerò un elettricista per stare più tranquillo 

Te lo raccomando.

12 ore fa, mariapignatari ha scritto:

Per il collegamento elettrico ho trovato una presa di una vecchia lavatrice, secondo voi va bene? 

Assolutamente NO !
Questa è una spina "stampata" e non puoi collegare i fili. A meno che tu non voglia fare un'altro "capolavoro".
Ci vuole una spina 16 A, nuova !

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Fulvio Persano ha scritto:

Assolutamente NO !

Perchè mai? se il cavo e' sufficientemente lungo spela i fili alla estremità opposta della spina e li attacca al boiler.

Mica deve aprire la spina.

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Fulvio Persano ha scritto:

Assolutamente NO

Perché? 

Se collega il cavo alla morsettiera dello scaldabagno va bene 

Poi casomai si può dire che stando sotto lo scaldabagno infilando la spina non può essere mai a stagno, anche cambiando tutto resterebbe il coperchio aperto 

Link to comment
Share on other sites

Fulvio Persano

Ciao.

 

Perchè mai?

Non so se l'utente ha sufficiente manualità. (non mi pare).

Inoltre, la spina è Schuko la presa no!

Che facciamo, mettiamo un adattatore? Fate vobis.....

Link to comment
Share on other sites

La Schuko e' la piu idonea per uno scaldabagno

Se  usa momentaneamente un adattatore, sempre meglio che i fili infilati nella presa come attualmente.

Poi quando chiama l'elettricista si fa mettere anche la presa Schuko + interruttore bipolare ed elimina l'adattatore.

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, robertice ha scritto:

anche cambiando tutto resterebbe il coperchio aperto 

Il coperchio rimane come previsto dal costruttore, atto a impedire contatti accidentali sui morsetti,

che sia stagno o no poco importa, anzi ci dovrebbe essere un piccolo foro per far defluire fuori eventuali perdite.

Edited by Peper
Link to comment
Share on other sites

42 minuti fa, Peper ha scritto:

Il coperchio rimane come previsto dal costruttore

Non mi riferivo al coperto dello scaldabagno 

Volevo dire che stando sotto lo scaldabagno occorre una placca a stagno sulla 503 

Ma mettendo la spina e non un collegamento fisso lo sportellino sulla 503 resta aperto

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...