Jump to content
PLC Forum


ugello intasato e qualità gasolio da riscaldamento


Mirto
 Share

Recommended Posts

Buon giorno a tutti.

Cerco di essere breve, entrando nei dettagli in seguito se necessario:

Ho una caldaia a gasolio da 30 Kw/h e un bruciatore Riello Gulliver montato nuovo circa 18 mesi fa, quindi ancora in garanzia.

A febbraio di quest'anno ho fatto il pieno di gasolio dal fornitore abituale che ci serve da 40 anni e qui sono iniziati i guai.

Bruciatore in blocco spesso e volentieri, il gasolio è Esso Optiplus. quindi in teoria un buon prodotto.

Al terzo intervento del tecnico Riello, che ha provato davvero di tutto, pare che il problema stia in qualche additivo del gasolio che crackizza sull'ugello.

Il combustibile è pulitissimo, i filtri anche ma l'ugello nuovo dopo un paio di settimane si presenta come nella foto allegata.

Il bruciatore si avvia e dopo un paio di secondi di fiamma stacca e riattacca alcune volte e poi ovviamente va in blocco.

Il fornitore di gasolio nega qualsiasi responsabilità e io sono disperato. Aiuto!ugello-nuovo-dopo-20-giorni.thumb.jpg.9950340febb6d0358fe822eac99baa47.jpg

Link to comment
Share on other sites


se i problemi sono cominciati dopo il pieno non è che ci sono molte alternative, o è il gasolio o di sfiga è capitato una guasto al bruciatore o alla linea di alimentazione proprio in concomitanza col pieno(ma immagino che i tecnici lo riparerebbero).

 

se il fornitore non ne vuole sapere io vedo poche alternative, entrambe costose.

 

- insisti andando per avvocati ma eviterei

 

-dici che svuoterai il serbatoio e proverai un altro gasolio documentando tutto e se risolvi chiederai il riborso 

 

-far analizzare il gasolio, farlo provare a qualcun'altro..

 

insomma devi avere certezza che il probkema sia il gasolio in modo che non possano più fare orecchie da mercante

Link to comment
Share on other sites

In che condizioni er la cisterna ?  Può essere che il nuovo , con qualche additivo,  abbi mosso o sciolto un po di fondo ?

38 minuti fa, Mirto ha scritto:

combustibile è pulitissimo

Prelevato dove ?  Sul filtro gasolio o riesci dentro alla cisterna ?

Link to comment
Share on other sites

Per risolvere prendi una tanica di gasolio alla pompa e bypassa il tubo di aspirazione e scarico del bruciatore. Prova, se in 20 litri non si ferma mai ha la riprova che potrebbe essere il gasolio.

Comunque mi auguro che il tecnico ti abbia controllato:

depressione di aspirazione.

Pressione di combustione

Fotucellula.

 

Io avevo imparato e alla fine mi ero modificato tutto l'impianto con manometri che mi tenevano sotto controllo i primi 2 parametri, per il terzo avevo una seconda fotocellula di scorta che cambiavo!

Comunque la maggior parte delle volte era il gasolio e calcola che io lavoravo con un ugello da 0,30..tu penso monti una da 1.5..con un foro enormemente più grande!

Link to comment
Share on other sites

Il 9/6/2023 alle 09:45 , reka ha scritto:

se i problemi sono cominciati dopo il pieno non è che ci sono molte alternative, o è il gasolio o di sfiga è capitato una guasto al bruciatore o alla linea di alimentazione proprio in concomitanza col pieno(ma immagino che i tecnici lo riparerebbero).

 

se il fornitore non ne vuole sapere io vedo poche alternative, entrambe costose.

 

- insisti andando per avvocati ma eviterei

 

-dici che svuoterai il serbatoio e proverai un altro gasolio documentando tutto e se risolvi chiederai il riborso 

 

-far analizzare il gasolio, farlo provare a qualcun'altro..

 

insomma devi avere certezza che il probkema sia il gasolio in modo che non possano più fare orecchie da mercante

 

Grazie del tuo interessamento Reka, purtroppo avere delle certezze in questo caso è davvero difficile.

 

Grazie del tuo interessamento Reka, purtroppo avere delle certezze in questo caso è davvero difficile

Link to comment
Share on other sites

Il 9/6/2023 alle 10:08 , luigi69 ha scritto:

In che condizioni er la cisterna ?  Può essere che il nuovo , con qualche additivo,  abbi mosso o sciolto un po di fondo ?

Prelevato dove ?  Sul filtro gasolio o riesci dentro alla cisterna ?

Ho il pescante a 20 cm di altezza, dopo ogni rifornimento lascio decantare per almeno 4/5 ore. Il prelievo è stato eseguito dal bicchierino del filtro principale.

Link to comment
Share on other sites

Il 9/6/2023 alle 12:18 , omaccio ha scritto:

Per risolvere prendi una tanica di gasolio alla pompa e bypassa il tubo di aspirazione e scarico del bruciatore. Prova, se in 20 litri non si ferma mai ha la riprova che potrebbe essere il gasolio.

Comunque mi auguro che il tecnico ti abbia controllato:

depressione di aspirazione.

Pressione di combustione

Fotucellula.

 

Io avevo imparato e alla fine mi ero modificato tutto l'impianto con manometri che mi tenevano sotto controllo i primi 2 parametri, per il terzo avevo una seconda fotocellula di scorta che cambiavo!

Comunque la maggior parte delle volte era il gasolio e calcola che io lavoravo con un ugello da 0,30..tu penso monti una da 1.5..con un foro enormemente più grande!

Ciao Omaccio, abbiamo provato di tutto ma ugello nuovo=tutto bene sia dal serbatoio come dalla tanica ovviamente. Con ugello semi otturato non va in nessun caso.

Link to comment
Share on other sites

Ho fatto una mail al fornitore di gasolio, ad oggi purtroppo ancora senza risposta. Non mi sogno nemmeno di fare causa a qualcuno, come non mi sogno di buttare 5000 euro di gasolio. Devo assolutamente trovare il modo di consumare tutta la cisterna e poi cambiare fornitore.

La Riello con il bruciatore ha fornito un ponticello da inserire per escludere il pre-riscaldamento del combustibile, secondo voi cosa significa?

E'possibibile che escludendo il riscaldamento le cose vadano diversamente?

Un grazie a tutti e un buon fine settimana. mf

Link to comment
Share on other sites

in teoria il preriscaldo dovrebbe aiutare, e penso che sia un fattore che nelle tre uscite dei tecnici riello abbiano valutato.

 

 

Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, Mirto ha scritto:

La Riello con il bruciatore ha fornito un ponticello da inserire per escludere il pre-riscaldamento del combustibile, secondo voi cosa significa?

E' possibibile che escludendo il riscaldamento le cose vadano diversamente?

provare non costa nulla

al limite con il freddo, farà fatica ad avviarsi

Link to comment
Share on other sites

Buon giorno e grazie a tutti dei consigli. Qualcuno di voi ha un'idea della temperatura che raggiunge l'ugello in esercizio? Cambia con o senza preriscaldamento?

E la regolazione della combustione andrebbe rivista?

La prova con tanica di gasolio diverso la sto facendo fintantanto che l'ugello è nuovo, servirà del tempo perchè con il sole l'acqua calda viene prodotta dai pannelli solari.

Buona domenica.

Link to comment
Share on other sites

Adelino Rossi
Quote

Ho una caldaia a gasolio da 30 Kw/h e un bruciatore Riello Gulliver montato nuovo circa 18 mesi fa, quindi ancora in garanzia.

A febbraio di quest'anno ho fatto il pieno di gasolio dal fornitore abituale che ci serve da 40 anni e qui sono iniziati i guai.

Premesso che non sono espressamente del settore ma faccio dei ragionamenti di carattere generale.

Se è stato montato 18 mesi fa, significa che ha funzionato regolarmente con il gasolio esistente e i problemi sono nati con il nuovo carico di gasolio?

Oppure è stato fermo per tutto il tempo ed è entrato in funzione con il nuovo carico di gasolio?

Se nel circuito, tubi - filtro bruciatore è entrata della morchia, residui pesanti di gasolio, potrebbe essere necessario fare una pulizia generale delle tubazioni, dei filtri e del bruciatore.

 

Quote

La Riello con il bruciatore ha fornito un ponticello da inserire per escludere il pre-riscaldamento del combustibile, secondo voi cosa significa?

E'possibibile che escludendo il riscaldamento le cose vadano diversamente?

 

Posso anche sbagliarmi ma escludere il pre - riscaldamento potrebbe rendere il gasolio ancora più pesante e di difficile combustione.

Nota. negli anni, nel caso di serbatoi di combustibile liquido, tipo gasolio, si deposita sul fondo del serbatoio uno strato di morchia, molto densa e viscosa, il serbatoio andrebbe bonificato prima di fare un nuovo carico o quanto meno dopo un certo numero di anni. Se c'è un consistente fondo denso, all'atto del carico ti trovi con del gasolio fresco e probabilmente caldo che crea una notevole turbolenza all'interno del serbatoio che contribuisce a miscelare il gasolio nuovo con il vecchio, il risultato è una miscela tra i due prodotti tanto più densa quanto maggiore è la morchia presente.  

 

Quote

La prova con tanica di gasolio diverso la sto facendo fintantanto che l'ugello è nuovo, servirà del tempo perchè con il sole l'acqua calda viene prodotta dai pannelli solari.

Buona domenica.

 

E' una prova importante, dovresti chiudere i pannelli solari e far funzionare a lungo il bruciatore con il gasolio pulito e vedere quello che succede.

 

Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra

Se la cisterna ha 40 anni, magari il fondo è alto e ha tirato della schifezza.
Fossi in te terrei qualche filtro gasolio a portata di mano sostituendoli spesso (ogni 3 mesi massimo in inverno) così la morchia si accumula lì e non va in caldaia.
Quando poi dovrai rifare il pieno fai pulire il fondo alla cisterna oppure ne fai sollevare il pescante in modo che non "beva" più il fondo.
Come nota il preriscaldo col gasolio pesante sicuramente aiuta a bruciare melglio quindi lascialo inserito.

 

Ultima domanda: mi par di capire che hai cambiato solo il bruciatore, non tutta la caldaia, se così sei sicuro che l'ugello del bruciatore nuovo sia compatibile con la camera di combustione esistente? 
Se hai delle memorie guarda che sia dello stesso tipo e portata del precedente.

Edited by DavideDaSerra
Link to comment
Share on other sites

Scusami, mi erano sfuggiti i 18 mesi dall'istallazione e con tutta franchezza ci può stare!

I gasoli da riscaldamento hanno molta glicerina (a detta di un amico che lavora nel settore della distribuzione locale) quindi la garanzia escludila, purtroppo la glicerina quando questa quando brucia fa fa residui solidi come colla che si potrebbero lavare ma il gioco non vale la candela; meglio cambiare ugello al costo di 20 euro che mettersì lì a far ripulire l'ugello da un pompista!

Saluti

Link to comment
Share on other sites

Il 11/6/2023 alle 19:29 , DavideDaSerra ha scritto:

Se la cisterna ha 40 anni, magari il fondo è alto e ha tirato della schifezza.
Fossi in te terrei qualche filtro gasolio a portata di mano sostituendoli spesso (ogni 3 mesi massimo in inverno) così la morchia si accumula lì e non va in caldaia.
Quando poi dovrai rifare il pieno fai pulire il fondo alla cisterna oppure ne fai sollevare il pescante in modo che non "beva" più il fondo.
Come nota il preriscaldo col gasolio pesante sicuramente aiuta a bruciare melglio quindi lascialo inserito.

 

Ultima domanda: mi par di capire che hai cambiato solo il bruciatore, non tutta la caldaia, se così sei sicuro che l'ugello del bruciatore nuovo sia compatibile con la camera di combustione esistente? 
Se hai delle memorie guarda che sia dello stesso tipo e portata del precedente.

 

Il 11/6/2023 alle 09:48 , Adelino Rossi ha scritto:

Premesso che non sono espressamente del settore ma faccio dei ragionamenti di carattere generale.

Se è stato montato 18 mesi fa, significa che ha funzionato regolarmente con il gasolio esistente e i problemi sono nati con il nuovo carico di gasolio?

Oppure è stato fermo per tutto il tempo ed è entrato in funzione con il nuovo carico di gasolio?

Se nel circuito, tubi - filtro bruciatore è entrata della morchia, residui pesanti di gasolio, potrebbe essere necessario fare una pulizia generale delle tubazioni, dei filtri e del bruciatore.

Ciao Adelino. Serbatoio e caldaia hanno circa 15 anni, certamente sul fondo ci saranno dei depositi, acqua ecc. ma non ho mai avuto filtri intasati avendo il pescante a 20 cm dal fondo.

 

Posso anche sbagliarmi ma escludere il pre - riscaldamento potrebbe rendere il gasolio ancora più pesante e di difficile combustione.

Nota. negli anni, nel caso di serbatoi di combustibile liquido, tipo gasolio, si deposita sul fondo del serbatoio uno strato di morchia, molto densa e viscosa, il serbatoio andrebbe bonificato prima di fare un nuovo carico o quanto meno dopo un certo numero di anni. Se c'è un consistente fondo denso, all'atto del carico ti trovi con del gasolio fresco e probabilmente caldo che crea una notevole turbolenza all'interno del serbatoio che contribuisce a miscelare il gasolio nuovo con il vecchio, il risultato è una miscela tra i due prodotti tanto più densa quanto maggiore è la morchia presente.  

 

 

E' una prova importante, dovresti chiudere i pannelli solari e far funzionare a lungo il bruciatore con il gasolio pulito e vedere quello che succede.

Chiudere il solare vorrebbe dire scaricarlo o coprire i pannelli, eviterei.

 

Link to comment
Share on other sites

Il 11/6/2023 alle 19:29 , DavideDaSerra ha scritto:

Se la cisterna ha 40 anni, magari il fondo è alto e ha tirato della schifezza.
Fossi in te terrei qualche filtro gasolio a portata di mano sostituendoli spesso (ogni 3 mesi massimo in inverno) così la morchia si accumula lì e non va in caldaia.
Quando poi dovrai rifare il pieno fai pulire il fondo alla cisterna oppure ne fai sollevare il pescante in modo che non "beva" più il fondo.
Come nota il preriscaldo col gasolio pesante sicuramente aiuta a bruciare melglio quindi lascialo inserito.

 

Ultima domanda: mi par di capire che hai cambiato solo il bruciatore, non tutta la caldaia, se così sei sicuro che l'ugello del bruciatore nuovo sia compatibile con la camera di combustione esistente? 
Se hai delle memorie guarda che sia dello stesso tipo e portata del precedente.

Ciao Davide. la cisterna e la caldaia hanno circa 15 anni, il pescante dovrebbe essere sufficientemente alto. Posso provare ad alzarlo ulteriormente. Prima vado avanti con la tanica.

La caldaia ha 30 Kw/h e l'ugello da 2.5 Kg/ora quindi leggermente scarso ma non dovrebbe compromettere. Sulla compatibilita' potresti avere ragione perchè il vecchio bruciatore era un fiamma blu dedicato. Rimane il fatto che il nuovo bruciatore ha funzionato un anno intero senza problemi.

Il 11/6/2023 alle 09:48 , Adelino Rossi ha scritto:

Premesso che non sono espressamente del settore ma faccio dei ragionamenti di carattere generale.

Se è stato montato 18 mesi fa, significa che ha funzionato regolarmente con il gasolio esistente e i problemi sono nati con il nuovo carico di gasolio?

Oppure è stato fermo per tutto il tempo ed è entrato in funzione con il nuovo carico di gasolio?

Se nel circuito, tubi - filtro bruciatore è entrata della morchia, residui pesanti di gasolio, potrebbe essere necessario fare una pulizia generale delle tubazioni, dei filtri e del bruciatore.

 

 

Posso anche sbagliarmi ma escludere il pre - riscaldamento potrebbe rendere il gasolio ancora più pesante e di difficile combustione.

Nota. negli anni, nel caso di serbatoi di combustibile liquido, tipo gasolio, si deposita sul fondo del serbatoio uno strato di morchia, molto densa e viscosa, il serbatoio andrebbe bonificato prima di fare un nuovo carico o quanto meno dopo un certo numero di anni. Se c'è un consistente fondo denso, all'atto del carico ti trovi con del gasolio fresco e probabilmente caldo che crea una notevole turbolenza all'interno del serbatoio che contribuisce a miscelare il gasolio nuovo con il vecchio, il risultato è una miscela tra i due prodotti tanto più densa quanto maggiore è la morchia presente.  

 

 

E' una prova importante, dovresti chiudere i pannelli solari e far funzionare a lungo il bruciatore con il gasolio pulito e vedere quello che succede.

 

Ciao Adelino, stamattina ti ho risposto sbagliando il "quote" scusami.

Link to comment
Share on other sites

Il 12/6/2023 alle 13:42 , omaccio ha scritto:

Scusami, mi erano sfuggiti i 18 mesi dall'istallazione e con tutta franchezza ci può stare!

I gasoli da riscaldamento hanno molta glicerina (a detta di un amico che lavora nel settore della distribuzione locale) quindi la garanzia escludila, purtroppo la glicerina quando questa quando brucia fa fa residui solidi come colla che si potrebbero lavare ma il gioco non vale la candela; meglio cambiare ugello al costo di 20 euro che mettersì lì a far ripulire l'ugello da un pompista!

Saluti

Ciao Omaccio, se necessario dovrö imparare a cambiare l'ugello non ho problemi. Certo vorrei capirel'origine del problema. Non sono del tutto convinto che la causa sia il gasolio. Infatti a ugello nuovo ho attaccato una tanica di altro gasolio e dopo aver bruciato 2 massimo 3 litri ho fatto la foto che segue, scattata poco fa.foto-1.thumb.jpg.1b10dbaf891608adeb56e151e5f1f524.jpg

Link to comment
Share on other sites

io vorrei avere una foto del bruciatore da nuovo, non è il mio campo ma dopo questa prova direi che il gasolio forse non c'entra e dopo 18 mesi è capitato qualcosa al livello di bruciatore o linea di alimentazione

Link to comment
Share on other sites

Il bruciatore di gasolio è molto semplice nel suo funzionamento:

una pompa aspira gasolio dal serbatoio e manda in pressione la linea dell'ugello dai 15 ai 18 bar, poi  c'è una resistenza di preriscaldo ed infine l'ugello!

Nella linea cosa può essere successo?

Preriscaldo KO?

Pressione di della pompa troppo bassa e il gasolio brucia troppo vicino all'ugello?

Se il tecnico ha controllato pressione e preriscaldo il problema è nel gasolio!

Poi oggi rispetto a ieri anche gli ugelli sono cambiati...sono più raffinati perchè riescono a bruciare meglio il gasolio lasciando pochi residui ma sono anche più delicati, si tappano prima!

Fai le tue prove, comunque impara a cambiare ugello, lo cambi tutti gli anni, una volta tu ed una quando viene il tecnico per la prova fumi(obbligatoria ogni 2 anni mi sembra)!

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, omaccio ha scritto:

Il bruciatore di gasolio è molto semplice nel suo funzionamento:

una pompa aspira gasolio dal serbatoio e manda in pressione la linea dell'ugello dai 15 ai 18 bar, poi  c'è una resistenza di preriscaldo ed infine l'ugello!

Nella linea cosa può essere successo?

Preriscaldo KO?

Pressione di della pompa troppo bassa e il gasolio brucia troppo vicino all'ugello?

Se il tecnico ha controllato pressione e preriscaldo il problema è nel gasolio!

Poi oggi rispetto a ieri anche gli ugelli sono cambiati...sono più raffinati perchè riescono a bruciare meglio il gasolio lasciando pochi residui ma sono anche più delicati, si tappano prima!

Fai le tue prove, comunque impara a cambiare ugello, lo cambi tutti gli anni, una volta tu ed una quando viene il tecnico per la prova fumi(obbligatoria ogni 2 anni mi sembra)!

Omaccio grazie ma fosse vero che è tutto semplice...oggi ho fatto una scoperta: la resistenza del preriscaldamento è inserita H24 anche con la caldaia in stand by. Infatti ho l'acqua calda dal solare a 70 gradi e l'acqua in caldaia a temperatura ambiente, circa 20 gradi. Se metto la mano sul bruciatorte invece è a circa 35 gradi, quindi dentro è certamente piu caldo. A questo punto ho la quasi certezza che il problema sia la "cottura lenta e continuata" dell'ugello. Ho contattato il titolare del servizio Riello della mia citta' il quale mi ha detto che è giusto che il riscaldamento sia sempre acceso. Sono appena 20 watt...Mi ha consigliato di disinserirlo permanentemente tramite il ponticello in dotazione. Mi ha garantito che funzionera' anche in inverno ma io sono semplicemente incredulo e inorridito. Oltretutto sono convinto che sarebbero almeno e comunque da rivedere i parametri della combustione.

Non ho voglia di andare oltre, dico soltanto che, se ci saranno ancora problemi passo di nuovo a un bruciatore tedesco. Costera' piu di un Riello ma ci guadagno in salute.

Un cordiale saluto a tutti. mirto

PS: sotto i 35 KW le caldaie non sono soggette a controlli obbligatori che io sappia.

Link to comment
Share on other sites

Quote

PS: sotto i 35 KW le caldaie non sono soggette a controlli obbligatori che io sappia.

No, tu confondi il libretto di impianto con il libretto di centrale.

Il controllo dei fumi per caldaie non è obbligatorio se hanno potenza nominale sotto i 5 kW!

Sotto i 35 hai norme diverse per il tuo locale dove ospiti la caldaia ma sei soggetto al controllo dei fumi!
Se non lo fai e passano per il controllo ti fanno una multa oltre all'obbligo di fare il controllo!

 

Poi per una caldaia a gasolio direi che è eticamente obbligatorio controllare come brucio il gasolio...e cominciare a pensa la sostituzione con fonti più pulite!

 

Per la resistenza sempre accesa non saprei che dire, probabilmente è un parametro della riello che è settato sempre on 

Link to comment
Share on other sites

28 minuti fa, omaccio ha scritto:

No, tu confondi il libretto di impianto con il libretto di centrale.

Il controllo dei fumi per caldaie non è obbligatorio se hanno potenza nominale sotto i 5 kW!

Sotto i 35 hai norme diverse per il tuo locale dove ospiti la caldaia ma sei soggetto al controllo dei fumi!
Se non lo fai e passano per il controllo ti fanno una multa oltre all'obbligo di fare il controllo!

 

Poi per una caldaia a gasolio direi che è eticamente obbligatorio controllare come brucio il gasolio...e cominciare a pensa la sostituzione con fonti più pulite!

 

Per la resistenza sempre accesa non saprei che dire, probabilmente è un parametro della riello che è settato sempre on 

Stai toccando un nervo scoperto di una persona che vive immersa nella natura e che ci tiene tanto all'ambiente, ma purtroppo:

il metano non è disponibile e comunque non voglio gas in casa

ho in mano un preventivo per un impianto a pellets di 60.000 euro!

il teleriscaldamento arriva a 100 metri da casa mia e non mi allacciano perche antieconomico (per loro)

il progetto di un impianto fotovoltaico bocciato dal comune per questioni di paesaggio (legge provinciale sulla tutela degli insiemi)

dimmi tu a quale margherita vado a impiccarmi...

Per i fumi qui la normativa provinciale: https://ambiente.provincia.bz.it/aria/controllo-emissioni.asp

In quanto al bruciatore attendo risposta dalla Riello sede, non è credibile che la resistenza debba rimanere accesa H24.

 

Direi che possiamo chiudere qui con la discussione. Un cordiale saluto a tutti.

 

Link to comment
Share on other sites

Non permettono nemmeno il fotovoltaico integrato nel tetto? mamma mia..

 

comunque io non considero ecologico nemeno il pellet..

 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...