Jump to content
PLC Forum


Regolazione Galleggianti Nei Serbatoi


risolutore
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti,

ho due quesiti da proporvi:

abitando in campagna non ho acqua diretta e praticamente ho un pozzo con una pompa interrata che a sua volta e collegata con due serbatoi da 1000lt.Ieri sera ho tolto il tappo dei serbatoi e dentro ho notato che ci sono molti detriti tipo terra muschietto perche sia in entrata e in uscita non vi e nessun filtro.

Il primo quesito e questo:

Dovendo pulire i serbatoi che prodotto usare e che tipo di filtri servono?

secondo quesito:

(I serbatoi sono collegati in caduta con un tubo da un pollice)All'interno di uno dei serbatoi,

Vi sono due galleggianti a palla con filo uno di minimo e uno max.

I serbatoi sono alti circa 1.80mt

Appena il livello dell'acqua arriva a meta' serbatoio, si attacca la pompa del pozzo e praticamente e sempre quasi in funzione e voi sapete che se attacca e stacca si puo' bruciare.

come posso risolvere questo problema visto che i galleggianti dentro i serbatoi non si riescono a tarare?

Praticamente volevo che l'acqua nei serbatoi si svuotasse quasi tutta cosi appena finita si attaccava la pompa del pozzo fino a livello superiore evitando cosi'l'attacca e stacca della pompa.

Ho notato che dentro il serbatoio che e largo circa un metro e venti il galleggiante si muove parecchio sbattendo a i lati, o provato a dare piu' filo da sopra ma niente da fare.

devo montare altro tipo di galleggiante?

Grazie anticipatamente ;)

Link to comment
Share on other sites


Matteo Montanari
devo montare altro tipo di galleggiante?

non ho ben capito come sono fatti i galleggianti presenti:

Vi sono due galleggianti a palla con filo uno di minimo e uno max.

normalmente ho visto utilizzare questo tipo di galleggiante, fissato ad un asta, lasciando solamente la possibilità di salire (ed aprire o chiudere il contatto) senza che se nè andasse a zonzo per il serbatoio.

Dovendo pulire i serbatoi che prodotto usare

in questo caso non posso aiutarti se non dicendoti di rivolgerti presso un negozio specializzato (puoi anche andare in un negozio di acquari ed esporre il problema)

che tipo di filtri servono?

per cose simili prova a vedere questo trend

Link to comment
Share on other sites

:D Grazie x la tua risposta tempestiva,i galleggianti sono quelli che mi hai mostrato solamente che sono messi senza staffa, praticamente c'e' il filo nell'acqua.

riguardo a i filtri non riesco a capire sul tred che tipo di filtri mettere!

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari

per risolvere il problema dei galleggianti, fissali (con fascette) ad una staffa (in inox possibilmente) fino a dargli un margine di lavoro molto stretto.

riguardo a i filtri non riesco a capire sul tred che tipo di filtri mettere!

Se dovessi farlo a casa mia, installerei un buon filtro a cartuccia di alta capacità ( tipo quelli da un pollice o più) con cartuccia tessile, seguito da uno uguale con cartuccia al carbone attivo: ottieni un'acqua fantastica. Solo in casi estremi metterei davanti al tutto un filtro a sabbia.

---

non ci sono marche. Si va in un comune negozio di idraulica e si chiede un filtro o un dosatore di polifosfati per la lavatrice. Nel caso del filtro, se si vuole pulirlo meno spesso, si chiede una taglia leggermente più grossa e due riduzioni per adattarlo al tubo (es.: tubo dell'acquedotto da mezzo pollice? prendi un filtro da tre quarti)

---

Infatti non sono apparecchi specifici, magari però ti conviene andare in un negozio ben attrezzato piuttosto che in quello di venti metri quadrati...

Sono comunque attrezzature standard, che si userebbero lo stesso in serie ad eventuali apparecchi di addolcimento a sale o ad osmosi inversa (particelle sospese nell'acqua li rovinerebbero i rudurrebbero i tempi di rigenerazione, aumentando i consumi di sale)

I costi dell'impianto e della gestione degli addolcitori si ammortizzano col risparmio di detergenti, con il diradamento degli interventi su boiler e caldaie, ed anche col risparmio sull'acqua minerale: a patto, però, che si parta da un'acqua così dura da creare danni più costosi del sistema di addolcimento.

Direi che sopra i venti gradi francesi comincia a convenire, ma se lo scopo è il piacere di avere una bella schiuma quando si fa il bagno, uno può farlo anche se non conviene economicamente.

Gli impianti ad osmosi vanno protetti dai colpi d'ariete (con valvole ad apertura graduale e vasi di espansione) e tenuti puliti (controlavaggi frequenti, lavaggi chimici una volta che il delta pi non ritorna ai valori originali dopo il lavaggio).

Bisogna quindi dotarli dei circuiti acqua e reagenti: in compenso, va bene una marca qualsiasi.

Gli addolcitori a sale vanno rigenerati se la conducibilità schizza verso l'alto (bisogna avere un conduttimetro) e consumano sale che costa e va smaltito (e costa anche quello, se vuoi farlo "in regola"): in questo caso sceglierei una marca famosa, che sia sul mercato da anni e con assistenza capillare e pezzi di ricambio disponibili subito, come la CU****AN o altre simili.

Rimane sempre il cloro, che insieme ad altri odori strani, viene eliminato dal filtro a carbone che si mette sempre. Ora, visto che i filtri ci sono comunque, prova prima con quelli soltanto, poi vedrai se addolcire o restare così.

tutto preso da risposte di Paolo Cattani, che sicuramente nè sà più di me sull'argomento.

Edited by keosmm
Link to comment
Share on other sites

ciao keosmm.per mettere la staffa inox devo bucare il serbatoio?

Mi puoi spiegare come montare la staffa inox e che tipo e come lasciare il margine del galleggiante, visto che il serbatoio e alto mt1,80 e largo circa mt1,20?

Grazie

Edited by risolutore
Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari
ciao keosmm.per mettere la staffa inox devo bucare il serbatoio?

Mi puoi spiegare come montare la staffa inox e che tipo e come lasciare il margine del galleggiante, visto che il serbatoio e alto mt1,80 e largo circa mt1,20?

il serbatoio ha certamente un boccaporto di ispezione (oblò o altro)? la staffa (o tubo), alla quale saranno fissati entrambi i sensori di livello, la puoi fissare in vari modi, renderla fissa saldandola al serbatoio (che non ho capito se è in plastica o metallo) o utilizzare altre staffe di fissaggio mediante viti, bulloni o altro (sempre in materiale resistente all'acqua). ideale sarebbe quella di fissare un canotto sul fondo del serbatoio, ed infilare l'asta con i sensori all'interno del canotto, in questo modo la rimozione dei sensori per manutenzione e/o sostituzione risulta più facile.

per lasciare il margine ai galleggianti è facile, dovresti avere un contrappeso fissato ai galleggianti, rendi il cavo rigido fino al contrappeso (5/10 cm più sù se vuoi) in modo tale che comunque il sensore abbia la possibiltà di cambiare posizione da "verticale" (quando non c'è acqua) ad "orizzontale" quando l'acqua lo solleva. alcuni funzionano anche tornando in verticale, però occorre una verifica a vuoto (fuori dal serbatoio).

Link to comment
Share on other sites

Allora senti il serbatoio e in pvc azzurra, sul filo del galleggiante c'e' un contrappeso che scorre nel filo.

Al centro del serbatoio c'e' un tappo nero d'ispezione sempre in alto di lato la persona che ha sua volta fece il lavoro mi ha fatto due fori nel serbatoio uno lato destro e uno sinistro sul foro destro passa il filo del galleggiante che regola il livello min. e max, sull'altro lato c'e infilato l'altro galleggiante che e collegato all'autoclave che in mancanza di acqua nel serbatoio blocca l'autoclave.

io x tarare il galleggiante del livello min e max ha serbatoio vuoto ho calato il galleggiante fino a trenta cm dal fondo e tra la palla e il contrappeso vi sono circa 20 cm.

Ho provato tirare piu su il filo ha dare meno gioco tra peso e galleggiante ma quest'iltimo sguazza sempre all'interno del serbatoio.

a che distanza deve stare la staffa dal fonfo e a che distanza deve stare il galleggiante da questa staffa?

scusa x il martellamento di domande .

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari

dall'ultima descrizione ti consiglio di fare così:

utilizzi i fori già esistenti, la staffa, che sarà formata da un tubo in inox, dentro il quale metterai il filo del galleggiante. attenzione ai bordi del tubo, non devono essere taglienti (a lungo andare consumi il cavo del galleggiante).

in questo modo quandi estraii il tubo, anche il galleggiante lo segue.

a che distanza deve stare la staffa dal fonfo

per quanto riguarda le distanze io manterrei quelle attuali (o le originali se nel frattempo le hai modificate) e controllorei il funzionamento. se è soddisfacente ok, in caso contrario comincerei a modificarle.

tieni presente che più basso è il livello minimo maggior tempo impieghi a riempire il serbatoio e quindi il moto della pompa.

il livello di massimo deve essere regolato in modo tale da non far uscire l'acqua all'arresto della pompa.

a che distanza deve stare il galleggiante da questa staffa?

il necessario per permettere il movimento completo per varire il contatto (verticale -> orizzontale o verticale -> verticale vedi post precedente)

scusa x il martellamento di domande

nessun problema

Edited by keosmm
Link to comment
Share on other sites

il foro nel serbatoio e da 8mm, ci passa preciso il cavo del galleggiante.

riguardo al tubo inox considerando che il serbatoio e alto mt1,80 il tubo deve essere 1,50mt?

e se il galleggiante si solleva fino al sopra del serbatoio gli devo dare piu filo!

cosi ho lo stesso problema!

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari
il foro nel serbatoio e da 8mm, ci passa preciso il cavo del galleggiante
devi ampliarlo per permettere il passaggio del tubo.

riguardo al tubo inox considerando che il serbatoio e alto mt1,80 il tubo deve essere 1,50mt?

direi che potrebbe andare

e se il galleggiante si solleva fino al sopra del serbatoio gli devo dare piu filo!

cosi ho lo stesso problema!

non ho capito ma prova a segure questo semplice schemino, può essere che un disegno chiarisca molte cose.

post-5852-0-06282400-1376123311_thumb.jp

se hai altri dubbi sono qui.

Link to comment
Share on other sites

:unsure:

Matteo scusa ti do del tu',

grazie x avermi inviato lo schemino pero' c'e' un problema o io so de coccio oppure non ho ricapito:

se il serbatoio e da un metro e ottanta mettiamo caso che io inserisco un tubo filettato, all'interno vuoto da 1un metro e mezzo +10 cm di cavo del galleggiante siamo un metro e 60, per svuotare il serbatoio e ok ma x ricaricarlo stiamo sempre li ,si carica fino a meta'perche ha 10 cm di gioco giusto?

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari

questo è un altro problema. occorre sapere come è gestito il marcia/arresto della pompa.

lo start della pompa io lo farei al minimo dell'acqua

lo stop della pompa io lo farei al massimo dell'acqua.

in pratica utilizzi i due sensori di livello come se fossero due pulsanti di marcia ed arresto.

----+-----
    |
    |
    |
    _
    /  livello massimo (NC)
    |
    |
    +-----
    |    |
    |    |
 K1 \    \ livello minimo (NO)
    |    |
    |    |
    +-----
    |
    |
  -----
  |   | K1
  -----
    |
    |
----+-----

in pratica quando il serbatoio è vuoto attivi K1, l'acqua arriva e comincia a riempire il serbatoio, il livello sale ed interviene il livello minimo, la pompa continua a pompare acqua in quanto è autoritenuta da K1. al raggiungimento del livello massimo si arresta (in quanto il contatto si apre).

può essere che devi utilizzare qualche relè, se i tuoi livelli sono utilizzati da altre parti, o non hai a disposizione contatti aperti o chiusi.

Link to comment
Share on other sites

matteo scusa l'impianto esistente e come lo hai descritto , come gia' l'avevo detto:

2 sono i galleggianti:

1 e collegato con la pompa del pozzo che apre o chiude quando cala il livello acqua attacca la pompa,

mentre il secondo galleggiante dello stesso tipo e collegato all'autoclave che mi manda l'acqua in casa:

quando il serbatoio rimane senza acqua ( spero mai) quest'ultimo mi blocca l'autoclave evitando che giri a vuoto.

Forse mi sono spiegato male io volevo tarare i galleggianti in modo che quando rimangono 30 cm di acqua dal fondo del serbatoio, dove partire la pompa del pozzo x ricaricare il serbatoio fino sopra.

faccio questo x evitare che la poma del pozzo si attacchi una sola volta al giorno e non 5 / 6 volte.

Riguardo al tubo inox va bene il rame quello che si una x i calotiferi?

grazie spero che mi sono spiegato bene :unsure:

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari

per "evitare che la poma del pozzo si attacchi una sola volta al giorno e non 5 / 6 volte" devi fare le modifiche che ti ho descrtitto:

con il galleggiante di livello minimo devi alimentare 1 relè:

un contatto lo utilizzi per bloccare l'autocalve (come è attualmente)

l'altro contatto lo utilizzi per far partire la pompa che ti manda l'acqua nel serbatoio (vedi schemino sopra).

il galleggiante di livello massimo lo utilizzi per arrestare la pompa che manda l'acqua.

attualmente la marcia ed arresto della pompa viene effettuata solamente con il livello massimo.

in alternativa puoi mettere un temporizzatore, controlli di non avere il livello massimo per tot tempo, trascorso il quale attivi la pompa per "rabboccare" il serbatoio.

Riguardo al tubo inox va bene il rame quello che si una x i calotiferi?

INOX è inteso come acciaio INOX (quello delle posate per interderci) il rame con l'acqua si ossida, pian piano.

se non riesci a recuperare qulacosa di INOX puoi utilizzare della plastica rigida (dovrebbe essere per uso alimentare, visto che l'acqua poi si beve...)

Edited by keosmm
Link to comment
Share on other sites

Matteo scusa la mia ignoranza ma quello che ho sritto fin ora e quello che tu mi ha descritto ora.

Il galleggiante di livello min e max e collegato a un salvamotore. quando arriva a livello il galleggiante fa staccare la pompa del pozzo spegnendosi.

il problema era che io devo riuscire a far svuotare il serbatoio con altezza dal fondo di 30 cm di acqua, appena arriva a questa profondota il galleggiante di livello mideve far riempire il serbatoio fino al livello superiore.

io penso che questo tipo di galleggiante non vadi bene x questi serbatoi.

sai se c' qualcosa di piu semplice ?

Non voglio farzarti nel rispondere alle mie domande pero se tiva rispondi.

ciao matteo da max

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari

penso che entrambi ci stiamo perdendo in un bicchiere d'acqua (per rimanere in argomento).

nel serbatoio hai due livelli, un livello di minimo ed un livello di massimo. giusto?

penso di sì, proseguiamo:

i due livelli che hai nel serbatoio sono messi come nel mio disegno? lasciamo stare per il momento se sono fissi o girano per il serbatoio, vorrei sapere se, come è logico che sia, il livello minimo è quasi sul fondo del serbatoio ed il livello massimo e quasi sul "tetto" del serbatoio.

altra domanda, il funzionamento della pompa che invia acqua nel serbatoio?

puoi descrivere come funziona attualmente e come vuoi che funzioni a modifiche avvenute?

leggendo nei messaggi sembra che sia comandata solamente dal livello di massimo e dovrebbe avere un funzionamento di questo tipo:

acqua sotto livello massimo -> partenza pompa

acqua sopra livello massimo -> arresto pompa

mentre il funzionamento che vorresti (credo di aver inteso così) è del tipo:

acqua sotto livello minimo -> partenza pompa

acqua sopra livello massimo -> arresto pompa

passiamo al discorso autoclave:

attualmente è controllata dal sensore di livello minimo che se superato dall'acqua ne permette il funzionamento, se l'acqua si trova al di sotto del livello (cosa che vuoi che non accada mai) si arresta.

la mia domanda (ennesima) è il livello minimo della pompa è anche il livello minimo dell'autocalve?

scusa se tempesto di domande ma voglio capire cosa c'è, cosa vuoi fare, e quindi darti consigli mirati per ottenere il massimo dei risultati con il minimo impegno...

Link to comment
Share on other sites

allora Matteo ti dico:

Io ho un pozzo con una pompa interrata, questa pompa e azzionata da un solo galleggiante parte x riempire i serbatoi in pvc.

I serbatoi sono 2 da 1000 lt collegati in cascata.

il galleggiante che fa partire la pompa e collegato ad un salva motore(questo non dovrebbe interessare )

questo galleggiante appena scende il livello dell'acqua nel serbatoio mi azziona la pompa del pozzo, appena il galleggiante sale la pompa del pozzo si spenge.

L'altro galleggiante invece e collegato all'autoclave dove c'e' il polmone collegato e serve che se manca l'acqua nel serbatoio fa si che l'autoclave si ferma x evitare che peschi a vuoto.

il mio problema era che la pompa interata del pozzo si attacca 5 o 6 volte al giorno, invece io volevo farla attaccare solamente una volta x evitare sia la rottura della pompa , il consumo e cosi ho il ricambio d'acqua nel serbatoio:

Ho provato a tarare il galleggiante collegato con la pompa del pozzo ma non e precisa ;

appena l'acqua nel serbatoio arriva a meta' la pompa del pozzo mi riparte e si spenge arrivata a livello.

Io forse mi sono spiegato male non avercela con me!

ciao da Max ;)

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari

ok...

soluzione numero 1

seguire quanto detto nei messaggi precedenti:

con il galleggiante di livello minimo devi alimentare 1 relè:

un contatto lo utilizzi per bloccare l'autocalve (come è attualmente)

l'altro contatto lo utilizzi per far partire la pompa che ti manda l'acqua nel serbatoio

----+-----
   |
   |
   |
   _
   /  livello massimo (NC)
   |
   |
   +-----
   |    |
   |    |
K1 \    \ livello minimo (NO)
   |    |
   |    |
   +-----
   |
   |
 -----
 |   | K1
 -----
   |
   |
----+-----

il galleggiante di livello massimo lo utilizzi per arrestare la pompa che manda l'acqua.

in questo modo devi solamente aggiungere un relè per utilizzare lo stesso galleggiante di livello minimo sia per "bloccare" autoclave, sia per far partire la pompa di "rabbocco".

il problema può essere che il livello dell'acqua deve scendere sotto il livello minimo per far partire la pompa ed in questo caso l'autoclave si blocca.

soluzione numero 2

utilizzare un terzo galleggiante, con la funzione del livello minimo (o livello medio se vuoi) per far partire la pompa di rabbocco.

il funzionamento è simile a quello sopra, non c'è l'inconveniente di arresto dell'autoclave se il nuovo sensore è "tarato" più sù del sensore di livello mimino.

soluzione numero 3

inserire un temporizzatore sul contatto del livello massimo (il livello che attualmente comanda la pompa di rabbocco), in questo modo quando non hai il livello per tot tempo si suppone (si suppone soltanto) che l'acqua si calata e quindi la pompa viene messa in moto per rabboccare.

-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-

in questo caso capisco perchè il galleggiante è lasciato libero... e (parere personale) ritengo che non sia un corretto metodo di funzionamento

a titolo personale ti consiglio di valutare la soluzione 1 o la soluzione 2, per quanto riguarda la soluzione 3 è un ripiego e (non) funziona come il tuo sistema attuale.

Io forse mi sono spiegato male non avercela con me!

ma figurati, ora sono io che ti faccio le mie scuse per averti creato più confusione di quanta già non avevi...

Link to comment
Share on other sites

Matteo ti ringrazio tanto, ma per me e difficile io non sono un esperto di questo campo, non cio capito nulla comunque:

Soluzione 4:

lascir perdere e aspettare che si rompa tutto.

piacere di averti conosciuto

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari
non cio capito nulla comunque

che cosa è che non hai capito? la soluzione 4 è non arrendersi mai...

lascir perdere e aspettare che si rompa tutto.

questo è possibile che accada, è una certezza (mi auguro in un futuro molto lontano).

io non sono un esperto di questo campo

e chi lo è c'è sempre da imparare qualche cosa di nuovo, ogni giorno...

-----------------------------------------------------------------------------------------------

attualmente il galleggiante che comanda la pompa di rabbocco, gira all'interno del serbatoio in quanto non fissato, e per "fare il suo lavoro" da solo deve essere così.

il problema di questa soluzione stà nel fatto che la partenza (e credo anche l'arresto) della pompa non è mai costante.

renderlo fisso, ottenendo in questo modo una precisione maggiore) si viene ad eliminare la condizione di partenza... o meglio (peggio a dire il vero) se vagabondando per il serbatoio la pompa eseguiva 5/6 partenze al giorno, limitandone la corsa queste partenze/arresti aumentano sicuramente.

per evitare questo si deve adottare un altra soluzione, per quello che riguarda la partenza della pompa.

supponiamo di rendere fisso il galleggiante di arresto della pompa, in questo modo il livello di arresto della pompa risulta essere stabile.

il problema, ora, stà nel far partire la pompa.

nel serbatoio abbiamo un altro livello, il livello di minimo. possiamo azionare la pompa di invio acqua nel serbatoio con questo livello di minimo.

in questo caso siamo sicuri che la pompa si mette in moto per caricare il serbatoio solamente quando quest'ultimo è pressochè vuoto.

una soluzione analoga è quella di utilizzare un nuovo sensore di livello, per far partire la pompa, in questo caso si può rendere regolabile la partenza della pompa, ad un 10, 30, ..., 80% del serbatoio.

-----------------------------------------------------------------------------------------------

dimmi se ora è più chiaro? per i collegamenti elettrici ci pensiamo poi, importante è che sia chiaro quello che si deve realizzare, il metodo, anzi i metodi per farlo, sono infiniti.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Matteo, sabato ho girato mezza Roma x trovare un tubo in acciaio inox o plastica alimentare, ma non ho trovato nulla.

Comunque ho compato un'altro galleggiante:

comunque stavo penzando mettendo un tubo nel serbatoio x tenere fisso il galleggiante mettiamo il serbatoio e alto 1,80mt metto un tubo inox da mt 1,50 e all'interno faccio passare il galleggiante a quest'ultimo dovrei dare minimo 1,20 di gioco tra la palla del galleggiante e il tubo. A questo punto ho lo stesso problema: il galleggiante sguazza comunque nel serbatoio e per la partenza della pompa ho lo stesso problema:

viceversa se io gli do al galleggiante un gioco di 30/40 cm il serbatoio si riempe fino a meta' giusto?ciao

Link to comment
Share on other sites

Matteo Montanari

serbatoio alto 1,80m

livello minimo 1,60m + 0,10m di gioco (1,50 - 1,70)

livello massimo 0,20m + 0,10m di gioco (0,10 - 0,30)

(misure dall'alto del serbatoio)

in questo caso la pompa parte quando nel serbatoio hai 0,10m di acqua (1,80 - 1,1

70 = 0,10) e si arresta quando hai 1,50m di acqua (1,80 - 0,30 = 1,50).

i dati sono teorici, devi valutare tu in campo quale distanza è migliore per permettere il minor attacca/stacca della pompa.

sabato ho girato mezza Roma x trovare un tubo in acciaio inox o plastica alimentare, ma non ho trovato nulla.

:blink::blink::blink:

Link to comment
Share on other sites

sabato ho girato mezza Roma x trovare un tubo in acciaio inox o plastica alimentare, ma non ho trovato nulla.

Hai provato a cercarlo tramite le Pagine Gialle alla voce "tubi inox", segnando "Roma" nel textbox "DOVE"?

Non tutti i 7 risultati ti saranno utili, ma qualcuno credo proprio di sì, a meno che non siano ancora chiusi per ferie. Mal che vada estendi la ricerca alle voci "profilati inox", ma non trascurerei di cercare tra i fornitori di attrezzature per comunità.

Prima di far muovere le gambe, potresti dare un colpo di telefono ed assicurarti che siano aperti e che abbiano l'articolo che ti serve.

Link to comment
Share on other sites

se non ti crea disturbo si puo' avere uno schemino semplificato di come effettuare i collegamenti con i tre galleggianti calcolando che io ho un serbatoio da 1000 lt cilindrico verticale ?e ha che altezza mettere il tubo inox

Ti volevo chiedere un0altra cosa:

Avendo unautoclave con un polmone da 100lt, la scorsa settimana sono andato x ricaricare la palla con aria ma dalla valvola dove va il manometro esce l'acqua dovrei cambiare la membrana.

essendo una membrana della cordivari che e difficile trovarla la dovrei smontare e portarla dai rivenditori x vedere le misure.

Se io smonto la sfera e collego i tubi direttamente dall'autoclave senza palla posso avere l'acqua in casa fino a che non la sostituisco?

Ciao Matteo :D:D

Link to comment
Share on other sites

La soluzione al tuo problema poptrebbe essere quello di mettere delle sonde ad asta conduttiva rigida o a filo con peso nella parte bassa. La differenza di altezza delle sonde ti determina il differenziale di funzionamento. Se usi quelle a filo, cambiare il differenziale di funzionamento diventa estremamente semplice., tagliare o allungare il filo

Per la tipologia di questi regolatori di livello da rivenditori di materiale elettrico ne trovi in grande quantità.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...