Jump to content
PLC Forum

CLIMAX.UD

Info Pannelli Solari

Recommended Posts

CLIMAX.UD

Ciao ragazzi, avrei una domanda da porvi, a breve dovrò provvedere all'allacciamento elettrico sonde + centraline di un kit pannelli solari baltur collegati a un bollitore dedicato della stessa marca. fin qui tutto ok. il problema è che da software baltur in base alle specifiche di progetto impone una protezione con antigelo con temperatura - 20 ° C. Come fate di solito a controllare la quantità di antigelo che immettete nel circuito? Io avevo pensato di usare un densimetro e caricare antigelo fino al raggiungimento della temperatura richiesta (-20 °C). In alternativa è affidabile fare il calcolo in base ai metri e diametro della tubazione? Cioè se so che per esempio su tot metri di tubo ci stanno tot litri di acqua so che su tot litri devo aggiungere una certa quantità di liquido antigelo. Grazie

Link to post
Share on other sites

Enzo1976

Ciao di solito baltur dice di mettere nel programma l'antigelo in off(tanto se hai l'antigelo baltur glico -25), anch'io l'ho messo off nei miei impianti e non ho avuto problemi sai all'inizio ero sciettico poi però mi sono ricreduto se hai bisogno fai un fischio.....

Per l'antigelo usa il Baltur fidati è già pronto all'uso !!!

Edited by Enzo1976
Link to post
Share on other sites
CLIMAX.UD

sisi l'installatore ha preso kit solare a 4 pannelli SBCFV 27, 2 kit circolazione solare doppio tubo SBPAR, 1 centralina elettronica SBTDC 3da collegare in variante n°8 come da manuale, kit staffaggi, accessori idraulici e anticongelante tutto della Baltur, io invece sto facendo l'impianto elettrico ora che il locale tecnico è ultimato almeno idraulicamente :superlol: domani mattina arriva la gruetta e installano sul tetto i 4 pannelli, poi mi divertirò con la programmazione centraline :thumb_yello:

Non ho capito però cosa intendi per off.. :senzasperanza: forse con impianto fermo?

Link to post
Share on other sites
Enzo1976

bene bei prodotti,per off intendo che l'antigelo me lo hanno fatto mettere sempre in off nella centralina

Link to post
Share on other sites
STACFER

certo se carichi con antigelo pronto uso e certificato a meno 25 c e lo mantieni in efficenza nel tempo puoi evitare di lasciare in on la funzione antigelo in centralina ed eviti sotto i 3/5 gradi di sottrarre calore in accumulo e spedirlo ai pannelli risparmiando energia elettrica e termica. ciao

Link to post
Share on other sites
CLIMAX.UD

capito.. grazie dei consigli :thumb_yello: per sicurezza l'installatore ha acquistato un densimetro :rolleyes:

Link to post
Share on other sites
microdelta

Io sui pannelli piani lavoro con glicole propilenico da diluire al 40% e anche iio tengo l'antigelo delle centraline in off.

Per controllare il livello di antigelo uso un rifrattometro; costa una cifretta ma è sembrato più affidabile di altri metodi. Per esempio tempo fa un installatore mi ha garantito che ha caricato l'impianto con la miscela corretta e quindi la protezione risultava essere fino a -21°C misurati con un densimetro ad ampolla. Ho voluto per scrupolo controllare e a me col rifrattometro risultava -8°C temperatura assolutamente raggiungibile dalle mie parti e quindi impianto a rischio. Per togliermi ogni dubbio ha fatto 3 miscele acqua glicole usando una siringa graduata e il risultato col rifrattometro è stato in tutti i casi precisissimo. Quindi consiglio il rifrattometro e le cartine tornasole nuove o comunque recenti per la misura del PH.

Ciao

Link to post
Share on other sites
CLIMAX.UD

grazie microdelta, sai per caso se arbo tratta questo strumento?

Link to post
Share on other sites
microdelta

Non conosco ARBO, ma mi sono appena registrato e appena arriva il link per scaricare il catalogo do una occhiata e ti faccio sapere

Link to post
Share on other sites
Simone Baldini

Il rifrattometro lo trovi anche dove vendono pesci per acquari.

Un'informazione, siccome oggi i pannelli solari sono diventati impianti da gestire pure loro, secondo voi che controlli si devono fare. Sarebbe bello stilare una ceck list di controllo il direi:

- verifica percentuale glicole (rifrattometro oppure?)

- PH (cartina? ma se il glicole è rosso o blu?) e che valore si deve trovare

Poi come si verifica se il glicole ha ancora le sue proprietà?

Ciao

Link to post
Share on other sites
Enzo1976

Diciamo che per manutenzionare un impianto a pannelli solari bisogna controllare:

-precarica vaso d'espansione

-controllo dell'acidità del glicole sotto al 6 di pH è da sostituire (con le cartine )

-controllare la concentrazione dell'antigelo (col rifrattometro)

-controllo dell'anodo di magnesio dell'accumulo solare

-controllo perdite: tubazioni,pannelli,gruppo pompa.....

-controllo coibentazioni :tubazioni,pannelli.....

-controllo ancoraggio collettori

-controllo centralina se ha errori in memoria

-controllo funzionamento pompa

Dire che basta questi sono i controlli che faccio :thumb_yello:

Poi come si verifica se il glicole ha ancora le sue proprietà?

Col rifrattometro verifichi il punto di congelamento

Edited by Enzo1976
Link to post
Share on other sites
microdelta

Direi che Enzo ha già scritto molto bene il da farsi. L'unica differenza è che io cambierei il glicole sotto PH 7 e non 6 che è gia acidello. Naturalmente raccomanderei a tutti di non usare glicole etilenico, ma solo propilenico o altri fluidi non propolinici apposta per impianti solari.

Link to post
Share on other sites
pandizucchero

ad enzo 1976 

scusa c'è una correlazione sul fatto che se il liquido è sotto ph6/7 non ha neanche le caratteristiche anticongelamento???

 

 

Link to post
Share on other sites
Simone Baldini

Direi che dopo piu' di 5 anni è opportuno aprire un nuovo post se ti interessa.


Ciao

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...