Jump to content
PLC Forum

Cristina Fantoni

Taratura Strumenti - Certificazione S.I.T.

Recommended Posts

Cristina Fantoni

Ciao a tutti

Nell'azienda per cui lavoro vengono utilizzati strumenti di varia natura, che devono avere il certificato di taratura, per cui ci si deve rivolgere a diverse aziende, secondo il tipo di strumento, con alterna soddisfazione da parte nostra. <_<

Essendo responsabile della strumentazione, sto cercando, una azienda in grado di effettuare la calibratura di tutti (o quasi) gli strumenti rilasciando un regolare Certificato di Taratura effettuata con strumento calibratore certificato S.I.T. :P

Se ne conoscete qualcuna a cui potrei rivolgermi...

Grazie in anticipo. B)

:wub:

Link to post
Share on other sites

daniele_v

Avendo dovuto affrontare anche io il problema certificazione SIT, purtroppo non è possibile avere un solo fornitore se si ha a che fare con strumentazioni varie.

Perciò ho suddiviso la cosa in due gruppi fornitori :

-strumentazione da laboratorio standard (tensone-corrente-generatori di funzione...) ho utilizzato il servizio offerto da RS importante che siano marche da loro trattate anche se non acquistati i prodotti da loro.

-Catene di misura da certificare per banchi prova e similari e strumentazione particolare ho utilizzato la Isolab

Non sò se ti sono stato molto di aiuto, bisognerebbe sapere che tipo di strumentazione devi certificare SIT.

Cordiali saluti

Link to post
Share on other sites
dtoso

Io personalmente come azienda (sono uno strumentista) e essendo iscritto all'ISA (associacione italiana strumentisti) avendo avuto una dritta da quest'associazione , per certificare i miei strumenti di lavoro uso un laboratorio SIT col quale mi trovo molto bene ,questo praticamente certifica qualsiasi grandezza fisica .

E' una struttura nata da poco , e' residente al nuovo parco scentifico VEGA di porto Marghera .

I prezzi sono competitivi rispetto altri laboratori e i tempi di riconsegna arrivano anche a 2 !! giorni.

se sei interessata ti do le coordinate.

Ciao.

Davide.

Link to post
Share on other sites
Cristina Fantoni

Grazie ragazzi!

Sapevo di poterci contare!!! :P

daniele_v

gli strumenti da certificare spaziano dai multimetri di misura per grandezze elettriche, anemometri, analizzatori di combustione, fonometri, termoigrometri...... di tutto di più :D

dtoso

mi interesserebbero proprio quelle coordinate! ;)

Puoi darmele anche via e.mail o MP.

Grazie 100.000 :lol:

:wub:

Link to post
Share on other sites
daniele_v

Per quel che riguarda anemometri-fonometri e analizzatori CO, di combustione ecc io li ho mandati alle case costruttrici.

Però magari dtoso ha l'indirizzo giusto.

Saluti

Link to post
Share on other sites
dtoso

Eccomi qua,

allora le coordinate sono:

C.P.M. Istituto Ricerche Prove Analisi s.r.l. centro SIT

Via della Libertà, 12 MARGHERA - VENEZIA - 30175 VE

tel 041 50 93 060 cpmve_at_euro-link.it

Riferimento : dottoressa G******.

Ciao.

Davide.

Edited by oiuytr
Link to post
Share on other sites
Cristina Fantoni

Grazie 1.000.000 Davide ;)

Mi muovo subito e vedo cosa riesco ad ottenere :P

:wub:

Link to post
Share on other sites
ddp

Limitati se possibile a certificare soltanto i strumenti più importanti,con quello che costa una certificazione sit,certificarli tutti significa spendere una cifra non indifferente.

Link to post
Share on other sites
dtoso

Bene sappimi dire cosa riesci a fare. La dott. e' anche mia amica....

Non pensate male... in quanto avra' 60 anni...

:huh:

ciao.

Davide.

Link to post
Share on other sites
Cristina Fantoni
Limitati se possibile a certificare soltanto i strumenti più importanti,con quello che costa una certificazione sit,certificarli tutti significa spendere una cifra non indifferente.
Link to post
Share on other sites
MABE

Ciao

In alternativa c'è la MG di Castegnato (BS) tel. 03021491

Noi ci portiamo a certificare dal calibro all'oscilloscopio

Link to post
Share on other sites
classpc

Non credo che Cristina Fantoni abbia necessità di una taratura SIT, ma bensi' di un certificato con riferibilità a campioni SIT. Oramai i certificati di taratura con riferibilità sono accettati da tutti gli enti certificatori, a meno che non sia esplicitamente richiesta la taratura presso un centro accreditato SIT, prassi che oramai viene richiesta a pochi (enti o aziende appaltatrici militari e statali) e neanche per tutto il parco strumenti, le ferrovie dello stato infatti, appena certificate, usufruiscono di centri di taratura per la certificazione del proprio parco strumenti.

Piccola puntualizzazione, tramite il sito del Sistema Italiano Taratura, ho potuto verificare l'accreditamento rilasciato all'istituto ricerche prove analisi s.r.l., tale istituto è accreditato per la taratura di tensioni, correnti e resistenze solo in corrente continua, il resto delle grandezze fisiche che certifica sono frutto di riferibilità ai campioni di prima linea SIT, quindi un lavoro uguale in qualità ad un centro di taratura non accreditato, che potrebbe risultare più economico e più rapido nella consegna.

E' ovvio poi, che tarare solo lo stretto indispensabile è sempre la soluzione più economica, in compenso però si ha un appesantimento dei processi previsti dalla qualità, infatti bisogna designare personale alla taratura interna degli strumenti secondari o da lavoro, creare dei moduli di taratura interna, stilare procedure di taratura e restringere i periodi verifica (ad esempio, da un anno a sei mesi). Tutte operazioni difficili da gestire in breve tempo, come è l'ultima settimana prima dell'ispezione, periodo in cui tutti si riducono a sistemare la qualità.

Approposito, dimenticavo, io la taratura degli strumenti la seguo di professione in qualità di tecnico di laboratorio, presso la M.G.B. Service di Bari, dove copriamo gran parte delle grandezze fisiche (Non vogliatemene, il sito è in vistosa fase di lavorazione). Ma non mi dilungo, non voglio fare pubblicità occulta.

Credo che molti consulenti dovrebbero aggiornarsi e saper consigliare ai propri assistiti i centri più adeguati alle loro esigenze, cosa che invece non succede quasi mai, creando solo una gran confusione, spiegata da quel famoso teorema che recita: la confusione cresce in maniera inversamente proporzionale al numero di giorni rimasti prima dell'ispezione.

Per maggiori informazioni basta chiedere, ben felice di chiarire, fin dove mi è concesso, cosa accade dietro il teatrino della certificazione degli strumenti.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...