Jump to content
PLC Forum


Radio Watt Radio mod. WR 265 - In FM sintonizza solo dopo 100 MHz


riccardo c
 Share

Recommended Posts

salve a tutti,premetto che faccio l'elettricista e quindi non ho molta conoscenza in merito.

posseggo una vecchia radio a valvole (watt radio wr265) la quale ultimamente riesce a sintonizzarsi solo fra 100e108 mhz,noto che la manopola del volume influisce notevolmente sulla sintonizzazione avete qualche suggerimento da darmi?

Link to comment
Share on other sites


ciao,

intanto potresti controllare i vari condensatori elettrolitici se sono sempre validi, ma li cambierei tutti.

Anche se non credo che la manopola del volume influisca sulla sintonizzazione, puoi controllare la tensione di placca della prima valvola ( ECCxx, non saprei, non ho lo schema), se varia al variare del volume.

Forse risolvi con gli elettrolitici, ma potrebbe essere anche la raddrizzatrice se c'è!

Controlla anche le varie resistenze, specialmente quelle di placca e G2.

aspettiamo aggiornamenti e....anche lo schema.

smile.gif

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

se non riceve al di sotto dei 100Mhz il problema è sul tuner (valvola ECC85) e componenti AF del circuito oscillatore (condensatori ceramici,condensatore variabile con lamine parzialmente in corto,ecc)

Link to comment
Share on other sites

carlovittorio

La radio in questione è un apparecchio a transistor ad esclusione della valvola di potenza PCL86 e della radrizzatrice UY85.

Il circuito di ricezione MF è montato su uno stampato con i transistor AF114 (T1) e AF 115 (T2).

Per il potenziometro del volume se quando lo giri senti delle scariche e il volume è instabile dalle una disossidata.I consigli che ti hanno dato non servono per il difetto salvo il controllo del tuner,come detto da Riccardo Ottaviucci.Controlla in particolar modo le lamine del condensatore variabile, quelle mobili, che quando entrano non tocchino quelle fisse, in quanto a variabile aperto ricevi le frequenze alte e rientrando ricevi frequenza più basse.A cambiare condensatori ceramici la vedo più dura.Per i condensatori elettrolitici se non ronza a volume zero si può dire che vadano bene. Sul piedino 3 della radrizzatrice dovresti trovare circa 200Volt, se la tensione è molto bassa puoi ovviare all'inconveniente saldando un diodo tipo 1N4007 con il K sul piedino 3 e l'anodo sul piedino9

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci
carlovittorio+5/11/2011, 11:33--> (carlovittorio @ 5/11/2011, 11:33)

mai capitata,io lavoravo principalmente con le Minerva e non ricordo che avesse prodotto ibridi in quegli anni.

Link to comment
Share on other sites

ma te guarda, un ibrido con audio e raddrizzatrice a valvole.

Forse ora che lo hai fatto notare, qualcosa mi torna in mente.........ma ne avranno fatte 10 in tutt'Italia!!!!!

Non si finisce mai di imparare!

Anche se si recupera qualcosa che non ricordavamo più!

Sono d'accordo anch'io che possa essere il condensatore variabile ad essere difettoso.

clap.gif

Link to comment
Share on other sites

carlovittorio

Quante ne hanno fatte non lo sò ma certo le produzioni quantitative della WattRadio non erano certamente paragonabile alle produzioni cinesi.

Comunque di quella tipologia la Watt ne ha fatte di almeno tre modelli con piccole differenze tecniche,tipo l'occhio magico.

Bei ricordi di gioventù!

Link to comment
Share on other sites

riccardo c+4/11/2011, 20:40--> (riccardo c @ 4/11/2011, 20:40)

Ciao ha tutti, non so se sbaglio io ,oppure hai sbagliato inserire il modello ,ma se la radio e di quel epoca 63/64 non puo' avere fm che arriva ha 108 ma bensi ha 104 ohmy.gifohmy.gif

poi tieni presente che questi transistor al germanio AF114 (T1) e AF 115 (T2).

mi andavano in corto sullo scafale da soli wallbash.gifwallbash.gif

Edited by il mago
Link to comment
Share on other sites

grazie a tutti e vi faccio i miei complimenti,domani ritornerò a fare lo studente sperimentando i vostri suggerimenti,ma se le lamine del condensatore vanno in corto l'unica soluzione è sostituirlo oppure cè il modo per distanziarle? la causa di tale problema potrebbe essere la polvere che magari negli anni si è annidata?

vi confermo che a volte la radio rimane muta poi muovendo la manopola audio audio verso l'alto e li basso riparte emettendo scariche.Si sintonizza soltanto su una stazione in mhz mentre dai 1600 ai 525 khz anche se molto disturbate riesco a sintonizzarmi su più stazioni.Per quel che riguarda lo schema elettrico mi cogliete impreparato perchè non saprei dove recuperarlo. vi ringrazio nuovamente e mi scuso se la terminologia non è delle più adeguate,appena avrò novità vi farò sapere.

Edited by riccardo c
Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

salve omonimo,è facile misurare con un tester se le lamine vanno o meno in corto.Se ci dovessero andare occorre vedere il punto esatto e lavorare con attenzione sulle lamelle.

Certo anche il pulviscolo non gli fa bene.Controlla il potenzionetro del volume,magari dagli dello spray contatti per rigenerare il contatto strisciante.

Ovvio che in Onde medie i disturbi ci siano,per questo fu inventata la modulazione di Frequenza wink.gif

Link to comment
Share on other sites

ciao riccardo confermo anche il ronzio a volume basso certo che anche smontarlo nono è così facile comunque sentendo le vostre considerazioni penso ne valga la pena

Edited by riccardo c
Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci
riccardo c+5/11/2011, 20:31--> (riccardo c @ 5/11/2011, 20:31)

cambia l'elettrolitico di filtro dopo la UY85 se lo fa anche a volume zero

Link to comment
Share on other sites

guardando attentamente il circuito stampato mi sono accorto che tra le 2 valvole (c'è un diodo mi sembra) completamente esploso qualcuno potrebbe essere quella la causa, il problema e che non si riesce a leggere nessun dato di targa

Link to comment
Share on other sites

carlovittorio

L'elettrolitico dopo la UY85 è da 32+32,uF.

Il variabile per misurarlo devi staccare i fili delle due sezioni più piccole e se lo trovi che in determinate posizioni è in cc puo muovere le lamine per sbloccarlo.

Se non risolvi prova a sostiture i transistor T1 e T2

Leggo ora del pezzo esploso: tra le due valvole non ci sono diodi leggi la serigrafia e sapremo se è una resistenza o un condensatore.

Edited by carlovittorio
Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci
riccardo c+5/11/2011, 20:59--> (riccardo c @ 5/11/2011, 20:59)

riesci a fare una foto con risoluzione adatta e postare il link?

Link to comment
Share on other sites

niente da fare ragazzi ho provato a fare delle foto ma non si capisce niente cercherò di essre più chiaro possibile dopo la valvola uy85 guardando verso la cl86 fra le 2 si trova una reisstenza il componente esploso e un condensatore a pastilia,le uniche sigle che riesco a distinguere del componente esploso sono pf2c

Edited by riccardo c
Link to comment
Share on other sites

carlovittorio

Ti avevo chiesto di verificare la serigrafia per indicare esattamente il componente guasto: se tu non rispondi ci complichi la vita.

Dovrebbe essere il condensatore C52 da 10 pF

Link to comment
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

carlovittorio+6/11/2011, 16:50--> (carlovittorio @ 6/11/2011, 16:50)

che già di per sè lo è abbastanza laugh.gif

Edited by Riccardo Ottaviucci
Link to comment
Share on other sites

salve ragazzi scusate se non vi ho più risposto ma il lavoro mi ha portato fuori regione sono rientrato oggi,per prendere del materiale e riporto domani in giornata vi ringrazio tutti ancora,sicuramente il prossimo fine mi dedicherò alla radio. e sarò più chiaro.

Edited by riccardo c
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...