Jump to content
PLC Forum


Gabriele Riva

Save 2008 - Comunicati stampa

Recommended Posts

Gabriele Riva
SAVE 2008: aumentano le opportunità per le aziende

La seconda edizione della Mostra Convegno Internazionale

amplia la propria offerta di Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione e Strumentazione


Milano, 7 gennaio 2008 – La seconda edizione di SAVE – la Mostra Convegno Internazionale delle Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione, Strumentazione e Sensori, avrà luogo a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre 2008.


Inaugurata con successo nell'ottobre 2007, SAVE ha visto un'importante e qualificata presenza di professionisti del settore: 109 le aziende partecipanti (da 13 Paesi), oltre 5500 gli operatori in visita. Altissimo il gradimento dei presenti: il 94% dei visitatori si è dichiarato soddisfatto della propria visita, che per una larga parte degli stessi ha anche coinciso con la partecipazione a uno o più convegni o workshop tecnico-applicativi a cura delle aziende (ben 117 quelli svolti durante la manifestazione).


SAVE, infatti, non si presenta come una tradizionale fiera sull'automazione; SAVE è un evento dal format innovativo che, abbinando l'efficacia e l'immediatezza proprie della mostra-convegno alle dimensioni e al respiro della grande manifestazione internazionale, è riuscito a incontrare le esigenze di un pubblico assolutamente qualificato di operatori.


E se il SAVE 2007 ha attestato la validità del format, la seconda edizione crea ulteriori opportunità per le aziende, allargando l'offerta all'intero panorama delle soluzioni integrate per l'automazione industriale e il motion control.


Gli operatori sono sempre più interessati alla formazione; per questo, a SAVE la congressistica assume un ruolo primario, con gli espositori che hanno la possibilità di effettuare workshop/presentazioni in aule attrezzate, e le principali associazioni di categoria che organizzano convegni e seminari tecnico-applicativi rivolti a mercati specifici e verticali, e a target qualificati.

Sono esemplificative al riguardo le statistiche relative a SAVE 2007. Scorrendo le mansioni dei visitatori, il 15,7% risulta Titolare/Amministratore aziendale (o un dirigente con capacità di spesa), il 38,5% è un Progettista/Responsabile tecnico o comunque un Tecnico, il 19% circa ricopre invece ruoli di responsabilità per la gestione della propria azienda (acquisti/marketing/produzione/qualità).



SAVE 2008 si presenta con una struttura segmentata, ovvero dedicata alle diverse applicazioni e soluzioni tecnologiche per i diversi mercati applicativi. SAVE si rivolge quindi ai mercati dell'industria di processo e manifatturiera, quali Energia, Ambiente, Alimentare, Farmaceutica e Cosmetica, Chimica e Petrolchimica, e anche Carta e Legno, Automotive, Gomma e Plastica, Cemento, Ceramica e Vetro, Elettronica, Meccanica…

Già nel 2007 gli operatori in visita potevano essere ricondotti all'intero panorama dei settori industriali. Il 12% dei visitatori ha dichiarato di lavorare, infatti, nell'industria dell'energia; l'11% opera nell'industria alimentare, il 10% nella chimica/petrolchimica e sempre il 10% nel settore automotive; la farmaceutica è il settore di provenienza del 6% degli operatori e sempre il 6% lavora nell'industria della carta/cellulosa; l'industria della gomma/plastica occupa il 5% degli stessi (come anche l'industria metallurgica e della siderurgia); i cementifici sono l'industria di provenienza del 4% degli operatori, esattamente come i visitatori occupati dall'industria tessile.


Per quanto riguarda invece i settori di interesse dei visitatori, il 57% degli operatori si è dichiarato interessato ai sistemi di controllo (PLC, DCS, SCADA…), alla sensoristica il 51%, anche i sistemi di comunicazione (fieldbus, ethernet… - 47%), e la strumentazione industriale di misura (41%) sono stati evidenziati dagli intervenuti.

Le valvole e gli attuatori sono i settori che interessano il 29% degli operatori, l'interfacciamento HMI il 31%, ma anche il software (dalla progettazione alla produzione e gestione) è stato indicato da una interessante fetta di operatori (36% complessivo) come scopo della visita. Non trascurabili anche le percentuali relative alla strumentazione di laboratorio (20%) e alla strumentazione di Analisi di gas e liquidi (20%).

E un 25% dei visitatori ha dichiarato interesse anche nel campo della manutenzione industriale.



L'importante affluenza di visitatori professionali qualificati a SAVE 2007 è stata determinata anche dalla concomitanza della manifestazione con altri eventi verticali sinergici.

Anche nel 2008 SAVE si svolgerà in concomitanza con altre manifestazioni internazionali, quali MCM (Manutenzione Industriale), CREA (Expo Business Forum Condizionamento, Riscaldamento, Energia e Ambiente), e Home and Building (Domotica e Building Automation), la sinergia dei contenuti e delle proposte offre infatti ulteriori opportunità e spunti di visita agli operatori qualificati interessati.



SAVE 2008 dà, quindi, appuntamento a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre 2008, e tutte le informazioni al riguardo (modulistica per l'adesione, programma, statistiche e feed-back dell'edizione 2007) sono disponibili sul sito web ufficiale della manifestazione www.exposave.com, in continuo aggiornamento.
Link to post
Share on other sites

Ivan Botta

Che dire, semplicemente che ci vedremo a Save 2008, ho già segnato l'appuntamento in agenda.

Link to post
Share on other sites
Elvezio Franco

Bene,quando sara' il momento ci dirai per la preregistrazione....... :)

Link to post
Share on other sites
Zero1

Buona sera a tutti, è la prima apparizione, qui per me e volevo presentarmi: Mi chiamo Riccardo e sono di Verona. Vi sono nato 50 anni fa e lavoro come impiegato al ricevimento in un albergo del centro storico; ma mi occupo da almeno 25 anni anche della manutenzione . Ho estremo piacere nel vedere che il prossimo convegno sull'automazione sarà proprio qui e di sicuro sarò di vostra compagnia. Un cordiale saluto a voi tutti. Zero1

Link to post
Share on other sites
CIARMA

Salve, a questa manifestazione possono accedere anche gli studenti o semplici persone??

fatemi sapere

saluti

Link to post
Share on other sites
Gabriele Riva

Zero1, benvenuto! Ti aspettiamo allo stand ed in aula corsi.

CIARMA,

al Save2007 era presente ai corsi, anche una classe di un istituto tecnico, quindi penso che valga anche per l'edizione del 2008

Anche per i privati non c'e' stato alcun problema per l'ingresso.

Link to post
Share on other sites
livio@

;)

e...io ho già pronta carta e panna per la seconda puntata!!!!!

Link to post
Share on other sites
Gabriele Riva

Comunicato stampa:

SAVE 2008: spazio ai convegni

Un evento verticale realizzato con le principali Associazioni dicategoria,

percorsi di visita personalizzati sulle esigenze degli operatori

Milano, 3 marzo 2008 – Grande attenzione intorno a SAVE Mostra Convegno Internazionale delle Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione,

Strumentazione e Sensori, in programma a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre 2008.

SAVE è un appuntamento innovativo, che unisce una parte espositiva ad una forte componente di formazione ed aggiornamento professionale: un aspetto sempre più richiesto dagli operatori, che trovano in fiera soluzioni tagliate sulle proprie esigenze.

I contributi tecnico/scientifici delle associazioni di categoria coinvolte risultano quindi molto importanti, e tra le tematiche e i contenuti proposti, che si stanno delineando, un ampio filone verterà sull’integrazione delle reti di automazione, così da consentire alle differenti aziende (processo, manifatturiero) di ottimizzare gli investimenti grazie all’implementazione di nuove tecnologie sui sistemi già operanti.

Si parlerà allora di “Reti di comunicazione per l'industria manifatturiera e di processo (prospettive e testimonianze)”, dell’importanza della “Strumentazione Wireless nell’industria di processo: gli standard, le applicazioni”, della implementazione dei “Sensors Wireless Networking”, di Network Security, di Software d’integrazione e di gestione, come di RFID – il tutto con taglio applicativo, e ponendo l’accento su differenti e significativi casi concreti.

Tra le associazioni partner di SAVE ricordiamo ANIPLA (Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione), PLC Forum (la principale Associazione Italiana online per la promozione dell’Automazione), AIS (Associazione Italiana Strumentisti), AIMAN (Associazione Italiana Manutenzione), ISPE (con l’Affiliata Italiana della

Società Internazionale di Ingegneria Farmaceutica), FAST (la Federazione italiana delle Associazioni Scientifiche e Tecniche), ATI (Associazione

Termotecnica Italiana), la Libera Università di Castellanza e l’Università degli Studi di Brescia ecc.

SAVE è un evento “verticale”, costruito per offrire ad operatori ed aziende contatti ad alta profilazione: l’operatore può personalizzare la visita in fiera (e la partecipazione ai vari convegni, seminari e workshop tecnico-applicativi) secondo i propri interessi e in relazione ai settori in cui opera la sua azienda; le aziende partecipanti customizzano la loro offerta di applicazioni e soluzioni tecnologiche, per i diversi mercati applicativi dell’industria di processo e anifatturiera (Energia, Ambiente, Alimentare, Farmaceutica e Cosmetica, Chimica e Petrolchimica, Automotive, Cemento, Ceramica e Vetro, Gomma e Plastica, Carta e Legno, Elettronica, Meccanica ecc.).

Appuntamento, dunque, a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre con SAVE (www.exposave.com).

SAVE si svolgerà in concomitanza con Future Lab (Laboratorio Chimico),

MCM (Manutenzione Industriale), Home and Building (Domotica e Building

Technologies), e CREA (Condizionamento, Riscaldamento, Energia e Ambiente): la

sinergia dei contenuti e delle proposte offre, infatti, ulteriori opportunità e

spunti di visita agli operatori qualificati interessati.

Link to post
Share on other sites
Gabriele Riva

Comunicato stampa:

testata_piccola.jpg

FUTURE LAB 2008

Un evento verticale realizzato con le principali Associazioni di categoria,

percorsi di visita personalizzati sulle esigenze degli operatori

Milano, 13 maggio 2008 Future Lab, l'innovativa Mostra Convegno del Laboratorio Chimico (Analisi, Ricerca, Controlli), in programma a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre 2008, si avvale della collaborazione delle principali associazioni di categoria per la costruzione del proprio fitto programma congressuale.

Future Lab è un appuntamento innovativo, pensato esclusivamente per un target molto qualificato (responsabili e tecnici di laboratorio, chimici, biologi, progettisti di impianti, responsabili R&S, controllo qualità, direzione aziendale ecc.), e unisce una parte espositiva ad una forte componente di formazione ed aggiornamento professionale. Un aspetto, questo, sempre più richiesto dagli operatori, che trovano in fiera soluzioni tagliate sulle proprie esigenze.

In Future Lab la formazione assume dunque un ruolo primario, con una congressistica costruita su misura degli interessi specifici dei visitatori. Gli espositori hanno, infatti, la possibilità di effettuare workshop/presentazioni mirate in aule attrezzate, costruite all'interno dei padiglioni e a fianco degli stand, mentre le principali associazioni di categoria organizzano convegni e seminari tecnico-applicativi rivolti a mercati e a target specifici.

Il denso calendario in costruzione prevede la collaborazione e l'impegno di primari enti e associazioni quali GISI (Associazione Italiana Imprese di Strumentazione), SCI (Società Chimica Italiana), AIDIC (Associazione Italiana di Ingegneria Chimica), ISPE (Engineering Pharmaceutical Innovation, Affiliata Italiana), FAST (Federazione Nazionale delle Associazioni Scientifiche e Tecniche), AIS (Associazione Italiana Strumentisti – ISA Italy Section), ALA (Associazione Laboratori Accreditati), AIAT (Associazione Ingegneri per l'Ambiente e il Territorio) ecc.

Si stanno delineando anche le prime tematiche degli appuntamenti: molto importante risulterà il ruolo del GISI che parteciperà a Future Lab direttamente, con l'organizzazione di due giornate congressuali, sui temi del "controllo ambientale" e della "strumentazione analitica per applicazioni di laboratorio e ricerca", in entrambi i casi saranno privilegiate case history applicative e casi pratici.

A cura di AIDIC saranno poi due convegni aventi oggetto la farmaceutica e l'alimentare (il controllo e monitoraggio della contaminazione del prodotto da parte di fattori ambientali).

Il convegno organizzato da AIS verterà invece sull'ambiente, e nello specifico sulla analisi delle acque e dei liquidi industriali.

Future Lab è un evento "verticale", costruito per offrire ad operatori ed aziende contatti ad alta profilazione: l'operatore può personalizzare la visita in fiera (e la partecipazione ai vari convegni, seminari e workshop tecnico-applicativi) secondo i propri interessi e in relazione ai settori in cui opera la sua azienda; le aziende partecipanti customizzano la loro offerta di applicazioni e soluzioni tecnologiche, per il laboratorio per analisi chimica e chimico-fisica; le tecnologie, gli apparecchi e la strumentazione per le tecniche di laboratorio; le tecnologie informatiche per i laboratori; le tecnologie e apparecchiature per biotecnologie.

Future Lab, inoltre, si svolgerà in concomitanza con altre manifestazioni internazionali quali SAVE (Automazione, Strumentazione, Sensori), MCM (Manutenzione Industriale), CREA (Condizionamento, Riscaldamento, Energia e Ambiente), e Home and Building (Domotica e Building Technologies).

Ulteriori informazioni su Future Lab sono disponibili sul sito www.expofuturelab.com.

Link to post
Share on other sites
Elvezio Franco

Direi non male....e sta arrivando anche presto il tempo di cominciare a parlarne..... :)

Link to post
Share on other sites
Gabriele Riva
Reti Wireless e RFID tra le tematiche di SAVE 2008

Tavole rotonde e convegni a cura delle principali Associazioni

Un aggiornamento esaustivo su tecnologie e novità del settore


Milano, 20 maggio 2008 – Si sta definendo il programma congressuale di SAVE la Mostra Convegno Internazionale delle Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione, Strumentazione e Sensori, in programma a Veronafiere dal 21 al 23 ottobre 2008.



La manifestazione, per la costruzione del proprio fitto panorama congressuale, si avvale della collaborazione di importanti Enti e Associazioni di categoria, come ANIPLA (Associazione Nazionale Italiana per l'Automazione), PLC Forum (la principale Associazione Italiana online per la promozione dell'Automazione), AIS / ISA Italy Section (Associazione Italiana Strumentisti), AIMAN (Associazione Italiana Manutenzione), ISPE (con l'Affiliata Italiana della Società Internazionale di Ingegneria Farmaceutica), FAST (la Federazione italiana delle Associazioni Scientifiche e Tecniche) ecc.



Di particolare importanza risulta l'impegno in SAVE dell'Università degli Studi di Brescia, polo specializzato nella sensoristica, che porterà il proprio apporto al programma convegnistico con l'organizzazione di un appuntamento / tavola rotonda – coordinata dalla professoressa Alessandra Flamini – dedicata alle "Reti di Sensori Wireless".

Nel corso del convegno verrà fatto il punto sullo stato dell'arte del Wireless Sensor Networking, una realtà che oggi abbraccia trasversalmente molteplici campi (dalle varie possibili applicazioni industriali a settori più specifici quali l'assistenza ospedaliera, o la domotica), per poi approfondire i singoli ambiti di applicazione con interventi specifici dal taglio tecnico, e che si addentreranno in casi concreti.

Tra le tematiche che si andranno a sviluppare, sottolineamo l'approfondimento dedicato ai sensori e agli strumenti wireless per il controllo di processo, relativamente all'ambito dell'automazione industriale, dove sistemi quali il Wireless Hart si propongono in sostituzione delle tradizionali tecniche cablate (fieldbus); mentre riguarderà la domotica un intervento sull'uso del controllo wireless dei sistemi di termocondizionamento ("Architetture mesh per il controllo di ventilconvettori", a cura di Stefano Quadri - Intea Engineering).



Di strumentazione wireless nell'industria di processo si occuperà anche una giornata di studio a cura di AIS / ISA Italy Section, che farà il punto sullo sviluppo degli standard e delle applicazioni nei sistemi di automazione.

Il convegno, infatti, si pone come obiettivo la trattazione delle attuali problematiche progettuali per la realizzazione di applicazioni di misura basate su tecnologia wireless negli impianti industriali e si concentrerà sulle soluzioni realizzate dai principali produttori di strumentazione ed automazione o da società di ingegneria, concedendo spazio anche agli utilizzatori finali ed ai costruttori perché possano illustrare i benefici ottenuti dall'uso di questa promettente tecnologia.



Altra importante collaborazione è quella tra SAVE e l'Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza, tra le primarie università italiane nel campo della ricerca scientifica, in particolare per la Facoltà di Ingegneria, e per il centro di eccellenza Lab#ID specializzato nello studio e ricerca dei sistemi RFID.

Proprio a cura della LIUC di Castellanza sarà l'organizzazione di un convegno - coordinato dal professor Luca Mari - che avrà per oggetto le novità e le applicazioni dei sistemi RFID.

I sistemi RFID si stanno diffondendo in ambiti applicativi sempre più numerosi e diversificati, rispondendo a esigenze concrete e progressivamente più complesse delle aziende; un chiaro indicatore, questo, della possibilità di applicazione dell'RFID anche al di fuori del tradizionale ambito logistico – pensiamo al caso della automazione dei processi, e alla tracciabilità dei vari componenti lungo una linea produttiva.



Finalità del convegno è proprio quella di illustrare la ricerca, lo sviluppo e gli utilizzi dei sistemi RFID nei diversi ambiti, con case history realizzate in parte anche con il supporto del laboratorio Lab#ID dell'Università di Castellanza.

Tra i casi applicativi discussi nel convegno si avranno interventi di Immergas (con memorie di Mirco Angioletti di Immergas e di Ilario Caldana di Eurolink) e di Slimpa-Kone (Davide Zanotto, Slimpa SpA). Interessante poi un altro caso pratico esemplificativo, riguardante l'impianto di gestione dei bagagli del Terminal 2 di Malpensa, in cui il sistema RFID è stato installato per migliorare l'efficienza del processo di smistamento dei singoli bagagli, consentendone la tracciabilità dal check-in all'imbarco e, in prospettiva, alla riconsegna (Caterina Castellano, SEA).



Ulteriori informazioni su SAVE sono disponibili al sito www.exposave.com.



SAVE si svolgerà in concomitanza con Future Lab (Laboratorio Chimico), MCM (Manutenzione Industriale), Home and Building (Domotica e Building Technologies), e CREA (Condizionamento, Riscaldamento, Energia e Ambiente).
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...