Jump to content
PLC Forum


Panther

Corso Programmatore Plc A 40 Anni. Conviene?

Recommended Posts

Panther

Una agenzia interinale mi ha proposto di frequentare ( previa selezione ) un corso di programmatore plc retribuito comprensivo di stage aziendale ( 800 ore in tutto comprese 200 ore di stage). Io sono Laureato in Ingegneria gestionale ( laurea del vecchio ordinamento conseguita nel 2000) ma non ho mai avuto esperienze come ingegnere e neanche nella programmazione plc. Ora, vista la mia età e le mie ( scarse) esperienze ( ho sempre avuto esperienze da operaio precario ) mi conviene fare questo corso o sarebbe solo tempo buttato ? La figura del programmatore plc ha mercato? La durata del corso di cui ho parlato prima vi sembra sufficente per poter apprendere qualcosa? Un grazie di cuore a chi mi può dare una risposta a queste domande. Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riccardo Ottaviucci

sicuramente per acquisire le basi di programmazione di questi dispositivi sono sufficienti.Poi dovrai integrarle privatamente ,magari avvalendoti del forum stesso.

Secondo me è un'opportunità in più,ormai i plc li mettono anche nelle biciclette ;)

Spero che il costo sia ragionevole ^_^

Edited by Riccardo Ottaviucci

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

800 ore più 200 di stage (son più di 6 mesi in totale), se il corso è svolto in maniera decente ed i discenti si impegnano almeno il giusto, dovrebbero dare le basi sufficienti per poter lavorare con i PLC almeno come aiuto progettista e/o assistenza - manutenzione.

Molto poi dipende dal PLC usato nel corso e nello stage.

Purtroppo il mercato è praticamente monopolizzato da Siemens.

Indipendentemente dalla tua collocazione geografica io ti consiglierei di far di tutto per accedere al corso. Non dovrebbe esserti difficile, vista la tua cultura di base.

Share this post


Link to post
Share on other sites
fedeg81

Ciao, la cosa più importante è la tua ubicazione o la tua disponibilità a spostarti,

Bologna è attualmete una fonte inesauribile per ingegneri/trasfertisti (circa 80 giorni all'anno per quel che mi riguarda con un max di 20 giorni consecutivi)

io lavoro su plc siemens, elau, e allen-bradley,

e ricevo offerte di lavoro settimanalmente (e considera che lavoro da 5 anni).

Non amo andare in trasferta, ma questo ramo della programmazione consente di vedere le cose prendere "vita" e non di simularle su un server....non lo cambierei mai...

io non avrei dubbi...anche perchè una volta che sai programmare....cambia solo il linguaggio, ma non quello che hai in testa....

....e la trasferta ti permette di portare a casa "qualche" soldino in più....

TI auguro di avere la possibilità di fare questa esperienza...

Ciao

FG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panther

Il corso è gratuito e retribuito (600 ore + 200 ore di stage), se ci sono da fare trasferte in capo al mondo anche solo per 1000 euro al mese non ho problemi. Attualmente sono disoccupato, però il problema è che a 40 anni suonati sono fuori mercato o posso ancora giocarmi qualche possibilità come programmatore plc?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riccardo Ottaviucci

secondo me sì,e poi non c'è solo la programmazione dei plc,ma l'installazione e la manutenzione.Conoscerli fa sempre comodo,specie se non ti costa nulla e sei anche retribuito

Share this post


Link to post
Share on other sites
fedeg81

Qui a Bologna la richiesta di programmatori trasfertisti è veramente alta,

non importa l'età...e poi con anche lo stage in azienda dovresti avere una bella carta da giocare...

FG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
però il problema è che a 40 anni suonati sono fuori mercato o posso ancora giocarmi qualche possibilità come programmatore plc?

Corso gratuito ed anche retribuito.

Attuale occupazione: disoccupato.

Ma che domande ti fai? Nella peggiore delle ipotesi possibili rimani quello che sei ora, ma avendo guadagnato qualche soldino ed un poco di conoscenze in più.

L'avessi avuta io una possiiblità così quando non trovavo lavoro perchè dovevo ancora fare il militare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexle78

Ciao, io ho 35 anni ed una laurea triennale in ing TLC, sono a Parma e ti dico se fossi nelle tue condizioni lo farei ad occhi chiusi. In questa zona è pieno di annunci e quello che richiedono è + che altro la disponibiltà alle trasferte.

In passato ho fatto un paio di corsi ma troppo brevi per accedere nel mondo del lavoro (60 ore), pensa che nel mio CV, grazie alla sola parola PLC sono stato contattato da parecchie agenzie.

Anzi, puoi dirmi dove si svolge questo corso ?

Ciao e in bocca al lupo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucky67
+ che altro la disponibiltà alle trasferte.

secondo me se si vuole lavorare nel campo dei plc e non si è disposti a muoversi per trasferte (soprattutto agli inizi) è meglio cambiare settore

Share this post


Link to post
Share on other sites
MABE

Ciao

Citazione dalla Divina Commedia

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguire virtude e canoscenza"

Questo corso ti da la possibilità di ampliare le tue conoscenze, quindi è da fare sicuramente, sia che tu abbia 40/60/70 anni. Cosa vuoi fare altrimenti? Stare davanti alla TV a commmiserarti?

Dai un pò di grinta... sei ingegnere

Io sono ingegnere meccanico, ho imparato a programmare i PLC da autodidatta a 40 anni, e sapere programmare nel mio lavoro di progettista mi è molto utile.

Inoltre mi ha permesso di automatizzare un presepe nel mio paese, e vedere tutti i bambini che lo guardavano affascinati, è stata una delle mie più belle soddisfazioni :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guerzo

Rigenerarsi, rivedere la propria posizione, cercare strade alternative credo sia l'unico modo per poter rimanere in piedi in un momento in cui il mercato del lavoro non garantisce nulla.

Una agenzia interinale mi ha proposto di frequentare ( previa selezione ) un corso di programmatore plc retribuito comprensivo di stage aziendale ( 800 ore in tutto comprese 200 ore di stage).

Un corso di questa portata se fatto privatamente ha un costo elevatissimo, giusto per fare un esempio (senza dire la marca del PLC): corso base di programmazione a Milano, 3 gg. intensivi 2200€, hotel e altre spese a carico dello studente.

Bologna è attualmente una fonte inesauribile per ingegneri/trasfertisti

Quoto, mancano figure professionali nel settore elettrico/elettronico disposti a trasferte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Panther è sparito, forse non ha gradito i nostri incitamenti! Mahhh.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panther

Panther è vivo e vegeto e ha preso alla lettera i vostri consigli: si è iscritto al corso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
.....ha preso alla lettera i vostri consigli: si è iscritto al corso.
:clap:

Non è una regola, però è gradito conoscere la fine della storia. E' una sorta di "bon ton" dei forum. :smile:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volontario

40 anni!?

Beato te!

Ingegnere... un corso dove ti pagano per imparare... ma dove lo trovi in questi periodi di secca! :o

Share this post


Link to post
Share on other sites
GaetanoV

Dove è che cercano PLCisti? vengo anch'io!!

Un po' di esperienza lo fatta: è dal 1980 che li programmo!! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gabry369

Beato te!!!

Io sono in cassa integrazione senza speranze di poter tornare in azienda, alias sarò a presto disoccupato.

Ho 35 anni, lavoro nel settore elettrico da 17 anni, 4 li ho spesi per diplomarmi al serale perito elettrotecnico specializzato in automazione(Siemens), e qua a Torino non c'è uno straccio di richiesta da parte delle aziende!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
medianico

Buongiorno a tutti, ho 49 anni, lavoro in una societa' concorrente di "Siemens" , Italiana da oltre 60 anni sul campo della produzione e servizi per regolazione degli impianti HVAC (Condizionamento, riscaldamento, automazione).

In 19 anni di esperienze continue sono passato dal semplice regolatore analogico "monoloop" al sofisticato PLC che permette di combinare logiche binarie a molteplici looo di regolazione.

la mia azienda ha commercializzato per anni TREND, SATCHWELL e finalmente , con un po' di investimenti e' approdata ad un prodotto personalizzato fatto apposta per noi.

un PLC liberamente programmabile con linguaggi dal "C" al "Funcion BLock", interfaccia Modbus Ethernet, can-bus , praticamente con possibilta' infinite di combinazioni.

Ho letto di corsi per PLC da 2000 euro?

Sinceramente lo trovo esagerato come investimento iniziale, se posso proporre una alternativa "molto" piu' accessibile e con grandi opportunita' , fatevi un giro su www.controli.org e chiedete informazioni alle "segreterie tecniche"

Cordiali saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
proclea

Per medianico : probabilmente www.controli.org contiene un errore di digitazione perchè non esiste: puoi correggerlo p.f.? Grazie!

Per panther: dove lo facevano questo corso? Esiste ancora?

Sto cercando disperatamente un corso per PLC che parta da sotto zero ma sembra un'impresa impossibile

Cordiali saluti a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

In che regione vivi?

Comunque guarda nella nostra sezione didattica, troverai alcuni corsi a differenti livelli. Inoltre ci sono gli ottimi video corsi su Step7, del nostro Gian Mario Pedrani.

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
PinokkioPLC

Ciao proclea, potresti leggerti la roba gratuita che è presente sul forum, comprarti 2-3 libri, scaricarti 2-3 simulatori, magari anche i vari software ufficiali usati dalle varie case produttrici che alcune volte hanno già un simulatore incorporato, ed iniziare ad avvicinarti alla teoria di tale mondo, io sto seguendo questo percorso ed ogni giorno imparo qualcosina di più, poi lo step successivo sarebbe quello di iniziare a toccare con mano qualcosa e qui le strade sono 2 o ti compri uno starter kit, oppure a questo punto ti cerchi un corso nel quale si faccia molta pratica e prove di situazioni reali, perchè se parti veramente da zero (o da sotto zero come tu dici) potrebbe capitare che ti iscrivi ad un corso, paghi tanti soldi, perchè questi corsi costano....., ed alla fine o per colpa della mancanza delle basi capisci poco e niente, oppure impari cose che avresti potuto imparare anche da solo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nicola Carlotto

Proclea ti ho inviato un messaggio

Ciao

NICA

Share this post


Link to post
Share on other sites
razzo73

Ciao A tutti,

sono Luigi e nuovo utente e scrivo dalla provincial di Roma (Attualmente vi scrivo dall'Irlanda dove sto studiando la lingua inglese).

Anche io come l'utente Proclea sto cercando informazioni riguardo corsi(In qualunque parte d'Italia) anche a pagamento di PLC che parta da 0!!

Ho un diploma di perito elettronico, diploma di programmatore DB4 basi di VB exel corsi su rinnovabili e tante belle cose che credo mi possano, almeno spero aiutare a capire forse un pochino prima la programmazione plc

Qualche utente per caso ci puo' indirizzare o consigliare su come incominciare in questa professione?

Oramai sono sulla soglia dei 40 e quindi sarei disposto a investire in corsi e stage che poi magari possano veramente aiutare .

Vi ringrazio a tutti per le eventuali informazioni/aiuti.

Saluti

Luigi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Come ho già scritto i corsi servono si e no; se sono gratuiti o a basso costo come quelli di alcune regioni, almeno non si sprecano danari.

Le aziende non guardan molto ai corsi, ma son più interessate all'esperienza pratica, sul campo.

Se affronti seriamente il problema impari molto di più come autodidatta. COn una frazione del costo di un medio corso ti compri uno starter kit, anche di aziende "di nome" come, ad esempio, Siemens. Impari molto di più così, magaria aiutandoti con i corsi on line, come quelli della nostra sezione didattica (assolutamente gratuiti).

Poi se sei alla soglia dei 40 anni, la capacità di lavoro con i PLC la devi unire ad altre esperienze lavorative, documentate, in campi affini.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...