Jump to content
PLC Forum

elisaspera

Dimensionamento Magnetotermici Mio Impianto

Recommended Posts

Maurizio Colombi

*****NOTA DEL MODERATORE*****

ATTENZIONE ! ! ! !

Non esageriamo con i commenti, altrimenti saremo costretti a prendere provvedimenti.

Link to post
Share on other sites

kwima

Ciao Maurizio, come vedi mi stò attenendo al succo della discussione, purtroppo, non è nella mia abitudine segnalare i disturbatori, comunque non accetterò più dialoghi con Alessandroni a menochè non attengano esclusivamente all'oggetto della discussione.

Saluti, kwima.

Edited by kwima
Link to post
Share on other sites
Cipone

Da ricordarti che per Legge, deve essere al di sotto di 20 Ohm,

Non credo proprio!!! :thumbdown:

Il DPR 547/55 è stato abrogato da parecchio tempo...

Nei sistemi di tipo TT è sufficiente che la resistenza di terra sia coordinata con l'interruttore differenziale meno sensibile presente nell'impianto.

Edited by Cipone
Link to post
Share on other sites
kwima

Caro Cipone e mi spieghi questo coordinamento quale sarebbe? E quale sarebbe il differenziale meno sensibile presente nell'impianto, tu la certifichi la conformità sulle vaghezze? E mi spieghi poi perchè i grandi enti debbono obbligatoriamente compilare i registri con le relative misurazioni da portare alla ASL per le vidimazioni?

Dammi delle certezze scritte e non per sentito dire ed io non avrò difficoltà a recepirle, il nostro mondo con le sue scoperte, cambia in fretta ed io sono quì per adeguarmi.

Saluti, kwima.

P.s la norma che hai citato, riguarda gli infortuni sul lavoro!

Contatti diretti e indiretti - Messa a terra ... 326 stabilisce il limite dei 20 ohm per la resistenza di terra degli impianti utilizzatori alimentati con tensioni fino a 1000...

Ricordati che non tutti hanno il differenziale e che il limite dei 20 Ohm, non è stato abrogato

http://www.elektro.it/elektro_quiz_html/risposte6.htm

Edited by kwima
Link to post
Share on other sites
Cipone

Allora facciamo una cosa, citami cortesemente il paragrafo normativo dove si dice che la resistenza dell'impianto di messa a terra debba essere inferiore ai 20 OHM.

L'art. 326 al quale fai riferimento è stato abrogato anch'esso dal DL 81/08.

La norma CEI 64-8 prescrive che la protezione contro i contatti indiretti debba essere realizzata coordinando le protezioni in maniera da rispettare la seguente relazione:

Re <= Ul/Idn
dove Re: resistenza dell'impianto di terra
Ul : tensione limite di contatto
Idn: valore nominale della corrente differenziale più sfavorevole
La tensione limite di contatto varia da 50V per ambienti ordinari scendendo ai 25V per quelli di tipo particolare.

Ad esempio: Villetta con differenziale generale da 300mA e altri sottoquadri con differenziali da 30mA

Re= 50/0,3= 166 Ohm

Questo è un esempio di coordinazione tra messa a terra e differenziale.

Trovi ulteriori approfondimenti sui testi scritti dal Prof. Vito Carrescia

Link to post
Share on other sites
kwima

Scusami caro Cipone, non voglio entrare in polemica, se ti fossi collegato al link di elettroquiz, uno dei tanti che trattano di queste cose avresti avuto modo di vedere che non tutte le parti sono state abrogate ma ancora alcune persistono e tra questi, il valore della messa a terra questo per gli ovvi motivoi che ho esposto qualche post fà!

Al dil la della relazione che conosco e che tu cortesemente mi hai ricordato, tengo a precisarti che la tua tesi non la sto contraddicendo, me ne guarderei bene, ho tenuto a precisareti che bisogna leggere attentamente, chiedi al Prof. Vito Carrescia se la terra pura per impianti fino a 1000 Volt il valore di 20 Ohm è ancora valido, per me lo è e nessuno mi farà mai cambiare idea, se poi vogliamo fare il surrogato come dice la relazione (da noi conosciuta ), possiamo anche farlo, chi si oppone, ma il mio pensiero resta.

Un più che cordiale saluto, kwima.

P.s. in caso di mancato intervento del differenziale, con quella terra, uno ci resta secco!

Edited by kwima
Link to post
Share on other sites
Cipone

Ciao Kwima, nemmeno io voglio entrare in polemica, anzi :lol: .

Cito un estratto del DL 81/08:

DL 81/08
Titolo XIII
NORME TRANSITORIE E FINALI
Art. 304.
Abrogazioni
1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 3, comma 3, e
dall'articolo 306, comma 2, dalla data di entrata in vigore del
presente decreto legislativo sono abrogati
:
a) il decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1955, n.
547
, il decreto del Presidente della Repubblica 7 gennaio 1956, n.
164, il decreto del Presidente della Repubblica 19 marzo 1956, n.
303, fatta eccezione per l'articolo 64, il decreto legislativo
15 agosto 1991, n. 277, il decreto legislativo 19 settembre 1994, n.
626, il decreto legislativo 14 agosto 1996, ...

Titolo I
PRINCIPI COMUNI
Capo I
Disposizioni generali
Art. 3.Campo di applicazione
comma 3. Fino alla scadenza del termine di cui al comma 2, sono fatte
salve le disposizioni attuative dell'articolo 1, comma 2, del decreto
legislativo 19 settembre 1994, n. 626, nonche' le disposizioni di cui
al decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 271, al decreto legislativo
27 luglio 1999, n. 272, al decreto legislativo 17 agosto 1999, n.
298, e le disposizioni tecniche del decreto del Presidente della
Repubblica 27 aprile 1955, n. 547, e del decreto del Presidente della
Repubblica 7 gennaio 1956, n. 164, richiamate dalla legge 26 aprile
1974, n. 191, e dai relativi decreti di attuazione; decorso
inutilmente tale termine, trovano applicazione le disposizioni di cui
al presente decreto.

La legge parla chiaro, che tu poi voglia seguirla o meno va a tuo piacimento, ognuno può fare come vuole assumendosi poi le proprie responsabilità civili o penali in caso di sinistro. Trovo invece sbagliato condividere informazioni non veritiere su un portale che non è solo frequentato da addetti ai lavori.

P.s. in caso di mancato funzionamento del differenziale, con quella terra, uno ci resta secco!

Questo è un altro discorso, essendo un organo elettromeccanico soggetto ad usura dev'essere periodicamente testato per garantire la propria efficienza. Sono curioso di sapere se ogni impianto di messa a terra che esegui lo fai in modo tale da avere RT tendente a 0 cosicchè possano intervenire anche i magnetotermici.

Link to post
Share on other sites
kwima

La legge parla chiaro, che tu poi voglia seguirla o meno va a tuo piacimento, ognuno può fare come vuole assumendosi poi le proprie responsabilità civili o penali in caso di sinistro. Trovo invece sbagliato condividere informazioni non veritiere su un portale che non è solo frequentato da addetti ai lavori.

Scusami Cipone, hai letto forse che io non volessi montare i differenziali? A me sembra di no,anzi per mè è in primis che bisogna montare le protezioni, puoi anche controllare, ho solo scritto che preferisco avere un impianto di messa a terra inferiore ai 20 Ohm per una mia maggiore sicurezza, non mi sembra di aver detto il contrario, i 20 Ohm, mi garantiscono la sopravvivenza comunque rispetto al differenziale che si può guastare,

Tu hai citato la legge abrogata ed io ti ho risposto che quella misura di terra per mè è ancora valida per gli ovvi motivi, per cui io la notte voglio andare a dormire tranquillo.

Detto questo non dobbiamo cavillare dal momento che anche tu

Questo è un altro discorso, essendo un organo elettromeccanico soggetto ad usura dev'essere periodicamente testato per garantire la propria efficienza. Sono curioso di sapere se ogni impianto di messa a terra che esegui lo fai in modo tale da avere RT tendente a 0 cosicchè possano intervenire anche i magnetotermici.

Concordi.

Un più che cordiale saluto, kwima.

P.s. la mia terra personale, è 2,4 Ohm.

Edited by kwima
Link to post
Share on other sites
elisaspera

Ciao,

se non vi dispiace ritornerei all'oggetto del post

allora chiedero' all' impiantista di farmi un impianto per il mio appartamento di 75mq diviso in

generale con selezionatore per: linee sottoquadri + climatizzatori + caldaia + ingresso-dispensa

e in 3 sottozone

collegate con coorugato 25mm cavi da 6mm:

sottoquadro bagno-camera 1 (carichi standard e lavatrice)

sottoquadro bagno-camera 2

sottoquadrocucina-soggiorno (cucina completa piu' tv )

In i cavi saranno sovradimensionati cosi:

luci da 2,5mm e le prese da 4mm (il committente vuole cosi)

Il contaotre e' da 3.3kw

detto questo mi aiutate a dimensionare le protezioni

Le linee sono sovradimensionate e salvo fulmini entranti dalla finestra con il contatore da 3.3kw avendo sezioni da 4mm

le linee dovrebbero coprire tutte le esigenze future ( non sono evidenti esigenze particolari del committente) e l'impianto e' sezionato e segmentato.

detto questo mi aiutate a dimensionare le protezioni?

allora l'impianto prevede un quadro principale :

gen MT C25 dif AC

linea climatizzatori (trial split) MT C16 DIF A

linea caldaia MT C6 DIF AC

linea zona1 camera +bagno MT 16A

linea zona2 camera+ bagno con lavatrice a MT 16A

linea zonacucina-soggiorno - MT 16A

linea ingresso-dispensa MT 10A diff AC

sottoquadro zona1

diff tipo ac AC

mt 16 a prese

mt 10 a luci

sottoquadro zona2

diff tipo A

mt 16a prese

mt 1Oa luci

mt 10a lavatrice

zona giorno-soggiorno

diff tipo A

mt 16a prese

mt 10a luci

mt 10a frigo

mt 16a forno

ciao elisa

Link to post
Share on other sites
vinlo

Mi sa tanto che questa discussione la abbandono anche io, ci sono molte contraddizioni e si rischia di fare solo polemice e confusione, come sta accadendo , ultimamente, in altre discussioni.

Non credo debbe essere sotto i 20 ohm. Basta che sia coordinata con il differenziale.

Vinto, fidati non si tratta di credere ma e' certezza! Deve essere sotto i 20 Ohm, nei vecchi impianti e' autorizzato il differenziale in caso di mancanza di messa a terra, nei nuovi, no!

Nei sistemi di tipo TT è sufficiente che la resistenza di terra sia coordinata con l'interruttore differenziale meno sensibile presente nell'impianto.

Caro Cipone e mi spieghi questo coordinamento quale sarebbe?

La norma CEI 64-8 prescrive che la protezione contro i contatti indiretti debba essere realizzata coordinando le protezioni in maniera da rispettare la seguente relazione:

Re <= Ul/Id

Al dil la della relazione che conosco e che tu cortesemente mi hai ricordato, tengo a precisarti che la tua tesi non la sto contraddicendo

Scusami Cipone, hai letto forse che io non volessi montare i differenziali? A me sembra di no,anzi per mè è in primis che bisogna montare le protezioni, puoi anche controllare, ho solo scritto che preferisco avere un impianto di messa a terra inferiore ai 20 Ohm per una mia maggiore sicurezza, non mi sembra di aver detto il contrario

Link to post
Share on other sites
cabestano

Accidenti, ma rimarrà una parete libera in questo appartamento da 75 m² con tutti quei quadri, sottoquadri,ecc,ecc.....?

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
famosa relazione " Ib<=In<=Iz", spero che adesso sia tutto chiaro.

Ho voluto chiedere la precisazione proprio per evitare dubbi sul fatto che una linea, o tratto di essa, potesse non essere protetta.

Comunque va bene prevedere eventuali incrementi di potenza usata, ma senza esagerare. :smile:

Link to post
Share on other sites
kwima

Le linee sono sovradimensionate e salvo fulmini entranti dalla finestra con il contatore da 3.3kw avendo sezioni da 4mm

le linee dovrebbero coprire tutte le esigenze future ( non sono evidenti esigenze particolari del committente) e l'impianto e' sezionato e segmentato.

Cara Elisa Spera, allora aveva ragione a di dubitare di tè Remo Williams, ed io ci sono cascato, a questo punto studiatelo da solo il tuo impianto, questo per quanto hai scritto all'apertura del post.

ciao mi sto apprestando a far fare il nuovo impianto elettrico vorrei avere aiuto sul dimensionamento dei magnetotermici - differenziali.

Non meriteresti nemmeno i saluti, ma li faccio giusto per educazione verso gli altri, kwima.

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

.

..( non sono evidenti esigenze particolari del committente)....

Accidenti Kwima, questa mi era proprio sfuggita.

Link to post
Share on other sites
elisaspera

ma siete furoi? Il committente sono io.

Ho scritto cosi' in stile esamino delle superiori, visto che non si riusciva ad uscira dai blocchi psicologici di qualcuno.

Il mio discordo era lasciamo stare le linee che ho deciso di sovradimensionare per mia tranquillita'.

Vorrei avere lumi sulla parte protezioni, non so piu' come dirlo.

remo whilliams non ha capito nulla.

I primi di settembre mi vedro' con l'impiantista che fara' il lavoro e ne discutero' con lui di tutto ma primo volevo farmi un idea?

E' reato? No.

Sto facendo un esercizio teorico.

Link to post
Share on other sites
kwima

Non ho dati per poterti credere, chiedo a tutti scusa, saluti, kwima.

Edited by kwima
Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
ma siete furoi?

Complimenti alla buona educazione! Davvero in perfetto stile da strada. :angry:

Link to post
Share on other sites
elisaspera

in strada si sente dire altro fidati..

era un modo di dire...mi da della disonesta... non e' che fa piacere quando sono in buona fede.

comunque io avevo chiesto una valutazione tecnica,

vabbe' sto post e' iniziato male e finito peggio.

comunque kwima rimani nelle tue certezze e' piu' facile che doversi sbattere a dare 2 info ad un utente inesperta come me.

ciaoooooooo

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
in strada si sente dire altro fidati..

Ne sono convintissimo, visto il livello di civiltà attuale.

vabbe' sto post e' iniziato male e finito peggio

Con un po' più di chiarezza e maggiori informazioni si eviterebbero molte incomprensioni; ma tantè son più di 10 anni che prtecipo al forum e son più di 10 anni che lo ripeto....

Link to post
Share on other sites
kwima

Caro Elisaspera alias "Eliseo" io mi sbatto come mi pare ed a testa alta e non faccio di certo quello che hai fatto tu, con le tue bugie.

Vedo che il tuo sarcasmo ti brucia, se continui così di sicuro non avrai futuro sarai il classico ..........!

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Signori, basta. Chi ha giudizio lo usi.

Oramai le posizioni reciproche sono chiare e note.

Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi

sto post e' iniziato male e finito peggio

E' veramente iniziato male, non sono valse le raccomandazioni alla buona educazione ne tantomeno i tentativi di scrivere (tra le righe) qual'è il giudizio su questo tipo di interventi!

Signori, basta.

A malincuore ho abbandonato la discussione, e più a malincuore (solo 24 ore dopo) prima che si trasformi in un continuo battibecco, credo che sia venuto il momento di "spegnere i fuochi".

*****DISCUSSIONE CHIUSA*****

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.


×
×
  • Create New...