Jump to content
PLC Forum


albatros1993

Circuito Per Sbroglio? Consiglio

Recommended Posts

albatros1993

Ricordo che alle superiori per lo sbroglio usavo un software di nome orcad ...ho visto che non e' una versione libera ed onestamente ricordo che era anche molto ostico nell'uso.

Quale buona alternativa?

Grazie:-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

guido

Alcuni nella versione gratuita hanno delle limitazioni, ma per iniziare vanno bene.

Probabilmente ne esistono altri che ora non ricordo, se qualcuno volesse aggiungerli...

Share this post


Link to post
Share on other sites
albatros1993

Ricordo orcad era favoloso,ma anche difficile nell utilizzo...

Proverò quelli da te citati.

Se qualcuno volesse aggiungere qualche altro consiglio ne sarei grato.

Intanto grazie guido

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

C'è FidoCad, è in Italiano ed è completamente gratuito perchè è un progetto "open source".

Share this post


Link to post
Share on other sites
albatros1993

Come librerie e' abbastanza completa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Scaricalo, non occupa molto spazio. Così puoi valutare direttamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
cabestano

Di Fidocad esiste anche la versione Fidocadj , io preferisco questa, valuta tè.

Share this post


Link to post
Share on other sites
_maxim_

CadSoft Eagle, almeno nella versione light per Linux, non permette di fare l'autorouter (sbroglio automatico) e quindi si devono piazzare 'a mano' tutti i componenti del PCB e disegnare le piste...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fr77

Io uso tuttora OrCAD e mi trovo bene. Ne avevo provati altri ma poi ho deciso di usare quello che conoscevo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
kym

Io sto iniziando in questi giorni ad usare Eagle.

Anni or sono li facevo a mano con quel che capitava (dai software di disegno ai mini-cad) oggi non ne ho più voglia, voglio metterci i componenti, fare le vie e poi fargli fare lo sbroglio automaticamente.

Eagle lo fa anche la versione gratis, e anche bene sono riuscito in un'oretta a farne uno ma ha diverse opzioni nei settaggi che non conosco sono sicuro che si può anche ottimizzare lo sbroglio.

Fidocad almeno la versione che ho provato io devi disegnarlo tutto a manina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

(p)Orcad è un nugolo di bug tenuti assieme con colla e sputo, non capisco perché molte squole si ostinino ad usarlo (addirittura in un Itis qua in zona mi è stato riferito che i professori distribuivano quella monnezza con allegato anche il cr*ck... vabbé che onestamente dei soldi per quella roba non glieli darei neanche io fossi in loro, però insomma dai..)

Eagle è buono ma devi diventare ebete a trovare il componente che ti serve: stai pur certo che un, chessò, 1N4148 non lo troverai né cercando 1N, né 4148, né 1N41*, né "signal diode", né ogni altra cosa che potrebbe suggerirti la logica, se andrà bene avrà una sigla come C1PP4L1PP4-638, roba che per piazzare il footprint di 10 componenti diversi devi prenderti le ferie.

L'ho provato una volta ma se devo perdere le ore a cercare un componente o una morsettiera disegno il pcb a mano o con i trasferelli e sto prima; disinstallato.

Kicad ce l'ho installato da una vita ma lo devo ancora provare.

Ora della fine, uso sempre fidocad: richiede un'estrema attenzione nel disegno perché non ha alcun sistema di verifica o routing: disegni tutto quanto a mano e se alla fine il circuito è aperto o ti sei scordato una pista e non te ne accorgi, fai in tempo ad incidere la basetta prima di farci caso.

Però almeno è semplice e veloce: se mi serve di piazzare un componente con package TO-220 seleziono il footprint del TO-220 e via, non devo star lì a ravanare in ottantasette librerie piene di componenti assurdi con package inverosimili per discriminare se il mio componente è un regolatore, un transistor, un mos, un doppio diodo.

Edited by Darlington

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

C'è fidocad, open source e completamente gratuito, è italiano. Funziona decentemente ed ha un ottimo rapporto qualità prezzo :P . E' abbastanza completo e di facile utilizzo.

C'è il cad distribuito gratuitamente da RS. E' abbastanza valido, ma soffre di tutte le solite rigidità dei prodotti tedeschi. Loro presumono che si debba fare in un certo modo e non ammettono modalità differenti. se una cosa è prevista la si può fare, altrimenti nisba.

Idem per EAGLE, che poi nella versione gratuita ha dei limiti sulle dimensioni dei cs e sul numero di fogli.

Credo che queste considerazioni valgano anche per Kicad.

Io ho usato per molto tempo Orcad V9.1 e non condivido la negatività di Darlington. L'ho usato con profitto per molto tempo senza soverchi problemi.

Attualmente uso la suite NI, versione per studenti ed insegnati. Costo modico, permette di simulare molto bene e facilmente, schemi elettrici e sviluppo c.s. in modo abbastanza semplice. Il costo non è esagerato, l'avevo pagata 85€ 3 anni fa; ho otteneuto l'aggiornoamento gratuito sino alle versioni 2013.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

Orcad non l'ho mai provato di persona ma da chi l'ha provato o usato per squola ho sempre sentito dire le stesse cose: ostico, inutilmente complesso, se riesci a disegnare un circuito composto da una pila e una resistenza ed aggiungerci anche un interruttore prima che crashi è un miracolo.

Poi sinceramente non ho indagato, può essere che usassero la versione arcaica distribuita dalla squola e che i crash fossero derivati dal fatto che si voleva a tutti i costi far funzionare un'applicazione scritta forse ai tempi di Windows '95 su Windows Vista... e non sempre le cose vanno come dovrebbero.

Io per esempio per disegnare circuiti (non PCB), le volte che non uso carta e penna direttamente, uso Circuit Maker 6.0: applicazione vecchia come il cucco, ma che funziona e ha un simulatore che... ehm, simula, ed in certi casi torna utile, quantomeno per non realizzare un circuito su millefori ed accorgersi alla fine che i calcoli fatti erano totalmente sballati.. :)

Il programma come dicevo è vecchio, ma tanto, e comunque gira su Windows 7 anche senza crashare; il difetto più rilevante è che quando sposti un componente, rimane una sorta di ombra di esso sullo schermo, che poi scompare se salvi, chiudi e riapri il circuito... ma è comunque fastidiosa, chiaro non si può pretendere di più, anzi ringrazio che funzioni...

Una persona che conosco che trova Eagle comodissimo ed intuitivissimo mi ha spernacchiato quando gli ho parlato di FidoCAD, a suo dire troppo rozzo e scarno di funzioni... anche un martello è rozzo e scarno di funzioni, ma delle volte è più utile un martello rispetto ad un regolo calcolatore.. alla fine come per tutte le cose è prevalentemente questione di abitudine :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
Orcad non l'ho mai provato di persona ma da chi l'ha provato o usato per squola ho sempre sentito dire le stesse cose: ostico, inutilmente complesso, se riesci a disegnare un circuito composto da una pila e una resistenza ed aggiungerci anche un interruttore prima che crashi è un miracolo.

Prima cosa. Perchè ti ostini a scirvere scuola con la "q" evidenziando anche la "q"?

Probabilmente quelle persone che ti hanno riferito quelle informazioni erano anche convinte che scuola si scrive con "q" e quaderno con la"c". :lol:

Personalemte ho parecchi schemi e parecchi cs in archivio, che ho sviluppato con Orcad 9.1 (copia.....omaggio ;) ); mai avuto crash che io ricordi. In quanto a complessità è di complessità normale per un pacchetto professionale. Anzi è siscuramente molto più amichevole di altri come, ad esempio, autocad.

Una persona che conosco che trova Eagle comodissimo ed intuitivissimo mi ha spernacchiato quando gli ho parlato di FidoCAD

De gustibus..... C'è anche chi per grattarsi l'orecchio sininistro trova comodissimo far passare il braccio destro dietro la nuca e muovere la testa avanti ed indietro. :lol:

In effetti FidoCad è proprio un CAD di primissima generazione. Se ticostruisci le librerie e le macro riesci a fare quello che con altri pacchetti è gia pronto. Però è gratuito ed Open Source.

Circui maker 6 ce l'ho anch'io, assieme ad altri software di archeologia a cui sono affezzionato.

Ti consiglio, se già non lo hai, di scaricarti LT dal sito omonimo. E' ottimo per la schemistica, simula anche benissimo i circuiti analogici, un po' meno i digitali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

Prima cosa. Perchè ti ostini a scirvere scuola con la "q" evidenziando anche la "q"?

...perché una scuola che ti passa i programmi "diversamente originali" con tanto di "patch" e istruzioni su un .txt per "patcharli"... mi sa proprio di squola con la q :roflmao: tutto qui

E questo non è solo un sentito dire, ho un parente più giovane che andava proprio in quell'itis (credo che alla terza o quarta bocciatura la famiglia si sia stufata) e che mi passò, tempo fa, proprio lo zip così come l'aveva ricevuto dal prof.

Se ticostruisci le librerie e le macro riesci a fare quello che con altri pacchetti è gia pronto

Si, ma Fidocad è molto intuitivo, è quello il primo vantaggio: non hai bisogno di sei miliardi di librerie e di bestemmiare forte se un componente non è in libreria, per farti il pcb; selezioni il footprint, che tanto è l'unica cosa che realmente ti interessa avere giusta quando vai a fare l'incisione, ed a nessuno gliene frega cosa poi ci vai a saldare su quel pcb.

Anche scrivere una macro per un footprint che non esiste e non si trova (capitato con i relè per esempio), impiega una manciata di minuti, credo molti di meno di quanti ne impiegheresti con un altro cad: setti la griglia con passo 2.54 e in cinque minuti hai il tuo componente salvato.

Non so se può valere come esempio ma mi ricordo di quanto vidi sempre il parente di cui sopra provare a modificare un componente su Orcad: dopo aver definito tutti i pin (di un DIP-8), il programma insisteva a volergli far aggiungere e definire un altro pin. Certo, il famoso nono pin del DIP-8, il pin di scorta: andammo avanti a riderci su per un pezzo, poi non so neanche se ci sia riuscito, fatto stà che lo schema l'avrei disegnato con carta e penna in cinque minuti.

Per contro con Fidocad può essere ostico disegnare schemi complessi: al di là della mancanza di autorouting (che per qualcuno è un bene, nel tempo che perdi a settarlo per evitare che ti faccia piste larghe 5 mils dove devono passarci 6A che dovrai correggere comunque poi a mano, hai già fatto 3 PCB), su Fidocad non hai i nodi, esattamente come non ce li hai se usi il metodo dei trasferibili: o ti ricordi di fare tu tutte le connessioni che servono, oppure te ne accorgerai... troppo tardi e dovrai andare di simpatici ponticelli. :) Già capitato, e su un circuito poco complesso: un pic, un'array di transistor, cinque o sei resistenze e tre relè.

Ti consiglio, se già non lo hai, di scaricarti LT dal sito omonimo

Ora lo cerco... :) grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
kym

Io è la prima volta che utilizzo un software SPECIFICO per fare poi la foto incisione dei circuiti stampati.

Mesi fa mi ero avvicinato a fidocad, semplice, niente da dire, ottimo, niente da dire, ma poco pratico e funzionale.

Esempio con Eagle puoi spostare un componente e ti seguono le piste, puoi dopo ribaltare tutto spostare come più ti piace che tanto le piste ti seguono e le ricalcoli.

Per me, alle prime armi, l'ho installato da 2 giorni è a dir poco sensazionale, certo è che ci sto picchiando la testa per tutte le funzionalità e per trovare i componenti con una ricerca non proprio intuitiva, son diventato scemo per trovare delle piazzole, delle stupide piazzole che interagissero poi con lo schema di autorouting.

Non conosco orcad, ne ho sentito parlare ma come detto prima usavo altri software per fare i circuiti stampati in cui mi disegnavo proprio i componenti etc. etc. ma se ora mi metto anche (io come tutti) a saltare da un programma all'altro finisce che alla fine ne sai poco di tutti invece che tanto di uno, filosofia forse vincente.

Alla fine i limiti della versione light sono veramente pochi almeno per uno che lo fa per hobby, poi, capirai, uno che lo vuole usare per cose più complesse non penso si faccia il problema di spendere poco più di 150 euro per la versione che fa schemi fino a 16x10cm e già riempirli, tenendo conto che puoi pure fare due circuiti poi collegati insieme con un flat... mica detto che devi fare una piastra madre tutta insieme almeno riferito a chi li fa come hobby, io il più grande che ho fatto è stato 9x9 cm con un trasformatore saldato e tanti componenti e poi disegnato a mano quindi abbondante in tutto potendolo fare con lo sbroglio automatico mi veniva sicuramente la metà o quasi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

...e per trovare i componenti con una ricerca non proprio intuitiva...

...ecchett'avevodettoio? :roflmao:

Share this post


Link to post
Share on other sites
kym

però una volta che ci fai la mano ...... ma tra i due, lasciando perdere che li conosciamo o meno, quale dovrebbe essere il migliore e perché? indipendentemente dall'intuitività

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

E' come chiedere qual è la migliore auto o il miglior profumo o il miglior rasoio: non c'è, non esiste il migliore in assoluto, perché l'unico parametro di giudizio è soggettivo, cioé è come ti trovi.

La migliore auto è quella che fa quello che ti serve: per qualcuno è una capiente monovolume, per qualcun altro uno scattante coupé.

Il miglior rasoio è quello che rade la barba e non irrita la pelle: qualcuno si troverà meglio coi Gillette, altri useranno con soddisfazione i bilama Bic ed altri ancora preferiranno il rasoio "di sicurezza" del nonno.

Il miglior software da disegno... è quello che tu riesci ad usare in maniera a te più pratica e congeniale: alla fine fanno tutti la stessa cosa, non è che con uno il pcb ti verrà meglio, perché chi lo disegna sei solo tu.

Io per esempio sono stonato come una campana e lo resto anche se mi fanno cantare di fronte a un microfono da studio Shure o Behringer che di listino sta a migliaia di euro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
kym

Ok, però esempio vedo che l'eagle può comandare (se non ho preso fischi per fiaschi) un plotter per l'incisione meccanica.

Orcad?

e poi esempio esporta-importa in molti formati

Non conoscendo l'orcad non ho la minima idea delle differenze tra uno e l'altro per dire quale è migliore.

Mi piacerebbe averne invece un idea....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

Ok, però esempio vedo che l'eagle può comandare (se non ho preso fischi per fiaschi) un plotter per l'incisione meccanica.

E tu ce l'hai? (il plotter)

e poi esempio esporta-importa in molti formati

E ti servono? (i formati)

Share this post


Link to post
Share on other sites
kym

Non ho il plotter, ma nella vita non si sa mai :-) e comunque metti che voglia farmi plottare un circuito, se l'ho già fatto in un linguaggio plottabile do il file e via.

I formati, se importa in tanti formati ed hai vecchi schemi non li devi rimappare pista dopo pista per poterli editare.

Piccole cose, ma che fanno un gran comodo.

Ho chiesto esempio ad uno che fa circuiti stampati e mi ha detto che se gli passo il file di eagle mi fa con 10 euro un 50x50 pure serigrafato lato componenti, se non gli passo il file eagle 20 euro, è un esempio stupido ma tantè.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

Non ho il plotter, ma nella vita non si sa mai

Certo, vendo la macchina e compro un bel camion, non si sa mai che tra dieci o vent'anni decida di farmi la patente C, nel frattempo il camion già ce l'ho... ma che stai a dì? :)

si valuta secondo le proprie esigenze, mica "ma quel software lì ha tante features che non mi servono anche se fa schifo quindi è piùmmeglio"..

Comunque penso che tutti i software professionali abbiano modo di esportare un file Gerber, altrimenti non sarebbero neanche degni di essere chiamati "professionali".

Altri formati non ti servono. Gerber è praticamente uno standard quindi se vuoi far fare il pcb da una ditta qualsiasi, questa ti chiederà lo sbroglio in formato gerber.

Anche perché oltre a piste e piazzole, sono incluse anche le informazioni per la foratura.

ed hai vecchi schemi

E tu ce li hai questi vecchi schemi? Mi pare di capire di no, che è la prima volta che usi un software di disegno per fare i PCB, quindi mi spiegheresti a che scopo sta marea di pippe mentali? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
kym

Eheheh si è così, allora che parametri usiamo per capire quale è meglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...