Jump to content
PLC Forum


Cavo 24 V Dc


Filippo System
 Share

Recommended Posts

Filippo System

Salve,

volevo chiedervi se un cavo da 3 x 1,5 lungo circa 130 metri riesce a mantenere il livello di tensione a 24 v dc oppure dovrei aumentare la sezione?

Grazie

Link to comment
Share on other sites


Salve,

volevo chiedervi se un cavo da 3 x 1,5 lungo circa 130 metri riesce a mantenere il livello di tensione a 24 v dc oppure dovrei aumentare la sezione?

dipende da carico .

se non ci dai i dati del carico Ampere o Watt , non possiamo saperlo .

Link to comment
Share on other sites

devo semplicemente collegare delle elettrovalvole da 5,5 VA e 230mA o simile

in tutto quante sono ??

poi hai detto che sono in DC .... perché i VA ..??

Edited by bypass
Link to comment
Share on other sites

Filippo System

si hai ragione, ne ho presa una in AC, ma mi può capitare di usare pure quelle.

Non credo di doverne collegare più di 2/3 a quella distanza.

Link to comment
Share on other sites

Tira almeno il 6 mmq e metti a monte un fusibile da 2 A

tieni presente che io non conosco la potenza del alimentatore .. il fusibile da 2 A non deve superare la corrente del alimentatore 24V DC .

(Ovviamente ci saranno repliche su questa sezione , ma tu aspetta anche altri pareri)

Ciao.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

130m per 2 sono 260; 260/58/1.5 fanno circa 3 ohm di resistenza di linea.

3 utenze da 0.23A fanno 0.69 A totali, corrispondenti a 2V di cdt (sempre se le elettrovalvole sono in cc).

A 24 V sono meno dello 1% di cadutta , più che accettabile.

Per il resto segui le indicazioni di bypass: fusibile alla partenza coordinato con la sezione del cavo ed alal corrente massima dell'alimentatore.

Link to comment
Share on other sites

Calcoli fati senza troppe complicanze per corrente totale di 700 mA (3 elettrovalvole)

1,5 mmq avrai in fondo linea 22 V cdt circa 10 %

2,5 mmq avrai in fondo linea 22,5 V cdt circa 6 %

4 mmq avrai in fondo linea 23 V cdt circa 4 %

6 mmq avrai in fondo linea 23.5V cdt circa 2 %

Se superi la corrente totale le sensioni si abbasseranno ulteriormente .

Fai tu :smile:

ciao!

Edited by bypass
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
A 24 V sono meno dello 1% di cadutta , più che accettabile.

E' rimasto uno zero nella .....tastiera. :(

Comunque 2 V di caduta sul comando di una elettrovalvola son più che accettabili, vista la tolleranza del dispositivo. Solitamente gli alimentatori per comandare questi dispositivi sono costituiti dal trasfo, ponte e condensatore, quindi con variazioni di oltre il 10%. Se poi la corrente, come presumo, è quella di eccitazione, le cose sono anche migliori.

Comunque le indicazioni di bypass di danno l'immediata percezione di cosa ti conviene fare per il miglior rapporto costo-prestazioni.

Link to comment
Share on other sites

Filippo System

un'ultima domanda.

Rispettare la condizione che la caduta di tensione non deve superare il 4% è una condizione che vale sempre, anche in questo caso dei 24 V, oppure se ne tiene conto solo nella progettazione delle "grandi" linee, come linee aeree per esempio?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Bisogna sempre usare il buon senso.

Le elettrovalvole devono avere una tolloranza sulla te sione di alimentazione di almeno il 10%. Se prevedi un 24 V abbondante, vai a compensare la cdt di linea. Sono dispositivi non critici e, visto il costo attuale del rame e la lunghezza della linea, è possibile risparmiare senza avere cadute di prestazioni.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...