Jump to content
PLC Forum


leuni71

Dimensione Cavi Per Impianto

Recommended Posts

leuni71

Salve so che per molti di voi è una domanda alquanto stupida ma io non sono del mestiere .

Ho comprato da poco un piccolo locale che ha già un contatore da 6 kw trifase ma chi affittava dal vecchio proprietario si è portato via l'impianto esterno.

Io volevo rifare l'impianto ma dimensionandolo per un futuro a 15 kw trifase (10 kw molto probabili)

L'impianto sarà esterno con tubi in plastica scatole stagne e prese interbloccate con fusibili.

La lunghezza massima dell'impianto alla presa più lontana sarà di 25 metri

Quale sezione di cordina devo mettere per stare sicuro e per normativa? Basta il 10 mm2

Ringrazio anticipatamente della vostra attenzione :P

Link to comment
Share on other sites


vinlo

Scusa se mi permetto di farti notare una cosa. Se non sai dimensionare una linea, perché hai detto che non è il tuo mestiere, come credi di sviluppare l'intero impianto?

Inviato dall'app. Mobile di PLC Forum da SM-G350

Link to comment
Share on other sites

leuni71

Qualcosa mastico, non è un impianto complicato, devo solo mettere delle prese per alimentare delle macchine da max 6/ 8 cv ma vorrei lasciar spazio per alimentare (quando avro i soldi9 una macchina che consuma 10/11 kw

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
Qualcosa mastico, non è un impianto complicato,...

A parte le implicazioni legali, perchè è un lavoro che deve essere eseguito da persona abilitata, non basta "masticare" qualche rudimento di impiantistica per rifare un impianto elettrico.

Questo lo si deduce da come poni le domande. Intanto dovresti suddividere le linee, oppure dimensionare la linea per i 15 kW che definisci la potenza massima futura.

Immediatamete a valle del contatore, se usi una sola linea, dovrai porre un MGTD con corrente termica di 80A, considerando 15 kW monofasi con cosenphi di 0.8.

Le "cordine" saranno "cordone" >35mm2 .

Tu non hai specificato se si tratta di linea mono o trfase ed io ho ipotizzato il caso peggiore: linea monofase.

Sarebbe più corretto suddividere i carichi su più linee con relative protezioni, oppure portare la linea principale sino ad un certo punto e poi diramare le arie utenze con le relative protezioni.

Ma queste cose sono normali per chi ha una formazione completa, non solo un'infarinatura.

E' meglio, molto meglio, che tu ti rivolga ad un serio professionista.

Link to comment
Share on other sites

leuni71

Salve Livio ,nel primo post avevo scritto che la linea era trifase .Di linee saranno due una di lunghezza max 25 metri l'altra di max 15 metri perchè sono due locali attigui comunicanti da una porta.In futuro la macchina più potente avrà un assorbimento max di 11 kw ma durante la lavorazione saràcertamente minore.

Userò una macchina alla volta anche perchè sarò solo io e di mani ne ho solo due.

Chiedo scusa se non ho la vostra competenza in materia ....l'avessi avuta non ponevo la domanda.

Essendo disoccupato e con pochi euro in tasca devo cercare di arrangiarmi ,cercavo nel forum un aiuto!

Edited by leuni71
Link to comment
Share on other sites

Elettroplc

A parte le implicazioni legali, perchè è un lavoro che deve essere eseguito da persona abilitata, non basta "masticare" qualche rudimento di impiantistica per rifare un impianto elettrico.

Presupposto da tenere presente, i consigli sono quelli esposti da Livio, che puoi tenere presente per valutare un corretto impianto elettrico.

Lascerei perdere il fai-da-te, in ambiente di lavoro.

Con 10/15Kw in trifase, puoi settare una lienea con conduttori da 10mm2; corrente di lienea Ib 24A - circa.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
Salve Livio ,nel primo post avevo scritto che la linea era trifase

Scusa ma mi era sfuggito, comunque la sostanza non cambia, dividi i valori di corrente per 3.46, quindi la sezione dei cavi saranno inferiori però hai una linea a 4 fili invece che a 3.

Tutte le altre considerazioni rimangono immutate.

In futuro la macchina più potente avrà un assorbimento max di 11 kw

Il dimensionamento dipende da te. Tu metti alla partenza una protezione adatta agli 11 kW ed a valle metti tutto di conseguenza.

Se assumiamo questi 11 kW come valore limite, considerando un cosenphi di 0.8 hai una corrente di 20 A.

Per conduttori intubati (B1) la portata di una sezione di 4 mm2 è di 25A, mentre per 6 mm2 è di 32A, quindi son sufficienti 4 corde da 4 mm2 ; se usi 6 mm2 hai una riserva per poter eventualmente arrivare al limite di contatore.

La caduta di tensione su 25 m di linea non è significativa anche con sezione da 4 mm2 .

Alla partenza metti un magneto termico differenziale da 20 A trifase, oppure un differenziale trifase ed una terna di fusibili da 20A. Questo è il minimo asccettabile.

Capisco la tua situazione, però la legge è legge e, soprattutto, la sicurezza non permettono lavori eseguiti non a regola d'arte.

Un impianto mal fatto potrebbe causarti in futuro un incidente fatale. Ne vale la pena? fatti un serio esame di coscienza prima di affrontare un lavoro che potrebbe essere superiore alle tue forze.

Questo per la tua salute, non per pontificare su norme e leggi.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Elettroplc

Io adotterei questo schema:--

Queadto a II isolamento poastico a 3 metri dal Gem.

Linea 4x10mm2 montante.

Protezione generale C 32A tetrapolare. senza diff. + spier presenza rete e portafusibili.

Protezioni MT+Diff. per ogni singola utenza FM+Illuminazione.

Linee da 4 mm2 prese FM e 6mm2 per la macchina a maggior assorbimento.

Due plafoniere per illuminazione emergenza.

Link to comment
Share on other sites

leuni71

Sicuramente mi appoggero' ad un elettricista che mi darà una mano ma fidarsi è bene e...non fidarsi è meglio .

Sentire più campane è sempre meglio ,inoltre interessarsi attivamente si continua ad imparare e.....non fa male.

Ieri sera pensavo ....se concesso unire le due linee a valle cosi' è come se raddoppiassi la sezione del cavo. Che ne dite?

Vi ringrazio della vostra attenzione e della vostra pazienza

Lorenzo

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
Che ne dite?

Di non farlo, meglio separare le utenze.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...