Jump to content
PLC Forum


stella-triangolo: la migliore configurazione


plfrmcmp83
 Share

Recommended Posts

Buongiorno,

 

a vostro parere, qual è il migliore schema di avviamento stella-triangolo?:

- protezione con magnetotermico o fusibili ? E' una questione puramente di prezzo ?

- protezione termica sul triangolo o sulla linea ? Se sulla linea integrata con la protezione magnetica ?

- contattore di linea all'interno del triangolo o sulla linea ?

- temporizzatore indipendente o montato sul contattore ?

 

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


ciao, protezione con salvamotore sulla linea principale a monte sia del teleruttore di linea e di triangolo. temporizzatore indipendente. non ho capito il punto 3.

Link to comment
Share on other sites

io faccio riferimento ad alcuni schemi Siemens proposti per l'abbinamento dei teleruttori con le protezioni


 

ecco il discorso.....abbinamenti    da questo decido il valore delle protezioni ma soprattutto....una terna di fusibili a monte in genere mi serve per sezionare l'avviatore  ( ed in caso di corto di un tele, evita che si distrugga, con valori del fusibile coordinati al teleruttore . Esempio banale..un quadro di automazione che pilota un motore molto grande , che so..110 KW...tanto per dire   io seziono con la terna di fusibili , alimento il mio quadro da una qualsiasi presa trifase da 16 A e posso provare il PLC, i circuiti ausiliari...senza avere il carico ma vedendo commutare i teleruttori )

La protezione termica la monto su un ramo del motore, non sull'alimentazione generale, in quanto un guasto del temporizzatore potrebbe fare marciare il sistema a stella, bruciando il motore a lungo andare

invece su un ramo viene protetto sempre, tarato a 0,58 la corrente nominale


 

il temporizzatore io lo uso sempre a parte, non sul tele , forse i blocchetti non li fanno più....temporizzatore elettornico a fianco , con pausa calibrata di tot ms fra lo scambio


 

inoltre, sia con plc che con impiantistica tradizionale, prendo un contatto di triangolo apposta per dare il consenso alle apparecchiature successive solo a commutazione avvenuta


 


 

Ricordo una vecchia discussione di Livio con alcune sue considerazioni ma non saprei come trovarla....

Link to comment
Share on other sites

per ragioni di grandezza del tele di linea in genere suggeriscono a monte.....ecco perchè dicevo io prima della terna portafusibili.....

differente il tele di linea si supporta tutto il carico del motore

negli schemi suggeriti invece  è praticamente diviso a metà

Link to comment
Share on other sites

I produttori di elettromeccanica come Siemens, ABB, KM (non so oggi quale sia la sigla aziendale) ed altri propongono schemi standard e completi.

In questi schemi è previlegiata la sicurezza, ma anche la spesa per i componenti.:smile:

 

Oggi, però, io prenderei in considerazione l'alternativa di un soft starter.

Se il motore è sufficientemente grosso da richiedere l'avviamento "Y"/"D" diventa convenniente da tutti i punti di vista l'adozione di un soft starter.

Link to comment
Share on other sites

Però Livio , l'ingombro ?   l'ultimo avviatore che ho realizzato è un 74 KW , pompa oleo che parte a vuoto  un soft sarebbe almeno 5 volte più grande e costoso....

Link to comment
Share on other sites

giusto, sono solo termiche quelle subito prima a catalogo..

 

diciamo che quel modulo crea l'interblocco elettrico, se i teleruttori lo consentono io quello meccanico lo userei comununque.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 years later...

salve a tutti, aggiungo una domanda che è emersa oggi in ufficio su questo tema: secondo voi i comandi di linea, stella e triangolo vanno temporizzati a quadro elettrico con timer o possono essere temporizzati a plc e attivati con tre uscite distinte? stiamo ragionando sul perché nel passato sono state prese certe scelte ma non capiamo molto la soluzione che è implementata su impianti esistenti, una soluzione ibrida in cui ho una sola uscita che comanda la linea, poi dei temporizzatori a quadro elettrico si occupano di mettere il motore (pompa acqua) in stella poi triangolo, a plc ho un comando in uscita e tre diversi ingressi per la linea, la stella e il triangolo e a plc sono gestiti solamente gli allarmi di feedback se linea, stella o triangolo non dovessero arrivare nei tempi. questo fa sì che dobbiamo impostare i timer fisici sui quadri e poi andare a cambiare a hmi i tempi di ritardo degli allarmi sui feedback, cioè dobbiamo allineare delle impostazioni elettriche a altre software, mica tanto bello.

 

per semplificare io farei un solo comando e un solo feedback, il comando attiverebbe linea e relativi timer stella e triangolo a quadro, il feedback mi restituirebbe solamente il triangolo, ovvero la situazione motore avviato e alimentato a stella, quindi dovrei impostare solamente un ritardo per il feedback a hmi, cosa molto comprensibile e frequente.

 

grazie in anticipo, spero di essere stato chiaro

Link to comment
Share on other sites

Se non ricordo male l'avviamento Y-D si faceva anche per motivi di linea per evitare degli spunti enormi su partenze di motori importanti, e senza tanti problemi per moltissimi anni si e fatto con il totale controllo di una semplice ausiliaria e quasi sempre con interblocco meccanico oltre che elettrico, ma ormai è già da parecchio che si usano softstart o inverter per i molti lati positivi a scanso di spazio o spese, poi per motivi di spazio o di spesa si possono fare tutte le combinazioni che si vogliono, e comunque io non gestirei mai l'avvio con un plc, non ha senso non è una cosa complicata da elaboratore, poi in caso di problemi o guasti devi avere un pc assieme alla cassetta attrezzi?, per le protezioni, le solite  consigliate dal produttore dei teleruttori e motore. 

Link to comment
Share on other sites

30 minuti fa, rfabri scrisse:

senza tanti problemi per moltissimi anni si e fatto con il totale controllo di una semplice ausiliaria e quasi sempre con interblocco meccanico oltre che elettrico

Intendi che con una sola uscita comandavi l'avviamento e la parte elettrica si occupava di tutto?

Link to comment
Share on other sites

se proprio lo start lo devi dare da un plc di processo si può fare con una uscita per la marcia e una per lo stop, poi il ritardo e lo scambio lo fa il timer e i relè che si vogliono usare , se poi vuoi mettere come feedback termica e altro ok, io farei solo marcia e stop, tanto per un motore importante un quadro per teleruttori protezione termica fusibili spie ci vuole, naturalmente bisogna vedere il quadro di comando e anche le distanze, perche in caso di problemi è importante la diagnostica veloce, se il quadro di potenza è lontano è meglio portare tutto nel plc. cosi gestisci marcia arresto e allarmi.

Edited by rfabri
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...