Jump to content
PLC Forum


Problema su piu' led segnapasso


1980 STEFANO
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, sono stato da una cliente per delle luci led segnapasso guaste dopo soli 3 anni.

Ne ha montate 4 e 3 di queste sono bruciate.

Le lampade sono della Rossini con un solo led e un alimentatore compatto di cui allego la foto.

Nell'unica che sono riuscito ad aprire causa staccionata in mezzo ho visto che l'alimentatore non da tensione in uscita quindi è andato.

Qualcuno di voi le ha mai montate?

Il led non lo ho provato, adesso ho il dubbio se cercare di ripararle cambiando l'alimentatore o cambiarle di peso dato che il mio fornitore non le tiene piu'.

C'è un metodo veloce per provare il led? 

Link to comment
Share on other sites


Non riesco a caricare le foto 

La lampada èmodello 5926 della Rossini con led da 1.2 watt

L'alimentatore è un lsvc3ap uni

della hep driver con uscita 3-9 vdc 

E potenza 1-3w

Link to comment
Share on other sites

Il Led è a corrente costante, puoi alimentarlo con un semplice alimentatore, interponendo in serie una resistenza da almeno 330 Ohm a 5 volt e 680 Ohm a 12 Volt, tanto per vedere se si accende.

La potenza massima si otterrà col suo driver corretto.

Sul driver rotto ci dovrebbe essere indicata la corrente nominale (tipicamente 350 o 700 mA).

Questo spiega perchè la tensione in uscita è indicata con un valore minimo e uno massimo.

Link to comment
Share on other sites

È un 350mA....adesso proverò a caricare la foto col telefono non riesco.

Grazie cristiano.

In rete non trovo un alimentatore simile 

Link to comment
Share on other sites

Riferendomi all'ultima foto, è ovvio che la targhetta si riferisce all'apparecchio completo di alimentatore (AC input 220V) e indca il solo consumo del Led (1,2 W)

Gli alimentatori rotti erano all'asciutto ? (IP20 Non sono adatti per l'esterno)

 

Di driver a corrente costante da 350 mA ne trovi quanti ne vuoi.

Basta sceglierne uno di potenza minima 2 Watt. Il problema sono solo le dimensioni.

https://www.google.it/search?q=led+driver+350ma&safe=off&espv=2&biw=1280&bih=670&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ved=0ahUKEwi42amZttnPAhVMBBoKHTxGDOAQsAQIOQ

 

Puoi anche collegare tutti i segnapasso in serie ed alimentarli con un solo driver a 350 mA da 8 o 10 W, da mettere in posto riparato.

 

Link to comment
Share on other sites

Grazie patatino x il consiglio,

Le lampade sono tutte all esterno sotto un balcone bello grosso, (separate da finestre) quindi escludo che sia un problema di umidità all'interno.....

X assurdo l'unica che è si accende non è riparata :smile:

 Ho chiesto consiglio perché sostituire tutte e quattro le lampade sarebbe una bella spesa anche se li andrebbero montate con un IP da esterno.

La mia paura è che dato che dopo pochi anni ne sono partite 3 su 4 siano nate male....e in piu non vorrei che si fosse bruciato il led.

Ti capita o vi capitano casi analoghi?

Trasformatori bruciati e led pure? 

.

Link to comment
Share on other sites

Non devi sostituire i Led prima di averli provati con un alimentatore o batteria a 12 Volt e una resistenza in serie.

Molto probabilmente sono gli alimentatori ad essere rotti.

Se puoi prova i Led sull'alimentatore sano e vedi se si accendono.

 

Link to comment
Share on other sites

Ok grazie.....in ogni caso sono fermo per via del trasformatore che non riesco a trovare....se non ne trovo uno con le stesse dimensioni devo cambiare lampada oppure spostarli nelle scatole di derivazione in casa, ma non so se c'è posto....grazie 

Link to comment
Share on other sites

Ciao, ho proceduto con le verifiche....

I led sono ok e nell appartamento in scatola derivazione c'è posto x un alimentatore.

A questo punto dal mio rivenditore ho chiesto un driver 350 ma da 10W 

Mi hanno però proposto alimentatori x strisce led a 12 vdc e di alimentatori a corrente costante non ne sapevano molto.

Inoltre nel mio alimentatore si parlava di 3-9 vdc.

A questo punto ho preferito aspettare.

Poteva andare bene quell alimentatore ?

Prendere un alimentatore regolabile? 

Grazie 

Link to comment
Share on other sites

Quote

di alimentatori a corrente costante non ne sapevano molto

Purtroppo devi rivolgerti ad un altro rivenditore...

Quote

Poteva andare bene quell alimentatore ?

Non puoi alimentare i Led a tensione fissa, se non hanno una limitazione incorporata.

Le strisce a 12 volt hanno tre led e una resistenza di limitazione incorporata per ogni 5 cm di striscia.

Per i Led di potenza è obbligatorio il driver a corrente costante, in quanto non è consigliabile dissipare calore su una resistenza di limitazione.

 

Link to comment
Share on other sites

Ok grazie immaginavo che non andasse bene ,allora proverò ancora ....oggi sono stato in un negozio di elettronica e anche li ha provato a rifilarmi un alimentatore a 12 

 

Link to comment
Share on other sites

Scusami ma ho un po' di curiosità che mi devo togliere:

Se prendessi un alimentatore con uscita costante 350mA  a 12-18v cosa succede? E soprattutto che tensione ho in uscita? Non capisco proprio queste tensioni min/max

Altra cosa,mi hai detto che posso collegare i led in serie, cosa che farò, anche se io li avrei collegati in parallelo......... ma se li collegassi in parallelo? 

Forse sono troppo abituato con la corrente alternata :toobad: 

Dov'è che posso documentarmi un po su queste cose?

Grazie buona domenica! 

Link to comment
Share on other sites

Serie : la corrente rimane uguale per tutti gli utilizzatori e si sommano le tensioni ai capi di ogni utilizzatore,

Parallelo : la tensione è costante si somma la corrente dei vari rami

Link to comment
Share on other sites

Un alimentatore a corrente costante ha una tensione minima uguale a zero (teorica con cortocircuito in uscita) e una massima alla quale è ancora possibile prelevare la corrente indicata (per esempio 350 mA)

Se collego 4 led in parallelo e non sono identici (e questo può succedere anche se fossero della stessa marca !) il Led a tensione minore riceverebbe tutta la corrente, bruciandosi.

Se invece collego i Led in serie, ognuno avrebbe la stessa corrente di lavoro corretta, e si prenderebbe la tensione a seconda delle sue caratteristiche interne.

Non importa se metto in serie oggetti a tensione diversa (anche di poco), è importantissimo che siano tutti a 350 mA.

 

Torniamo al concetto di tensione minima e massima:

Se collego un solo Led ad un alimentatore a corrente costante avrò 350 mA e, per esempio, circa 3,3 Volt ai suoi capi.

Se collego in serie due, tre o quattro Led allo stesso alimentatore a corrente costante avrò sempre 350 mA e, per esempio, circa 6, 9,5 14 Volt ai suoi capi.

Questo perchè l'alimentatore deve garantire la corrente in uscita e non la tensione !

Se aumento a sei il numero di Led in serie, ad un certo punto non avrò piu la corrente sufficiente ad accenderli, perchè la tensione sarà arrivata al limine massimo possibile per quell' alimentatore a corrente costante (per esempio 18 Volt), mentre per accendere 6 Led devo avere a disposizione almeno 20 Volt.

 

Link to comment
Share on other sites

Ok inizio a capirci meglio.....è tipo un generatore di corrente con una potenza massima che si traduce in una V max di uscita.....giusto? 

Grazie patatino :thumb_yello:

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...