Jump to content
PLC Forum


condensatore esauriti


ANTONIO PLC
 Share

Recommended Posts

ANTONIO PLC

Buonasera ,  pongo il mio problema;  due anni fa  controllando bollette  enel  ho riscontrato un consumo elevato di energia riattiva  da qui ho sostituito  tutti e 9 condensatori  del mio rifasatore da 31kvar , su 20 kw di potenza contatore..Problema consumo energia reattiva risolto.Il nuovo problema  nasce dal fatto che dopo 8 mesi ho dovuto sostituire gia' 4 condensatori  ed altri 5 sino ad oggi .Sapete darmi dei suggerimenti come mai i condensatori sono andati in poco tempo fuori uso? tenendo conto che   l'inserimento dei gradini avviene in modo normale e che come energia reattiva pago solo 1/2€ massimo  ?

Link to comment
Share on other sites


Dovresti dare qualche dato in più ,tensione nominale dei condensatori e loro tipologia, la tipologia dei carichi , il tipo di regolatore del rifasatore.

Una delle cause che possono portare a morte prematura di un condensatore ,è la presenza di un elevato thd nell'impianto ,il quale può sovracaricare in corrente i condensatori e nello stesso tempo sottoporli a sovratensione.

Link to comment
Share on other sites

ANTONIO PLC

Grazie della risposta eliop, tensione nominale 400 volt ,il carico è all'80%costituito da motori trifase con 7,8 inverter distribuiti in 3 macchinari , 18 plofoniere doppie  a neon  per illumunazione capannone.I condensatori sono monofase .

Link to comment
Share on other sites

Il punto focale sono gli inverter che provocano distorsione armonica sulla rete che come ti dicevo è micidiale per i condensatori ,in questi casi è utile una misura della qualità di rete con un apposito analizzatore per avere un 'idea precisa , ma anche tutti i moderni regolatori danno una indicazione sul sovraccarico armonico sui condensatori  provvedendo a staccare le batterie inserite .

Certamente condensatori con tensione nominale di 400 volt sono da scartare in questo caso ,minimo vanno messi a 460 (rifacendo i calcoli ,perchè poi va considerata la potenza resa alla reale tensione di funzionamento).

Il regolatore che marca e modello è?

In impianti fortemente affetti da correnti armoniche ,si usano rifasatori con induttanze di blocco appositamente dimensionate per filtrare i disturbi.

Link to comment
Share on other sites

ANTONIO PLC

Grazie  eliop , è un Comar G3E QR4 .Per quanto riguarda i condensatori riguardante la V di lavoro  mi sa  tanto che hai ragione  , i vecchi condensatori sostituiti erano già a 415 volt ,questi  nuovi datomi dal rivenditori sono a 400 volt . La V sul quadro elettrico  misurata sulle fasi è a 415volt .Domanda: tenendo conto delle armoniche  ci sono dei condensatori specifici ,o vanno bene  gli stessi  con valori   di  V di lavoro più alta?

Link to comment
Share on other sites

ci sono condensatori più robusti sicuro, tra i vari dati che danno c'è anche quello del sovraccarico di tensione che sopportano...

 

cioè ne prendi con tensione nominale più alta e con sovraccarico sopportato 1,3 invece di 1,1  e dovresti risolvere (ipotizzo non sapendo che cosa hai messo finora).

 

ma li prendi in comar?

potresti mettere il modello preciso?

Link to comment
Share on other sites

ANTONIO PLC

i condensatori COMAR originali non li ho trovati  ed hanno queste caratteristiche V 415, 82 microfarad ,4,00 kvar  a 415 volt.

mi hanno dato in sostituzione  ITALFARAD  82 microfarad ,400 Vca , 4,16 kvar  a 400 volt

 

 

Link to comment
Share on other sites

Il quadro e i condensatori(originali) sono adatti ad impianti con basso contenuto di armoniche in rete,per di più poi li hai sostituiti con altri aventi tensione nominale più bassa....,cosa potevi aspettarti?

Esistono certamente condensatori più robusti sia come tensione che come corrente (3ut,3in),partono da tensioni nominali da 440 in poi,fino a quelli in carta bimetallizzata .

Quando si monta un rifasatore si deve vedere su che tipo di impianto andrà ad operare,non è che vai da un rivenditore chiedi ad  es.un 30 kVAr e il commesso ti da il primo che ha a disposizione.

Link to comment
Share on other sites

ANTONIO PLC

Eliop ,io sinceramente mi sono fidato del rivenditore quando 2 anni addietro ho acquistato per la prima volta condensatori  per rifasamento .Oggi mi stò rendento conto che il venditore è poco affidabile ,pensare che gli avevo spiegato quali carichi dovevano sopportare .Adesso capito il problema cerco di risorvelo grazie al vostro aiuto.Oggi infine controllando  con la pinza amperometrica altri 3 condensatori hanno cessato di vivere .Quindi acquisto  dei condensatori con una V di  lavoro maggiore  vediamo cosa accade.

Link to comment
Share on other sites

Ok ad usare condensatori con tensione nominale maggiore, ma ricordati nel prenderli che la potenza reattiva resa all'effettiva tensione di funzionamento si riduce :Qresa= Qc*(Ue/UN)2, potenza nominale, moltiplicato il rapporto tra tensione di funzionamento e tensione nominale ,elevato al quadrato, ad es. una batteria da 10 kVAr a 460volt ,si riduce a 7.56 alla tensione di 400volt.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
ANTONIO PLC

Buongiorno ,dopo un pochetto di giorni  avendo chiamato un ingegnere mi ha  detto che il mio rifasatore è piccolo per il mio impianto ,e dovrei sostituirlo con un rifasatore da 40Kvar.  Ho contattato un  negoziante della mia città ,mi ha  chiesto per un rifasatore di 40 kvar nuovo 750 € .Il negoziante mi ha consigliato anche un rifasatore usato da 57 kvar usato garantito ad un prezzo di € 250 .Domanda ? Vorrei sapere  mettendo un rifasatore più grande del dovuto potrei andare incontro a  problemi?

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

beh non, se è automatico con i gradini adeguati semplicemente lavorerà meno ogni cassetto... però i gradini devono essere adatti come taglia.

Link to comment
Share on other sites

ANTONIO PLC

Grazie reka ,il rifasatore che  è installato ha 3 gradini    6-12-12    da 30 kvar .Chiedo al negoziante come   sono composti i gradini  del rifasatore da 54 kvar così  vedo se è possibile inserirlo. 

Grazie ancora della risposta :thumb_yello::thumb_yello:

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...