Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
turbi

citofono Elvox non funziona più

Recommended Posts

turbi

Buonasera a tutti,  avevo già scritto tempo fa per delle foto cellule di un cancello e mi eravate stati di grande aiuto, per cui riprovo con una domanda sul citofono.

Il mio è un video citofono vecchiotto, la casa è del 2002.

Mi sono accorto che non funzionava, pensavo che si fossero ossidati i contatti sul pulsante quindi dopo aver scoperto che per aprirlo serve una chiave ovale particolare me la sono autocostruita con l'antenna di una vecchia radio e l'ho aperto. Ho spruzzato il wd40 sui contatti ma niente.  Con il tester ho verificato che il pulsante funziona ma internamente continua a non sentirsi lo squillo ne ad accendersi il video. Però nelle varie prove ho sentito che a bassissimo volume lo squillo si sente portando la cornetta all'orecchio. Non ho proprio idea di cosa possa essere.... qualcuno ha idea di cosa controllare? 

Grazie in anticipo per qualunque aiuto :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

turbi

Questa è la baracca, per intenderci 

20170615_231341.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Ciao turbi,

il tuo dovrebbe essere un videocitofono 5600/XX (o comunque di quella serie), l'alimentatore dovrebbe essere un 6580 (o il più recente 6680) ed il posto esterno audio / video un 559, correggimi se sbaglio.

Ora lo schema è questo:

http://download.vimar.com/irj/go/km/docs/z_catalogo/DOCUMENT/s65_580_000_R00.35631.pdf

Quindi prima di tutto prova a scollegare e ad unire i fili del pulsante di chiamata tra loro e verifica se funziona.

Altrimenti devi togliere il videocitofono dalla staffa posteriore ed in primis  misurare se ci sono come minimo 15VDC, (anche se dovrebbero essere 18VDC) tra i morsetti 5 (negativo) e 6 (positivo).

Dopo di che premendo il pulsante del campanello, misura se c'è tensione tra i morsetti 8 (Chiamata / suoneria) e/o i morsetti 3 e/o 5, dovresti misurare almeno 12VAC e probabilmente anche 15VAC.

 

Controlla anche le tensioni sul posto esterno e anche sull'alimentatore tra i morsetti +T e M, dovresti trovare ancora i 18VDC, e ancora tra 15 e 0 dove dovrebbero esserci circa 15VAC.

Intanto partiamo così e poi vediamo.

 

Quote

Però nelle varie prove ho sentito che a bassissimo volume lo squillo si sente portando la cornetta all'orecchio.

Non ho ben capito se senti poco lo squillo o intendi anche l'audio.

 

Quote

Ho spruzzato il wd40 sui contatti ma niente.

Lo dico a TUTTI quelli che leggono questa discussione e anche agli altri: Per cortesia :worthy: NON USATE quella "roba" per provare a disossidare e/o pulire contatti elettrici, so che secondo l'etichetta sulla bomboletta c'è scritto che "fa i Miracoli" , ma è troppo oleoso e molte volte fa peggio del niente o sporca il contatto elettrico / elettronico stesso lasciando residui sgradevoli, se volete va bene sulla catena della bicicletta o sulla serratura della porta che cigola quando si preme la maniglia.

Stesso discorso è per lo Svitol o altri prodotti universali simili.

Usate del vero disossidante per contatti elettrici.   I contatti elettrici stessi ringraziano :superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Innanzitutto grazie della risposta, scusa se non ti rispondo quotando il tuo messaggio pezzo per pezzo, ma non vedo il pulsante per rispondere direttamente a te: vicino al tuo messaggio c'è solo "condividi" o "segnala abuso".

Premetto che io faccio tutt'altro lavoro, ho solo qualche conoscenza di base di elettrotecnica ed elettronica (ma proprio base base).

Per quanto riguarda il pulsante esterno ho già verficato che chiude il circuito, ma il citofono non suona o meglio si sente a bassissimo volume provenire dalla cornetta lo squillo (ma NON l'audio esterno) e soprattutto non si accende il video.

Se la mia "supposta" è giusta, lo squillo del citofono si sente nella cornetta perchè viene utilizzato l'altoparlante della cornetta anche per lo squillo. Potrebbe essere che la tensione sia talmente bassa da non riuscire ad alimentare/accendere il video citofono ma solo l'altroparlante tra l'altro in maniera non sufficiente a far sì che si senta nella stanza?

Secondo te alzando la cornetta (anche senza suonare il campanello) dovrei comunque sentire l'audio che proviene dall'esterno (es. macchine che passano)? Mi ricordo che il citofono dove abitavo prima lo faceva, ma non ho presente questo attuale se funzionasse uguale.

Farò le prove che mi hai suggerito (cercherò anche di capire magari in rete come si smonti la baracca interna, sembra chiusa a pressione ma devo capire dove siano gli incastri) ma non le potrò fare subito. Vi terrò informati ma ci vorrà più di qualche giorno.

Quanto al WD40, effettivamente il mio collega ingegnere elettronico già mi aveva messo in guardia su questi prodotti che lasciano residui... ma ti assicuro che per come sono presi i contatti sul citofono esterno non si poteva peggiorare la situazione :lol:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Ah dimenticavo, la tensione tra i morsetti del pulsante esterno era circa 3V. Può essere?

Quanto all'alimentatore invece dalle immagini del documento che hai linkato direi che è un 6580

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
Quote

ma non vedo il pulsante per rispondere direttamente a te

Il tasto "quote" si trova nell'editor di testo, praticamente dove tu hai scritto la risposta, ed è quello con le virgolette (il secondo dopo i tasti per la formattazione del testo)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi
Quote

Il tasto "quote" si trova nell'editor di testo, praticamente dove tu hai scritto la risposta, ed è quello con le virgolette (il secondo dopo i tasti per la formattazione del testo)

 

Grazie :thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
Quote

Se la mia "supposta" è giusta, lo squillo del citofono si sente nella cornetta perchè viene utilizzato l'altoparlante della cornetta anche per lo squillo. Potrebbe essere che la tensione sia talmente bassa da non riuscire ad alimentare/accendere il video citofono ma solo l'altroparlante tra l'altro in maniera non sufficiente a far sì che si senta nella stanza?

Sì, la tua "supposta" è giusta, (altrimenti cambia farmacia o "spacciatore" :superlol:).

In effetti la tua supposizione è giusta, lo squillo salvo installazioni strane dovrebbe provenire dall'altoparlante della cornetta, per quanto riguarda la tensione fai i controlli che ti ho detto.

 

Quote

Secondo te alzando la cornetta (anche senza suonare il campanello) dovrei comunque sentire l'audio che proviene dall'esterno (es. macchine che passano)? Mi ricordo che il citofono dove abitavo prima lo faceva, ma non ho presente questo attuale se funzionasse uguale.

Sì dovresti sentire il rumore anche senza far suonare il campanello, meglio di tutto prova a soffiare sul microfono, dovresti sentire il ritorno sull'auricolare (o altoparlante).

 

Quote

Farò le prove che mi hai suggerito (cercherò anche di capire magari in rete come si smonti la baracca interna, sembra chiusa a pressione ma devo capire dove siano gli incastri) ma non le potrò fare subito.

Per smontare il videocitofono devi guardare sulla parte alta, quindi tra la base metallica ed il citofono stesso dovresti trovare una "linguetta" dove infilarci un cacciavite a taglio, una volta premuta tale linguetta, dai una spinta verso l'alto a tutto il videocitofono, (si sposterà 1 centimetro circa) e poi lo sganci tirandolo verso di te.

 

Il fatto è che mi viene in mente ora, se togli il videocitofono, non puoi misurare la tensione quando premi il pulsante del campanello in quanto non chiude il circuito, comunque provare non costa nulla, altrimenti dovresti tirarti fuori due fili dalla morsettiera collegati sugli stessi morsetti 8 e 3/5 e ancora 5/6 e poi reinserire il videocitofono.

 

Quote

Ah dimenticavo, la tensione tra i morsetti del pulsante esterno era circa 3V. Può essere?

Se la misuri sui morsetti del pulsante non troverai nessuna tensione, in quanto se misuri senza premerlo il circuito rimane aperto e se lo premi invece è come se mettessi il tester sullo stesso morsetto.

 

Quote

Quanto all'alimentatore invece dalle immagini del documento che hai linkato direi che è un 6580

Per sicurezza guarda bene, perché in quegli anni sono usciti più versioni di alimentatori con articoli e qualche caratteristica diversa l'uno dall'altro.

 

Quote

 Vi terrò informati ma ci vorrà più di qualche giorno.

Quando vuoi, io non ho intenzione di scappare, a meno che non vinca i 58.700.000 € di montepremi del Super Enalotto, altrimenti potrei anche regalarti l'impianto videocitofonico nuovo :P 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Scusami, sono da smartphone e intanto rispondo a questo.

"Se la misuri sui morsetti del pulsante non troverai nessuna tensione, in quanto se misuri senza premerlo il circuito rimane aperto e se lo premi invece è come se mettessi il tester sullo stesso morsetto."

Qui  le mie conoscenze base cominciano già a fare acqua. Io credevo che premendo il pulsante il circuito si chiudesse. Quindi a pulsante non premuto tra i due connettori misuravo 3v,  premendo il.pulsante il tester misurava 0.

Se non ci fosse differenza di potenziale a circuito aperto quando lo chiudi non dovrebbe succedere niente o no?

 

Per questo invece 

"Per smontare il videocitofono devi guardare sulla parte alta, quindi tra la base metallica ed il citofono stesso dovresti trovare una "linguetta" dove infilarci un cacciavite a taglio, una volta premuta tale linguetta, dai una spinta verso l'alto a tutto il videocitofono, (si sposterà 1 centimetro circa) e poi lo sganci tirandolo verso di te."

Grazie, avevo trovato le istruzioni in internet ma non sapevo che la linguetta servisse a metter a massa (??? Giusto?) l'impianto. In qualche modo farò, magari invece di tirare fuori due fili e rimontarlo ne collego solo uno al gancio inserito nel muro

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
Quote

Grazie, avevo trovato le istruzioni in internet ma non sapevo che la linguetta servisse a metter a massa (??? Giusto?) l'impianto. In qualche modo farò, magari invece di tirare fuori due fili e rimontarlo ne collego solo uno al gancio inserito nel muro

Dove l'hai letta questa cosa, chi te l'ha messa in testa? Assolutamente NO

Forse tu stai parlando del cavo coassiale a 75 ohm del video, non so, non capisco cosa vorresti mettere a massa visto che i citofoni (o videocitofoni) NON hanno massa e/o tanto meno non vanno messi a terra, l'unica massa di cui possiamo eventualmente parlare potrebbe essere (volgarmente parlando) appunto la calza del cavo coassiale che comunque è isolata dalla carcassa metallica della staffa a muro.

Poi che filo vuoi tirare fuori dal muro e collegarlo al gancio, quale gancio?

Ma hai letto il primo post dove ti ho indicato tutti i numeri dei morsetti a cui collegarti e fare le misure? 

Capisco che non sei pratico, ma non ti avventurare in cose fantasiose ed inutili per certe cose come questa.

Inoltre la linguetta è in plastica, quindi............

Posta una foto o il link  del manuale dove hai trovato sta cosa e magari anche della parte alta del videocitofono che poi vediamo di spiegarci meglio.

 

Quote

Qui  le mie conoscenze base cominciano già a fare acqua. Io credevo che premendo il pulsante il circuito si chiudesse. Quindi a pulsante non premuto tra i due connettori misuravo 3v,  premendo il.pulsante il tester misurava 0.

Se non ci fosse differenza di potenziale a circuito aperto quando lo chiudi non dovrebbe succedere niente o no?

Il circuito si chiude tra 0 e 15 oppure tra + e -, quindi ci deve essere un carico e se tu metti il tester sui morsetti del pulsante appunto è come se li mettessi sullo stesso filo e appunto non misurerai alcuna Differenza di Potenziale.

Prova a pensare al pulsante come ad un semplice pezzo di filo, anche se fosse in tensione e lo spellassi in due punti  per mettere i puntali del tester, cosa misureresti?   Ecco, il pulsante è la stessa cosa, non è altro che un filo interrotto meccanicamente che unendo le lamelle chiudono il contatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Me l'hai messa in testa tu questa cosa :-)

Mi hai detto che  sganciato il videocitofono dalla piastra non posso misurare la tensione quando suono il campanello, quindi ho pensato che il circuito venga interrotto in qualche modo perché l'aggancio (che pensavo in metallo) lo chiudesse. Magari quando tiro giù il citofono scopro che invece c'è un connettore che dalla piastra va al citofono. È così? Altrimenti non capisco cosa intendi e solo tirandolo giù capirò.

Quanto all'interruttore  ho proprio in mente un filo interrotto che viene unito  quando si preme il pulsante, ma se non c'è differenza di potenziale tra i due capi non mi viene in mente a cosa possa servire chiudere il circuito e che corrente possa passare se non c'è differenza di potenziale tra ibdue capi. Comunque ti assicuro che misurava 3v a pulsante non premuto e 0 pulsante premuto

 

 

Le istruziini su come sganciare il citofono invece le ho trovate qui e dicono li stesso che mi hai detto tu

http://www.raytelsecurity.co.uk/downloads/video ac.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Per l'interruttore io ho in mente questa immagine, che ti possono insegnare alle medie per intenderci :-)

I%20crcu5.jpg

 

Tra i due morsetti del l'interruttore deve esserci la tensione del generatore no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
Quote

Me l'hai messa in testa tu questa cosa :-)

Non era proprio nelle mie intenzioni, chiedo scusa, ma mi sembrava di essere stato abbastanza preciso.

 

Quote

Mi hai detto che  sganciato il videocitofono dalla piastra non posso misurare la tensione quando suono il campanello, quindi ho pensato che il circuito venga interrotto in qualche modo perché l'aggancio (che pensavo in metallo) lo chiudesse. Magari quando tiro giù il citofono scopro che invece c'è un connettore che dalla piastra va al citofono. È così? Altrimenti non capisco cosa intendi e solo tirandolo giù capirò.

Infatti non riesci a misurare le tensioni in uscita tra i morsetti 8 e 3/5, proprio perché non si chiude il circuito che è dentro il citofono, eventualmente solo l'alimentazione a 18VDC tra 5 e 6 perché arrivano direttamente dall'alimentatore.

Non ti ho scritto che l'aggancio o meglio la "linguetta" non è in metallo perché per me è scontato e pensavo fosse scontato anche per te che al momento in cui la vedevi capivi di cosa si trattava.

In effetti vedrai che è più facile a farsi che a dirsi, e troverai appunto la sola piastra in metallo con la morsettiera dove poi l'apparecchio va ad innestarsi.

 

Quote

Quanto all'interruttore  ho proprio in mente un filo interrotto che viene unito  quando si preme il pulsante, ma se non c'è differenza di potenziale tra i due capi non mi viene in mente a cosa possa servire chiudere il circuito e che corrente possa passare se non c'è differenza di potenziale tra ibdue capi. 

Schema perfetto, niente di più chiaro e semplice, quindi i puntali del tester li devi mettere sui capi della lampadina e NON sul pulsante (o interruttore che sia), è appunto la lampadina che avendo una certa resistenza crea una corrente dovuta alla tensione applicata, infatti se pensi alla legge di Ohm dove abbiamo la tensione (esempio a 230V), la lampadina che è il nostro utilizzatore e quindi la nostra resistenza (ad esempio 100 Ohm), di conseguenza secondo la formula I=V/R e quindi 230V/100 ohm avremo una corrente pari a 2,3 Ampere che attraversa il circuito.

Ma devi tenere conto che per misurare la tensione devi mettere i puntali del tester in parallelo alla lampadina,  (o ai capi dell'ingresso di alimentazione, ad esempio il contatore dell'ENEL), e quindi tra Fase e Neutro (o appunto come già detto nel tuo caso tra 0 e 15 oppure tra + e -), mentre per misurare la corrente gli stessi puntali invece vanno in serie al circuito, anche appunto sui morsetti del pulsante che premerai naturalmente per avere un circuito chiuso, e di conseguenza devi impostare il tester in Ampere.

Comunque scordati in questo caso di misurare la corrente, non credo ci riusciresti perché credo sia troppo bassa che nemmeno con un milliamperometro riusciresti a vedere un valore reale ed inoltre c'è di mezzo un circuito elettronico.

Il mio era solo un esempio per cercare di spiegarti le misure da fare e che spero di essermi spiegato.

 

Quote

Comunque ti assicuro che misurava 3v a pulsante non premuto e 0 pulsante premuto

Ti credo, ma sicuramente quella non è una tensione reale, ma è semplicemente induzione che si crea all'intero del circuito con i fili tutti avvolti nella stessa guaina, tanto per farti un esempio, prova a posizionare anche un solo puntale in un morsetto di una giunzione in una scatola di derivazione qualsiasi dove ci siano alcuni carichi collegati, ad esempio frigo, forno, lampadine, vedrai che probabilmente lo strumento ti indica un certo valore che ai fini pratici non ha alcun significato reale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Scrivo l'ultima cosa perché poi siamo offtopic, eventualmente studierò di più l'argomento. Sulla lampadina misurerò una tensione quando c"è passaggio di corrente e la calcoleró con  m legge di ohm.  Ma se il circuito è aperto non ci sarà tensione. Ma l'interruttore invece è connesso da un morsetto al polo positivo del generatore e dall'altro al polo negativo  (che poi ci sia il carico di mezzo è ininfluente da quel che ricordo). Quindi mi aspetto una differenza di potenziale. Ad ogni modo non voglio mettere in dubbio la.parola di chi ne sa più di me e appena torno a casa faccio le prove che mi hai suggerito

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
Quote

Tra i due morsetti del l'interruttore deve esserci la tensione del generatore no?

Ad interruttore aperto e con il carico integro, misurando con un tester ai capi dell'interruttore ti ritroverai la tensione del generatore.

Questo è il sistema per valutare, in un colpo solo, l'integrità del circuito. Se poi il carico è interrotto (lampadina bruciata) o il circuito non è integro (filo spezzato) non misurerai nulla!

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Ok probabilmente c'è stata un misunderstanding  con Roby73, si vede che non mi sono spiegato bene :thumb_yello:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
Quote

Tra i due morsetti del l'interruttore deve esserci la tensione del generatore no?

NO, la tensione (o Differenza di Potenziale, chiamala come vuoi), come già detto la devi misurare tra i 2 capi del generatore, ad esempio il contatore dell'ENEL o una scatola di derivazione o una batteria o un trasformatore e chi più ne ha più ne metta, e quindi tra Fase e Neutro o appunto come già detto nel tuo caso tra 0 e 15 oppure tra + e - (morsetti 6 e 5).

Se tu metti i puntali del tester tra i 2 morsetti del pulsante, misurerai sempre tra fase e fase o neutro e neutro e quindi sempre e solo sullo stesso filo, quindi mi spieghi quale Differenza di Potenziale potrai trovare?

 

Quote

Ok probabilmente c'è stata un misunderstanding  con Roby73, si vede che non mi sono spiegato bene :thumb_yello:

Certo che ti sei spiegato bene, come so di non essere bravo a spiegare la teoria elettrotecnica, ma non saprei come altro dirtelo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi
Quote

Se tu metti i puntali del tester tra i 2 morsetti del pulsante, misurerai sempre tra fase e fase o neutro e neutro e quindi sempre e solo sullo stesso filo, quindi mi spieghi quale Differenza di Potenziale potrai trovare?

Roby 73, pensaci bene, ne sei sicuro? :whistling:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
Quote

Roby 73, pensaci bene, ne sei sicuro? :whistling:

 

Beh in effetti non l'ho scritto e me ne dolgo, ma nella mia testa (dura  :wallbash: :P) intendevo in assenza di carico come ad esempio lampadina bruciata o nel caso di @turbi in mancanza della suoneria o del videocitofono intero.

Grazie Maurizio

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Ottimo, adesso ho capito è posso passare prossimamente alla fase 2, cioè misurare la tensione sul video citofono interno. Come farò è tutto da scoprire, vedrò quando ce l'ho in mano :superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Ho sganciato il videocitofono, adesso ho visto come è connesso e ho capito cosa intendevi per non si può misurare la tensione a citofono sganciato. C'è il connettore integrato nella piastra mentre io pensavo che dal muro uscissero solo i fili. 

Come prima cosa prendo un disossidante per contatti elettrici serio e ripeto l'operazione su quello esterno (devo procurarmi una chiave ovale decente però,  qualche suggerimento su dove possa trovarla?) e se non funziona ancora vado di misurazioni di tensione

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

L'ho aperto e reinserito nella piastra. Così si riesce a mettere i puntali del tester sul connettore. Purtroppo tra i morsetti 8 e 3/5 segna 0,39 v durante la chiamata. Dite che è un problema di alimentatore?

La tensione tra 6 e 5 invece è corretta 18v

Share this post


Link to post
Share on other sites
turbi

Sul citofono esterno invece  +T e M trovo 15, mentre sull'alimentatore tra 15 e 0 stranamente non trovo 15V ma 22..... 

Forse il filo ch che dovrebbe portare la tensione al.monitor in casa va a massa da qualche parte.... :-(

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
Quote

Purtroppo tra i morsetti 8 e 3/5 segna 0,39 v durante la chiamata.

Sul citofono esterno invece  +T e M trovo 15, mentre sull'alimentatore tra 15 e 0 stranamente non trovo 15V ma 22..... 

Con quale scala del tester hai misurato?  Il tester era impostato in AC o in DC?

 

Quote

Dite che è un problema di alimentatore?

Prova a fare le misure sulle uscite dell'alimentatore -/+ (18VDC) ,  -/+T (18VDC),  0/15VAC a vuoto e cioè senza alcun filo collegato sui morsetti, potrebbe esserci qualcosa in cortocircuito che ti da valori sballati, poi vediamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...