emanuele.porzi

inverter e rele

24 messaggi in questa discussione

emanuele.porzi   
emanuele.porzi

Ciao a tutti..

sono di nuovo qui , precedentemente in altra sezione del forum ho risolto un problemone riguardo al motore ora passo all'inverter.

Questa è la situazione : ho un tornio con motore auto frenante già impostato a triangolo alimentato da un inverter SAVCH S1100 , una cinesata, comunque il punto è questo, ho diviso l'alimentazione del motore dall'alimentazione delle elettrocalamite del freno questo perché il freno deve essere alimentato dal 220v con il condensatore per fare la terza fase, mentre il motore direttamente dall'inverter. Ho fatto dei collegamenti di test e funziona tutto egregiamente in pratica do corrente al freno e si apre , poi con l'inverter piloto il motore.

Ora devo "automatizzare" il tutto e volevo per prima cosa individuare nell'inventer un rele che appena premuto run mi desse l'alimentazione al freno, inoltre un'altra porta collegata al sistema di sicurezze che quando si apre con il fungo oppure con un'altro microswitch interrompa l'alimentazione al motore e anche quella del freno cosi la rotazione si blocca immediatamente.

Sto studiando il manuale ma onestamente non ci sto cavando un ragno dal buco.

Provo ad allegare lo schema magari qualcuno mi può aiutare......

 

 

 

schema.png

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
84paolo   
84paolo

Ciao. Devi utilizzare l'uscita a relè RA-RC. Ma poi devi anche impostare il parametro per comandare l'uscita nel modo che ti serve.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

ok perfetto, ma come la utilizzo ??? nel senso ci faccio passare direttamente la fase del 220v ??? oppure magari utilizzo un rele che so 12V a contatto pulito per il circuito del freno ????

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini

Se hai un pulsante di marcia, con il quale comandi il run dell'inverter, conviene usare quello. Metti un pulsante con doppio contatto, con uno comandi il run e con l'altro alimenti un relè che andrà a sbloccare il freno, in serie alla bobina del relè metti un contatto NC del fungo di emergenza.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
84paolo   
84paolo

Io di solito metto un relè o un tele comandato dal contatto a relè dell'inverter. Poi devi programmare il contatto in modo che si chiuda prima che l'inverter faccia la rampa di salita e si aprá quando l'inverter sará fermo

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

x Livio : non volevo utilizzare altri pulsanti ma il pannello dell'inverter dato che è estraibile lo volevo portare a "bordo" macchina così da avere oltre il run e lo stop tutte le informazioni del caso tipo ampere frequenza ecc ecc.

In pratica come dice 84Paolo l'uscita rele la utilizzo magari non in diretta, per il freno programmandola di chiudersi quando premo run e di aprirsi quando premo stop, e poi pensavo uno degli ingressi imput programmabili, da utilizzare in serie alle sicurezze quando si apre mandare in stop l'inverter e quindi ovviamente azionare il freno.

Come vi sembra la cosa ?????

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

 

allego le 2 pagine del manuale dove ci sono le opzioni di programmazione dei due canali, mi date a mano a vedere se sono programmabili come vorrei ??

 

1.jpg

2.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini

Il problema è la sicurezza che prima apra il freno e solo dopo il motore inizi a girare, se il tuo inverter permette di fare questo va tutto bene.

Devi comunque tagliare l'alimentazione del contattore che comanda lo sblocco freno con il pulsante di emergenza o direttamente, o trmite un contatto di relè comandandato dal pulsante di emergenza.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

ma alla fine mi faccio 1000 pensieri.......

mantenendo l'impianto che ho ora con tutte le sicurezze del caso è sufficiente prendere 2 fasi del 220v trifase che va al motore, e le porto a un rele con bobina da 220v e tre contatti puliti, nei quali ci faccio passare l'alimentazione del freno e qui finisco. Quando è tutto a posto premo marcia e si avvia il motore liberando il freno, se il tutto va in arresto quando manca corrente al motore apre il rele dell'alimentazione del freno e il motore frena.

troppo semplice ????

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
84paolo   
84paolo

Funziona se l'inverter lo usi a 50 hz. Se lo usi a velocitá più bassa, la tensione sul motore sará più bassa e non è detto che si ecciti il relè.

Poi in caso devi fare una rampa di decelerazione, nel tuo caso si aggancerebbe il freno immediatamente

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini

le bobine dei relè hanno dei limiti di frequenza, solitamente vengono caratterizzate per lavorare da 50 a 60Hz, ma a 60Hz a tensione deve essere maggiore del 20%.

Scendendo di frequenza anche se forse la tensione potrebbe essere corretta, ma a frequenza molto bassa il relè non riuscirebbe ad avere una commutazione sicura e stabile.

 

la cosa migliore è la tua idea originale: usa l'uscita dell'inverter avendo cura di avere un ritardo sul run, poi in serie a questa uscita metti un contatto NC del pulsante di emergenza.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

sempre puntuale.......

 

bene ho individuato le 2 porte dell'inverter che mi servono l'uscita rele RA e RC che ho programmato ora si commuta quando l'inverter è su run o su stop ed è l'uscita perfetta per il freno chiude quando è stop apre quando è run, tra l'altro il run ha una rampa di 6 secondi quindi il freno ha tutto il tempo di sbloccarsi.

Ho individuato la porta chiamata nello schema FWD che serve appunto a dare il run o lo stop da pulsante esterno e da qui potrei comandare l'arresto di emergenza che mandando a stop l'inverter azionerebbe il freno

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini
Quote

da qui potrei comandare l'arresto di emergenza che mandando a stop l'inverter azionerebbe il freno

Assolutamente no!

 

Se l'inverter non è certificato come dispositivo di sicurezza e, visto il costo, non credo che lo sia, non può essere usato per arresti in casi di emergenza.

 

Il comando di emergenza minimo è di tipo "0", ovvero il pulsante di emrgenza premuto apre il circuito elettrico e la macchina si arresta per inerzia.

 

Nel tuo caso, per fare il lavoro più semplice possibile, dovresti avere un contattore bipolare che taglia l'alimentazione all'inverter; la bobina del contattore può essere alimentata a 230V e l'alimentazione tagliata da un relè, con 2 scambi NO, che è comandato dal contatto NC del fungo di emergenza. Il secondo scambio del relè taglia l'alimentazione  del freno.

 

Quando premi emergenza cade il contattore di potenza e cade anche l'alimentazione del freno.

Il motore si fermerebbe per inerzia ma l'intervento del freno meccanico lo blocca quasi istantaneamente.

 

In questo modo realizzi un arresto di tipo "1"

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

ok capito perfettamente però avevo omesso che integro l'inverter con il sistema di sicurezza attuale già presente che funzionava quando la macchina andava a 380 sistema rimesso a nuovo e certificato nel 2009 ( la macchina era di un istituto professionale quindi lavoro fatto ad arte).

Per farla breve tutto il sistema di sicurezza funziona a 24vac, quando entra l'emergenza ci sono 3 teleruttore che tagliano le tre fasi che vanno al motore.

Ora dato che ho diviso l'alimentazione del motore a quella del freno volevo aggiungere un altro teleruttore a 3 fasi per il freno con la bobina a 24vac alimentata dal circuito di sicurezza che quando manca l'alimentazione apre il contatto e taglia anche la corrente al freno (ovviamente corrente presa dalla rete e non dall'inverter); collegherei anche il rele dell'inventer a 24 vac per avere anche dall'inverter l'apertura del contatto quando sgancia (è troppo ridondante la cosa ??)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini

No, ti basta tagliare l'alimentazione del relè che sblocca il freno. Potresti usre, se ce l'hanno, uno dei contatti ausiliari del contattore che taglia l'alimentazione al motore.

 

Quote

quando entra l'emergenza ci sono 3 teleruttore che tagliano le tre fasi che vanno al motore.

 

Però, forse chi ha fatto l'impianto non sa che esistono i contattori trifasi.:)

 

Non va ad inficiare la sicurezza dell'emergenza, però è buona pratica mandare anche l'inverter in stop, quando si da l'emergenza.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

scusami sono tre teleruttore ognuno trifase che solo uno taglia l'alimentazione gli altri due credo servano per l'inversione di marcia.......

comunque ora che siamo arrivati al punto questo è lo schema della parte a 24ac delle sicurezze, secondo te dove è meglio che lo inserisco il contattore che taglia l'alimentazione al freno ?????? io pensavo di metterlo in serie fra Y1 e Y2 che ne dici???

IMG_20170810_085340115.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini

Scusa ma io non vedo questi Y1 - Y2.

L'inversione di marcia è mglio che la fai fare all'inverter, è fatto apposta per eseguirla senza problemi e contatti che ciabattano.;)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

y1 e y2 dove c'è pulsante di marcia e leva finecorsa ma forse è meglio metterlo in serie o su a1 o su a2 dove c'è già pulsante di emergenza e finecorsa schermo torretta.

Quindi dici che elimino k2 e k3 e lascio k1 per interrompere l'alimentazione del motore, il senso di marcia lo gestisco dall'inverter, si credo anche io sia meglio

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini

K1 non ha un contatto ausiliario NO?

Se non ce l'ha potresti anche aggiungerlo, perchè quasi tutti i contattori ammettono la possibilità di aggiungere contatti ausiliari.

Il contatto ausiliario o metti in serie al contatto di usicta dell'inverter che sblocca il freno.

Se non ci fosse il contatto ausiliario e ti fosse difficoltoso aggiungerlo metti un piccolo relè con bobina in parallelo a quella di K1 ed il suo contatto NO lo metti in serie al comando dello sblocco del freno.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

scusami approfitto della tua gentilezza, nella foto ci sono i 2 contattori alimentati con i cavi rossi messi dietro , poi ci sono le fasi marroni, ma non riesco a capire cosa sono i cosi in avanti con i due cavi rossi chiamati k1 k2 k3IMG_20170810_205851262.thumb.jpg.80e14f414e2bff0618f15243d719606d.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
spalviero   
spalviero

Salve, quelli sui contattori dove ci sono le etichette k1 k2 k3 sono semplicemente contatti ausilari nc

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

ahhh ok grazie 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
emanuele.porzi   
emanuele.porzi

grazie al forum ci sono riuscito !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! tornio funzionante !!! ancora "al modello base" ovvero quando premo marcia sgancia freno e si avvia con una rampa di 6 secondi se premo stop oppure entra in gioco una sicurezza si ferma in un attimo dato il motore si frena , ovviamente ad ogni start stop corrisponde lo start ed stop dell'inverter.

ora il modello avanzato prevede l'eliminazione del senso di marcia tramite teleruttori sostituito dal comando dell'inverter, ma comunque già così com'è funziona una meraviglia !!!!!!!

 

grazie ancora specialmente a Livio !!!!

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini   
Livio Orsini

Sono felice per te.

E' sempre bello vedere che dopo qualche ora di lavoro le cose funzionano come si desiderava.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso