Vai al contenuto

hocbus

neon vs led cosa conviene fare ??

Recommended Posts

hocbus

Salve a tutti

Scusate se vi rompo ma ho bisogno nuovamente del vostro aiuto :worthy:

Ho deciso dopo 35 anni di servizio di cambiare la cucina della taverna che cadeva in pezzi... dopo vari preventivi mi sono rivolto a Ikea visto che era l'unica con un prezzo abbordabile per le mie tasche. Detto questo non ho comperato nessun accessorio che non fosse strettamente necessario per cui non ho comperato le luci sottopensile in vendita presso il negozio.

Mi son detto me le procuro io ... ora vorrei fare una riflessione con voi per capire ...

pensavo di mettere delle luci sottopensile (e anche sopra visto che sono nascoste da una cornice), a led, mentre nella cucina principale sopra il pensile ho dei tubi a neon (se non sbaglio sono due da 58W e uno da 24W) ora chiedo a voi per avere la stessa intensità luminosa se non superiore i led convengono in termini di risparmio ??

Da tenere conto che i neon che sono montati nella cucina principale sono ancora gli stessi dopo 17 anni, uno inizia a sfarfallare ora, ma altrimenti devono ancora essere cambiati secondo voi questo famigerato led ha effettivamente un reale risparmio? che poi mi chiedo se si brucia un led devo buttare tutto immagino, mentre il neon con 7€ lo sostituisco per cui mi chiedo vale la pena ?

 

Grazie delle vostre risposte

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Ivan Botta

Per quel che mi riguarda, in casa avevo tutte lampade al neon, che nel momento in cui le sostituivo, mettevo tutte quelle led.

Un risparmio economico, se pur non esagerato, l'ho avuto.

L'unico consiglio che posso darti, è di prendere lampade di buona qualità, per intenderci lascia perdere le cinesate da pochi euro, se non vuoi poi sostituirle dopo poco tempo.

Personalmente ho optato per lampade V Tach, e ad ora nessun problema.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Elettroplc

Il led ha piu' ote di vita ma..meno flusso luminoso del tubo. Al massimo il mugliore led ha una resa di 140lm x 1 watt con uno spettro colore ristretto del 30% al cospetto del tubo gas. La temperatura colore piu' fredda aiuta il rendimento su superfici chiare.e ancora un mito da sfatate salvo la durata e la loro accensione immediata.non teme le temperature rigide il led..peccato ul fascio luminoso con angolo ristretto.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Chiara Dansi Maria Torre

io ho cambiato tutto in casa, sono passata al led e effettivamente qualcosa si risparmia

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington

Prima di guardare i trenta cents su base annua risparmiati bisogna mettere in bilancio il costo delle lampade e la reale durata, non le 10000000000 ore stampate sulla confezione visto che il driver rende l'anima molto prima.

 

Meglio tenere i neon, poi se volete correre dietro alle lucciole del marketing auguri

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Elettroplc

Situazione reale: 

Un led - il migliore sul mercato in claase A*+++ tecnologia COB - produce 140/150lm per watt elettrico assorbito dalla rete, mentre una lampada a fluorescenza nella medesima classe di marca nota detiene ancora un rapporto di 85/100 lm per watt; parolo dei migliori prodotti sul mercato ma il range  è molto ampio.

Il problema riesede nel costo ben maggiore del led a parità di potenza fatto salvo l'ingombro minore - favorito dalla sua durata ben maggiore fino a 60.000 ore (al 60%) ripsetto alle 20.000 ore massimo di una ottima fluorescenza, solo le migliori di costruttori noti.

Il Led ha uno spettro colore più stretto ripetto a molte fluorescenza, anche se oggi sono stati fatti passi in avanti.

La lampada a fluorescenza emette anche un flusso a 360° che si può deviare con le parabole rifletterniti, mentre il led ha qualche limite costruttivo maggiore.

Si tratta di scegliere la cosa giusta in base alle esigenza, la tendenza rimane marcata sul led, anche se il costo è maggiore si ripaga solo col tempo - da preferire in casi in cui vi è una sequenza on/off repentina di accensione.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington
1 ora fa, Elettroplc scrisse:

favorito dalla sua durata ben maggiore fino a 60.000 ore

 

Se valesse per l'intera lampada. Peccato che valga solo per il chip led, mentre invece nel 99% dei casi cede il driver fatto con i piedi; nel restante 1%, friggono i chip a causa della dissipazione curata con le unghie.

 

1 ora fa, Elettroplc scrisse:

anche se il costo è maggiore si ripaga solo col tempo

 

Nella fantasia. Quando vedrò una lampada a led "vivere" per almeno dieci anni mi ricrederò; prendendo solo l'esperienza personale, l'ultima mi è durata due mesi ed era una Osram, mica lin xiao ping.

 

1 ora fa, Elettroplc scrisse:

da preferire in casi in cui vi è una sequenza on/off repentina di accensione.

 

Questa è l'unica cosa su cui sono d'accordo, il reale svantaggio delle lampade fluorescenti è che con i cicli di accensione e spegnimento le ammazzi rapidamente, per il resto economicamente sono ancora più convenienti delle lampadacce a led commerciali raffazzonate in fretta e furia per cavalcare la moda dell'everywhere led.

 

Quando (se) le costruiranno con criterio e manterranno le promesse di durata, se ne potrà riparlare; per ora si tratta di sganciare soldi ottenendo in cambio fuffa, ed illudersi che col potere del marketing lo sputo di cents risparmiati ripaghi le decine di euro sganciate.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
59 minuti fa, Darlington scrisse:

ed era una Osram, mica lin xiao ping.

 

Probabilmente era una li xiao ping rimarcata Osram, come la maggior aprte di questi prodotti😀

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
eliop
4 ore fa, Livio Orsini scrisse:

Probabilmente era una li xiao ping rimarcata Osram, come la maggior aprte di questi prodotti😀

Al 99.99% .........!

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Gionatan Toldo
il 16/11/2017 at 18:14 , hocbus scrisse:

pensavo di mettere delle luci sottopensile (e anche sopra visto che sono nascoste da una cornice), a led, mentre nella cucina principale sopra il pensile ho dei tubi a neon (se non sbaglio sono due da 58W e uno da 24W) ora chiedo a voi per avere la stessa intensità luminosa se non superiore i led convengono in termini di risparmio ??

Siamo nel 2018... non ci dovrebbe essere nessun dubbio sul fatto del risparmio energetico tra LED e lampade fluorescenti.

 

Ovvio che all'Ikea si trovano LED poco luminosi e di 3 o 4 generazioni passate... ma se il punto è.. spendere il meno possibile su un sistema di illuminazione... si può optare per lampade a filamento al carbone aspettandosi però sorprese nella bolletta!

 

Il consumo dei Neon fluorescenti non è mai il dato dichiarato sul tubo, ma è maggiore di almeno il 15% o 30% in base al reattore: se il reattore è elettronico (migliore ipotesi) si ha un efficienza del 85%, ma se è ferromagnetico (peggiore ipotesi) è del 70-75%... quindi in realtà se un tubo a scarica dichiara 58W, esso sotto reattore ferromagnetico consuma realmente circa 70 watt... senza contare la perdita luminosa di oltre il 50% dopo 2000 ore di lavoro!

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Microchip1967

A parte il fatto che il ferromagnetico non è piu' consentito da qualche anno, esistevano anche quelli a bassissime perdite, per cui il consumo REALE di un 58W era di circa 64W.

Adesso sono solo elettronici con un rendimento migliore

Poi, per favore, non scriviamo castronerie: la durata di un tubo fluorescente serio è di almeno 8000 ore , con un rendimento del 93%

Inoltre nel caso di tubo fluorescente con 4-5 euro cambi la fonte luminosa, con il led cambi tutto

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Darlington
il 16/5/2018 at 16:53 , Livio Orsini scrisse:

Probabilmente era una li xiao ping rimarcata Osram, come la maggior aprte di questi prodotti😀

 

Che è quel che sostengo parlando con tutti i fautori della moda dell'everywhere led e "il marketing sa cosa è giusto per te": il mercato è pieno di immondizia lanciata per cavalcare l'onda, anche (e soprattutto) da parte dei produttori blasonati, rendendo indistinguibile la fuffa dalla roba buona (sempre che ci sia), quindi se voi siete contenti di buttare nel WC decine (a volte centinaia) di euro per poi calarvi di una bella dose di marketing e pensare che ci avete guadagnato, perché avrete un risparmio di moltissssssssssimi cents in quell'anno o due (se va bene...) in cui la lampada funzionerà, auguri.

 

il 16/5/2018 at 21:39 , Gionatan Toldo scrisse:

Siamo nel 2018... non ci dovrebbe essere nessun dubbio sul fatto del risparmio energetico tra LED e lampade fluorescenti.

 

Un classico, valutare una situazione prendendo un solo parametro (che è quello meno rilevante).

 

Stesso concetto dei dumb-drivers che buttano alle ortiche la vecchia auto, magari ancora funzionante o con guasti di scarsissima importanza, per comprare un bidone nuovo a metano quando la loro percorrenza è di 5000 km/anno.

 

Tutto questo perché... "heh! ho fatto il pieno con soli 12€! ho risparmiato!!! hmmmmm..... maaarketinnngg".

 

Facendo due conti della serva, tra costo della nuova auto (e rate da pagare da qui al 2099) e costo del cambio bombole periodico, che è a scadenza fissa e non kilometrica, più costo dei tagliandi obbligatori e la rava e la fava... alla fine non hanno risparmiato una cippa, anzi spendono cinque volte più di prima, ma essendo che sono scemi guardano solo il prezzo alla pompa e le decine di euro risparmiate, che non andranno mai a compensare le migliaia di euro spese.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Gionatan Toldo

I lumen/watt tra LED e tubi fluorescenti dicono altro.

 

Da tecnico credo più ai datasheet e test di laboratorio invece di opinioni personali senza fondamento.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
il 21/5/2018 at 11:50 , Microchip1967 scrisse:

Poi, per favore, non scriviamo castronerie: la durata di un tubo fluorescente serio è di almeno 8000 ore , con un rendimento del 93%

Inoltre nel caso di tubo fluorescente con 4-5 euro cambi la fonte luminosa, con il led cambi tutto

 

Dipende dal numero di accensioni-spegnimenti. Se sono molto frequenti la vita del tubo cala drasticamente. Il loro impiego ottimale è accendere la lampada e lasciarla accesa per ore.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ivano65

io ho avuto esperienze negative con faretti gu10  a led. messe nel controsoffitto  ( quindi la parte elettronica ben arieggiata)  gia' 3 sono esplose .

in un caso era in corto netto. la causa? i  condensatori esplosi . NB  : qualcuna era una cinesata da pochi euro   altre erano di marca ( o presunte tali)

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Carlo Albinoni
il 16/5/2018 at 16:53 , Livio Orsini scrisse:

 

Probabilmente era una li xiao ping rimarcata Osram, come la maggior aprte di questi prodotti😀

 

Esiste un fabbricante che firma il prodotto e se ne assume la responsabilità in toto.

 

Che poi acquisti i prodotti in Cina o in Uzbekistan non cambia la situazione.

 

Per altro, esistono prodotti cinesi ottimi.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Microchip1967
il 27/5/2018 at 03:37 , Gionatan Toldo scrisse:

I lumen/watt tra LED e tubi fluorescenti dicono altro.

 

Da tecnico credo più ai datasheet e test di laboratorio invece di opinioni personali senza fondamento

 

Poi mi spiegherai dove sono le "opinioni personali senza fondamento", visto che quanto riportato sulla durata, consumi e rendimenti dei tubi fluorescenti sono dati ampiamente documentati sia su carta che da rilievi in campo negli stabilimenti industriali/case di cura che seguo

Evidentemente non hai mai fatto prove reali sul campo o non hai mai avuto danni economici da apparati dichiarati "a lunga durata" che dopo meno di 4000 ore si spengono, costringendoti a cambiare tutto il corpo illuminante in garanzia al cliente.......

 

Da tecnico ed installatore con quanche anno di esperienza e che  deve poi confrontarsi con i clienti preferisco fare prove pratiche e non fidarmi assolutamente dei datasheet delle case costruttrici (quando fai le prove con il luxmetro o in apposita camera di analisi vedi che quello che scrivono difficilmente si avvicina alla realtà)

Non ultimo il problema della tonalità colore del led (devi stare attento al lotto di produzione)

Altra cosa il fatto che l'emissione del tubo fluorescente è omnidirezionale, al contrario del led.

Se lo vuoi usare sei costretto a prendere il suo corpo illuminante dedicato (l'uso del retrofit invalida la certificazione del costruttore e le relative curve di emissione)

Comunque concordo con Ivano che spesso il problema principale è dato proprio dai driver.

Ci sono usi in cui il led è perfetto (ad esempio illuminazione di sicurezza in ambienti freddi, necessità di limitare la produzione di calore, accensione al massimo rendimento in brevissimo tempo) ma ci sono usi in cui il classico "tubo fluorescente" funziona ancora alla perfezione ed ha un ottimo rapporto qualità/prezzo

 

 

il 27/5/2018 at 08:20 , Livio Orsini scrisse:

Dipende dal numero di accensioni-spegnimenti. Se sono molto frequenti la vita del tubo cala drasticamente. Il loro impiego ottimale è accendere la lampada e lasciarla accesa per ore. 

 

Livio, cio che metti in evidenza è corretto. Infatti il loro uso è ottimale per quei posti dove rimangono accese per parecchie ore

Ad esempio già usando degli starter DEOS allunghi la vita dei tubi.

E comunque le uniche lampade led che ho visto rispettare (ad oggi) la durata dichiarata sono dei lampioni stradali della disano da 150w, dal modico costo di 1000 euro cadauno...

In questo caso la difficoltà di manutenzione (e le relative tempistiche) in questo caso giustificano il costo di tali apparecchi

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Chiara Dansi Maria Torre

Non so cosa tu abbia fatto ma tra LED e neon, per una taverna, sceglierei sicuramente il LED

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
hnjmkl

Per chi ha una discreta manualità e conoscenze elettriche, utilizzando i moderni COB pilotati dagli opportuni driver, non è difficile realizzarsi in proprio l'illuminazione a LED del proprio alloggio, ovviamente componentistica di qualità.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Maurizio Colombi

Mi dispiace, ma il regolamento di PLCForum, vieta espressamente di accodarsi alle discussioni. Specialmente a quelle ferme da parecchio tempo!

Grazie comunque per il tuo contributo.

 

DISCUSSIONE CHIUSA

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Visitatore
Questa discussione è chiusa.

×