Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
JacksonT

Illuminazione cucina

Recommended Posts

JacksonT

Ciao a tutti,

 

Abbiamo acquistato una casa ancora in costruzione e tra qualche settimana inizieremo a tracciare gli impianti.

A livello di illuminazione abbiamo una vaga idea di dove posizionare i punti luce e gli interruttori ma ci servirebbe un consiglio su quali fonti di illuminazione prevedere.

Per esempio, la cucina sarà divisa su due lati (v.foto) lunghi 2.75 metri e distanti 2.90 metri. L'altezza dei pensili/colonne arriverà a 2.20 metri.

Ci hanno consigliato delle strisce a led da posizionare sia sopra le colonne che sotto i pensili, così da illuminare sia la stanza che i piani di lavoro/cottura.

 

Secondo voi è una soluzione attuabile? Quali strisce dovremmo valutare per illuminare a sufficienza l'ambiente?

Grazie!

Lato dx.jpg

Lato sx.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

1980 STEFANO

L'illuminazione dei piani di lavoro è molto utile, strisce a led oppure lampade tubolari.

La luce sopra il pensile però dà un illuminazione più soffusa,puoi prevederla ma il meglio è sempre il punto luce a soffitto centrale in cucina x me non si può farne a meno.

Se hai un contro soffitto puoi mettere dei faretti.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurizio Colombi

Solitamente uso reglette a LED già precablate e pronte all'uso, hanno ingombro ridottissimo e fanno molta luce.

Sono in pezzature di varie misure in base alla potenza e possono essere collegate l'una all'altra.

Con le strisce LED ho preso parecchie "scottature".

Share this post


Link to post
Share on other sites
del_user_158461

ciao, concordo con Maurizio.

se ti rechi in un negozio dedicato per l'illuminazione od in negozi di grande distribuzione, e cerchi dei corpi illuminanti per l'illuminazione sottopensile troverai sicuramente delle soluzioni valide ed esteticamente gradevoli. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Deterrente

...ti rispondo non da professionista del settore illuminazione ma da utente finale, più o meno la mia composizione assomiglia alla tua,i muri della cucina soni bianchi la cucina è tipo anticata noce scura,con soffitto spiovente non i classici due metri e settanta dritti ma su un lato il soffitto arriva attorno ai sei metri.come ti diceva Maurizio Colombi sopra i pensili ho usato reglette a led prevedendo appena sopra i pensili Delle prese comandate dagli interruttori all'ingressi della cucina, ho previsto delle prese comandate a filo pensile così da rendere più facile anche una futura sostituzione,sono già cablate si possono aggiungere una all'altra sono piccole e fanno tanta luce inserisci la spina nella presa le poui appoggiare o fissare con le clip in dotazione e il più è fatto,anche se naturalmente diffondo luce più soffusa va a gusti,io per dire non amo punto i punti luce tipo faretti o tipo plafoniera lampadari e simili apparte i bagni per ovvi motivi.pero' non rinuncerei mai e dopo mai alle luci sotto i pensili a led, sono naturalmente comandate, con la possibilità di spegnerle e accenderle vicino alla zona del piano cucina così da accenderle magari tutte assieme all'ingresso cucina.oppure puoi usarle da sole sotto il pensile,oppure usare solamente quelle sopra il pensile. come diceva Agos trovi tutto nella grande distribuzione io ho acquistato cosi..perdonate il poema...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
JacksonT

Ciao a tutti e grazie per le risposte.

Per capire meglio, che problemi avete avuto con le strisce a led?

Come posso capire la potenza necessaria per illuminare la stanza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chiara Dansi Maria Torre

Nella mia esperienza, le strisce a LED tendono a fallire spesso, dato che i loro standard di produzione non sono tra i più elevati.

Per la potenza non ti so dire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chiara Dansi Maria Torre

Mi sono ricreduta sulle strisce a led, devo dire!

Share this post


Link to post
Share on other sites
JacksonT
il 4/10/2018 at 06:16 , Chiara Dansi Maria Torre scrisse:

Mi sono ricreduta sulle strisce a led, devo dire!

Ottimo :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
hulio75
il 4/10/2018 at 08:16 , Chiara Dansi Maria Torre scrisse:

Mi sono ricreduta sulle strisce a led, devo dire!

Sulla base di cosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
hnjmkl

Sicuramente meglio una lampada LED completa e finita che le strisce componibili, queste hanno dispersione di parametri enormi, montano dispositivi con efficienza veramente infima, anche fosse dichiarato il modello di LED impiegato e l'indice di resa cromatica, non è dato sapere in quale categoria rientra in quanto ad efficienza, per dire, dispositivi destinati a questo uso del produttore Cree (non cinese), vengono selezionati in base al flusso luminoso in 12 categorie, il dispositivo + efficiente supera del 100% in luminosità rispetto al meno efficiente, hanno identica sigla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilsolitario

Secondo me dipende da che produttore utilizzate... facciamo che almeno 80% di led strip vedute hanno durata e prestazioni campate in aria idem per la qualità costruttiva se poi ci mettiamo un montaggio fatto con i piedi il disastro è assicurato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
hnjmkl

Sicuramente meglio una lampada LED completa e finita che le strisce componibili, queste hanno dispersione di parametri enormi, montano dispositivi con efficienza veramente infima, anche fosse dichiarato il modello di LED impiegato e l'indice di resa cromatica, non è dato sapere in quale categoria rientra in quanto ad efficienza, per dire, dispositivi destinati a questo uso del produttore Cree (non cinese), vengono selezionati in base al flusso luminoso in 12 categorie, il dispositivo + efficiente supera del 100% in luminosità rispetto al meno efficiente, hanno identica sigla; un equivoco grave molto comune, considerare solo la tensione di alimentazione, i LED lavorano in corrente, per assicurare lunga vota al dispositivo serve conoscere il valore di corrente riportato nel datasheet del dispositivo e alimentarlo con un circuito a corrente costante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Ci sono strisce LED professionali a 36 o 48 volt che lavorano in corrente costante, efficienza da 200lumen watt e le bobine sono da 15 - 20 e 30 metri... alimentazione data da un solo lato senza perdite di luminosità nella lunghezza...

Ci sono strisce a LED da 4000-6000-12000 lumen al metro...

Ci sono strisce LED RGBW (4in1) ed RGBWA (5in1) la largo spettro e controllo cromatico multicanale in PWM, cosicché integrabili facilmente in qualsiasi sistema, dal DMX512 al KNX fino a controlli vocali etc.

Massima sicurezza elettrica lavorando in bassissima tensione e quindi installabili anche in zone critiche.

 

E questo solo per dirne alcune. 

 

 

Impensabile avere ciò con tubi LED, sia come versatilità d'impiego, installazione, sia come controllo cromatico.

 

Ogni applicazione richiede l'articolo più idoneo, quindi non c'è un meglio o peggio.

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
hnjmkl

Chiedo a Gionatan se può indicarmi sigla o comunque un riferimento per conoscere la striscia da 12000 lumen al metro lineare, ringrazio.

Franco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Per quale applicazione servono 12000lumen al metro?

Già la versione da 6000lumen a metro é esagerata e normalmente in utilizzo civile già basta ed avanza un 3000 o 4000lumen a metro.

Il 6000 lumen/metro monta 240 smd 2835 al metro versione 0,2 watt/smd in singola linea (strip larga 10mm).

Il 12000 lumen/metro monta 480 smd 2835 al metro in doppia linea (strip larga 20mm).

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
hnjmkl

Intendevo dire che l'indice di qualità è anche determinata dall'efficienza dei dispositivi, i 12000 lumen/metro citati, abbisognano di 240 smd 2835 su doppia linea con un consumo di 96 watt, gli stessi lumen li possono forniscono 138  smd 2835 Cree su singola linea, consumo 69 watt, convengo che i costi potrebbero essere sensibilmente diversi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Sicuramente si, sono molti i parametri da valutare.

Però efficienze così alte di 200 lumen/watt ed oltre le si ottengono facendo lavorare il semiconduttore LED al 30% della potenza nominale e... sicuramente non sono LED CRI 90 o full spectrum e questo per questioni fisiche... o si ha massima qualità luminosa ma ad efficienza inferiore o si ha massima efficienza ma CRI basso.

 

Pertanto la giusta scelta ricade sempre su ciò che serve ed all'applicazione del sistema (l'illuminazione stradale ha bisogno di massima efficienza e non ha bisogno di qualità luminosa e vanno benissimo LED CRI70 ma da 200lumen/watt.... nell'iluminazione in musei di opere d'arte, quadri e reperti storici serve massima qualità con CRI 90 o superiore a discapito dell'efficienza, cioè 75lumen/watt).

 

Fonte: datasheet Nichia, Cree, Bridgelux, Epistar, Citizen etc..

Share this post


Link to post
Share on other sites
hnjmkl

Ho curiosato un po nel datasheet 2835 Bridgelux, selezione del flusso luminoso in 5 gruppi, min 22 max 30 L. Cree seleziona il suo 2835 addirittura in 13 gruppi, min 51 max 87 L; vai a sapere in quale gruppo rientra il chip che ti ritrovi nella lampada o striscia che hai comprato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alessandra Zani

Una striscia di faretti sotto al mobile più alto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...